Chabo è un ragazzo che abita a Coco, mentre in passato viveva a Gosa.

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

L'aspetto di Chabo prima del salto temporale.

È un ragazzo con i capelli scuri e occhi rotondi. Indossa un cappello con il kanji 今 (adesso,ima), un grembiule con scritto "Bell Mere's" e il simbolo tatuato sul braccio di Nami, oltre alla parola giapponese per mandarini (みかん, mikan). Porta dei guanti da lavoro sulle mani e pantaloni con molte tasche.

Prima del salto temporale era basso e indossava una maglia arancione ed un berretto verde.

Carattere[modifica | modifica sorgente]

Dopo che gli uomini-pesce hanno assassinato suo padre, Chabo decide di uccidere Arlong per vendicarlo, dimostrando di avergli voluto molto bene. Il fatto che non si rendesse conto di non avere speranze dimostra che è un po' ingenuo.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Passato[modifica | modifica sorgente]

La sua città è stata saccheggiata dai Pirati di Arlong poiché i suoi abitanti non erano in grado di pagare il tributo richiesto e gli edifici distrutti da Momu. In questa occasione molte persone hanno perso la vita, tra cui suo padre per mano di Arlong.[2]

Saga di Arlong Park[modifica | modifica sorgente]

Chabo impugna una spada e raggiunge Arlong Park per uccidere Arlong, in modo da vendicare la morte del padre; Nami lo ferma e lo colpisce varie volte con il suo bastone, dicendogli di andarsene e lasciandogli dei soldi in modo che possa usarli per proteggere se stesso.

Raggiunge così Coco dove fa lo sgambetto ad Usop, credendolo un uomo-pesce per via del suo naso simile a quello di Arlong, ma Nojiko gli fa capire che è un umano. Nella casa di quest'ultima, rivela a lei e Usop quanto accaduto alla sua città e ai suoi abitanti, raccontando di essere stato ad Arlong Park in cerca di vendetta, ma una ragazza lo ha fermato. Nojiko gli dice che se vuole morire può farlo, ma lui è vivo solo grazie a lei e alla ragazza che ha incontrato. Gli chiede quindi di finire il té e di andarsene, poiché non tollera chi pensa subito alla morte come lui. Nojiko gli chiede poi dove sia sua madre, così quando Chabo gli risponde che è viva, la ragazza gli dice di tornare da lei che di certo è preoccupata per lui.

In seguito raggiunge gli abitanti di Coco sulla costa e rivela loro che la nave della Marina che sta arrivando è stata inviata dal Governo Mondiale dopo che i sopravvissuti di Gosa lo hanno contattato. Tuttavia poi vede che la stessa viene affondata dagli uomini-pesce.

Dopo la caduta di Arlong Park con la sconfitta degli uomini-pesce, Chabo festeggia assieme agli abitanti di Coco. Nojiko gli dice che credeva fosse più giù di morale perché la sconfitta dei Pirati di Arlong poteva avvenire prima che morisse suo padre. Chabo le confessa di averlo pensato, ma che è inutile ragionare così. La ragazza gli risponde che fa il saputello e gli pizzica la guancia, così Chabo le dice di lasciargliela.

Dalle tolde del mondo[modifica | modifica sorgente]

Chabo lavora assieme a Nojiko. Scopre che i Pirati di Cappello di paglia sono tornati alla ribalta mentre si trova in compagnia della ragazza, di Genzo e Nako vicino alla tomba di Bellmer.

Note

Navigazione[modifica | modifica sorgente]

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.