Bastille è un viceammiraglio del quartier generale della Marina.[2]

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Bastille da giovane.

Bastille è un uomo alto, tanto che il viceammiraglio Dalmata nella sua forma ibrida è alto quasi quanto lui.[3]

Indossa una maschera in metallo di colore grigio con numerosi fori in corrispondenza degli occhi e due lunghe corna ricurve. Si copre il viso per nascondere le cicatrici che ha su di esso nella parte superiore.[4][1] Una parte dei suoi lunghi capelli arancioni raggiunge il petto mentre il resto arriva dietro la schiena. Come per molti altri ufficiali indossa un doppio abito costituito da una camicia blu e una cravatta nera. Porta inoltre un cappotto da marine sulle spalle e una catena intorno al collo.

Da ragazzo i suoi capelli erano molto più corti ed indossava una maschera leggermente diversa.[5]

Carattere[modifica | modifica sorgente]

Come marine, ha una forte fede nella giustizia. Inoltre quando viene a sapere che il collega Maynard è entrato nel colosseo delle corride, critica duramente il compagno per aver agito in maniera avventata.[6]

Forza e abilità[modifica | modifica sorgente]

In qualità di viceammiraglio, Bastille può eseguire un Buster Call se supportato da altri quattro parigrado ed ha anche autorità su un gran numero di subordinati. È considerato un ottimo comandante.[1]

Ambizione[modifica | modifica sorgente]

Bastille è in grado di usare l'Ambizione della percezione e l'Ambizione dell'armatura.[1]

Armi[modifica | modifica sorgente]

Lente.png Per maggiori informazioni, vedere Shark Cutter

La Shark Cutter di Bastille.

Bastille utilizza un'enorme zanbato chiamata Shark Cutter. Nonostante l'elevato peso dell'arma, grazie alla sua forza sovrumana è in grado di maneggiarla con grande facilità, persino con una sola mano. La forza sprigionata dall'arma era in grado di tagliare gli edifici vicini. Tuttavia essa viene distrutta da Sabo.[7]

Storia[modifica | modifica sorgente]

Passato[modifica | modifica sorgente]

Nacque in un luogo della Rotta Maggiore e, dopo essere cresciuto, si arruolò in Marina, facendo carriera fino a raggiungere il grado di viceammiraglio.[1]

Saga di Marineford[modifica | modifica sorgente]

Quando viene annunciata l'esecuzione di Portuguese D. Ace, Bastille viene convocato a Marineford per l'imminente guerra contro i Pirati di Barbabianca e i suoi alleati. Più tardi si schiera insieme ad altri viceammiragli per combattere.

Bastille, all'arrivo dei Pirati di Barbanera, è sconvolto nel riconoscere che alcuni dei criminali più pericolosi del mondo si sono uniti alla ciurma di Marshall D. Teach.[8]

Bastille smette di combattere dopo l'arrivo di Shanks e l'ordine da parte di Sengoku di porre fine alle ostilità.[9]

Saga di Dressrosa[modifica | modifica sorgente]

Bastille raggiunge il colosseo delle corride di Dressrosa insieme ad un plotone di marine per tendere un agguato ai criminali sconfitti che ne usciranno. Tuttavia nessuno di loro esce dall'edificio. Quando non riesce a contattare Maynard, presente all'interno del colosseo delle corride, capisce che sta per succedere qualcosa di strano.

Più tardi una violenta lotta nelle vicinanze attira l'attenzione di Bastille e dei suoi subordinati, che osservano Do Flamingo sparare tre colpi di pistola contro Law. Bastille si prepara ad intervenire quando Zoro e Kin'emon si precipitano verso Do Flamingo per salvare Law, ma Fujitora arriva sulla scena. I marine iniziano ad inseguire Rufy, Zoro e Kin'emon dopo che l'ammiraglio e Do Flamingo si sono diretti al palazzo reale. Tuttavia non riescono a catturarli.[10]

Al termine del combattimento del blocco D della corrida, Bastille racconta ai suoi subordinati dell'alter ego di Cavendish, Cavallo Bianco, il quale prende il controllo del pirata durante il sonno.[11] In seguito Bastille e i suoi uomini giungono all'ingresso della casa dei giocattoli dove aiutano i Pirati di Donquijote a sconfiggere Franky.[12]

Bastille sconfitto da Sabo.

Più tardi, quando Do Flamingo intrappola l'intera Dressrosa nella sua "gabbia per uccelli", Bastille, Fujitora e un plotone di marine raggiungono il nuovo altopiano reale per impedire a chiunque di raggiungere il membro della Flotta dei sette. Tuttavia i marine vengono intercettati da Sabo, che in questo modo permette a Rufy e ai suoi seguaci di avanzare.[7] Dopo avere sconfitto numerosi marine, Bastille ordina ai suoi subordinati di non attaccare il rivoluzionario ed interviene personalmente. Il viceammiraglio prova dunque a colpirlo, ma Sabo lo sconfigge facilmente, facendo a pezzi prima la sua arma e poi anche la sua maschera di ferro.[7]

Tre giorni dopo, Bastille, ripresosi dalle ferite riportate, dirige le operazioni di cattura dei Pirati di Cappello di paglia e dei loro alleati. Quando scopre quale sia il porto da cui i criminali vogliono salpare, il viceammiraglio manda alcune unità sul luogo.

Quando Fujitora usa i suoi poteri per sollevare le macerie di Dressrosa, Bastille ordina ai suoi uomini di non ostacolare l'ammiraglio. Più tardi è dispiaciuto nel vedere Issho risparmiare Rufy e i suoi alleati.[13]

Differenze tra manga e anime[modifica | modifica sorgente]

Saga di Dressrosa[modifica | modifica sorgente]

Mentre è in attesa fuori dal colosseo delle corride, si chiede con i suoi uomini chi siano Sai, Boo e Abdullah, dato che essi sono stati trasformati in giocattoli.

Alla casa dei giocattoli, la Marina e Senor Pink litigano, finché Bastille rivela che Do Flamingo e Fujitora hanno raggiunto un accordo. In seguito attacca Franky, che poi usa il Coup de Vent contro di lui.

Viene poi contattato da Fujitora con un lumacofono, il quale gli ordina di riunire i soldati. Inoltre, nel manga, Sabo afferra l'arma di Bastille al suo primo fendente, mentre nell'anime prima schiva numerosi attacchi che distruggono gli edifici circostanti.

Issho gli lascia il comando dell'accampamento quando si dirige al porto orientale.[14]

Film 14[modifica | modifica sorgente]

Bastille giunge a Delta per effettuare un Buster Call e sconfigge facilmente i Pirati di Foxy.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Il suo nome deriva probabilmente dalla Bastiglia, la fortezza francese al centro delle vicende della rivoluzione. Inoltre un detenuto della prigione indossava una maschera di ferro.
  • Bastille è stato classificato come un gigante nel databook Blue Deep, tuttavia la sua altezza è anomala per un gigante.[2] È stato successivamente affermato in una SBS che anche il più piccolo gigante arriva ad almeno dodici metri, contraddicendo quindi l'affermazione del databook.[15] In One Piece Vivre Card viene poi confermato come umano.[1]

Note

Navigazione[modifica | modifica sorgente]

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.