Brogi è un gigante originario di Erbaf ed era uno dei due capitani dei Pirati giganti guerrieri assieme a Dori.

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Brogi a cinquantotto anni.

Brogi è un gigante corpulento con una lunga barba bionda pettinata come la lama di un'ascia, degli occhi piccoli e un naso simile a quello di un maiale. Indossa inoltre un costume da vichingo, consistente in una tunica rossa con finiture in pelo, una fascia di pelle sulla spalla destra e sulla cintura, dei pantaloni gialli a strisce nere anch'essi adornati di pelo, delle scarpe gialle e un elmo con due corna.

A cinquantotto anni era più magro e aveva la barba molto più corta.

Carattere[modifica | modifica sorgente]

Brogi è una persona buona e amichevole. Crede inoltre fermamente nelle tradizioni della sua patria e le segue fino in fondo. Per questo motivo combatterebbe anche se gravemente ferito.

Relazioni[modifica | modifica sorgente]

Dori[modifica | modifica sorgente]

Brogi iniziò cento anni prima dell'inizio della narrazione un duello mortale con Dori, che divenne così il suo perenne rivale. Tuttavia lo considera comunque un onorevole compagno e un fratello d'armi, tanto da piangere per una sua presunta morte.

Pirati di Cappello di paglia[modifica | modifica sorgente]

Brogi è riconoscente verso i Pirati di Cappello di paglia per aver preservato l'onore del suo duello con Dori.

Forza e abilità[modifica | modifica sorgente]

Il manifesto da ricercato di Brogi e Dori.

Brogi aveva insieme a Dori il comando sulla sua ciurma e sulla sua testa pende una taglia di 100.000.000 Simbolo Berry.png, indice della sua pericolosità.

In combattimento, è riuscito a tenere completamente testa per cento anni a Dori, un altro gigante estremamente forte anche rispetto agli altri individui della sua razza. La potenza dei due giganti è infatti tale che Mr. Three, nonostante avesse avuto la meglio su un pirata con una taglia di 42.000.000 Simbolo Berry.png, ha affermato di non poterli in alcun modo sconfiggere senza ricorrere all'inganno, nemmeno con l'aiuto di Miss Golden Week, Mr. Five e Miss Valentine.[4]

Brogi è anche capace di uccidere facilmente i dinosauri di Little Garden, prede che caccia quotidianamente, rimanendo addirittura pressoché impassibile ad un loro morso.[5] Insieme a Dori è inoltre riuscito a bucare un gigantesco Re del mare, nonostante la grande distanza che li separava. Lo stesso Rufy, dopo averli visti compiere tale gesto, ha affermato come i due fossero mostruosamente potenti.[6]

Capacità fisiche[modifica | modifica sorgente]

Così come gli altri giganti, possiede una forza e una resistenza tipiche della sua razza. Ha infatti saputo rialzarsi nonostante gli erano stati trafitti mani e piedi. Essendo stato uno dei due capitani dei Pirati giganti guerrieri, egli era estremamente forte anche rispetto agli altri individui della sua razza. A dimostrazione di ciò, insieme a Dori è riuscito a sconfiggere delle grandi creature con un singolo colpo, cosa che gli altri giganti della loro ciurma non sarebbero stati capaci di fare.[7]

La forza di Brogi è inoltre tale da permettergli di liberarsi dalla cera di Mr. Three, nonostante fosse dura come la pietra.[8]

Armi[modifica | modifica sorgente]

Lente.png Per maggiori informazioni, vedere Blue the Axe

Per combattere utilizzava uno scudo e un'ascia chiamata Blue the Axe. Con questa può scagliare un fendente volante, abbastanza potente da uccidere un Re del mare. Tuttavia, dopo cento anni di duelli, la lama ha perso l'affilatura e alla fine si è spezzata.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Passato[modifica | modifica sorgente]

Più di cento anni fa, Brogi prese le redini dei Pirati giganti guerrieri assieme a Dori, con il quale divenne uno dei più temuti pirati al mondo.

Una giorno sbarcò su una delle isole fatte dagli escrementi di un pesce rosso gigante.[9]

Successivamente fece una battuta di caccia con Dori ed uccisero un Re del mare ciascuno con un solo colpo.[7] Mentre festeggiavano su un'isola assieme al resto della ciurma, i due capitani ammisero che fossero le prede più grandi che avessero mai catturato, ma una bambina chiese loro quale fosse il più grosso tra i due.

I due giganti sbarcano così con la loro ciurma su un'altra isola, dove distesero le carcasse dei Re del mare e ognuno cercò di dire che quello che aveva catturato era più lungo. Non essendo d'accordo, i due si sfidarono secondo le regole di Erbaf, decidendo di duellare ogni volta che il vulcano centrale tra quelli presenti sull'isola eruttasse, fermandosi all'eruzione successiva, che avveniva un'ora dopo. La ciurma quindi si sciolse e i loro compagni li lasciarono combattere per fare ritorno ad Erbaf.

Saga di Little Garden[modifica | modifica sorgente]

Brogi fa la conoscenza di Nami e Usop.

Nota una nave e chiede ad Usop e Nami, che vi sono a bordo, se hanno del vino. Il primo dice di averne un pochino e lui ne è felice, ma un dinosauro lo morde al sedere, così urla di dolore, si volta e con l'ascia lo decapita. Brogi poi si presenta affermando di essere il guerriero più forte di Erbaf e dato che ha appena preso la carne, chiede ai due di essere suoi ospiti e di fare festa.

Dopo averli condotti nella sua dimora, cucina l'animale che ha ucciso dicendo che la carne di dinosauro è molto buona. I due gli chiedono quanto tempo impiega il Log Pose per registrare il magnetismo e lui rivela che necessita di un anno, quindi dice loro di mettersi comodi.

L'ennesimo scontro tra i due giganti.

Rivela poi di duellare su quell'isola con un avversario, ma non ricorda nemmeno la ragione dello scontro. Quando il vulcano erutta, si alza e va a combattere contro Dori, al quale chiede conferma che anche lui abbia nostalgia del villaggio. L'avversario gli risponde che è per quello che vorrebbe farlo fuori per tornarci. Fa quindi un affondo, così Brogi salta allargando le gambe, in modo da evitare la spada dell'avversario che si conficca nella roccia, mentre lui gli colpisce l'elmo con l'ascia. I due si scambiano vari colpi finché cadono a terra. Brogi quindi ride e rivela che un ospite gli ha regalato del vino, così Dori afferma che è da tanto che non lo assaggia, chiedendogli di dargliene un po'. Dori vede poi gli ospiti di Brogi e i due giganti ridono assieme.

Tornato alla sua dimora, Brogi parla con Nami e Usop, il quale gli dice che un giorno vorrebbe diventare un coraggioso guerriero del mare. Brogi chiede cosa sia e il cecchino dice che vorrebbe essere come lui e il suo avversario. Lui domanda dunque se intende diventare un gigante, ma Usop gli dice no, spiegandogli che vorrebbe vivere con orgoglio. Brogi allora ride e rivela che i giganti vivono più a lungo degli umani, per questo vogliono morire con onore. Spiega infatti che il denaro e la vita un giorno arriveranno alla fine, ma se non viene meno l'orgoglio del guerriero, la morte arriva con onore, e ciò costituisce un tesoro che viene tramandato.

Quando il vulcano erutta, gioisce. I pirati gli chiedono se intende combattere con quelle ferite e lui replica che tanto sono messi male entrambi. Poi ride affermando che non ci sono scuse valide per evitare un combattimento all'ultimo sangue. Usop gli augura buona fortuna così Brogi ride dicendogli che quella volta avrebbe fatto fuori l'avversario, per poi dirigersi da quest'ultimo.

Brogi bloccato a terra.

Quando incontra Dori, gli chiede conferma che gli sia piaciuto il vino dopo tutto quel tempo, il quale afferma che era eccezionale. Dopo avere riso e avergli detto che è esagerato, gli domanda se è pronto a combattere. Durante il duello, gli chiede cosa abbia, visto che è un po' lento, ma Dori risponde che è lo stesso di sempre. Tuttavia quest'ultimo scivola così Brogi afferma che vincerà lui e lo colpisce con la sua ascia al petto, dicendo che la loro è stata una lunga battaglia. Vede quindi Dori crollare a terra ed afferma che lui ha vinto dopo 73467 battaglie. Mentre ride e piange contemporaneamente, qualcuno lo deride per questo, ma gli fa anche i complimenti. Brogi gli domanda dunque chi sia, così Mr. Three presenta se stesso e la sua partner, Miss Golden Week. Aggiunge poi che è già caduto nella sua trappola, infatti Brogi si ritrova con i piedi bloccati da una sostanza che non capisce cosa sia. Viene poi immobilizzato a terra e domanda a Mr. Three cosa intenda fare, così lui risponde che crea opere d'arte.

Quando Brogi prova a liberarsi, Mr. Three ride e gli dice che è inutile che si sforzi perché la sua cera, una volta solidificata, diventa dura come la pietra. Prosegue dicendogli che non può fare più niente, sottolineando che dopo avere vinto la battaglia si è distratto. Il gigante si infuria, così Mr. Three gli dice sarcasticamente di non guardarlo in quel modo perché lo intimorisce, e poi ride. Subito dopo gli chiede conferma del fatto che gli faccia piacere avere vinto una lunga battaglia, anche se è stato aiutato, cosa che lo lascia incredulo. Brogi capisce poi che l'Officer Agent ha interferito nel suo duello quando egli si dichiara il vincitore finale e gli chiede se fosse al corrente che le taglie sulla sua testa e quella di Dori fossero ancora valide. A quel punto vede altri due Officer Agents giungere con Bibi, una ragazza in ostaggio che grida contro di loro che sono dei disonesti per avere messo una bomba nel vino. Brogi capisce dunque quanto accaduto e rimane sbigottito. Subito dopo vengono lì condotti anche Zoro e Nami, anche loro catturati.

Vede poi i tre venire posti con i piedi bloccati su un'opera di cera creata da Mr. Three. La parte superiore della struttura inizia a ruotare velocemente facendo cadere delle gocce di cera che li trasformeranno in statue. Quando Nami gli dice di fare qualcosa invece di stare in silenzio, Mr. Three afferma che è fiato sprecato dato che il gigante si è appena accorto di avere ferito il suo amico, non accorgendosi della cosa nonostante i cento anni di battaglie. Ride poi del fatto che abbia anche pianto. Brogi replica che da quando hanno ricominciato a combattere gli era sembrato che Dori volesse nascondergli qualcosa. Mr. Three non gli crede, chiedendogli per quale motivo non abbia interrotto la battaglia e non abbia mostrato un briciolo di pietà. Lui risponde che non può capire il loro spirito di guerrieri, non potendo immaginare la vergogna che prova uno di loro quando è ferito e vorrebbe continuare a combattere, gridando che non si deve avere pietà di un guerriero che vuole combattere ad ogni costo. Conclude di avere capito subito che era ferito e di averlo voluto sconfiggere con le sue mani, come atto cavalleresco, iniziando poi a liberarsi dalla cera che lo tiene bloccato. A quel punto Mr. Five lo colpisce con un attacco esplosivo e Mr. Three gli trafigge mani e piedi con delle enormi spade di cera, dicendogli che, qualora facesse un piccolo movimento, le perderebbe. Brogi urla così dal dolore.

Ripensando a quanto accaduto in quei cento anni, inizia a piangere e si chiede perché non sia morto combattendo. Quando Zoro propone di tagliarsi le gambe per liberarsi, Brogi sottolinea quanto sia spudorato ed ammette che si stava dimenticando la voglia di combattere, per questo afferma che gli farà compagnia. A quel punto però Rufy, Usop e Karl li raggiungono.

Brogi chiede quindi a Zoro se possono fare a meno di combattere, il quale conferma. Assiste così al duello tra Mr. Three e Rufy, vedendo quest'ultimo usare una delle spade di cera come perno per roteare velocemente attorno ad essa e poi distruggere il supporto del candelabro, ricorrendo alla cera con cui l'avversario gli aveva bloccato le gambe come martello. Poco dopo lo vede colpire Mr. Three, spedendolo lontano. Tuttavia Miss Golden Week impedisce più volte a Rufy di distruggere il candelabro, così Brogi diventa una statua di cera.

In seguito viene liberato dalle fiamme che sciolgono la cera. Scopre così che i nemici sono stati sconfitti e piange copiosamente per la morte di Dori. Smette tuttavia quando quest'ultimo si rialza, cosa che lo lascia sbalordito, sentendolo dire che crede di essere ancora vivo perché l'ascia aveva perso l'affilatura dopo i molti duelli. Brogi, essendo molto felice, lo abbraccia e Dori gli chiede di non farlo così forte perché la ferita gli fa male. Lui così ride ed afferma che è un giorno memorabile, ringraziando gli dei di Erbaf per questo. Dori gli domanda poi se gli sembra il caso di essere così felice per averlo ferito e per avergli fatto perdere i sensi, ma Brogi gli dà una pacca sulla spalla dandogli dello sciocco per avere detto quelle cose. Dopo che Dori gli ha chiesto di fare attenzione a non toccargli la ferita, i due si irritano ed assumono un atteggiamento di sfida.

Brogi afferma poi che lui e Dori vorrebbero ricompensare i loro nuovi amici in qualche modo. Poco dopo giunge Sanji il quale rivela di avere recuperato un Eternal Pose per il regno di Alabasta e vede i loro amici gioire.

Quando il cuoco cita a Zoro una sfida di caccia tra loro due, a Brogi ricorda qualcosa di familiare. I loro amici poi li salutano. Il gigante dice quindi a Dori che non possono salutarli così e lui gli dà ragione dato che quel mare pullula di mostri. Brogi gli domanda come va la ferita, così il suo amico risponde che di certo non morirà per quella. Lui sottolinea poi come le loro armi abbiano una lunga vita, così Dori gli chiede se ha qualche rimpianto. Brogi gli risponde così che ha usato la sua ascia per più di cento anni e gli dispiace perderla, ma se è per aiutare quel gruppo non avrà nessuno rammarico.

I due giganti raggiungono assieme la costa orientale dell'isola. Quando la nave dei pirati vi arriva, sente Dori affermare che un grande ostacolo potrebbe impedire loro di raggiungere la prossima isola, ma visto che hanno difeso il loro orgoglio rischiando la vita, lui e Brogi intendono fare lo stesso. Quest'ultimo chiede di avere fiducia in loro e di avanzare qualsiasi cosa accada. Li salutano quindi, sperando di incontrarli ancora da qualche parte. Mentre la nave avanza, vedono emergere il Mangia isole e Brogi giura che apriranno la strada ai loro amici. Quando Dori sottolinea come l'animale sia cresciuto, lui aggiunge che non solo le sue dimensioni siano notevoli, ma anche i suoi escrementi sono esagerati dato che ha mangiato molte isole lì vicino.

Brogi e Dori uccidono il Mangia isole.

Dopo avere affermato che l'animale assaggerà il più forte attacco di Erbaf, sferra un fendente assieme a Dori che uccide il Mangia isole, permettendo alla nave di avanzare. Le armi dei due giganti si spezzano e loro ridono, per poi gettare in mare ciò che resta delle stesse.

Dori ammette poi di non ricordare il motivo della loro sfida e Brogi fa lo stesso. A quel punto però il vulcano centrale erutta, per questo si preparano ancora a combattere.

Miss Golden Week e l'operazione denominata "Meet Baroque"[modifica | modifica sorgente]

Dori e Brogi riprendono il loro duello iniziando a combattere a mani nude.

Dalle tolde del mondo[modifica | modifica sorgente]

Due anni dopo, Dori e Brogi sono ancora intenti a duellare per determinare un vincitore.[10]

Traduzioni e adattamenti[modifica | modifica sorgente]

Oda ha dato due versioni diverse del nome originale di Brogi: nel manga viene scritto "Brogy" mentre in seguito appare come "Burogy" in uno dei databook.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Il suo nome è simile a quello di Bruiser Brody.
  • Oda ha rivelato che ha voluto dare a Brogi e Dori l'aspetto dei vichinghi, prendendo spunto da questi ultimi per gli elmi dei giganti.[11]
  • La sua risata tipica è "gegyagyagyagya!".
  • Nel Color Walk 2, la sua altezza è indicata come di 10,2 metri; in seguito alla rivelazione sull'altezza minima di 12 metri per i giganti, essa è stata cambiata in 21,30 metri.[3]

Note

  1. One Piece Blue Deep: Characters World.
  2. SBS del volume 19.
  3. 3,0 3,1 3,2 One Piece Vivre Card.
  4. Vol. 14capitolo 118 ed episodio 71.
  5. Vol. 13capitolo 116 ed episodio 71.
  6. Vol. 15capitolo 129 ed episodio 77.
  7. 7,0 7,1 Vol. 15capitolo 129 ed episodio 78, un loro compagno lo rivelò.
  8. Vol. 14capitolo 121 ed episodio 74.
  9. Vol. 15capitolo 129 ed episodio 77, Dori rivela che vi sbarcò, ma dato che ha sempre navigato con Brogi, deve averlo fatto anche lui.
  10. Vol. 67capitolo 663.
  11. SBS del volume 17.

Navigazione[modifica | modifica sorgente]

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.