Brook è il musicista dei Pirati di Cappello di paglia e uno dei due spadaccini della ciurma.

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Prima della morte[modifica | modifica sorgente]

Prima della morte Brook aveva naturalmente i suoi capelli acconciati in stile afro, ma aveva anche due basette scure e una leggera barba. Aveva la pelle chiara e sulla fronte aveva una cicatrice. Questo segno è presente anche sul suo teschio come incrinatura nelle ossa.

Prima del salto temporale[modifica | modifica sorgente]

Brook indossa un completo elegante. Nonostante non abbia più la pelle possiede una grande capigliatura afro e sostiene che sia possibile perché i suoi capelli hanno radici molto profonde. Oltre al vestito nero, strappato e rovinato in alcuni punti, porta un foulard blu, un cappello a cilindro e un bastone da passeggio.

Dopo il salto temporale[modifica | modifica sorgente]

Dopo il salto temporale, indossa dei vestiti molto più colorati, adatti al suo ruolo di rockstar di fama mondiale. Porta anche degli occhiali da sole con le lenti a forma di cuore e un cappello. Cambia abbigliamento passando da un'isola all'altra.

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Carattere[modifica | modifica sorgente]

Brook è un personaggio eccentrico ed ha una spiccata personalità tutta sua, come gli altri Pirati di Cappello di paglia. Sembra e sostiene di essere un gentiluomo ma possiede alcune cattive abitudini come chiedere alle donne di mostrargli le proprie mutandine ed è impaziente quando si tratta di mangiare. Brook apprezza le cose semplici come un gesto di gentilezza, la compagnia degli altri e il poter camminare nuovamente alla luce del sole dopo avere ricevuto indietro la sua ombra.

Le sue reazioni a diversi eventi possono essere considerate eccessive, spesso divertenti. Ad esempio, quando la ciurma dei Pirati di Cappello di paglia si spaventa di lui nelle sue prime apparizioni, si dimentica di essere la causa dello spavento e si fa prendere dal panico anche lui. Anche se tende a mostrare le emozioni più estreme riesce ad assumere un atteggiamento rilassato quando gli viene detto di calmarsi. Brook è anche molto paziente, essendo rimasto sulla nave del suo vecchio equipaggio per anni, in attesa di ricevere indietro la sua ombra. Tuttavia, a causa della sua maleducazione, risulta essere impaziente su cose come l'attesa di essere servito a cena. La caratteristica di Brook più notevole tra tutte è che si fa burla di se stesso per essere uno scheletro e accompagna queste battute con la sua tipica risata anche quando non vi è nessuno ad averlo ascoltato. Quando Chopper finisce una delle sue battute al posto suo, Brook si deprime.

Brook è un grande appassionato di musica. Momenti felici o brutti che siano, la musica si rivela essere ciò da cui Brook trae la forza per andare avanti. Di conseguenza, il suo amore per la musica spesso si riflette in vari altri aspetti del suo carattere, così come nel suo stile di combattimento in cui i nomi dei suoi attacchi derivano da vari brani musicali e danze. Si è dedicato alla musica così intensamente che, nella sua prima vita è stato soprannominato "il canterino".

Diversamente dalle paure degli altri codardi della ciurma di Rufy - l'insicurezza di Usop, l'istinto di sopravvivenza di Nami e la prudenza di Chopper - la paura di Brook è più terrena: teme le cose che non sono normali. Ad esempio Brook si terrorizza facilmente alla visione di fantasmi e zombie. Per combattere le varie creature di Thriller Bark senza esserne spaventato al loro incontro, si convince che se canta non avrebbe avuto più paura di loro. La tecnica di cantare durante un combattimento, tuttavia, ha come effetto collaterale quello di renderlo più sinistro degli zombie. Apparentemente sembra non gradire i movimenti rapidi, come risulta evidente dalla corsa veloce al Sabaody Park e dal volo altrettanto veloce in sella ai pesci volanti dei Bellavita Riders. Comicamente, molte di queste paure sono cose che involontariamente fanno parte della sua personalità come essere uno scheletro quasi vivente che può correre talmente velocemente da lasciare ben poche speranze di vittoria ai suoi avversari.

Prima di incontrare i Pirati di Cappello di paglia, Brook navigava alla deriva da solo desiderando la compagnia di chiunque fosse passato accidentalmente da quelle parti. In un primo momento accetta di entrare a far parte dell'equipaggio di Rufy e di cenare con esso sulla Thousand Sunny con lo scopo di interagirci e di colmare il vuoto che ha vissuto per molti anni. Inoltre, nonostante sia uno dei pirati più vecchi in circolazione, Brook conserva uno spirito infantile al pari di Rufy e Chopper con i quali partecipa a buffonate.

Brook tende a mancare di buon senso quando si agita. Ad esempio quando Rufy cade in acqua Brook si tuffa in acqua pur avendo ingerito anche lui un frutto del diavolo.

Il rispetto per la vita spinge Brook a difendere anche i nemici, se rischiano di morire.

Sembra offendersi quando qualcuno lo evita in quanto privo di "sostanza". Durante la saga di Punk Hazard, quando la ciurma dei Pirati di Cappello di paglia, Kin'emon e Barbabruna vengono attaccati da un drago affamato che però lo ignora, Brook si infuria sostenendo che anche le ossa sono una ricca fonte di nutrienti.

Brook crede ed ha citato la filosofia per cui "le cose buone arrivano per coloro che sanno attenderle", riferendosi al tempo che ha trascorso in solitudine sulla nave alla deriva e alla pazienza eterna della balena Lovoon.

Una delle cose che disprezza maggiormente è lo spreco della vita. Avendo sperimentato la morte, conosce meglio di chiunque altro cosa essa comporti. Condivide una forte enfasi su come mantenere le promesse e le amicizie come si constata dal suo desiderio di tornare dalla sua amica Lovoon usando tutte le risorse in suo possesso e ricevendo per questo la stima di Franky. Anche se incline ad essere infantile, si dimostra essere un amico leale e senza paura come quando si mette tra Orso Bartholomew e Usop con l'intento di proteggere quest'ultimo pur essendo consapevole che le sue possibilità di sopravvivenza fossero scarse. Anche Zoro riconosce in Brook un vero uomo. È anche simile a Sanji in quanto ambedue sono dei donnaioli che si lasciano andare ai pensieri più lascivi. Brook è anche molto protettivo nei confronti delle donne e lo si evince quando rimprovera i nuovi pirati uomini-pesce per avere puntato le loro armi da fuoco contro Shirahoshi.

Anche se conosce altre canzoni quella che preferisce cantare e suonare è "Il liquore di Binks". Anche quando chiede ad altri un brano da suonare sorvola sulla richiesta e comincia a cantare questa canzone.

Brook è anche abbastanza intelligente da ingannare Jora e spingerla a riportare alla normalità la sua arma e a fingere di essere al suo fianco.

Relazioni[modifica | modifica sorgente]

Ciurme[modifica | modifica sorgente]

Pirati Rumbar[modifica | modifica sorgente]

In qualità di membro e di vicecapitano dei Pirati Rumbar, Brook e il suo equipaggio erano molto amici ed uniti quanto lo si è in una famiglia. Erano tutti appassionati di musica e amanti della compagnia. Brook si rattrista quando il capitano Yooki e metà dell'equipaggio ha contratto una malattia incurabile che li ha costretti a separarsi per evitare di contagiare l'altra metà. L'equipaggio dimezzato affida fiducioso a Brook l'incarico di nuovo capitano dei pirati Rumbar. Dopo che i restanti membri della ciurma sono stati sconfitti da un nemico che ha usato armi avvelenate contro di loro Brook è rimasto il solo a portare il peso della promessa della ciurma di incontrare nuovamente Lovoon.

Pirati di Cappello di paglia[modifica | modifica sorgente]

La ciurma di Cappello di paglia si mostra subito contraria alla proposta di Rufy di far entrare Brook nel suo equipaggio. Tuttavia, dopo gli avvenimenti di Thriller Bark, la ciurma cambia opinione sul suo conto e lo accoglie senza problemi. Prima che entrasse ufficialmente a far parte della ciurma di Cappello di paglia, Rufy è l'unico a stringerci amicizia in quanto lo trova divertente. Nonostante la sua personalità particolare, Brook si preoccupa profondamente per il suo equipaggio, arrivando a proteggere Usop e Sanji da Orso Bartholomew. Il suo carattere eccentrico manda spesso fuori dai gangheri la ciurma, non mostrando alcun rispetto appropriato per Nami e Nico Robin quando chiede di vedere le loro mutandine.

Tuttavia, il senso umoristico di Brook e la sua musica possono illuminare un'organizzazione grande come quella dell'associazione vittime del furto d'ombra. Franky si commuove ascoltando il passato di Brook ed anche il resto della ciurma comincia a nutrire rispetto per lui dopo avere sentito la sua devozione a mantenere la promessa fatta a Lovoon. Anche Usop e Chopper che prima ne erano spaventati. Brook ha stretto un legame di rispetto anche con Zoro. Tende anche ad andare d'accordo con Sanji, visto che entrambi hanno interessi perversi. Insieme ai fratelli Risky, Brook è uno dei pochi ad avere assistito al tentativo di sacrificio di Zoro e Sanji e rispetta la loro decisione di non farne parola con gli altri membri dell'equipaggio.

Amici[modifica | modifica sorgente]

Lovoon[modifica | modifica sorgente]

Il piccolo Lovoon assieme a Brook.

Più di cinquant'anni fa Lovoon ha incontrato i Pirati Rumbar dopo essersi separata dal suo branco e cominciò a seguirli in solitudine. Dopo un po' i pirati si accorsero di quanto era triste e decidono di rallegrarla suonando una canzone e, come risultato, la balena continuò a seguirli. L'equipaggio ci si affezionò perché carina ed infine, mentre Brook la nutriva, la chiamò Lovoon. Venne poi riconosciuta ufficialmente come membro dell'equipaggio. Lovoon, durante un combattimento, aiutò la ciurma recuperando due uomini caduti in mare dove nessun altro avrebbe potuto raggiungerli.

Brook ha molto a cuore la sua pettinatura afro perché è l'unica parte ad essersi conservata tale e quale anche dopo la sua morte. Essa è l'unico carattere distintivo che ritiene che Lovoon sia ancora in grado di riconoscere dopo cinquant'anni. Dal momento che non potrà più ricrescere una volta tagliata, Brook riserva molta attenzione ad essa. A causa della promessa fatta a Lovoon da Brook ed dal resto del suo equipaggio, si sente obbligato ad incontrarsi nuovamente con Lovoon al fine di mantenere la parola data. Sente che Lovoon non li perdonerebbe per essere morti irresponsabilmente nella Rotta Maggiore.

Fan[modifica | modifica sorgente]

Durante il salto temporale di due anni Brook è diventato una celebrità di fama mondiale. Appare alle Sabaody, dove ha deciso di tenere il suo ultimo concerto per i suoi fan più accaniti, prima di tornare nella pirateria ancora una volta. I suoi fan hanno dimostrato di essergli molto devoti tollerando il fatto che fosse uno scheletro in grado di muoversi e sono rimasti rattristati quando la Marina ha svelato pubblicamente la sua identità di pirata appartenente alla ciurma dei Pirati di Cappello di paglia. I fan, pur di ascoltarlo suonare e cantare un'ultima volta, impediscono ai soldati della Marina di arrestarlo.

Nemici[modifica | modifica sorgente]

Marina[modifica | modifica sorgente]

Nella sua prima vita ha anche ricevuto una taglia e, grazie al tradimento dei suoi manager l'esistenza di Brook come pirata appartenente alla ciurma di Rufy è stata rivelata alla Marina. La sua taglia resta valida ed è probabile che venga rilasciato a breve un nuovo manifesto da ricercato che lo ritrae nel suo stato attuale.

Ryuma[modifica | modifica sorgente]

Il principale nemico di Brook a Thriller Bark era lo zombie del samurai Ryuma, il quale possedeva la sua ombra. Dopo essere stato mandato alla deriva Brook è tornato sull'isola alla ricerca della sua ombra. Dopo avere diffuso il caos Brook si è imbattuto in Ryuma e, nonostante condividessero le stesse tecniche combattive, il corpo dello zombie si è dimostrato più forte determinando così la sconfitta di Brook. Sapendo che uccidendo il proprietario originario dell'ombra lo zombie che la possiede viene purificato Ryuma lascia andare Brook con solo una frattura sul cranio.

Anni dopo mentre è seduto a bere una tazza di tè nel laboratorio di Hogback, Ryuma si trova nuovamente Brook davanti, pronto a combattere per riottenere la sua ombra. Dopo colpi traumatici alle ossa Ryuma riesce facilmente a sconfiggere Brook. Ryuma poi afferra i capelli di Brook e decide di tagliarglieli per renderlo uno scheletro a tutti gli effetti. Tuttavia, poco prima che Ryuma possa proseguire, l'intera isola trema e lo zombie perde la presa sull'afro. L'intervento di Franky e soprattutto di Zoro permette a Brook di salvare i capelli.

Manager[modifica | modifica sorgente]

I manager di Brook, prima di diventare professionista.

Nonostante i tre Braccialunghe lo abbiano rapito con l'intenzione di farne un fenomeno da baraccone per arricchirsi, Brook è a loro grato per essersi presi cura di lui per due anni. Quando lo scheletro annuncia loro la sua intenzione di abbandonare l'attività, essi gli puntano le armi contro, ma poi desistono. Sanclin chiama tuttavia la Marina rivelando la vera identità di Brook.

Forza e abilità[modifica | modifica sorgente]

Brook è un pirata dotato di grandissima esperienza, dato che naviga da quando Gol D. Roger era ancora un novellino. Tuttavia, il suo lungo isolamento nel Triangolo Florian ha limitato la sua conoscenza della società moderna e ha contribuito a ridurre la sua serietà. Sulla sua testa pende una taglia di 83.000.000 Simbolo Berry.png, indice della sua pericolosità.

Prima di tornare in vita, era il leader di un convoglio da battaglia di un regno del mare occidentale e aveva autorità sui suoi soldati. Ha poi perso questi privilegi diventando un membro dei Pirati Rumbar, ma ha sempre avuto dei subordinati in quanto è stato prima vicecapitano e poi capitano della ciurma.

Durante il salto temporale, Brook ha aumentato le sue abilità diventando fisicamente più forte e migliorando la sua tecnica.

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Capacità fisiche[modifica | modifica sorgente]

Il fatto che la sua anima abbia impiegato un anno a ritrovare il suo corpo gli ha dato dei vantaggi che non avrebbe mai avuto se non fosse diventato uno scheletro animato da un frutto del diavolo. Uno di questi vantaggi consiste nel fatto che essendo fatto solo di ossa è molto più leggero di un normale essere umano, per cui può effettuare dei salti impensabili e correre molto velocemente, al punto di poter correre sull'acqua o da non essere visto dai nemici che sta attaccando.[5]

Brook è dotato di una notevole forza fisica. Ha sostenuto più volte un duello contro Ryuma, general zombie con il corpo di un leggendario samurai, riuscendo a tenergli testa per un po', anche se è stato sconfitto senza che il nemico si impegnasse tanto. Dopo i due anni è divenuto ancora più forte: ha parato i colpi di catene di Zeo, ufficiale uomo-pesce potenziato da parecchi Energy Steroid, sconfiggendolo facilmente e con un colpo solo. Ha anche incrociato la spada col torso di Kin'emon, anche se è scappato a metà scontro credendolo un fantasma, ed ha contribuito ad uccidere un drago. Si è mostrato piuttosto insofferente al clima rigido di una metà di Punk Hazard. A Zo ha retto brevemente il confronto contro Sheepshead, Star dei Pirati delle cento bestie e dotato di uno Smile, prima che Sanji subentrasse. Il pirata ha pure ricevuto gli elogi di Charlotte Katakuri, generale dei dolci dei Pirati di Big Mom.[6]

Brook ha anche una resistenza e capacità di recupero davvero fuori dal comune. Dopo la cocente sconfitta contro Ryuma, a seguito della quale ha riportato numerose fratture, tra cui una al cranio, si è rialzato. È sopravvissuto dopo che Odr, un gigante quattro volte più grande della norma, gli ha scagliato contro una torre che si è frantumata su di lui, e dopo essersi ripreso ha sopportato un calcio di Odr che l'ha schiacciato, tornando in piedi di nuovo dopo un periodo di tempo ristretto, abbastanza in forze da scalare l'edificio più alto di Thriller Bark in una manciata di secondi e sostenendo il peso di Rufy.

La sua condizione di scheletro lo rende un bersaglio più difficile da colpire e privo di organi vitali che possano essere feriti. Dopo la battaglia, a Brook è sufficiente infatti un po' di latte per guarire.

Brook mantiene tutti e cinque i sensi sebbene non abbia occhi, orecchie, naso, pelle o lingua. Inoltre può custodire oggetti nel suo cranio, in grado di aprirsi e richiudersi. L'assenza di muscoli e organi lo rende immune all'elettricità. Vista poi la sua condizione attuale, Brook non può invecchiare ulteriormente, dato che il suo sviluppo di crescita si è arrestato da quando si è decomposto.

Possiede anche un'enorme forza di volontà, infatti ha resistito all'Ambizione del re conquistatore di Charlotte LinLin nonostante fosse molto vicino a lei.

Talento musicale[modifica | modifica sorgente]

Brook è un musicista capace di suonare qualsiasi strumento musicale.[7] Spesso aveva con sé un violino e si dilettava ad intonare qualche melodia, ma dopo il salto temporale usa una chitarra. Sulla nave dei Pirati Rumbar e su Thriller Bark ha suonato un pianoforte.

La devozione per la musica di Brook non gli è solo servita come compagnia nel lungo isolamento dal resto del mondo, ma è parte integrale del suo stile di combattimento. Una delle sue tecniche consiste nel suonare una particolare composizione musicale che fa cadere addormentati gli avversari.

La sua bravura è tale che durante il salto temporale è diventato una rockstar di fama mondiale. Le sue canzoni hanno venduto milioni di copie e le persone presenti ai suoi concerti erano estasiate ed emozionate dal fatto che lo stavano vedendo dal vivo.

La sua musica è in grado di fare cambiare gli stati d'animo delle persone, come dimostrato su Namakura, dove è riuscito a spronare la popolazione locale a contrastare gli invasori della tribù Braccialunghe. Durante la battaglia contro i Nuovi pirati uomini-pesce, Brook ha dimostrato di avere ulteriormente affinato questa capacità al punto di riuscire ad ipnotizzare i nemici e fargli credere di trovarsi in un altro posto.

Brook ha anche un udito molto fine, tanto da essere riuscito a scovare Zeo nonostante egli fosse invisibile.

Scherma[modifica | modifica sorgente]

Lente.png Per maggiori informazioni, vedere Scherma

Brook e Ryuma mentre duellano.

Brook ha imparato la scherma[8] durante il suo servizio presso un regno dal nome non rivelato. Il suo stile di combattimento ha anche qualche tecnica di iaidō e di bukuori, la quale mira a colpire ripetutamente la spada avversaria per spezzarle la lama.

Il vantaggio maggiore di Brook è la sua alta velocità, che gli permette di effettuare attacchi talmente rapidi che il nemico si accorge solo dopo qualche secondo di essere stato colpito. Per questo motivo Brook eccelle nello sconfiggere un gran numero di avversari in poco tempo.

Nonostante le sue qualità, Brook non è allo stesso livello di Zoro. Infatti, Brook non è riuscito a sconfiggere Ryuma nonostante l'avversario non si stesse impegnando al massimo delle sue capacità. Lo zombie però ha affermato che nemmeno Brook si era impegnato completamente per paura di danneggiare i suoi capelli. Sull'arcipelago Sabaody, due anni fa, ha attaccato un Pacifista usando un colpo ad alta velocità, ma non è riuscito a danneggiarlo. Quando Zoro ha attaccato lo stesso nemico il risultato è stato molto diverso. Anche se non è allo stesso livello di Zoro, Brook è riuscito a seguire i movimenti del duello tra Zoro e Ryuma.

Durante il salto temporale la sua abilità con la spada è aumentata e Brook ha imparato ad effettuare delle stoccate volanti. Anche Kin'emon, che essendo un samurai del Paese di Wa è molto abile con la spada, ha apprezzato la sua bravura.

Frutto del diavolo[modifica | modifica sorgente]

Lente.png Per maggiori informazioni, vedere Yomi Yomi

Brook riesce ad uscire dal proprio corpo.

Mentre era in vita, Brook ha mangiato il frutto del diavolo Yomi Yomi di tipo Paramisha: quando egli fosse morto sarebbe tornato in vita.

Durante il salto temporale, Brook ha imparato a separare l'anima dal corpo in modo molto simile a quanto è capace di fare Perona. La sua anima, in più, può riattaccare le parti del corpo che si staccano, a patto che esse non si siano rotte. Il frutto Yomi Yomi viene utilizzato anche per avvolgere la lama della sua spada, rendendola fredda. Secondo Brook è perché il suo potere trasmette alla lama il freddo proveniente dall'oltretomba.

Armi[modifica | modifica sorgente]

Lente.png Per maggiori informazioni, vedere Soul Solid

L'arma di Brook.

Brook usa un bastone animato chiamato Soul Solid. Ne è in possesso da più di cinquant'anni e, dopo i due anni di allenamento, è in grado di di rivestirne la lama con la sua anima, rendendola fredda e in grado di congelare ciò che viene tagliato da essa.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Passato[modifica | modifica sorgente]

Brook era il leader di un convoglio da battaglia di un regno sconosciuto del mare occidentale. In questo periodo ha imparato la tecnica della scherma.

Quarantotto anni prima dell'inizio della narrazione, Brook faceva parte dei Pirati Rumbar. Un giorno, navigando nel mare occidentale, la loro nave cominciò ad essere seguita da un cucciolo di balena che si era perso. Brook suggerì al capitano di suonargli una canzone per risollevargli l'umore.

Il giorno seguente la ciurma si accorse che la piccola balena aveva continuato a seguirli, così fu chiamata Lovoon. Successivamente molti dei compagni di Brook notarono che Lovoon si era affezionata molto a lui.

Quando Brook ed il resto dei Pirati Rumbar erano prossimi ad entrare nella Rotta Maggiore, temevano che sarebbe stata troppo pericolosa per una balena di piccola taglia come Lovoon. L'equipaggio tentò invano di convincerla a restare nel mare occidentale e di non seguirli oltre. Brook chiese al resto della ciurma di lasciarlo solo con Lovoon per farla ragionare senza però riuscirci. Incapaci di fare qualsiasi altra cosa, i Pirati Rumbar decisero che da quel momento l'avrebbero ignorata nella speranza che si dissuadesse dal desiderio di seguirli. La loro tattica sembrò funzionare e Lovoon non si presentò per un po' alla loro vista.

Attraversata la Reverse Mountain, incontrarono Crocus al promontorio Futago, al quale chiesero di potere restare per un po' di tempo per riparare la nave. L'uomo accettò in cambio di viveri e bevande e fece notare loro che un cucciolo di balena li aveva seguiti. Brook e il resto della ciurma furono sorpresi nel rivedere che Lovoon li aveva seguiti di nascosto, ma furono felici.

Dopo tre mesi trascorsi a riparare la loro nave e a cantare, i Pirati Rumbar decisero di affidare Lovoon alla custodia di Crocus promettendole che sarebbero tornati dopo avere circumnavigato il mondo nel giro di due o tre anni. Per allora Lovoon sarebbe diventata talmente grande da potere seguire la ciurma.

Navigando lungo la Rotta Maggiore, Brook ed i suoi compagni affrontarono varie sfide. Un giorno, attraversando una foresta, il capitano e metà equipaggio contrassero una malattia incurabile. Per evitarne la propagazione al resto dell'equipaggio, Yooki decise di che lui e gli altri uomini malati avrebbero tentato di uscire dalla Rotta Maggiore attraversando una delle fasce di bonaccia a bordo della nave.

Yooki annunciò a Brook e al resto dell'equipaggio della sua decisione, rammaricandosi per non essere riuscito a trovare un'altra soluzione per salvaguardare gli uomini non infettati. Sapendo di non potere tornare da Lovoon, Yooki chiese a Brook di condurre l'equipaggio da essa e di porgerle i saluti da parte dei compagni malati e di salutare la metà dell'equipaggio infetta suonando la loro canzone preferita, "Il liquore di Binks".

Brook continuò a navigare insieme al resto dell'equipaggio lungo la Rotta Maggiore con una nuova nave. A Brook, eletto come nuovo capitano dei Pirati Rumbar, venne assegnata una taglia. Due anni dopo essere divenuto capitano, la ciurma entrò nel Triangolo Florian, dove venne attaccata da altri pirati con frecce avvelenate. Dal momento che il loro medico di bordo venne ucciso nel combattimento, Brook ed i superstiti perirono lentamente per colpa del veleno. Avendo ingerito lo Yomi Yomi che gli permetteva di tornare in vita dopo la morte, Brook propose ai suoi compagni di suonare un'ultima canzone, registrandola con un Tone Dial acquistato in precedenza da una nave mercantile, e promise che l'avrebbe fatta ascoltare a Lovoon. Emozionati per la proposta, i superstiti dei Pirati Rumbar iniziarono a suonare la loro canzone preferita un'ultima volta. Durante la gioiosa esibizione, i pirati morirono uno dopo l'altro con un sorriso stampato sul volto lasciando il capitano a suonare da solo. Ricordando la promessa fatta a Lovoon, Brook continuò a suonare il pianoforte fino alla morte.

L'anima di Brook ritrova quello che rimane del suo corpo.

L'anima di Brook riuscì a tornare nel mondo dei vivi, ma la ricerca della nave e quindi del suo cadavere fu ostacolato dalla fitta nebbia del Triangolo Florian, tanto da impiegarci un anno prima di individuarla. A quel punto, del suo corpo era rimasto solo un mucchio di ossa con i capelli. Ripreso possesso del suo corpo, Brook raccolse i resti dei suoi defunti compagni e li ripose sottocoperta all'interno di alcune bare.

Per i decenni a venire Brook navigò da solo in balia delle correnti marine in quanto il timone era stato distrutto nel tragico assedio. Passò il tempo a rotolarsi sul ponte della nave, saltellare, cantare e appoggiarsi a pareti verticali con la sola testa cercando di formare un angolo di 45 gradi. Durante il sonno, sognava che lui ed i suoi compagni erano ancora vivi, ma al risveglio doveva affrontare la triste realtà. I cinquant'anni trascorsi in solitudine sulla nave furono strazianti.

Cinque anni prima dell'inizio della narrazione, la nave arenò a Thriller Bark. Nel tentativo di riparare il timone, decise di sbarcare sull'isola e di esplorarla. Tuttavia venne catturato e poi privato dell'ombra da Gekko Moria.

Dopo essere stato trasportato sulla sua nave e mandato nuovamente alla deriva, Brook decise di ritornare sull'isola per riprendersi la sua ombra. Origliò una conversazione tra due zombie, uno dei quali affermava che uno di loro era stato "purificato" avendo mangiato del pesce sotto sale. Brook pensò in un primo momento che il punto debole degli zombie fosse il pesce, ma venne accidentalmente corretto da Hogback, il quale rivelò che era il sale la loro debolezza.

Dopo avere eliminato alcuni zombie, Brook trovò Ryuma, colui che possedeva la sua ombra. Durante il loro scontro, quest'ultimo si dimostrò troppo forte per lo scheletro. A causa dei danni riportati sul cranio, Brook chiese pietà al suo avversario, che gli concesse la fuga da Thriller Bark. La battaglia lasciò una crepa nel cranio di Brook, il quale per i seguenti cinque anni si dedicò ad allenamenti mirati per diventare più forte in modo da potere battere Ryuma nel loro duello successivo.

Saga di Thriller Bark[modifica | modifica sorgente]

Rufy chiede a Brook di unirsi alla ciurma.

La nave di Brook si imbatte nella Thousand Sunny. Tre dei Pirati di Cappello di paglia, dopo averlo visto cantare, salgono a bordo della sua nave. Durante le presentazioni, Rufy gli chiede di unirsi alla sua ciurma e Brook accetta lasciando Sanji e Nami senza parole.

Accolto sulla Thousand Sunny ed invitato a cenare con la ciurma, Brook racconta gli avvenimenti del suo passato. In seguito i pirati scoprono che l'immagine dello scheletro non viene riflessa dallo specchio e che è privo di ombra. Giustifica questi fenomeni dicendo che gli è stata rubata l'ombra, senza accennare all'artefice di tale furto per non cacciarli nei guai, e che l'esposizione del suo corpo alla luce del sole determinerebbe la disintegrazione dello stesso. Per questo motivo Brook è costretto a rifiutare la proposta di Rufy di unirsi alla sua ciurma. Il pirata però gli promette che avrebbe recuperato la sua ombra al posto suo.

In seguito alla comparsa di un fantasma da una parete, Brook si precipita fuori dalla cucina seguito dalla ciurma di Rufy e fa notare che la Thousand Sunny sta andando alla deriva vicino ad un'isola del mare occidentale, Thriller Bark. Alla vista di quest'ultima, Brook congeda i Pirati di Cappello di paglia lanciandosi dalla Thousand Sunny e correndo in direzione dell'isola, sopra la superficie del mare.

Una volta arrivato sull'isola, Brook girovaga purificando le varie creature prima di trovare Ryuma e combatterlo di nuovo. Sfortunatamente viene sconfitto e lanciato fuori dalla torre in cui ha avuto luogo il combattimento. Durante la caduta viene avvistato da Franky e Robin, anch'essi in caduta libera in seguito alla distruzione del ponte che collega la villa di Hogback all'albero maestro di Thriller Bark.

Dopo essersi rialzato sconfigge Tararan con un singolo attacco di spada. Con il nemico ormai purificato, Brook spiega a Franky e a Robin il modo in cui vengono rubate le ombre. Lo scheletro racconta poi ai due il suo passato con Lovoon, esplicando il suo desiderio di rivederlo.

In seguito, Brook si precipita nel laboratorio di Hogback dove trova Ryuma. I due si sfidano nuovamente in un feroce duello. Seppur abbia riportato fratture ossee, il pensiero di incontrarsi con Lovoon ad ogni costo gli passa per la mente e nonostante lotti vigorosamente contro Ryuma, viene sconfitto ancora una volta.

Contemporaneamente, Franky e Zoro raggiungono il laboratorio di Hogback in soccorso di Brook. Bloccando un fendente di Ryuma diretto verso Franky e Brook, Zoro si rivolge a quest'ultimo dicendogli che avrebbe combattuto lo zombie al posto suo e che avrebbe recuperato la sua ombra. Dopo un'intensa battaglia sul tetto del palazzo, Brook vede Zoro sferrare il colpo di grazia al suo nemico il quale viene avvolto dalle fiamme. Con il cadavere di Ryuma ridotto in cenere, Brook riacquista finalmente la sua ombra.

Mentre Brook, Zoro e Franky si riposano per recuperare le forze, lo zombie di Rufy, Odr, esce dall'albero maestro alla ricerca dei Pirati di Cappello di paglia. Brook assiste alla grande battaglia tra i Pirati di Cappello di paglia e Odr che avviene nel cortile interno, tra l'albero maestro e il palazzo. In un primo momento la battaglia non è a favore della ciurma e Brook viene involontariamente incluso nella mischia. A causa del precedente scontro con Ryuma, Brook non è in grado di reagire all'attacco di Odr, come invece fanno i Pirati di Rufy. Per questo motivo gli viene ordinato di starne fuori.

Brook salva Usop, portando con sé un sacco di sale.

Brook, intuendo che è necessario molto sale marino per purificare Odr, si dirige a fatica nella cucina di Thriller Bark e ne trova una grande quantità. Trovandosi nella cucina, ne approfitta anche per bere del latte al fine di curare le sue ferite. Torna sul luogo della battaglia appena in tempo per salvare Usop da Odr, assistito da Gekko Moria, portando con sé un grande sacco pieno di sale. Brook decide di partecipare al combattimento ma tutto quello che può fare è mantenere il sale nel sacco mentre i Pirati di Cappello di paglia attaccano Odr.

Dopo avere evitato un po' di attacchi di Odr controllato da Moria grazie ai poteri del frutto del diavolo, Brook chiede a Nami, Usop e Robin di aiutarlo a sferrare un attacco contro Odr. Mentre viene lanciato, lo scheletro viene fatto roteare da Robin ed elettrizzato da una nuvola creata da Nami. Con l'energia elettrica nelle ossa, Brook trafigge la spalla di Odr paralizzandolo, schiantandosi sull'edificio dietro lo zombie.

Brook partecipa ad un attacco combinato contro Odr.

Rimanendo incastrato, Brook rischia di essere calpestato da Odr, ma l'attenzione di quest'ultimo viene richiamata da un attacco di Usop. Nonostante ciò, lo scheletro perde i sensi per lo spavento e cade a terra.

Proprio quando Nami e Usop stanno per essere schiacciati come i loro compagni, Brook e la ciurma vengono salvati da Rufy, potenziato con un centinaio di ombre. Mentre Rufy spinge lontano dal cortile interno Odr e Moria a suon di colpi, un gruppo di vittime senza ombra comandato da Laura portano in salvo Brook e l'equipaggio di Rufy.

Nonostante i danni subiti, Brook e la ciurma dei Pirati di Cappello di paglia si rialzano, così come Odr che è stato abbattuto in precedenza da Rufy. Per sconfiggere Odr una volta per tutte, Brook partecipa ad un piano insieme alla ciurma di Rufy. Mentre quest'ultima riesce ad immobilizzare lo zombie, Brook conduce Rufy in cima all'albero maestro di Thriller Bark con l'aiuto di Robin e lo lancia in modo da consentirgli di attaccare Odr dall'alto. Con questo attacco, la spina dorsale di Odr viene frantumata.

Tuttavia, nonostante gli sforzi di Brook e dei pirati, Moria riesce a trovare le forze per rialzarsi. Lo scheletro assiste all'ultimo tentativo del membro della Flotta dei sette di annientare la ciurma di Rufy, che consiste nell'assimilare mille ombre provenienti dai suoi sottoposti zombie ed amplificare così la sua potenza. Tutto ciò che può fare Brook dinnanzi a questo scenario è di osservare Rufy raccogliere le sue forze per far fronte al nuovo pericolo. Proprio quando sta per sorgere il sole minacciando di disintegrare i corpi dell'associazione vittime del furto d'ombra insieme a quelli di Zoro, Robin e Sanji, Rufy riesce a sconfiggere Moria. Come conseguenza degli attacchi di Rufy, le ombre sottratte vengono rilasciate dal corpo di Moria.

Con la sconfitta di Moria, l'incubo che Brook e la ciurma di Rufy hanno affrontato a Thriller Bark sembra concluso. Tuttavia, prima di concedersi ai festeggiamenti, un altro componente della Flotta dei sette, Orso Bartholomew, fa la sua comparsa davanti ai vincitori con l'ordine di uccidere tutti i sopravvissuti. I vari tentativi di fronteggiarlo risultano vani. Il membro della Flotta dei sette offre ai sopravvissuti la salvezza in cambio della vita di Monkey D. Rufy. Tutti rifiutano l'offerta, costringendo Orso ad annientare tutti con il suo frutto del diavolo. Anche se l'onda d'urto distrugge gran parte dell'isola e mette fuori combattimento quasi tutti, Brook rimane abbastanza cosciente da poter assistere agli sforzi di Zoro e Sanji finalizzati a salvare Rufy da morte certa ed al sacrificio di Zoro.

Brook si unisce ai festeggiamenti per celebrare la vittoria contro Moria. Per l'occasione decide di suonare il pianoforte. Prima di iniziare a suonare rivela a Sanji che ha assistito alle sue azioni assieme a Zoro contro Orso Bartholomew, lodando il coraggio di entrambi. Non appena comincia a suonare il pianoforte, discute con Rufy sulla canzone che sta suonando.

Dopo che Rufy ha detto di avere sentito cantare la stessa canzone dai Pirati di Shanks, Brook gli spiega che questa canzone è conosciuta da ogni pirata dei vecchi tempi. Con il proseguire della conversazione, Rufy lo invita ancora una volta ad unirsi al suo equipaggio dato che ora la sua ombra, essendo stata recuperata, non rappresenta più un impedimento all'esposizione solare. Tuttavia, Brook gli risponde che non può unirsi alla sua ciurma perché ha ancora una cosa importante da fare.

Rufy però è già al corrente della promessa tra lui e Lovoon grazie a Franky. Rufy riferisce a Brook che non solo ha incontrato Lovoon ma anche che è in buona salute e sta ancora aspettando il suo ritorno alla Reverse Mountain. Appresa tale notizia e ricevuta la conferma da Sanji e Usop, Brook smette improvvisamente di suonare il pianoforte e scoppia in lacrime. Felice del fatto che Lovoon lo sta aspettando da cinquant'anni come da promessa, Brook riprende a suonare versando lacrime di gioia.

Rufy accoglie Brook nella ciurma.

Mentre continua a suonare il pianoforte, Brook prende ed attiva il Tone Dial con la registrazione dell'ultima esibizione dei pirati Rumbar da recapitare a Lovoon. Con la musica di sottofondo, tutti quanti nella stanza cantano la famosa canzone. Mentre tutti cantano, Brook si chiede se Lovoon possa aspettare un altro anno o due permettendogli di raggiungerla percorrendo l'altra metà della Rotta Maggiore fino alla Linea Rossa. Con questa determinazione, Brook chiede a Rufy se può unirsi alla sua ciurma. Rufy accetta senza esitare lasciando allibita la maggior parte della ciurma dei Pirati di Cappello di paglia. Essendo entrato a far parte dell'equipaggio di Rufy, Brook mostra ai suoi nuovi compagni il suo manifesto di taglia promettendo fedeltà al ragazzo col cappello di paglia.

Due giorni dopo l'adesione, Brook osserva la lapide dei Pirati Rumbar nel cimitero, allestita e decorata da Usop e Franky. Dal momento che Thriller Bark è un'isola proveniente dal mare occidentale, Brook spera che i suoi compagni possano riposare in pace e comincia a suonare il violino. Non appena inizia a suonare viene raggiunto da Zoro, appena ripreso dai danni subiti, il quale gli domanda se può suonare una canzone per la sua spada distrutta.

La ciurma festeggia l'ingresso di Brook.

Non appena Brook sale sulla Thousand Sunny per continuare il suo viaggio intorno al mondo, viene pervaso dall'idea di vedere una vera sirena sull'isola degli uomini-pesce.

Saga delle Sabaody[modifica | modifica sorgente]

Continuando la navigazione la ciurma di Rufy affronta uno dopo l'altro i fenomeni naturali della Rotta Maggiore accompagnata dalla musica di Brook fino ad arrivare alla Linea Rossa. Brook si immerge sott'acqua insieme a Rufy e Robin nello Shark Submerge 3 con lo scopo di avvistare l'isola degli uomini-pesce. Nonostante gli sforzi non riescono ad avvistare il paradiso sottomarino a causa dei limiti di profondità del sottomarino. Tuttavia portano in superficie un mostro marino che li ha seguiti nell'emersione. Dopo essere stato attaccato da Rufy l'animale sputa fuori due esseri che finiscono sulla Thousand Sunny. Si tratta di una sirena di nome Kayme e del suo animale domestico Pappagu, una stella marina.

Una volta salvati i due personaggi, Brook e gli altri pensano che avrebbero potuto condurli sull'isola degli uomini-pesce e ripagare la ciurma di Rufy con i takoyaki. Tuttavia, prima di essere ripagati, vengono a sapere che l'amico di Kayme, Hachi, è stato catturato dai Tobiuo Riders. Per poter arrivare sull'isola degli uomini-pesce ed essere ricompensati, Brook e la ciurma di Rufy accettano di aiutare Kayme nel salvataggio del suo amico. Con i pesci chiamati da Kayme a fargli da guida, la ciurma dei Pirati di Cappello di paglia raggiunge la base dei Tobiuo Riders.

Brook sconfigge i Tobiuo Riders.

Alla base, Brook e gli altri non scoprono solo che l'amico di Kayme è un vecchio nemico della ciurma, Hacchan, ma anche che i Tobiuo Riders hanno teso loro un'imboscata. Durante la battaglia che ne deriva Brook si tuffa in mare insieme a Chopper per recuperare il loro capitano caduto in mare, nonostante non siano capaci a nuotare. Vergognandosi della sua avventatezza, Brook si sente in dovere di rimediare sconfiggendo un gran numero dei Tobiuo Riders con una tecnica che li addormenta, rendendoli vulnerabili.

Combattendo contro i Tobiuo Riders, i Pirati di Cappello di paglia vengono a sapere che il loro capo, Duval, serba rancore nei confronti di Sanji in quanto il manifesto di taglia di quest'ultimo riporta un disegno che ritrae Duval stesso. Avendo sentito della coincidenza concernente la somiglianza tra Sanji e Duval, Brook cade in ginocchio dalle risate prendendo a pugni il suolo. Duval viene sconfitto quando Sanji gli cambia i connotati a suon di calci permettendo a Brook e agli altri di godersi un po' di takoyaki.

Dopo aver mangiato takoyaki ed essere stati ringraziati da Duval per ciò che Sanji ha fatto al suo volto, i Pirati di Cappello di paglia salpano in direzione dell'arcipelago Sabaody. Qui, secondo le informazioni date da Hacchan, la ciurma avrebbe potuto rivestire di resina la Thousand Sunny permettendo alla ciurma di Rufy di raggiungere l'isola degli uomini-pesce. Brook e il resto della ciurma di Rufy apprendono da Hacchan che l'arcipelago è frequentato dai nobili mondiali e vengono a sapere delle conseguenze derivanti dallo sfidarli apertamente.

Quando Brook e il resto dell'equipaggio si avventurano sulle mangrovie ombreggiate dove è stato avvistato il meccanico l'ultima volta, vengono a sapere diverse informazioni da un'amica di Hacchan, Shakuyaku. Tra queste il fatto che vi sono pochi marine sulle mangrovie e che ci sono altri nove pirati oltre a Rufy e Zoro ad avere una taglia elevata quanto la loro. Inoltre vengono a sapere che il meccanico che stanno cercando, Rayleigh, potrebbe trovarsi nel Sabaody Park.

Dopo essersi svagati nel parco giochi, Brook e gli altri scoprono che Kayme è stata rapita e chiedono l'aiuto dei Tobiuo Riders per la ricerca. Dopo aver appreso che Kayme è stata portata alla casa d'aste al Grove uno, Brook ed il suo compagno di volo si dirigono subito sul posto.

Quando arrivano però il luogo è già nel caos per colpa di Rufy che ha dato un pugno ad un nobile mondiale. Non riuscendo ad individuare un'entrata che non sia occupata dalla folla di persone, il compagno di volo di Brook, insieme ai compagni di volo di Robin e Usop, optano per entrare schiantandosi sulle pareti della casa d'aste. Una volta fatto il loro ingresso, Brook e gli altri componenti della ciurma dei Pirati di Cappello di paglia si riuniscono e combattono contro le guardie della casa d'aste. Nel bel mezzo del caos, tutti coloro che stanno ostacolando i pirati perdono i sensi subito dopo l'ingresso sul palco del meccanico che stavano cercando.

Rayleigh fa crollare a terra tutti i nemici presenti in sala grazie all'Ambizione del re conquistatore e toglie al collare esplosivo a Kayme salvandole la vita. Le difficoltà però non sono terminate perché all'esterno dell'edificio si stanno radunando molti marine: la ciurma si dirige all'esterno pronta ad affrontarli assieme ai Pirati di Kidd e ai Pirati Heart, erroneamente ritenuti corresponsabili dell'accaduto.

Dopo averli sconfitti la ciurma torna al bar di Shakuyaku. Lì Brook e gli altri scoprono un po' del passato di Rayleigh e Brook si stupisce quando sente che Crocus si è imbarcato sulla nave di Roger nella speranza di ottenere informazioni sui pirati Rumbar. Dopo il termine del racconto, la ciurma decide di nascondersi per tre giorni per dare il tempo a Rayleigh di rivestire la loro nave.

La ciurma si imbatte in un Pacifista.

Mentre vagano per l'arcipelago pensando ad un luogo adatto a nascondersi, vengono raggiunti da colui che sembra essere Orso Bartholomew. La ciurma comincia a combattere, ma ben presto si rende conto che non è il vero Orso per via di alcune differenze, come l'assenza di cuscinetti sulle mani. Unendo tutte le loro forze la ciurma riesce a sconfiggerlo, ma disperde molte energie e vengono raggiunti prima che possano riprendere fiato da un'altra di quelle creature e da Sentomaru. Rendendosi conto che non hanno possibilità contro due avversari così forti, soprattutto per via della stanchezza, Rufy ordina la fuga e la ciurma di divide in tre gruppi. Brook e Usop seguono Zoro, ma durante la fuga Brook e i suoi compagni si imbattono nell'ammiraglio Kizaru, giunto sull'arcipelago proprio per arrestarli. Kizaru ferisce gravemente Zoro, ma per fortuna i tre vengono salvati da Rayleigh, così Brook e Usop portano via Zoro privo di sensi.

Brook prova a difendere Sanji e Usop.

A quel punto però il Pacifista si concentra su Zoro, e a nulla servono le mosse disperate di Brook, Usop e anche di Sanji. All'improvviso fa la sua comparsa il vero Orso Bartholomew, che in pochi istanti fa scomparire prima il Pacifista e poi Zoro. Il membro della Flotta dei sette concentra la sua attenzione su Usop, ma Brook per proteggere il compagno si frappone tra i due e viene fatto scomparire.

Le varie avventure della ciurma di Cappello di Paglia[modifica | modifica sorgente]

Brook arriva a Namakura.

Brook vola per tre giorni e per tre notti in cielo finché non atterra nel regno di Harahettania, sull'isola Namakura. Proprio in quel momento gli abitanti del luogo stanno effettuando un rito per evocare il diavolo, disposti a donargli la loro anime in cambio della vendetta sulla tribù Braccialunghe, colpevole di averli attaccati numerose volte.

All'inizio Brook ignora le persone che lo circondano e che credono che egli sia colui che aspettavano. Tuttavia, quando vede una ragazza impaurita, le chiede senza troppi complimenti di mostrargli le mutandine e per timore che egli se ne vada tutti i presenti, anche gli uomini, gli mostrano le proprie.

Più tardi Brook assiste al rapimento della giovane ragazza da parte dei Braccialunghe. Con sua sorpresa i presenti non fanno nulla per fermarli, ma al contrario chiedono che sia lui ad intervenire in cambio delle mutande che gli hanno mostrato. Lo scheletro decide di comporre una canzone che motivi i suoi "seguaci" a difendersi. Grazie a questa spinta emotiva gli abitanti di Harahettania decidono di reagire ma è solo l'intervento di Brook che permette di recuperare le persone rapite e di catturare alcuni Braccialunghe.

Brook li convince poi a lasciare liberi i Braccialunghe anziché venderli come scherzi della natura. La popolazione acconsente alla sua richiesta, ma non appena sono liberi, essi rapiscono lo scheletro e fuggono. Gli abitanti di Harahettania si limitano a guardarli mentre fuggono e decidono di invocare un altro demone che possa aiutarli.

Brook legge il giornale riguardante Rufy.

Brook viene portato sull'isola Kenzan con l'obiettivo di essere esposto come fenomeno da baraccone. Chiuso in una gabbia, non si preoccupa della folla che lo circonda e legge il giornale che parla delle ultime imprese di Rufy.

Notando il tatuaggio di Rufy, Brook comprende che la riunione della ciurma si terrà solamente due anni dopo. Per questo motivo decide di allenarsi per il bene del suo capitano. Per questo motivo tira fuori una chitarra ed intona una nuova canzone.

Salto temporale[modifica | modifica sorgente]

Brook diventa una star di fama mondiale, grazie a Sanclin che è diventato il suo manager, riuscendo a vendere milioni di copie di Tone Dial delle sue canzoni. Per questo lo scheletro effettua un tour che lo ricopre di successo.

Saga del ritorno alle Sabaody[modifica | modifica sorgente]

L'ultimo concerto di Brook.

Brook è il sesto membro della ciurma a raggiungere le Sabaody e rivela ai suoi manager che il concerto che terrà quel giorno sull'isola sarà l'ultimo. Durante l'intervallo dello spettacolo, Shakky lo informa che la Marina sta arrivando per catturarlo. Verso la fine del concerto, infatti, i marine si presentano al Sabaodome con l'intenzione di arrestarlo, avendo scoperto, grazie alla soffiata fatta da Sanclin, il suo passato con i Pirati Rumbar e il suo legame con i Pirati di Cappello di paglia, creduti morti. Brook rivela al mondo che Rufy è vivo e che un giorno diventerà il re dei pirati. I suoi fan ostacolano così la Marina e gli permettono di fuggire grazie ai Bellavita Riders, con i quali raggiunge i suoi amici sulla Thousand Sunny.

Quando tutti si riuniscono sulla nave, vengono attaccati da una corazzata della Marina, che viene però fermata dalle Piratesse Kuja. Brook rimane senza parole per la bellezza di Boa Hancock, scoprendo che Rufy la conosce di persona. La Sunny poi si immerge.

Saga dell'isola degli uomini-pesce[modifica | modifica sorgente]

La Sunny parte alla volta dell'isola degli uomini-pesce.

Brook e il resto della ciurma cominciano a fantasticare su quali meraviglie potranno vedere una volta arrivati. Inoltre Franky spiega a tutti quanti come la ciurma sia debitrice a Orso Bartholomew e per questo motivo nessuno si accorge di quanto sta accadendo dietro di loro. Con l'aiuto di una mucca marina i Pirati di Caribou stanno raggiungendo la ciurma di Rufy con l'intenzione di attaccarla e ucciderla. Caribou è l'unico a riuscire a salire sulla Thousand Sunny perché la mucca marina, che è Momu, riconoscendo Rufy, Sanji e Nami fugge terrorizzata portandosi via la nave con tutti gli altri Pirati di Caribou. I pirati legano Caribou e poi ascoltano Nami mentre descrive l'andamento delle correnti marine.

La ciurma perde presto interesse nella spiegazione di Nami, inoltre tutti quanti vengono distratti dall'ingresso in una cascata sottomarina e dall'incontro con il kraken. Brook sente di essere collegato al mostro marino che è fatto di carne e non ha ossa, mentre lui è l'esatto opposto. Tutti quanti si spaventano quando il kraken distrugge senza sforzo la nave dei Pirati di Caribou, ma Rufy, Zoro e Sanji lo sconfiggono in poche mosse, mostrando la loro nuova forza.

Quando la ciurma raggiunge il fondo della cascata si imbattono in una zona vulcanica e in un enorme pesce lanterna che cerca di mangiarli, ma viene fermato da un gigante sottomarino. Subito dopo scorgono l'Olandese volante che secondo la leggenda sarebbe comandata dal pirata maledetto. Quest'ultimo ordina alla creatura di attaccare la Thousand Sunny ma il kraken, addomesticato da Rufy, interviene mandando al tappeto il gigante. Proprio in quel momento uno dei vulcani sottomarini erutta, così il kraken porta la nave in un dirupo. Arrivati sul fondo la ciurma vede l'isola degli uomini-pesce, il cui ingresso è sbarrato da un gruppo di mostri marini guidati da Hammond. Egli concede una scelta ai nuovi arrivati: unirsi ai nuovi pirati uomini-pesce o morire.

Rufy rifiuta la proposta di Hammond. Franky attiva il Coup de Burst permettendo alla nave di volare attraverso la bolla che riveste l'isola degli uomini-pesce. Tuttavia, dopo aver attraversato la bolla, la nave finisce travolta da una forte corrente separando così i vari componenti della ciurma. Brook incontra Pappagu ed insieme si dirigono al Mermaid Café. Allo stesso tempo Kayme conduce Rufy ed Usop al bar, così i tre si ritrovano. Prima di salire a bordo di un pesce taxi, Brook nota il manifesto di taglia di Van Der Decken. Pappagu rivela a Brook che il Van Der Decken della leggenda morì sull'isola degli uomini-pesce e quello che la ciurma di Rufy ha incontrato era un suo discendente. Durante il viaggio in taxi, si imbattono in una fabbrica di caramelle con sopra impresso il vessillo di Big Mom. Poco dopo arrivano alla casa di Pappagu.

Il gruppo di Brook viene presto a sapere che al primo piano vi è un negozio di abbigliamento Criminal. Appena entrano nel negozio vedono Nami lamentarsi per i prezzi troppo alti. Pappagu dice loro che possono avere tutto quello che vogliono gratuitamente. Subito dopo il gruppo di Brook svuota il negozio lasciando costernato Pappagu. In seguito si sente un trambusto fuori dall'edificio e scoprono che Nettuno è arrivato per incontrarli. Brook e gli altri vengono quindi invitati alla residenza reale dal re.

Nami, Usop e Brook si ritrovano circondati dalle guardie reali.

Durante il viaggio Brook domanda a Pappagu se è vero che lui e la principessa sirena sono molto amici. Pappagu invita Brook a fare silenzio lasciandogli capire che è una bugia che si è inventato. Al loro arrivo al palazzo rimangono tutti a guardarlo con soggezione. Brook dice che la casa di Pappagu al confronto è una pulce. Dopo essere entrati, Brook si chiede quando inizierà il banchetto.

Dopo essere venuti al corrente delle misteriose sparizioni delle sirene alla baia delle sirene e della predizione di Shirley, le guardie del palazzo intervengono contro la ciurma di Rufy. Brook, Usop e Nami rispondono all'attacco delle guardie. Brook si prepara a rispondere all'attacco di Nettuno ma viene anticipato da Zoro.

Dopo aver fatto prigionieri il re, i ministri e le guardie, Brook e gli altri si domandano come avrebbero dovuto agire da quel momento in poi, Brook suggerisce di cantare. Nel frattempo i tre principi fanno ritorno al palazzo e scoprono quanto è accaduto. Dato che i principi non riescono ad entrare nel palazzo, Fukaboshi parla con Zoro tramite un lumacofono.

Avendo sentito dei rumori provenire dalla stanza di Shirahoshi, Nettuno implora la ciurma di andare a controllare e garantire l'incolumità della principessa. Brook si dirige subito verso la stanza di Shirahoshi spinto dal desiderio di vedere le sue mutande mentre il ministro della destra che sta trasportando sottolinea quanto fosse impura la motivazione di Brook. Giungono presto alla torre dal guscio granitico dove trovano un ammasso di pirati schiantati contro le sue pareti. Rimangono sorpresi nel vedere che Rufy e Megalo stanno uscendo dalla torre, inconsapevoli che tra le fauci dell'animale si nasconde la principessa sirena.

Brook cerca senza successo di richiamare l'attenzione di Rufy mentre il ministro richiama Megalo chiedendogli il motivo per cui sta lasciando la porta spalancata. Il ministro invita Brook a guardare all'interno della stanza e i due scoprono che la principessa è sparita. Le pedine umane di Hody Jones attaccano alla cieca ma non riescono a colpire Brook. I pirati chiedono quindi di sapere la locazione dell'interruttore che apre il corridoio che collega il palazzo con l'esterno. Ripetono in continuazione che devono portare a compimento l'ordine di Hody Jones per salvarsi dalla sua furia. Brook passa alla difensiva in quanto si rifiuta di combatterli perché deve preoccuparsi del suo ostaggio, il ministro della destra. Una volta tornato di corsa nel salone principale del palazzo, Brook avvisa tutti dell'invasione che sta avendo luogo.

Zoro sconfigge quasi tutti gli intrusi, ma uno di essi riesce lo stesso ad abbassare le difese del palazzo, aprendo il corridoio che unisce l'isola al palazzo. Per questo motivo, senza nessun preavviso, Brook e gli altri si trovano faccia a faccia con Hody Jones e Van Der Decken IX. Decken abbandona il palazzo per andare alla ricerca di Shirahoshi, ma Jones comincia ad allagare il palazzo e attacca i presenti. Brook allerta Usop del fatto che Nami sembra sparita e che l'acqua di mare gli sta togliendo rapidamente le forze. Per questo motivo Zoro libera Nettuno e gli chiede di portare in salvo i suoi due compagni.

Dopo che Hody è stato ferito da Zoro, quest'ultimo insieme a Brook ed Usop si aggrappano a Nettuno per essere portati via da lì. Nettuno crea un vortice per impedire l'inseguimento. La loro fuga viene ostacolata da Hody Jones il quale, dopo aver ingerito gli steroidi, riesce a bloccare Nettuno con una sola mano. Brook e gli altri vengono quindi fatti prigionieri dai nuovi pirati uomini-pesce. Questi ultimi pensano che Brook sia solo uno scheletro di qualcuno che è morto ma ben presto hanno modo di scoprire la sua vera identità.

Brook, Usop e Zoro vengono rinchiusi in una gabbia, in una stanza destinata ad essere sommersa dall'acqua. Hody decide di farli annegare solo dopo aver ucciso Nettuno in pubblico. In questa occasione Brook rivela la sua nuova capacità di far uscire l'anima dal suo corpo. I suoi compagni di cella rimangono stupiti ma non eccessivamente impressionati, probabilmente a causa della precedente esperienza contro Perona, la quale usava un potere analogo. Brook cerca di dire a Pappagu di recuperare le spade di Zoro per farli uscire di cella ma la stella marina si mette a scappare in preda al panico.

L'attacco ipnotico di Brook.

Brook, Zoro, Usop e Pappagu riescono, alla fine, a raggiungere piazza Gyoncorde assieme ai loro compagni, pronti ad affrontare i nuovi pirati uomini-pesce. Brook però, prima di prepararsi, chiede alla principessa Shirahoshi se sia possibile vedere le sue mutandine, ottenendo come ricompensa un calcio in testa da parte di Nami.

Quando l'attacco degli uomini-pesce comincia, la prima mossa che tentano è quella di uccidere Shirahoshi per via del suo potere, ma Brook ipnotizza gli uomini della squadra cannonieri facendogli credere di essere ad una festa di carnevale, convincendoli a sparare i loro colpi verso l'alto come se fossero fuochi d'artificio. Dopodiché li colpisce prima che possano rendersene conto.

Più tardi Brook si rivolge a Nami chiedendo anche a lei di poter vedere le sue mutandine, e mentre è distratto viene trafitto dalle lance di Ikaros Muhhi. L'abilità delle lance di succhiare i liquidi delle persone non funziona su Brook, che è uno scheletro, così Brook ignora l'avversario e per caso calpesta Zeo, che si era reso invisibile e stava strisciando per terra. Per questo affronto subito, Zeo sfida Brook a duello.

Durante il combattimento Zeo afferra il collo di Brook con una catena e gli stacca la testa con uno strattone. Zeo crede di essere riuscito ad ucciderlo, ma Brook come se nulla fosse rivela le vere potenzialità del suo frutto del diavolo. Grazie ad esso la testa di Brook si riattacca al suo collo e si prepara a sconfiggere l'avversario.

Brook sconfigge Zeo.

Quando si diffonde la notizia della sconfitta di Hody Jones i suoi subordinati pensano di arrendersi, ma Zeo li minaccia di morte nel caso dovessero farlo per davvero. Brook si infuria, affermando che non sapere cosa sia la morte porta al ritenere la vita senza importanza, che è un fatto gravissimo. Zeo a questo punto traccia un cerchio per terra attorno a sé e minaccia Brook dicendogli che se oserà entrare dentro di esso verrà fatto a pezzi. Brook attacca Zeo con una mossa molto rapida, al punto che Zeo non se ne accorge nemmeno; solo dopo qualche secondo Zeo crolla a terra sconfitto.

A questo punto tutti i Pirati di Cappello di paglia osservano Noah che viene fermata dai Re del mare e al termine di ciò tutti i presenti sull'isola festeggiano lo scampato pericolo.

Per celebrare lo scampato pericolo la ciurma di Rufy viene invitata ad una festa a palazzo. Al termine della festa, durante la quale ha suonato e cantato con Maria Napole, Brook rimane senza fiato nello scoprire che Rufy ha sfidato apertamente Big Mom. Dopodiché la ciurma salpa, diretta verso il Nuovo Mondo.

Durante il viaggio la Sunny viene catturata da un whitestrom e trasportata a lungo, finché non si imbatte in un gruppo di balene identiche a Lovoon. Brook decide quindi di suonare Il liquore di Binks per loro, mentre la nave termina la risalita fino in superficie.

Saga di Punk Hazard[modifica | modifica sorgente]

Gli uomini di Caesar attaccano la Sunny con del gas saporifero.

All'ingresso nel Nuovo Mondo la ciurma avvista un'isola circondata da un mare di fiamme. Poco dopo il lumacofono squilla: qualcuno afferma di essere in pericolo perché un samurai sta uccidendo tutti i suoi compagni. Zoro chiede informazioni a Brook riguardo ai samurai, che sono gli abitanti del Paese di Wa. Dopodiché Rufy decide di andare in soccorso dell'uomo, portando con sé Robin, Zoro e Usop.

Mentre gli altri attendono il loro ritorno, vengono tutti resi incoscienti da del gas soporifero usato da alcuni uomini saliti di nascosto sulla Sunny. Brook è l'unico a non venire rapito, forse perché gli assalitori credono che si tratti di un cadavere. Al risveglio si trova da solo sulla Sunny contro alcuni assalitori rimasti sulla nave, che nel frattempo è stata portata fino all'isola. Brook li sconfigge e poi telefona al gruppo di Rufy chiedendo come comportarsi.

Brook combatte con il torso del samurai.

Poi Brook sbarca e si mette a costruire dei pupazzi di neve, ma il suo divertimento viene interrotto dal torso di un samurai che lo attacca. Spaventato dall'avversario e dal fatto che egli, ovviamente, non risponde alle domande riguardo al perché l'abbia attaccato, Brook fugge finché non raggiunge il lago porto al centro dell'isola e si imbatte nel gruppo di Rufy che sta raggiungendo la sponda nonostante sia sotto il tiro dei centauri di Barbabruna. Usando la sua abilità Brook congela i loro fucili, così quando essi sparano esplodono. Dopo aver sottratto i cappotti di alcuni centauri, il gruppo decide di usare Barbabruna come mezzo di trasporto fino ai laboratori di Vegapunk. Lì si imbattono in Law e Smoker intenti a duellare.

Dopo un breve scambio di battute con Law, il gruppo si allontana e finisce col ritrovare Nami e gli altri, oltre ad alcuni bambini rapiti dagli uomini dell'isola. Dopo essersi informati a vicenda su quanto accaduto i pirati interrogano Barbabruna su chi sia il misterioso capo dell'isola. Kin'emon decide di andare a cercare la parte mancante del suo corpo, e Brook, Zoro e Sanji (nel corpo di Nami) decidono di inseguirlo nel caso avesse bisogno di una mano.

Zoro, Sanji e Brook vengono attaccati con il gas K.Y.P.

Il gruppo si imbatte in un'impronta lasciata da uno degli Yeti Cool Brothers e decide di seguire le tracce. Giunti in prossimità di un crinale incontrano i due, i quali gli sparano proiettili di K.Y.P. che li stordiscono e li fanno precipitare verso una serie di punte di ghiaccio, che però Zoro distrugge prima di perdere completamente i sensi. Quando i tre si risvegliano continuano a girovagare finché non trovano Kin'emon immobile nella neve, incapacitato a muoversi perché il suo torso è affondato nel lago. Per questo motivo Sanji si tuffa alla ricerca della parte del corpo mancante mentre Brook e Zoro lo attendono sulla sponda. Nel frattempo Caesar Clown ha liberato lo slime, che si avvicina minacciosamente al lago con l'intenzione di spostarsi sull'altra sponda.

Mentre Sanji continua a cercare il torso di Kin'emon, Brook e Zoro cercano di respingere lo slime che si avvicina. Quando Sanji riemerge e il corpo del samurai è finalmente completato tutti sono ormai circondati dalla creatura, ma Kin'emon lo attacca con il suo stile di combattimento basato sul fuoco, provocando una massiccia esplosione. Brook e gli altri però si salvano perché Kin'emon è anche in grado di tagliare il fuoco, lasciando illesi i quattro.

Il gruppo comincia a fuggire dall'enorme essere e nel frattempo Brook e Zoro mostrano il loro interesse per lo stile di combattimento di Kin'emon, la tecnica del fuoco fatuo. Durante la fuga si imbattono nell'esca che Caesar ha lasciato per lo slime e in un piccolo drago creato da Vegapunk.

Poiché lo slime si trasforma in una nuvola di gas mortale il gruppo corre ancora più velocemente nel tentativo di mettersi in salvo. Raggiungono il draghetto e lo cavalcano, riunendosi con Nami, Usop e Barbabruna. Zoro e Kin'emon aprono un varco nella saracinesca del laboratorio permettendo a tutti quanti di entrare, compresi i marine che stavano disperatamente cercando un ingresso.

I marine richiudono l'apertura per impedire al gas di passare, mentre Brook usa il suo potere per uscire dal proprio corpo ed osservare l'esterno, rendendosi conto che nulla può essere sopravvissuto all'esterno. Prima che i pirati vengano arrestati dalla Marina, Law informa tutti che entro poche ore il laboratorio non sarà più un luogo sicuro e che la priorità di tutti quanti dovrebbe essere il raggiungimento di un'uscita sicura. Brook decide di andare con Usop, Zoro, Sanji, Nami, e Kin'emon alla ricerca dei bambini.

Brook e Kin'emon sconfiggono il piccolo drago.

La ricerca non è tranquilla perché il gas comincia a penetrare da un buco creato da un sottoposto di Caesar Clown, mentre i portoni iniziano a chiudersi progressivamente per intrappolare gli intrusi. Inoltre ad un certo punto in draghetto comincia ad attaccare chiunque trovi a tiro, così Brook e Kin'emon litigano su chi debba sconfiggerlo. Solo dopo che Nami, Usop e Robin lo hanno ferito i due si accordano e mentre Kin'emon taglia le fiamme Brook lo finisce.

Il gruppo scorge Chopper intento a cercare di impedire ai bambini di mangiare le caramelle che contengono NHC10. Lo raggiungono subito e cominciano ad inseguirli fino alla stanza dei biscotti, dove trovano Mone intenzionata a fermarli.

Brook, Usop e Kin'emon si separano dagli altri, andando alla ricerca di Momonosuke e di manette di agalmatolite, come richiesto da Robin. Kin'emon scopre da una bambina che Momonosuke si è trasformato in un drago, così comincia a sospettare che si tratti del drago sconfitto poco prima. Brook cerca di impedire a Kin'emon di dirigersi nella stanza precedente, ormai piena di gas mortale, ma non ci riesce e Kin'emon diventa una statua di pietra. Nonostante questo Brook lo porta con sé all'uscita.

Una volta raggiunta la porta che conduce all'esterno, tutti quanti salgono sul carrello adibito al trasporto del S.A.D. che li conduce all'aria aperta. Una volta giunti fuori, il gruppo assiste alla fase finale dello scontro tra il Generale Franky e due sottoposti di Do Flamingo.

A seguito della sconfitta di Buffalo e Baby 5 e della cattura di Caesar Clown, tutti quanti possono finalmente riposarsi. Brook va nel panico quando accidentalmente fa cadere la statua di Kin'emon, temendo di averlo definitivamente ucciso, ma in realtà Kin'emon è ancora vivo, ed esce dalle macerie della roccia che circondava la sua pelle. Dopo questa scoperta tutti festeggiano la vittoria con una festa. Al termine dei festeggiamenti Brook e il resto della ciurma si preparano a salpare in direzione Dressrosa, salutando i bambini e lasciandoli alle cure della Marina. Durante il viaggio Rufy spiega a tutti quanti di essersi alleato ai Pirati Heart con l'obiettivo di sconfiggere l'imperatore Kaido.

Durante il viaggio, inoltre, lui Sanji e Kin'emon si ingelosiscono di Momonosuke, dopo aver saputo che il bambino ha fatto il bagno con Robin e che ha il permesso di dormire nella stanza delle ragazze. Il mattino dopo tutta la ciurma legge sul giornale che Do Flamingo ha lasciato la Flotta dei sette ed ha rinunciato al titolo di sovrano di Dressrosa.

Saga di Dressrosa[modifica | modifica sorgente]

Brook trasformato in arte da Jora.

Giunti in prossimità di Dressrosa, la ciurma, Kin'emon e Law si dividono i compiti: Brook rimane a fare la guardia della Sunny assieme a Chopper, Nami e Momonosuke. Mentre il gruppo trascorre il tempo spensieratamente, all'improvviso sentono dei rumori provenire dall'interno della nave e realizzando che deve esserci un intruso si spaventa.

I rumori sono provocati da Jora, un membro dei Pirati di Donquijote, che ha invaso la nave insieme ai suoi subordinati. Utilizzando i poteri del suo frutto del diavolo, Jora trasforma Brook, Nami, Chopper e Momonosuke in opere d'arte. I quattro fuggono sperando di allontanare la piratessa della Sunny, che però viene trasformata in un'opera d'arte dalla stessa Jora. Brook, Nami e Chopper tentano di reagire sconfiggendo gli uomini di Jora e distruggendo la loro nave, tuttavia Jora usa i poteri del suo frutto del diavolo per trasformare in arte la spada di Brook, rendendola inutilizzabile.

Il gruppo sulla Sunny sconfigge Jora.

Poco dopo, i tre ricevono una chiamata da Law che chiede loro di raggiungere Green Bit con la Thousand Sunny per recuperare Caesar. Jora intrappola Nami, Chopper e Momonosuke in un dipinto che lentamente li avrebbe soffocati. Brook agisce con disinvoltura, badando di più all'opera piuttosto che alla vita dei suoi amici, tuttavia, dopo essersi fatto ridare da Jora i suoi oggetti con l'inganno, la colpisce con uno dei suoi attacchi sconfiggendola ed annullando così il potere del suo frutto, facendo tornare tutti normali. Per assicurarsi che non possa più nuocere, il gruppo attacca di nuovo Jora mettendola fuori combattimento, dopodiché si chiedono come mai Law intende consegnare loro Caesar e, quando vengono a sapere da Jora che Do Flamingo non ha mai abbandonato la Flotta dei sette, si preoccupano. Nelle vicinanze di Green Bit, la Sunny viene attacca dai pesci combattenti e da Do Flamingo che intende ucciderli, ma per loro fortuna ad aiutarli arriva Sanji.

Poiché Sanji e Law non riescono a contenere la potenza di Do Flamingo, Law incarica il gruppo di dirigersi immediatamente a Zo. Inizialmente il gruppo è riluttante ad abbandonare i propri compagni su Dressrosa, ma quando sia Issho che Do Flamingo iniziano ad accanirsi su di loro decidono di dargli retta e usano il Coup de Burst per allontanarsi e dirigersi a Zo. Quando Zoro riesce a trovare Rufy, viene organizzata una conferenza tramite lumacofono tra tutti i membri della ciurma e, dopo aver appreso la vera situazione di Dressrosa, viene deciso di far tornare indietro la Sunny per attaccare Do Flamingo, con grande sgomento di Brook.

Brook blocca un attacco di Sheepshead.

Tuttavia, dopo aver saputo tramite lumacofono che un ammiraglio della Marina è presente a Dressrosa, i Pirati di Big Mom raggiungono la Thousand Sunny per catturare Caesar ed iniziano a bombardare la nave. Dopo aver deciso che tornare a Dressrosa non sarebbe stata una scelta saggia e che è meglio continuare a puntare a Zo, i membri sulla nave ottengono il permesso di Rufy di contrattaccare la nave di Big Mom.

Brook e gli altri riescono a sfuggire ai Pirati di Big Mom grazie ad uno stratagemma di Nami ed a sbarcare su Zo il giorno successivo. Qui Brook, Nami e Momonosuke iniziano a scappare da Sheepshead e da altri pirati che stanno cercando un samurai, ma alla fine essi si ritirano dopo che Sheepshead viene battuto da Brook e Sanji. Nami poi raggruppa gli altri per cercare la strana ragazza che li ha condotti lì; finiscono però per imbattersi nei visoni sconfitti da Jack ed i suoi uomini. Dopo aver dissipato Koro, Brook ed il resto del gruppo iniziano a dare supporto ai visoni curandoli e fornendo loro l'antidoto, diventando i loro benefattori.

Saga di Zo[modifica | modifica sorgente]

Nove giorni dopo il loro arrivo a Zo, i Pirati di Big Mom raggiungono l'isola e Brook, insieme a Sanji, va a parlare con Pekoms e Capone Bege. Il visone intende risparmiarli per avere aiutato gli abitanti dell'isola dalla quale proviene, ma il suo alleato lo attacca alle spalle e prende le redini della situazione portando tutti i Pirati di Cappello di paglia dentro il suo corpo. Qui obbliga tutti quanti a presenziare alla festa organizzata da Big Mom per il matrimonio tra sua figlia Pudding e lo stesso Sanji, ma quest'ultimo riesce con uno stratagemma a liberare e fare uscire dal corpo del pirata Brook, Nami e Chopper e, prendendo in ostaggio Caesar Clown, ad obbligare Bege a lasciare l'isola portandosi dietro solamente lui e lo scienziato.

Due giorni dopo, Rufy e gli altri arrivano sull'isola e Brook li raggiunge durante un banchetto scusandosi anche per quanto accaduto a Sanji. In seguito, mentre si recano da Gatto-vipera, Brook e gli altri raccontano ai nuovi arrivati di come Sanji e Caesar Clown se ne sono andati dall'isola e, al termine del racconto, decidono di andare da Big Mom per impedire il matrimonio.

Brook e gli altri nascondono i samurai alla vista dei visoni.

Arrivati alla residenza di Gatto-vipera, la ciurma inizia a festeggiare insieme ai visoni ed ai Pirati Heart . Brook, Franky e Robin decidono però di rimanere a guardia dei cancelli principali dell'isola per impedire ai samurai di entrare a Zo, ma si addormentano e la mattina successiva Kin'emon e Kanjuro entrano nel paese. Per questo Brook e gli altri cercano di nasconderli dai visoni temendo che possano attaccarli, ma in realtà i visoni sono loro alleati. Subito dopo Cane-tempesta e Gatto-vipera accompagnano i Pirati di Cappello di paglia, i samurai e Law all'albero a forma di balena dove trovano Raizo incatenato ed un Poignee Griffe.

Qui Brook e gli altri scoprono che quest'ultimo è uno dei quattro Road Poignee Griffe che uniti indicano l'ubicazione di Laugh Tale e che due degli altri tre sono in mano rispettivamente a Kaido e Big Mom. Subito dopo i samurai li informano che il padre di Momonosuke, Oden, era un compagno di Roger ed è stato ucciso dallo shogun del Paese di Wa e da Kaido, che sta occupando il paese al momento. I quattro samurai allora chiedono aiuto ad entrambe le ciurme, e così i Pirati di Cappello di paglia stringono un'alleanza con i Pirati Heart, i visoni e la famiglia Kozuki per potere sconfiggere i due non appena Sanji sarebbe stato recuperato. Si dividono quindi in gruppi e Brook decide di aiutare Rufy, Chopper, Nami e Pekoms nel salvataggio di Sanji.

Brook, insieme alla squadra di recupero Sanji, parte da Zo.

In seguito anche Pedro si unisce al gruppo e tutti assieme saltano dalla groppa di Zunisha spinti da Rufy. Poco dopo essere partiti, Brook e gli altri scoprono che Carrot si è intrufolata a bordo della nave.

Saga di Whole Cake Island[modifica | modifica sorgente]

Durante il viaggio, il gruppo scopre che l'isola quartier generale dei rivoluzionari, Baltigo, è stata distrutta dai Pirati di Barbanera. Poco dopo esauriscono le scorte di cibo sulla Thousand Sunny, in quanto Rufy le ha usate tutte per cucinare un curry immangiabile. Diversi giorni dopo, dopo essersi rifocillati con un pesce pescato da Rufy, entrano nel territorio di Big Mom e vengono avvicinati da una nave del Germa 66 capitanata da due fratelli di Sanji, Reiju e Yonji. Dopo che la ragazza ha curato Rufy che era rimasto avvelenato a causa della pelle del pesce pescato, i due decidono di farli proseguire e far finta di non averli incontrati.

Proseguendo il viaggio, il gruppo sbarca su Cacao, una delle isole che fanno parte dell'arcipelago Tottoland sotto il controllo dei Pirati di Big Mom, per fare provviste. Rufy e Chopper tuttavia si mettono nei guai mangiando un intero edificio di cioccolato ed a salvarli interviene Pudding che invita il gruppo a casa sua. Dopo avere scoperto che la ragazza è la promessa sposa di Sanji e che la ragazza ha capito chi è in realtà il gruppo, la figlia di Big Mom decide di aiutarli nonostante si sia innamorata di Sanji in quanto non vuole separarlo dai suoi amici ed indica loro la strada per raggiungere Whole Cake Island senza essere visti. Quando il gruppo ritorna poi sulla Sunny, non trova Pekoms ed al suo posto vedono il messaggio "andate via" impresso in bagno.

Brook sconfigge gli homeys.

Nonostante ciò, il gruppo prosegue il viaggio sulla Sunny attraversando la rotta indicatagli da Pudding, mentre Pedro rivela loro di essere già stato a Tottoland una volta. Durante la notte, il gruppo si arena in mare a causa della solidificazione dell'acqua e Pedro racconta a tutti i suoi trascorsi a Tottoland, offrendosi di recuperare il Road Poignee Griffe di Big Mom mentre gli altri salvano Sanji. La mattina successiva arrivano a Whole Cake Island e Brook e Pedro si separano per raggiungere il castello di Big Mom con lo Shark Submerge 3 e recuperare una copia del Road Poignee Griffe.

Brook affronta Big Mom.

Arrivati a Sweet City, i due scoprono che Jinbe si è tirato indietro dal volere abbandonare la flotta di Big Mom, che Pudding non è riuscita ad andare sulla spiaggia in tempo e che i Pirati di Big Mom sanno della loro presenza sull'isola. Più tardi si introducono nel corpo di uno dei soldati di biscotto animato dai poteri di Big Mom per entrare nel castello dell'imperatrice indisturbati. Il giorno dopo, Brook e Pedro raggiungono la cantina che si trova adiacente alla sala dei tesori dove sono custoditi i Poignee Griffe, tuttavia trovano delle guardie capeggiate da Uovo e Smoothie e così il visone decide di attirarli lontano dall'ingresso, permettendo così a Brook di entrare e sconfiggere chi si trova al suo interno. Tuttavia, appena ha finito di fare le copie dei Poignee Griffe, Brook viene raggiunto nella stanza da Big Mom, che lo affronta con l'aiuto di Napoleon, Zeus e Prometheus, gli unici homeys che non può contrastare, riuscendo a sconfiggerlo ed a catturarlo.

Big Mom decide di tenere Brook vicino a sé come ornamento, dandogli l'opportunità di sentirla complottare con Pudding per assassinare i Vinsmoke durante il matrimonio. Mentre però Big Mom sta dormendo tenendo stretto a sé lo scheletro, i Pirati di Cappello di paglia riescono a trovarlo ed a trarlo in salvo. Subito dopo lo scheletro rivela di essere riuscito a fare le copie dei tre Poignee Griffe dell'imperatrice e si mettono alla ricerca di Sanji, durante la quale Jinbe rivela loro di avere salvato Pekoms, ritrovatosi suo malgrado coinvolto in un complotto, e propone un'alleanza con i Pirati Firetank, con cui ha già organizzato un incontro; la maggioranza del gruppo è contraria. Poco dopo sfruttano un frammento di specchio per mettersi in contatto con Rufy, che afferma di essersi ricongiunto con Sanji e che accetta la proposta dell'alleanza.

Brook distrugge la foto di Carmel.

Il gruppo così raggiunge la base dei Pirati Firetank e, dopo un bagno per rendersi presentabile a Bege, Brook partecipa alla riunione tra le due ciurme durante la quale raggiungono un accordo appoggiando il piano di Bege per assassinare LinLin. Quando la cerimonia ha inizio, il gruppo si dirige verso la terrazza dove si sta tenendo il matrimonio. Il loro piano di irruzione comincia con numerosi cloni di Rufy che escono dalla torta nuziale; Brook si confonde tra di loro e, travestito da Cappello di paglia, distrugge la foto di Carmel mandando in tilt Big Mom per l'eccessiva rabbia. Su suggerimento di Brook, poi, Rufy mostra i resti della foto rotta di Carmel a Big Mom, che per il trauma rilascia accidentalmente l'Ambizione del re facendo perdere i sensi alla maggior parte dei presenti.

Il piano però fallisce in quanto Big Mom distrugge inconsapevolmente i KX Launcher che i Pirati Firetank le hanno sparato contro e lo specchio per la fuga, per questo Brook e gli altri decidono di rifugiarsi dentro la fortezza creata da Bege. A quel punto Brook è testimone dei colpi ricevuti dal pirata da parte di Big Mom e ascolta il suo piano di fuga con la collaborazione di Caesar Clown. Rimane poi scioccato quando Rufy e Sanji escono per difendere Reiju. In seguito vede i suoi due compagni e i membri del Germa 66 venire sconfitti, ma l'esplosione dello scrigno fatato, permette a tutti di mettersi in salvo.

Raggiunta la costa, Bege scioglie l'alleanza e fugge con la sua ciurma, mentre Brook e Chopper si dirigono a recuperare lo Shark Submerge 3. In seguito raggiungono la Thousand Sunny, ma su di essa vi trovano Perospero e Katakuri con tanti sottoposti, così salgono a bordo ed iniziano a combattere. Di questi ultimi ne sconfiggono molti, ma si accorgono che continuano a sopraggiungerne, ed intuiscono escano dallo specchio di Nami. Brook e Chopper continuano a combattere, ma Perospero riesce a bloccare i due con suo potere e li trasformara in caramelle.

Brook e Chopper ricoperti di sciroppo.

Poco dopo essere tornato libero e avere scoperto che Pedro si è sacrificato per il gruppo, vede LinLin afferrare la nave, ma a quel punto il gruppo su ordine di Rufy, usa il Coup de Burst, permettendo alla Sunny di sfuggire. Tuttavia poi si accorgono che Rufy, Katakuri e Brulee non sono più con loro. Brook, Nami, Chopper e Carrot si disperano per il sacrificio di Pedro e quando Jinbe dice loro di non abbassare la guardia, lo scheletro se la prende con lui per la sua insensibilità. Quando però l'uomo-pesce fa capire loro il gesto del visone e quello di Rufy, Brook si precipita a riempire i barili di cola.

Brook viene colpito al volto da una cannonata delle navi che li inseguono. Sente poi la voce di Rufy provenire dallo specchio rotto, il quale chiede di fare a pezzi tutti gli altri specchi presenti sulla nave perché i Pirati di Big Mom stanno per attaccarla, così si precipita in bagno vedendo alcune frecce infuocate fuoriuscire dallo specchio. Nel frattempo LinLin ha dato vita allo sciroppo su cui stava camminando, il quale ha creato un'onda gigante, così con l'aiuto di Chopper e Carrot si precipita a spiegare le vele; a quel punto Jinbe dirige la nave nello spazio che si forma quando l'onda sta per infrangersi, riuscendo a salvare tutti. Quando Nami rompe lo specchio del bagno ed ordina di fare lo stesso con tutti gli altri presenti a bordo, Brook le fa presente che così Rufy non potrà più raggiungerli, ma la navigatrice riferisce che si tratta di un ordine del capitano. Il gruppo poi comunica a quest'ultimo, tramite lo specchio, che stanno tutti bene.

Alcune ore dopo, Jinbe scorge alcune navi, così Brook si prepara a combattere. Poco dopo l'equipaggio della Sunny viene raggiunto anche da Big Mom e Perospero. Quando Carrot afferma che si occuperà lei dei nemici, la osserva trasformarsi e annientare la flotta di Charlotte Daifuku. Ascolta poi Jinbe mentre spiega in cosa consista tale abilità. Decide così di aiutarla, correndo sul mare e facendo così addormentare gli occupanti di una nave grazie ai suoi poteri. Si fa poi notare da Carrot, la quale gli salta sulle spalle; i due tornano poi a bordo della nave. Tuttavia anche LinLin con un salto sale sulla Sunny, facendo piombare Brook nel panico.

Brook trancia Zeus.

Osserva l'imperatrice iniziare a distruggere la nave e scagliare Jinbe in mare. A quel punto si pone davanti a Nami per ricevere una scossa elettrica di Zeus. Dopo che quest'ultimo, tornato sulla Sunny, la attacca facendola finire fuoribordo, escogita un piano assieme a Nami che porta a fulminare la donna e a prendere in ostaggio l'homey nuvola.

Quando LinLin raggiunge nuovamente la nave grazie a Prometheus, divenuto una palla di fuoco enorme, Brook sottolinea quanto forte sia l'anima di un imperatore. A quel punto vede la nave di Bege poco lontano con la torta nuziale, che attira così l'attenzione dell'imperatrice. Il gruppo sulla Sunny viene raggiunto poi da Sanji e Pudding su Rabiyan, che chiede di Carrot e Pedro. Brook così mente affermando che entrambi stanno riposando all'interno della nave. Il cuoco rivela poi che i Pirati di Big Mom sanno del piano della ciurma di riunirsi al suo capitano su Cacao e fa ritorno verso di essa volando nuovamente su Rabiyan assieme a Pudding. Brook osserva poi Charlotte Smoothie scagliare contro la nave dei fendenti che Jinbe riesce ad evitare.

Poco prima dell'orario dell'incontro con Rufy a Cacao, si preoccupa del fatto che quest'ultimo se ne ricordi. Qualche minuto dopo, Sanji contatta i presenti sulla Sunny per chiedere loro di non avvicinarsi troppo alla flotta che attende lungo la costa.

In seguito il cuoco comunica loro che Rufy è uscito dallo specchio, per questo festeggiano. Assistono poi all'esplosione di molte navi nemiche per mano del Germa 66. Subito dopo Sanji contatta la nave, chiedendo all'equipaggio di avvicinarsi al porto per far sì che lui e Rufy possano tornare a bordo. Quando li vede arrivare, festeggia.

A quel punto la nave viene attaccata dalla flotta di Smoothie, ma Vinsmoke Judge giunge in suo soccorso, chiedendo a Rufy perché stia rischiando la vita per Sanji. Subito dopo però alcune navi dotate di pale sbarrano la strada alla Thousand Sunny, tuttavia Wadatsumi le attacca fuoriuscendo dall'acqua. Vede poi i Pirati del Sole venire attaccati da Oven, ma poi Wadatsumi porta la Sunny all'interno della sua bocca e si immerge. Dopo essere stato colpito dai poteri di Oven, è costretto a tornare in superficie e sputare la nave; Brook è così testimone del ringraziamento dell'uomo-pesce a Jinbe per averlo portato con lui e si scusa per quanto fatto sull'isola degli uomini-pesce. Sente poi Jinbe dire di rattoppare la nave ed allontanarsi, mentre lui aiuterà i suoi ex compagni di ciurma contro la flotta di Big Mom, e Rufy dire che lo aspetteranno nel Paese di Wa, poiché ora è lui il suo capitano.

Osserva poi il cielo da cui scende zucchero filato e gioisce con i suoi compagni quando Sanji afferma che preparerà da mangiare.

Saga del Reverie[modifica | modifica sorgente]

Mentre la Sunny naviga, Rufy trova nella propria tasca una Raid Suit con impresso il numero 3. Sanji, comprendendo che Niji ha voluto fargliela avere, si rifiuta di utilizzarla e decide di gettarla, nonostante Rufy e Chopper lo supplichino di non farlo. Nami quindi dice al cuoco di non sottovalutare la scienza, mostrando il proprio Clima Takt con all'interno Zeus. Poco dopo, Carrot ottiene un giornale da un news coo e legge la notizia riguardante il piano di assassinio contro Big Mom da parte di Rufy, Sanji, Jinbe e Bege. Guardando i nuovi manifesti da ricercati allegati al giornale, Sanji esulta per avere superato la taglia di Zoro, per poi incupirsi notando che è stato riportato anche il suo cognome; anche Rufy si deprime quando legge che la sua taglia è scesa a 150.000.000 Simbolo Berry.png. Brook però legge il manifesto da ricercato del suo capitano e fa notare a quest'ultimo che in realtà la sua taglia ammonta a ben 1.500.000.000 Simbolo Berry.png, lasciando esterrefatto l'intero equipaggio.

Saga del Paese di Wa[modifica | modifica sorgente]

L'equipaggio della Sunny legge le notizie riguardanti il Reverie, notando che vi partecipano diversi loro conoscenti. Rufy propone di fare visita a tutti i loro amici una volta terminato il loro viaggio intorno al mondo e, come suggerito da Brook, tenta di contattare i loro compagni, senza però ricevere risposta.

I pirati raggiungono le acque del Paese di Wa e notano le insolite condizioni delle onde e delle nuvole. Parlando con Brook, Nami ricorda che Kin'emon li aveva avvertiti del meteo locale affermando che l'avrebbe spiegato meglio tramite lumacofono quando avessero raggiunto il territorio dell'isola. La ciurma si rende conto che a bordo c'è anche un bizzarro polpo e improvvisamente la nave viene trascinata da un banco di carpe gigantesche. Rufy si aggrappa a uno dei pesci e viene separato dalla Sunny, la quale va incontro a diverse onde anomale e poi viene trascinata dalle correnti fluviali fino ai piedi di un'enorme cascata. Rufy torna a bordo e, per evitare che la nave subisca danni, afferra due delle carpe che stanno risalendo la cascata. Quando la nave raggiunge la cima, viene risucchiata in un mulinello. Rufy quindi fa da trampolino in modo che Sanji possa portare gli altri in salvo, non potendo però seguirli poiché trattenuto dal polpo e quindi trascinato dalla corrente insieme alla nave.

Brook, Nami, Sanji, Chopper e Carrot cercano Rufy nei dintorni, trovando solo la sua Vivre Card, grazie alla quale capiscono che il capitano sta bene. Più tardi, riescono a mettersi in contatto ed incontrare Kin'emon, che li porta alle rovine del castello di Oden, dove poi si riuniscono anche a Momonosuke, Rufy, Law, Shachi e Penguin, con l'aggiunta di Kiku. Il gruppo entra così nelle rovine, dove Kin'emon spiega che lui, Momonosuke, Kanjuro, Raizo e Kiku in realtà provengono da vent'anni prima. Kin'emon racconta le vicende del passato e come i cinque siano stati separati, per poi riassumere la situazione: attualmente, contando i vari gruppi coinvolti, dalla loro parte hanno circa cinquemila persone. Il piano però prevede di limitarsi a raccogliere informazioni per due settimane e poi, durante la notte della festa del fuoco, attaccare Onigashima, dove risiede Kaido.

Kin'emon afferma che basterà una comune imbarcazione per raggiungere Onigashima poiché è ben visibile dalle coste del Paese di Wa, mentre Kiku spiega che la festa del fuoco è un evento indetto dagli abitanti della capitale per celebrare il loro amato re Kaido e che vi partecipa anche lo shogun Kurozumi Orochi. Kin'emon inoltre istruisce gli altri su come rintracciare alleati, li informa dei ruoli di Usop, Franky e Robin nel piano e di quelli che dovranno ricoprire loro, per poi richiamare la kunoichi che farà loro da guida e rivela che il primo obiettivo sarà radunare tre samurai essenziali per la loro causa. All'improvviso, il cielo diventa scuro e minaccioso e un gigantesco drago compare e ordina a Jack di portargli gli invasori. Si tratta di Kaido.

Mentre Brook e gli altri discutono sull'improvvisa comparsa di Kaido in forma di drago e Law spiega che egli potrebbe avere scoperto la loro presenza e deciso di eliminarli in seguito a ciò che hanno fatto per interrompere il suo commercio di Smile, Rufy si mostra preoccupato in quanto il nemico si trova a Okobore e vi si dirige di corsa. Law dunque lo insegue, intimando agli altri di non farsi scoprire poiché Kaido ha avuto notizie solo di lui, Rufy e Zoro. Anche Kin'emon, però, insieme a Kiku, si affretta in direzione della cittadina dove abita sua moglie per assicurarsi che stia bene. Improvvisamente, Kaido vola verso le rovine e le distrugge in un soffio. Shinobu allora fa sprofondare il suolo su cui si trovano così da evitare l'attacco, mentre Chopper usa il Guard Point per impedire che sprofondino insieme al terreno. Sanji porta poi in salvo le donne; quando anche gli altri vengono tirati fuori dal cratere così creato, Kiku rivela loro quanto accaduto.

Mentre vaga in forma di anima nel palazzo dello shogun, scopre dietro una grossa porta una stanza con strane bambole di legno e un Poignee Griffe, ma non riesce ad entrarvi fisicamente per farne una copia.[9] Nascosto nel pozzo del palazzo, Brook segue il consiglio di Kin'emon di continuare a ripetere di avere fame e maledire chi in grado di sentirlo.[10] Più tardi viene contattato da Robin, che gli rivela di essere stata scoperta e della presenza di almeno undici ninja nell'edificio. Quando Orochi aggredisce gli uomini presenti e afferra Komurasaki con le fauci, Brook distrae gli Orochi Oniwabanshu fingendosi un fantasma. Improvvisamente, il sottotetto crolla addosso a Orochi, che dunque lascia andare Komurasaki, ma Kyoshiro la ferisce con un fendente apparentemente mortale, scioccando Brook, che vede poi Nami scatenare i fulmini di Zeus sullo shogun per salvare Robin.

Più tardi, Brook, Nami, Robin, Kanjuro e Shinobu raggiungono il cimitero settentrionale di Ringo e, scambiandosi informazioni, stabiliscono di recarsi ai bagni pubblici per poi verificare le condizioni di Toko, andata nel quartiere a luci rosse. Brook si dirige solo più tardi nella Capitale dei fiori, non riuscendo più a trovare gli altri, così decide di tornare a Ringo. Nella casa in cui si era rifugiato in precedenza trova Toko, Zoro e Hiyori, che scopre essere la sorella di Momonosuke. Condivide con loro le informazioni in proprio possesso, tra cui anche l'arresto di Tonoyasu, condannato a morte, dunque Toko corre verso Rasetsu, seguita dagli altri. I quattro raggiungono la prigione appena in tempo per assistere all'esecuzione. Hiyori spiega la crudele verità sugli Smile e, quando Toko si avvicina al corpo di suo padre e Orochi le spara, Zoro e Sanji la salvano.

Brook tranquillizza Hiyori dicendole che colui che sta portando via Toko è un loro compagno e poi spaventa alcuni degli Orochi Oniwabanshu affinché la donna possa scappare.

Sfuggito agli scontri, assieme ad Usop, Nico Robin e Toko sale su un'imbarcazione che si allontana dalla Capitale dei fiori.

Qualche giorno dopo, raggiunge Amigasa dove discute con gli alleati il piano per attaccare Onigashima. Tenguyama Hitetsu mostra poi ai presenti le spade di Oden che ha conservato per vent'anni: Ame no Habakiri, che Momonosuke non vuole impugnare, ed Enma, che viene consegnata a Zoro come promesso da Hiyori. In seguito indossa un'armatura donatagli da Hitetsu.

La notte della festa del fuoco, sale bordo della Thousand Sunny e raggiunge il porto Tokage appena in tempo per soccorrere i samurai diretti ad Onigashima dai Pirati delle cento bestie. In questa occasione sottolinea l'assenza degli alleati, che però giungono poco dopo.

Vede poi Rufy, Law e Kidd distruggere una nave nemica e Denjiro fare altrettanto con una seconda.

Kanjuro, che si rivela essere la spia di Orochi, crea una gru con cui fugge verso Onigashima portando Momonosuke con sé, dichiara di volere uccidere Kozuki Hiyori e semina gli inseguitori con una nuvola che li colpisce con frecce di inchiostro. Momonosuke grida agli alleati di proseguire senza di lui e Rufy afferma che andrà comunque a salvarlo.

A quel punto la nave rimanente dei Pirati delle cento bestie affonda alcune imbarcazioni sparando con dei cannoni a lunga gittata, tuttavia essa viene distrutta da Jinbe, il quale si presenta come nuovo membro della ciurma di Cappello di paglia. Gli altri lo accolgono e poco dopo Brook è tra coloro i quali sconfiggono i guardiani che proteggono il porto di Onigashima. Avendo trovato dell'alcol, sono intenti a celebrare l'ingresso dell'uomo-pesce nella ciurma, ma poi decidono di rimandare i festeggiamenti a quando la guerra sarà finita. La Victoria Punk li raggiunge e le due ciurme fanno a gara fino all'isola.

Raggiunta l'entrata di Onigashima, Usop rivela al resto della ciurma di avere addormentato le guardie. Gli alleati poi ottengono dei vestiti analoghi a quelli dei nemici grazie al potere di Kin'emon, per confondersi tra loro. Jinbe rivela che Rufy ha seguito i Pirati di Kidd e Zoro gli è corso dietro. Il resto della ciurma di Cappello di paglia si divide per dirigersi al punto d'incontro: Franky sale a bordo del F.R.-U 4 rinoceronte nero, chiedendo a Nico Robin di andare con lui, ma Brook sale al suo posto.

Brook taglia in due Zeus.

I due raggiungono la sala del banchetto quando gli scontri sono già iniziati e Brook taglia a metà Zeus, sottolineando come lo avesse già fatto una volta, mentre Franky colpisce Big Mom al volto con la motocicletta, proteggendo Nami. Big Mom si rialza infuriata con la ciurma di Cappello di paglia e si rivolge a Brook dicendogli che il suo equipaggio è pieno di creature strane. Vede poi Franky presentarsi all'imperatrice e affrontarla. Giungono però anche tre Numbers: uno di loro ha in mano il Brachiotank 5 con a bordo Usop e Chopper, così lo scheletro vede il cyborg attaccarlo e liberare i due compagni. Big Mom impugna quindi Napoleon e si accinge a colpire Franky, ma Jinbe la afferra e la scaraventa al suolo, dove le mani di Robin la fanno rotolare contro una parete. Poco dopo, Brook si ritrova insieme al resto della ciurma, che si prepara a scontrarsi contro i nemici. Uno dei Numbers cerca di colpire i presenti con la sua mazza chiodata, ma Brook vede Zoro tagliarla in due, per poi assistere alla sconfitta del nemico per mano di Rufy. Queen spara con una mitragliatrice a proiettili eccitati che trasformano chi viene colpito in demoni di ghiaccio che attaccano e infettano nemici e alleati indiscriminatamente. Brook sente Chopper affermare che sia irrealistico sviluppare un antidoto e iniettarlo a tutti sul campo di battaglia, facendo notare però che il creatore del virus deve averlo con sé. Infatti Queen, dopo avere confermato che chi viene infettato muore entro un'ora, lancia l'unica dose esistente ad Apoo e gli ordina di non lasciarlo prendere a nessuno altrimenti lo condannerà a morte, dando inizio a un nuovo gioco al massacro per entrambe le fazioni. Brook viene colpito dal virus ma si scopre immune poiché non ha pelle o vasi sanguigni, cosa che fa riflettere Chopper; Robin però fa notare che la renna è stata infettata. Brook usa una pezzo di legno che brucia per rallentare la diffusione del virus nel corpo di Chopper grazie al calore, il quale prima riceve l'antidoto da Zoro e poi spiega ai presenti tale rimedio mentre lui svilupperà abbastanza antidoto per tutti. Queen si prepara a uccidere Chopper e Apoo, ma Brook vede Zoro tagliare la sua mitragliatrice con un fendente volante, dichiarando di volere affrontare Kaido, mentre si scatena un improvviso terremoto; Brook crede si tratti dell'Ambizione del re conquistatore dello spadaccino, che però smentisce.

Improvvisamente, Marco sopraggiunge e dà fuoco a Chopper, così Brook e Zoro lo attaccano, ma la renna conferma che le fiamme non bruciano e stanno invece sopprimendo il progredire del virus. Miyagi e Tristan raggiungono Chopper per assisterlo nella produzione di massa dell'antidoto e Marco infiamma l'intero campo di battaglia per fargli guadagnare tempo, offrendosi poi di portare Zoro, Robin e Brook sul tetto. Lo scheletro sottolinea che devono proteggere i dottori, ma i boss mafiosi si offrono di farlo. Subito dopo Apoo si rialza e tenta di riprendere l'antidoto: Brook si appresta ad affrontarlo, consapevole che non sarà facile, ma X Drake lo ferma con le sue fauci. Queen ordina di fermare Marco, il quale dice a Robin e Brook di scalare il palazzo.

Prototipi per One Piece[modifica | modifica sorgente]

I primi disegni di Brook.

In One Piece Green sono presenti alcuni disegni preliminari di Brook. L'idea di uno scheletro musicista era venuta in mente a Oda quando ha disegnato per la prima volta Lovoon.

Differenze tra manga e anime[modifica | modifica sorgente]

Passato[modifica | modifica sorgente]

Il flashback del primo duello tra Brook e Ryuma è molto diverso tra manga e anime.

Nel manga il duello è così serrato che alcune schegge delle ossa di Brook si rompono. Nell'anime il duello è allungato ed è molto meno violento, al punto che solo ad un certo punto Brook viene ferito. Inoltre la fine del duello è presentata in maniera diversa. Nel manga Ryuma trafigge il teschio di Brook rompendolo parzialmente, una frattura che con il tempo guarisce. Nell'anime invece Ryuma si limita a minacciarlo di trafiggerlo.

Il duello che accade nel presente, invece, è rappresentato con la stessa intensità sia nel manga che nell'anime. Anche nell'anime sono rappresentate le scene in cui Ryuma colpisce Brook con colpi che sarebbero stati fatali per chiunque avesse avuto ancora gli organi.

Saga di Thriller Bark[modifica | modifica sorgente]

Nell'anime, quando Brook cena per la prima volta con la ciurma di Rufy, Sanji serve numerosi piatti a base di polpo; tra di essi ci sono i takoyaki. Nel manga invece non viene specificato cosa viene servito in tavola.

Questo contraddice ciò che in seguito accade nel manga a Brook, dopo che la ciurma ha salvato Hacchan. L'uomo-pesce prepara per loro alcuni takoyaki e Brook afferma che è la prima volta che ne mangia.

Saga di Spa Island[modifica | modifica sorgente]

I Pirati di Cappello di paglia sono approdati a Spa Island, un'isola artificiale dove i clienti possono rilassarsi e divertirsi come se fossero in vacanza.

In seguito, Brook e Franky raggiungono casualmente il resto dell'equipaggio dopo essersi ristorati in diverse zone dell'isola. Qui sente Rufy, colpito come gli altri dal raggio Noro Noro, urlare a Franky di occuparsi di Foxy. Il cyborg obbedisce ad attacca il nemico, mentre Cappello di paglia e Robin salvano tutti utilizzando le loro abilità. Foxy ritorna al suo macchinario per attivarlo una seconda volta, ma Hamburg sbatte la porta troppo forte e gli specchi che lo compongono vanno in frantumi. Brook vede così Rufy colpirli con tutta la sua forza e farli volare oltre l'orizzonte.

Quando tutto sembra risolto, Nami chiede a Sayo spiegazioni riguardo al quaderno di appunti che stringe tra le mani; la ragazza rivela che sono figlie di uno scienziato interessato alla ricerca della formula chimica con cui produrre una gemma. I loro concittadini lo ritenevano un folle e spesso la famiglia era vittima degli scherzi dei ragazzi del villaggio. Un giorno il padre decise di partire per una lunga spedizione di ricerca e portò con sé Nukky, lasciando da sole le figlie. Dopo circa un anno, l'animale ritornò a casa con il quaderno degli appunti dell'uomo, contenente una lettera indirizzata alle figlie nella quale chiedeva loro di terminare le sue ricerche. Rina si arrabbiò perché credeva che il padre le avesse abbandonate, per di più con un diario pieno di scritte senza senso.

Brook sente Rufy accettare la richiesta di Sayo di aiutarla nella ricerca dell'ingrediente segreto per produrre la gemma. L'unica cosa che Nami riesce a capire è che l'ingrediente si trova da qualche parte su Spa Island, dopodiché all'improvviso sotto a Sayo si apre una botola e lei precipita. Il proprietario dell'isola, Doran, ha ascoltato la conversazione mediante i lumacofoni diffusi un po' ovunque. Era stato lui, in precedenza, ad inviare i Pirati di Foxy nella speranza che riuscissero dove invece hanno fallito. Ora che Sayo è nelle sue mani ordina alla ciurma di trovare per lui l'ingrediente mancante.

La ciurma di Rufy inizia a distruggere l'isola e gli uomini della sicurezza non possono fare nulla per fermare i pirati. Così Doran lega Sayo ad un palo e le punta contro un enorme cannone, minacciando di ucciderla se non gli consegneranno il quaderno. A questo punto, Rina decide di consegnare il quaderno con gli appunti del padre, ma Sayo le urla di non farlo. Dopo che quest'ultima viene liberata da Zoro, Cappello di paglia attiva il Gear Third e con un colpo distrugge l'isola a metà. Dopo che tutti sono saliti a bordo della Thousand Sunny, Sayo e Rina scorgono un girobaleno, creato dal vapore fuoriuscito da un vulcano che si trovava proprio sotto a Spa Island. Le due sorelle capiscono che quest'ultimo è l'ingrediente mancante, perché indica in quale ordine mescolare gli altri per produrre la favolosa gemma. Le due scendono così dalla nave.

Alcuni giorni dopo, mentre la ciurma prosegue il suo viaggio, arriva Nukky in volo e consegna una lettera da parte delle sue proprietarie. Sayo e Rina sono riuscite a produrre la gemma ed inoltre il loro padre è tornato a casa sano e salvo. Le due sorelle hanno inserito la gemma nella busta per donargliela in segno di ringraziamento. L'equipaggio si riunisce attorno a Rufy per osservarla da vicino quando all'improvviso una pioggia di caramelle gli fa cadere la gemma di mano. Brook sente così Nami ordinare subito al capitano di mettersi a cercarla tra le migliaia di caramelle finite sul ponte della nave.

Saga delle Sabaody[modifica | modifica sorgente]

Brook confessa ai suoi compagni di avere letto il diario di bordo della Thousand Sunny e di essere rimasto affascinato dalle numerose avventure che essi hanno vissuto. Nell'attesa di una nuova impresa, decide di rendersi utile nelle comuni faccende per farsi apprezzare. Inizia aiutando Sanji a lavare i piatti, ma scivola e rischia di farli cadere a terra. Il cuoco riesce però ad evitare il peggio. Subito dopo Brook porta il tè a Nami, ma lo fa cadere sulla mappa che la ragazza sta disegnando e scappa per sfuggire alla sua ira. Si imbatte in Franky ed Usop che stanno testando un nuovo cannone e viene incaricato di recuperare una botte di cola e di svuotarla nel serbatoio dell'arma. Il prototipo però esplode perché Brook ha sbagliato botte e ne ha utilizzata una piena di salsa di soia. L'errore fa infuriare Franky ed inoltre rovina le erbe medicinali che Chopper stava facendo essiccare. Lo scheletro allora decide di tenere compagnia a Zoro durante la sua meditazione, ma finisce per fargli perdere la concentrazione. Desolato per i guai combinati, Brook chiede a Robin se può aiutarla in qualcosa, ma lei non ne ha bisogno. La donna gli chiede cosa lo tormenta ed egli confessa di non sentirsi adeguato ai suoi nuovi compagni. Robin lo rassicura dicendogli che con il tempo saprà integrarsi perfettamente. Subito dopo, Rufy lo informa che è pronto il pranzo e Brook finalmente riesce a rilassarsi.

Viene mostrato che è Brook ad avere la meglio su Minorva.[11]

Al bar di Shakky, Brook chiede a quest'ultima di che colore siano le sue mutandine e lei sta per dirglielo senza problemi, ma viene interrotta da Kayme e Pappagu, anche se in seguito glielo rivela.[11]

In seguito al rapimento di Kayme, Brook e gli altri membri della ciurma si riuniscono a Duval, il quale racconta loro che ha cercato di sedurre due ragazze con il suo nuovo aspetto, ma senza successo.

Quando Kidd usa i suoi poteri, attira verso di sé gli oggetti metallici anche all'interno della casa d'aste di umani e Brook evita le varie armi che vanno verso l'esterno.[12]

Le varie avventure della ciurma di Cappello di Paglia[modifica | modifica sorgente]

Gli abitanti di Namakura continuano a credere che Brook sia Satana. Per questo le persone esaudiscono tutte le sue richieste, finché lo scheletro non chiede spiegazioni riguardo alla loro situazione. Il capotribù, Pekkori, gli spiega che per lungo tempo il villaggio è preda della tribù Braccialunghe, che ruba cibo e soldi e rapisce le persone.

Saga dopo la guerra[modifica | modifica sorgente]

Brook compone una canzone per i Braccialunghe, ma scopre che Ace è morto e perde la concentrazione. In seguito suona per gli abitanti di Namakura e viene mostrato in che modo i Braccialunghe lo rapiscono.

Salto temporale[modifica | modifica sorgente]

Viene mostrato qualche flashback del periodo che lo scheletro ha trascorso con i Braccialunghe.[13] Inoltre il motivo per cui Brook stava pregando quando ha imparato la tecnica è diverso rispetto al manga.

Saga del ritorno alle Sabaody[modifica | modifica sorgente]

Brook esegue la posa a 45° durante il concerto e canta la canzone "New World" più a lungo, mentre nel manga la accenna solamente. Viene inoltre mostrato in che modo fugge dalla Marina.

Saga dell'isola degli uomini-pesce[modifica | modifica sorgente]

Viene mostrato il suo arrivo sull'isola e l'incontro con Pappagu.

Al palazzo del drago, il ministro della sinistra informa Brook, Nami e Usop dei rapimenti delle sirene, poco prima che le guardie li attacchino. I tre, assieme a Zoro, affrontano poi i pirati umani lanciati da Van Der Decken IX. Inoltre Usop dice a Brook in tono arrabbiato di stare zitto, mentre nel manga viene detto che il cecchino ha colpito lo scheletro per una battuta insensata riguardante Arlong.

La scena in cui i Nuovi pirati uomini-pesce scoprono che Brook è ancora vivo è allungata, così come quelle in cui lo scheletro mostra di potere fare uscire l'anima dal proprio corpo e quando incontra Pappagu. Viene anche mostrato quando la stella marina aiuta Brook, Zoro e Usop a fuggire dalla gabbia in cui sono rinchiusi.

Arrivato a piazza Gyoncorde, Brook non guarda Shirahoshi e il suo attacco contro i nemici è più elaborato. Inoltre viene trafitto molte volte da Ikaros Muhhi prima che quest'ultimo si renda conto che le sue armi non hanno effetto sullo scheletro. Poco dopo Usop si complimenta con Brook per la sua Soul Solid.

Viene poi mostrata la scena in cui si dirige alla nave e in cui i cittadini fanno dei regali alla ciurma. Brook è d'accordo con Sanji quando si augura di rimanere sull'isola degli uomini-pesce e le Killifish gli dicono che a loro piacciono le ossa per rallegrarlo dato che nessuno si è complimentato con lui.

Mentre si dirigono nel Nuovo Mondo, Brook e Sanji sbirciano Nami più a lungo. Poi lo scheletro giace, assieme ai suoi compagni, sulla nave dopo essere usciti dalla corrente. Ripensa poi ai due anni in cui è stato separato dal resto della ciurma. Poco dopo non si accorge immediatamente che quella che ha davanti è una balena.

Conta poi assieme al resto della ciurma fino a dieci prima di raggiungere la superficie. Qui, Brook, Chopper, Usop e Rufy dicono alle balene che parleranno di loro a Lovoon, che devono prendersi cura di se stesse e che sono grati per essere risaliti assieme a loro. Infine, invece di uscire in prossimità di un'isola come nel manga, la ciurma sbuca in un mare in tempesta in un luogo in cui si trovano svariate navi della Marina.

Saga dell'ambizione di Z[modifica | modifica sorgente]

I Pirati di Cappello di paglia affrontano una flotta di navi della Marina, ma scoprono che si tratta solo di un miraggio. Dopodiché accadono alcuni stranissimi fenomeni atmosferici, come una pioggia con gocce gigantesche e il mare che si apre di colpo. Brook sente poi Sanji affermare che tutto il cibo che ha cucinato è stato mangiato, così se la prende con Rufy, Usop e Chopper.

All'improvviso il cibo ricomincia ad essere mangiato molto velocemente e Rufy scopre che la responsabile è una giovane ragazza molto piccola, ma che in realtà è una gigante di nome Lily Enstomach, che ha mangiato il frutto Mini Mini. La ragazza diventa così amica della ciurma.

La Thousand Sunny si imbatte poi in alcune navi della Marina. Esse stanno portando il padre di Lily ad Impel Down, così Rufy decide di affrontarle e la ciurma elabora un piano per liberarlo: un gruppo, tra cui ci sarà Brook, farà da diversivo con la Mini Merry 2 mentre l'altro libererà Panz Fry utilizzando lo Shark Submerge 3. L'impresa riesce, tuttavia i pirati vengono scoperti dalla Marina, ma a quel punto le due fazioni vengono attaccate dalla Neo Marina.

Nel frattempo Nami si accorge che il tempo sta cambiando nuovamente e comincia ad organizzare la fuga. Alcuni membri della ciurma, tra cui Brook, riportano così la Mini Merry 2 e lo Shark Submerge 3 sulla Thousand Sunny, mentre Franky lancia le ancore della nave contro la zattera su cui è trasportato Panz Fry. Non appena la zattera viene sollevata da una Thrust Up Stream, il cyborg attiva il Coup de Burst e tutti quanti volano via.

Giunti nei pressi di una scogliera, Panz Fry decide di cucinare per la ciurma una delle sue favolose pietanze per sdebitarsi.

L'equipaggio viene tuttavia attaccato dalla Neo Marina e Shuzo colpisce Panz Fry e Lily, mandandoli al tappeto. La ciurma riesce però a sconfiggere i nemici e poi si separa dai due giganti.

Saga di Punk Hazard[modifica | modifica sorgente]

Viene mostrata la scena in cui Brook, Nami, Franky, Chopper e Sanji, rimasti sulla Sunny, si addormentano e il risveglio dello scheletro sulla nave. In seguito Brook costruisce dei pupazzi di neve, che vengono però distrutti dal torso di un samurai. Il loro duello è inoltre allungato e lo scheletro lo vede scivolare lungo un pendio innevato.

Successivamente, Brook, Chopper e Franky credono che "il padrone" sia un eroe. Inoltre nell'anime la posizione di Brook, Sanji e Zoro mentre immaginano gli yeti è diversa.

Dopo che Brook ha detto a Zoro quanti anni ha, quest'ultimo lo chiama nonno. Nel manga, lo scheletro viene intossicato dai pezzi di slime dopo avere tentato di tagliarli, mentre nell'anime ciò accade dopo che Zoro ha cercato di farlo.

La fuga dal gas da parte di Brook, Zoro, Sanji, Kin'emon e dei subordinati di Caesar Clown è estesa. In seguito, mentre fugge dal gas, lo scheletro cade dal drago e viene afferrato da Usop. Poco dopo, quest'ultimo e Nami costringono Brook ad affrontare la creatura.

Viene anche mostrato quando Brook, Usop e Kin'emon si separano dal gruppo principale e quando Robin chiede ai primi due di impossessarsi delle manette di agalmatolite, mentre nel manga la richiesta viene solo menzionata.

In seguito Brook, Usop e Kin'emon vengono raggiunti dal gas e decidono di separarsi. Lo scheletro e Kin'emon trovano poi un altro gruppo di bambini.

Vengono allungate le scene in cui Brook e Chopper si ritrovano, così come il ritrovo di tutti nell'edificio R. Viene anche mostrato quando lo scheletro sale sul carrello per fuggire dal laboratorio. Quando Zoro distrugge una roccia che blocca la fuga del gruppo, Brook è tra coloro che esultano.

All'esterno, lui e Sanji accendono il fuoco per cucinare e viene mostrato come Brook faccia cadere la statua di Kin'emon.

Infine la partenza da Punk Hazard è allungata e la ciurma si rilassa sulla Thousand Sunny dopo essere salpata dall'isola.

Saga del recupero di Caesar[modifica | modifica sorgente]

Durante la notte, mentre sta dormendo a bordo della Thousand Sunny, un numeroso gruppo di creature attacca l'equipaggio, che risponde. Lo scontro prosegue finché gli animali non si gettano in mare al suono di un fischio. La ciurma scopre che tali creature erano un diversivo, perché nel frattempo Breed ne ha approfittato per portare via Caesar Clown.

Brook vede Rufy, Chopper e Law salire sullo Shark Submerge 3 e partire all'inseguimento, mentre alcune onde create dagli animali allontanano la Thousand Sunny.

In seguito assiste al ritorno dei tre con lo scienziato.

Saga di Dressrosa[modifica | modifica sorgente]

Brook dice di volere chiamare i samurai "pervertiti" anziché "guerrieri". Poi Nami colpisce anche lui, e non solo Kin'emon e Sanji, dopo che il samurai ha raccontato come si vestono le donne di Dressrosa.

Quando il gruppo sulla Thousand Sunny si accorge dei rumori provenienti dalla nave, Brook e Chopper vanno ad investigare e scoprono che la stanza degli uomini è stata trasformata in arte.

Viene mostrato quando Jora trasforma l'equipaggio della Thousand Sunny e quest'ultima in arte, così come la fuga di chi si trova a bordo. Dopo che Jora è stata sconfitta, Brook fa una battuta sul fatto di non avere muscoli. Tuttavia, prima di ammanettare Jora, lei riprende i sensi e si trasforma in una creatura gigantesca fatta di arte astratta. Viene attaccata dalla ciurma, ma riesce ad evitare di essere colpita finché Nami non usa il cannone Gaon per farla tornare normale e la sconfigge definitivamente ricorrendo al suo Sorcery Clima Takt.

Il gruppo sulla Thousand Sunny contatta poi Usop, Franky e Robin. Lo scheletro fa quindi una battuta e Nami lo colpisce con una raffica d'aria.

Il flashback relativo allo scontro con i Pirati di Big Mom è allungato.[14]

Vengono anche mostrate più scene dell'arrivo del gruppo a Zo[15] e la reazione di stupore di Brook quando Sheepshead utilizza il suo potere. Lo scontro tra i due è inoltre allungato.[16]

Brook suona un po' di musica mentre i visoni vengono curati.[17] Quando lui e Chopper parlano di Momonosuke, Caesar Clown suggerisce di consegnarlo agli abitanti dell'isola.[18]

Saga di Zo[modifica | modifica sorgente]

Lui e Sanji si preparano a combattere prima che Nami e Chopper vengano catturati da Vito.[19]

La scena in cui lui, Nami e Usop colpiscono Rufy per avere detto la parola "ninja" è allungata.[20] I primi due descrivono poi al capitano le capacità del frutto Rocca Rocca.[19]

Lungo la strada che porta alla foresta della balena, Brook non canta subito la canzone su Gatto-vipera come accade nel manga.[21] Quando inizia a farlo, essa è allungata, tuttavia la canta dopo che il resto del gruppo ha discusso sulla partenza di Sanji e il piano di infiltrarsi nel territorio di Big Mom, anziché prima come nel manga. Inoltre il gruppo di cui fa parte affronta uno sciame di grosse vespe.[22]

In seguito per due volte un gruppo di visoni di tipo cane assale Brook. Poco dopo Robin propone di fare i turni per attendere l'arrivo di Kin'emon e Kanjuro prima che l'archeologa, Franky e Brook decidano di restare svegli assieme.[23] Quando i tre si risvegliano, fanno commenti sulla tigre disegnata da Kanjuro.[24] Successivamente, il dialogo tra Momonosuke e i Pirati di Cappello di paglia è allungato.[25]

Brook spiega poi a Chopper quanto sia chiuso il Paese di Wa e dice con rabbia a Nami che non può abbracciare Momonosuke.[26]

Viene allungata la scena in cui Rufy cerca di ricordare chi sia Marco, nella quale Brook prova ad aiutarlo.[27]

Dopo l'attacco dei Pirati delle cento bestie a Zunisha, Brook taglia del legname necessario affinché Franky ripari le imbarcazioni danneggiate dai sottoposti di Jack. In seguito aiuta Black Back, Kin'emon e Zoro a trasportarlo.[28]

Quando sta per salpare da Zo, un gruppo di visioni di tipo cane gli dice addio.[29] Durante la navigazione, Brook e Chopper pensano chi potrebbe cucinare e dopo che Rufy si offre volontario per farlo, cercano di fermarlo. Lo scheletro commenta poi la maglia di Carrot, che ha impressa l'immagine di una carota. Le mostra inoltre parte della Thousand Sunny.[30] Infine la scena in cui la ciurma si imbatte in una tempesta viene estesa.[31]

Saga dei marine novellini[modifica | modifica sorgente]

L'equipaggio della Sunny è affamato, ma si rallegra quando Pedro avvista un'isola, sulla quale però è presente una base della Marina. Brook, Rufy, Nami, Chopper e Carrot salgono così a bordo dello Shark Submerge 3 per avvicinarsi e poco dopo vi sbarcano. Dopo avere recuperato alcune uniformi della Marina per i suoi compagni, Brook fa ritorno al sottomarino. Successivamente sente suonare l'allarme della base e capisce che i suoi compagni sono stati scoperti.

Grazie alla sua anima raggiunge Carrot e Rufy, ai quali rivela che Nami e Chopper sono in dispensa; Rufy gli chiede così di fare loro strada. Brook si dimentica però che loro non possono attraversare oggetti solidi, facendoli arrivare in una strada senza uscita; per questo Rufy apre un varco in modo da uscire dalla base.

In seguito Prodi cerca di colpire lo Shark Submerge 3, ma sbaglia mira. Dopo la sconfitta dei marine il gruppo torna alla Thousand Sunny.

Saga di Whole Cake Island[modifica | modifica sorgente]

Aiuta Rufy a pescare il pesce dopo che quest'ultimo è tornato in acqua. Cerca poi di nascondersi quando avvista Yonji e Reiju. Quando incrocia una nave da ricognizione, l'equipaggio si nasconde sottocoperta.

Brook chiede a Pekoms se a Chocolat Town esistono anche mutande di cioccolato e propone a Pudding di mostrargli tale indumento, ma Nami lo interrompe. Fa poi la stessa richiesta alla ragazza, così la navigatrice lo ammonisce. Mentre navigano, Brook dice a Rufy che non c'è fretta di raggiungere Whole Cake Island. Si ciba poi di tre pesci palla di frutta e viene mostrato il combattimento del gruppo contro le formiche di mare, così come l'arrivo di Brook e Pedro a Sweet City. I due si nascondono dai soldati biscotto e discutono su come infiltrarsi, tagliando poi il retro di uno di tali homeys per nascondersi al suo interno.

Brook combatte con alcune guardie fuori dalla sala dei tesori e due all'interno di essa cercano di chiudere il portone per impedire allo scheletro di entrare, ma senza successo. Quando suona la chitarra, alcuni nemici lo sovrastano prima di sfoderare il suo potere. Nel manga, Brook raccoglie le chiavi dei cancelli posti davanti ai Poignee Griffe prima di sconfiggere le guardie, mentre nell'anime accade il contrario e viene mostrata l'intera battaglia.

Viene mostrato quando Brook utilizza i suoi poteri sui tre homeys di Big Mom, che vengono infastiditi ma resistono loro. L'imperatrice ferisce gravemente lo scheletro sfruttando Zeus e Prometheus, ma quando i due homeys cominciano a litigare, Brook ne approfitta per attaccare, venendo però fermato da Napoleon. Trafigge poi l'imperatrice, ma non riesce a perforare la sua spessa pelle. Inoltre viene mostrato quando Brook ferisce Prometheus subito prima di essere sconfitto da LinLin, che lo manda a sbattere contro un muro.

Durante la riunione con i Pirati Firetank, Brook afferma che la sua spada non ha avuto effetto su LinLin. Nel manga, Sanji spiega a Rufy che Pudding vuole sparargli al matrimonio, mentre nell'anime è lo scheletro a spiegarlo all'intero gruppo.

Mascarpone attacca Brook con la sua arma dopo che quest'ultimo ha rotto la foto di Carmel e lo decapita. Nel manga non viene mostrato come ciò accada.

In seguito congela Oven dopo che quest'ultimo aveva usato i suoi poteri su Rufy, recuperando i resti della foto di Carmel che dà poi a Rufy. Ha poi un breve scontro dopo che il ministro ha sciolto il ghiaccio.

Viene mostrata anche la reazione di Brook quando lo specchio per la fuga va in pezzi. Quando Big Mom attacca Reiju con Prometheus, Brook trattiene Rufy dall'intervenire.

All'interno del corpo di Capone Bege, discute della potenza dei comandanti del Germa 66 con i presenti e afferma che i Pirati di Big Mom non sono da sottovalutare. Quando i suoi alleati vengono sopraffatti, si prepara a combattere. Viene poi raggiunto da Rufy e Sanji, che entrano nel corpo di Bege.

Viene mostrato il momento in cui Chopper e Brook trovano il sottomarino, che è completamente ricoperto di panna, la quale si trova anche al suo interno. La renna la mangia finché non lo libera completamente.

Viene mostrato il momento in cui i due trovano la Sunny e intravedono le sagome di alcuni membri delle truppe degli scacchi, che inizialmente credono siano dei loro compagni. Inoltre i combattimenti sulla nave sono estesi. Vengono mostrati lo scontro con Perospero e quando quest'ultimo ha la meglio sui due.

Brook lancia una corda per fissare lo Shark Submerge 3 alla nave e poi viene aiutato da Chopper e Jinbe. Difende poi la Sunny dalle palle di cannone lanciate dalle Tarte. Subito dopo l'atterraggio della nave, Carrot comunica ai presenti che Rufy è entrato nel mondo dello specchio. Chopper e Brook scoprono poi del sacrificio di Pedro, ripensando a quanto compiuto dal visone.

Lo scheletro ferma alcune palle di cannone sparate contro la Sunny e viene mostrato il momento in cui rompe alcuni specchi sulla nave.

Dopo la trasformazione di Carrot, Brook afferma di volerle vedere le mutandine, così Nami lo colpisce. Viene mostrato il momento in cui raggiunge e addormenta gli occupanti di una nave. Salva Carrot prima che potesse essere uccisa dal genio di Daifuku e, tornati sulla nave, ribadisce il suo desiderio, venendo però nuovamente picchiato dalla navigatrice.

Dopo avere tagliato a metà Zeus, Brook afferra la corda lanciatagli da Chopper per tornare sulla Sunny velocemente. Ferma poi le fiamme di Prometheus prima che colpiscano Nami. In seguito, lo scheletro chiede a Smoothie di mostrarle le mutandine, così Nami lo schiaffeggia.

Successivamente, afferma che intende negoziare con la generale dei dolci, ma le chiede di potere vedere le sue mutandine, così la navigatrice lo colpisce. Giunto a Cacao, l'equipaggio viene attaccato da alcune Tarte, ma Jinbe evita le cannonate. Brook si chiede se Reiju sia arrivata sull'isola per mostrargli le sue mutandine, e Nami lo colpisce con un calcio. In seguito, Brook distrugge alcune palle di cannone sparate dalla Queen Mama Chanter.

Quando la ciurma sta per abbandonare Tottoland, Brook chiede a Nami se Jinbe stia bene, ma la navigatrice non gli risponde.

Saga del Reverie[modifica | modifica sorgente]

Sulla Thousand Sunny, Brook e il resto dell'equipaggio parlano con Rufy riguardo a lui, Ace e Sabo.

Saga del re dell'acido carbonico[modifica | modifica sorgente]

La ciurma di Cappello di paglia viene attaccata da un gruppo di cacciatori di taglie a bordo di alcuni dischi in grado di levitare, ma fugge grazie al Coup de Burst della Sunny. Raggiunge poi un'isola su cui la nave dovrà essere riparata dai numerosi attacchi ricevuti. La ciurma respinge alcuni uomini di Cidre, che rivelano di essere gli abitanti dell'isola e di essere stati costretti a lavorare per lui. Dopo la sconfitta del cacciatore di taglie, gli abitanti donano numerosi barili di cola ai pirati, che partono verso Delta, dove si terrà l'Expo pirata.

Saga del Paese di Wa[modifica | modifica sorgente]

Brook afferma che vorrebbe vedere le mutandine di Nefertari Bibi quando la conoscerà, così Nami lo colpisce con un pungo alla testa. Inoltre nel manga, lo scheletro fa notare la trasparenza dell'acqua, mentre nell'anime è Sanji a farlo. Prima di essere risucchiato nel mulinello, l'equipaggio osserva per qualche istante il paesaggio.

Dopo avere raggiunto le rovine del castello di Oden, Brook si arrabbia per l'invidia vedendo Momonosuke abbracciare calorosamente Nami. Cade poi su alcune macerie appena entrato nelle rovine. Quando Kin'emon rivela che loro provengono da vent'anni prima, lo scheletro rimane scioccato. I membri dell'alleanza poi onorano le tombe presso le rovine, motivo per cui sono all'esterno all'arrivo di Kaido. Brook poi fa uscire l'anima dal corpo per lo spavento causato dalla presenza dell'imperatore.

Brook si aggira nel sottosuolo del palazzo in forma di spirito e viene mostrato quando trova la stanza con un Poignee Griffe, così come il suo incontro con Fujin e Raijin. Inoltre lo scheletro impaurisce più membri degli Orochi Oniwabanshu.

Nella Capitale dei fiori, legge la notizia dell'arresto di Tonoyasu. A Ringo, lo scheletro si allontana dopo avere trovato Zoro dormire assieme a Hiyori e Toko, ma lo spadaccino gli dice di tornare indietro. Poi Brook mostra a Hiyori il giornale che rivela la cattura di Tonoyasu.[32]

Quando Zoro e Sanji intervengono per salvare Toko, viene mostrata la reazione dello scheletro.[33] Brook poi conferma a Hiyori che Sanji è dalla loro parte.[34]

Brook, Usop e Robin pensano come superare il controllo di sicurezza più a lungo.[35]

Film[modifica | modifica sorgente]

Film 14[modifica | modifica sorgente]

Durante l'Expo pirata, la ciurma si posiziona in testa alla gara grazie alle modifiche apportate da Franky alla Sunny. Law esce però dalla cabina e li informa che Buena Festa sta tramando qualcosa, così Brook decide di accompagnarlo per scoprire i segreti dell'evento. Raggiunto il covo di Festa, utilizza i suoi poteri per origliare, sentendolo parlare di un imminente Buster Call, e prova ad avvisare i suoi compagni, ma si imbatte in Smoker, anche lui lì per indagare. Il viceammiraglio cattura Brook e Chopper, mentre Sanji lo affronta alla pari per permettere a Robin e a Law di allontanarsi. Smoker smette poi di combattere quando Tashigi lo informa di un imminente Buster Call.

Brook e Chopper vanno poi in soccorso ad Usop, che chiede di curare Rufy. Dopo la sconfitta di Douglas Bullet, Law utilizza i suoi poteri per trasportare i Pirati di Cappello di paglia sulla Sunny, che salpa da Delta grazie all'aiuto di Sabo, il quale crea un muro di fuoco per bloccare le corazzate della Marina.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Brook in inglese significa "ruscello".
  • La sua risata tipica è "yohohohoho!" oppure "yoh oh oh oh!".
  • L'altezza di Brook, che in misure anglosassoni vale 8 piedi e 8 pollici, è un'allusione al numero di tasti di un pianoforte, cioè ottantotto. La stessa cosa vale per la sua età prima del salto temporale, cioè ottantotto anni.
  • Oltre che a The Nightmare Before Christmas è possibile che Oda si sia ispirato all'opera "La ballata del vecchio marinaio", di Samuel Taylor Coleridge. In essa un equipaggio sperduto nelle nebbie dell'Antartide si fa guidare da un albatros, ma un marinaio uccide l'animale e per questo la Morte prende con sé tutto l'equipaggio. La Vita nella Morte però ottiene per sé l'anima del marinaio responsabile e lo condanna ad un destino peggiore della morte, ovvero rimanere per decenni sulla sua nave immersa nella nebbia finché non abbia compreso il valore della vita. A quel punto gli viene concesso di uscire dalla nebbia per potere raccontare ad altre persone la sua storia, essendo diventato più saggio.
  • È il secondo scheletro pirata ad essere apparso nella serie. Il primo è stato Joke.
  • Brook è il primo membro dei Pirati di Cappello di Paglia ad aver capitanato una ciurma in precedenza. L'altro è Jinbe.
  • Nell'episodio 509, quando Brook comincia a suonare una canzone per motivare gli abitanti di Namakura, la melodia intonata è la stessa suonata da Butler Count nel terzo film. Anche quella musica era servita a spronare gli animali a partire alla carica, in modo simile a come Brook cerca di spronare la popolazione di Harahettania.
  • In One Piece Blue Deep viene detto che dopo il salto temporale Brook è cresciuto di undici centimetri. Questo contraddice il fatto che Brook ha smesso di crescere, che è il motivo che lo porta ad avere cura dei propri capelli.
  • Il fatto che sia uno scheletro che suona il violino ricorda la Danza Macabra di Saint-Saëns, in cui diversi scheletri ballano mentre la Morta suona il violino.

Curiosità basate su SBS[modifica | modifica sorgente]

  • Il suo compleanno, il 3 aprile, deriva dal fatto che yo-mi, la sillabazione del nome del suo frutto, può significare "4-3".[36]
  • L'animale che lo rappresenta è il cavallo.[36]
  • È identificato dai colori bianco e nero.[36]
  • Il numero che lo rappresenta è il 9.[36]
  • Profuma di tè inglese.[36]
  • La sua isola preferita è un'isola primaverile in autunno.[36]
  • Se la ciurma fosse una famiglia, sarebbe il nonno.[36]
  • Brook ha un Jolly Roger personale che prima del salto temporale era composto da un teschio senza mandibola, la capigliatura afro, un cilindro e il suo bastone al posto delle ossa incrociate.[36] Dopo il salto temporale è composto da un teschio con la capigliatura afro, dai suoi nuovi occhiali e da una corona. Attorno ad esso c'è un cerchio fatto di ossa e al posto delle ossa incrociate c'è la sua chitarra.
  • Il suo cappello è alto venti centimetri.[37]
  • Nel volume 46, Brook dice avere pianto così tanto a lungo da non avere più lacrime da versare, ma nel volume 50 piange. Oda ha affermato che ciò è possibile perché le lacrime di gioia non finiscono mai.[37]

Brook femmina.

  • Viene mostrato il suo aspetto se diventasse una donna grazie ai poteri del frutto Horu Horu. La differenza non si noterebbe.[38]
  • Oda ha rivelato che se Brook vivesse nel mondo reale sarebbe austriaco.[39]
  • La doppiatrice di Robin ha affermato che se Brook fosse un fiore, sarebbe una rosa.
  • Brook fa il bagno una volta alla settimana.[40]
  • Se vivesse in Giappone, verrebbe dalla prefettura di Tottori.[41]
  • Il cibo che odia è il limone perché non può fare la faccia tipica di quando si mangiano cose aspre.[42]
  • Va a dormire a mezzanotte e si sveglia alle cinque.[43]
  • Se non fosse un pirata sarebbe un investigatore.[44]
  • La sua specialità in cucina è il churrasco.[45]
  • Nei primi 80 volumi è al nono e ultimo posto per numero di rimproveri ai compagni, facendolo per 15 volte.[46]
  • Brook è uno dei membri della ciurma che mangia il ghiaccio.[47]
  • In una gara di corsa su cinquanta metri, svolta tra i membri della ciurma nella saga di Whole Cake Island, sarebbe il più veloce dato che è il più leggero.[48]
  • Il suo cibo preferito è il curry, ma Sanji non gli permette di mangiarlo a causa delle sue pessime maniere a tavola.[49]
  • Se dovesse dare un nome a Sanji quando indossa la Raid Suit lo chiamerebbe "Invidiabile uomo nel bagno delle donne", anziché "Soba Mask".[50]

Note

Navigazione[modifica | modifica sorgente]

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.