One Piece Wiki Italia
Advertisement
One Piece Wiki Italia

Aramaki, noto anche come Ryokugyu, è un ammiraglio della Marina.

Aspetto[]

È un uomo alto e muscoloso, con capelli di media lunghezza, scuri e scompigliati, labbra carnose, folte sopracciglia ad angolo, ciglia inferiori pronunciate e un accenno di barba e basette. Ha un grosso tatuaggio sulla parte sinistra del busto con scritto "patto del suicidio al fiume della morte" (死川心中, Shi Kawa Shinju?).

Indossa pantaloni scuri attillati con la gamba destra strappata e la sinistra decorata con motivi floreali, un cappotto da marine sulle spalle e un paio di occhiali da sole. Ha occasionalmente una sigaretta in bocca.

Carattere[]

Sembra essere un individuo rilassato che prende tutto con un atteggiamento disinvolto. A dimostrazione di ciò, non ha nemmeno provato a eseguire gli ordini di Sakazuki di allontanare Fujitora da Marijoa e poiché pensa che mangiare sia troppo faticoso continua a rimanere a digiuno da tre anni, affermando di essere disposto ad interromperlo solamente se fosse una bella donna a chiederglielo.[1]

In combattimento si dimostra però spietato con una grande fiducia nelle proprie capacità, al punto da disprezzare coloro che sconfigge facilmente. Inoltre tende a infuriarsi verso i pirati che creano problemi alla Marina, tanto da volere uccidere Rufy per avere destabilizzato l'equilibrio mondiale. Tende anche a disobbedire agli ordini per seguire i propri scopi.

Aramaki ha anche grande rispetto dei nobili mondiali e ritiene che la discriminazione nel mondo sia qualcosa di necessario. Nonostante il suo atteggiamento arrogante, ha tremato dal terrore nel sentire la presenza di Shanks e ha preferito ritirarsi.

Relazioni[]

Issho[]

Sembra andare d'accordo con Issho.[1]

Sakazuki[]

Gli piace il fatto che sia diretto.[2] Vuole ottenere la sua approvazione, ma non esita a disobbedire ai suoi ordini per riuscirci.[1]

Forza e abilità[]

Aramaki è un ammiraglio, perciò ha autorità su molti subordinati. Ha anche il diritto di richiamare un Buster Call su ogni isola che ritiene essere una minaccia per il Governo Mondiale e può concedere questo stesso privilegio anche agli agenti governativi che non dispongono di tale potere.

Do Flamingo lo ha descritto come una vera bestia in termini di potenza, al pari di Fujitora.[3] A dimostrazione di ciò, ha sconfitto molti membri dei Pirati delle cento bestie con grande facilità, inclusi King e Queen, due Superstar, sebbene quest'ultimi fossero indeboliti dagli scontri avuti in precedenza rispettivamente con Zoro e Sanji.[2] Ha poi affrontato alla pari avversari del calibro di Denjiro, Gatto-vipera, Cane-tempesta, Shinobu, Raizo, Kawamatsu e Momonosuke trasformato in drago tutti in una volta sola, riuscendo ad avere temporaneamente la meglio su di loro prima che Shanks intervenisse indirettamente nello scontro facendo desistere l'ammiraglio.[4]

Frutto del diavolo[]

Lente.png Per maggiori informazioni, vedere Mori Mori

Ryokugyu utilizza i suoi poteri.

Aramaki ha mangiato il frutto del diavolo Mori Mori di tipo Rogia che gli permette di sfruttare diversi poteri legati alle piante, come trasformarsi in un gigantesco albero umanoide, trasformare le proprie dita in radici che impalano e succhiano la forza vitale altrui o altri liquidi,[2] volare facendo roteare un fiore sulla sua schiena come fosse un elicottero,[5] e fare crescere rapidamente piante di ogni tipo anche in terreni aridi e su superfici di pietra.

Ambizione[]

Ha dimostrato di sapere utilizzare l'Ambizione dell'armatura[2] e l'Ambizione della percezione.[4]

Armi[]

Porta con sé una katana.

Storia[]

Passato[]

Un anno prima dell'inizio della narrazione, Aramaki iniziò a non toccare più cibo.[1]

Salto temporale[]

Viene nominato ammiraglio attraverso un reclutamento militare di scala mondiale.

Saga del Reverie[]

Raggiunge Marijoa, dove incontra Fujitora e gli offre il pranzo. Viene poi contattato da Sakazuki che gli ordina di allontanare Issho, ma Ryokugyu decide di non eseguire gli ordini, chiedendogli invece se abbia incontrato Vegapunk. Fujitora risponde negativamente, ma afferma che l'ultima invenzione dello scienziato renderà inutile la Flotta dei sette. Ryokugyu gli risponde ridendo dandogli del pazzo.[1]

Saga del Paese di Wa[]

Il quarto giorno del Reverie, quattro rivoluzionari raggiungono il distretto residenziale e distruggono lo zoccolo del drago cavalcacielo, così Aramaki e Issho li affrontano. Tuttavia i nemici riescono nel loro intento di liberare Orso Bartholomew, per poi fuggire.[6]

Successivamente, Aramaki parte in direzione del Paese di Wa e, quando si avvicina, fa interferenza nella comunicazione tra gli astri di saggezza e un agente del CP0 per chiedere a quest'ultimo di rimanere dov'è e affermare che a breve raggiungerà la sua posizione.

Una settimana dopo, Sakazuki lo chiama per sapere dove sia e lui gli rivela di avere appena avvistato il Paese di Wa; il superiore gli dice quindi di non fare ciò che non è necessario, così Ryokugyu gli replica di esserne consapevole e gli dice di stare tranquillo.

Raggiunta la prigione di Udon, che ricopre con della rigogliosa vegetazione, assorbe la forza vitale dei Pirati delle cento bestie presenti e prende a calci Queen, al quale chiede di arrendersi, poiché farebbe una brutta figura se venisse sconfitto da dei semplici ufficiali, oltre a sottolineare che la Marina non può inviare nessuno a ripulire quel casino. Si lamenta quindi della qualità del sakè, sottolineando che debba essere lasciato ancora a fermentare. Richiede quindi una nave da guerra, ordinando di non farlo sapere a Sakazuki poiché lo ammira e vuole essere lodato da lui per avere eliminato Cappello di paglia. Poi sente la musica della festa nella Capitale dei fiori e vi si dirige, maledicendo i pirati che vi si trovano e il caos che hanno provocato nel mondo.

Mentre afferma che ottenere influenza, per quanto lo si desideri, è difficile da ottenere, si imbatte in Denjiro, Shinobu, Raizo, Kawamatsu, Cane-tempesta e Gatto-vipera, ai quali dice loro di non intralciarlo, mentre essi lo riconoscono come un membro della Marina e dunque nemico dei loro alleati pirati. L'ammiraglio inizia a scatenare i propri poteri e chiede cosa credono di saperne del mondo esterno al Paese di Wa, le cui divinità sono i draghi celesti, affermando che se non fanno parte del Governo Mondiale non hanno alcun diritto, per poi rivelare quale sia il suo frutto del diavolo ed elogiandone i poteri. Dichiara quindi che l'uomo ha la necessità di creare esseri socialmente inferiori ed è grazie a Paesi non affiliati come quello che ciò è possibile in quanto garantiscono la discriminazione, aggiungendo che quindi non violerebbe la legge anche se uccidesse migliaia di abitanti locali, cosa che è disposto a fare pur di catturare Cappello di paglia, sfidando coloro i quali ha davanti. Yamato tuttavia li raggiunge e replica che ciò che ha detto è imperdonabile, attaccandolo alla testa con la sua arma. Aramaki viene ferito e sottolinea la potenza dell'Ambizione dell'armatura della ragazza, alla quale chiede chi sia. Proclamando che non permetterà a nessuno di rovinare i festeggiamenti per la libertà ritrovata dopo vent'anni di tirannia, Yamato si presenta come figlio di Kaido, sorprendendo l'avversario. Kozuki Momonosuke sopraggiunge in forma di drago e dà ragione alla ragazza, sostenendo che non gli permetteranno di dare fastidio ai loro salvatori e tenta di attaccarlo con un'onda di energia, fallendo, così lo morde e lo spinge per allontanarlo dalla capitale, dato che dichiara di avere una promessa da mantenere con il suo popolo. Aramaki è stupito perché non aveva mai sentito parlare di un potere in grado di trasformare qualcuno in un drago rosa, tuttavia afferra quest'ultimo con dei giganteschi, il quale rifiuta l'aiuto di Yamato nonostante stia avendo la peggio.

Raizo rilascia delle fiamme contro di lui, che finge di prendere fuoco ma rimane indenne, dicendogli se non gli sembra troppo banale sconfiggere in quel modo un ammiraglio della Marina. Trafigge quindi il ninja e lo disidrata, poi afferra anche gli altri con i suoi poteri, sottolineando che non possono fare nulla contro madre natura e che se Kaido non fosse stato sconfitto non sarebbe venuto lì, specificando che sia triste da accettare, ma è proprio il potere dell'ex imperatore che teneva lontani da quella nazione i nemici, ribandendo che è disposto ad andarsene se gli verrà consegnato Cappello di paglia. Sentendo il drago rifiutare l'aiuto altrui perché l'onere di difendere il Paese di Wa è loro, cosa che non sarebbero mai in grado di fare affidandosi ad altri, Aramaki afferma che siano bambinate e che sia pietoso. Momonosuke gli dice di andarsene e, inaspettatamente, riesce a emettere due onde d'energia che trafiggono e incendiano il corpo vegetale dell'ammiraglio. Quest'ultimo si ricompone in un altro punto e gli chiede se voglia bruciare l'intera città, cosa che per lui va bene, sottolineando che non abbia nulla in comune con Kaido, ma che lo avrebbe impalato dalla testa alla coda. A quel punto però percepisce l'Ambizione del re conquistatore di Shanks, che gli intima di fermarsi, intuendo che la ciurma di quest'ultimo sia nelle vicinanze. Non volendo combattere con loro, decide di ritirarsi.

Differenze tra anime e manga[]

Saga del Reverie[]

Quando appare la sua sagoma mentre parla con Issho, l'anime mostra più dettagli, che poi si rivelano errati quando viene mostrato il suo aspetto per intero.[7][2]

Curiosità[]

  • Il suo aspetto è basato su quello dell'attore e musicista Yoshio Harada, che ha interpretato il ronin chiamato proprio Aramaki nel film Ronin-gai ed era specializzato in ruoli da personaggio ribelle, similmente all'abitudine dell'ammiraglio di agire senza permesso.
    • Nello stesso film, recitano anche gli attori che hanno ispirato Borsalino e Issho e ci sono diversi riferimenti ai tori, da cui deriva proprio il soprannome di Ryokugyu.
    • Il tatuaggio di Aramaki, "patto del suicidio al fiume della morte" (死川心中, Shi Kawa Shinju?), potrebbe essere ispirato alla storia rakugo "Shinagawa Shinju" e alla canzone di Harada stesso "Shinjuku Shinju".
  • Ryokugyu (緑牛, Ryokugyū?) in giapponese significa "toro verde" e, come i soprannomi degli altri ammiragli, è un riferimento alla leggenda di Momotaro.[8]
  • La sua risata tipica è "rahahaha!"

Note

  1. 1,0 1,1 1,2 1,3 1,4 Vol. 90capitolo 905 ed episodio 882, Ryokugyu conversa con Issho.
  2. 2,0 2,1 2,2 2,3 2,4 Vol. TBAcapitolo 1053.
  3. Vol. 72capitolo 713 ed episodio 643.
  4. 4,0 4,1 Vol. TBAcapitolo 1055, Ryokugyu percepisce la presenza dei Pirati del rosso.
  5. Vol. TBAcapitolo 1052.
  6. Vol. TBAcapitolo 1054, Tensei lo rivela.
  7. Vol. 90capitolo 905 ed episodio 882.
  8. SBS del volume 76.

Navigazione[]

Advertisement