Charlotte Anglaise è il quarantaduesimo figlio di Big Mom.[2]

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Anglaise è un ragazzino con corti capelli neri pettinati con un ciuffo, occhi piccoli, occhiaie nere, naso rotondo, una larga bocca e i denti rotondi. Indossa un giubbotto nero sopra una camicia leggera rosa e pantaloni neri.

Carattere[modifica | modifica sorgente]

Sembra essere di indole infantile e ribelle, e parla con espressioni tipiche dei rapper.

Relazioni[modifica | modifica sorgente]

Famiglia[modifica | modifica sorgente]

Disambiguazione.svg Per le relazioni di parentela complete, vedi famiglia Charlotte

Sembra che i suoi fratelli maggiori si preoccupino di lui, ma nonostante ciò fa quello che vuole.

È il fratello minore preferito dai suoi fratelli e sorelle maggiori.[3]

Storia[modifica | modifica sorgente]

Saga di Whole Cake Island[modifica | modifica sorgente]

Anglaise incontra la famiglia Vinsmoke insieme ai suoi fratelli e a sua madre. Successivamente Pedro si introduce nel palazzo, così Anglaise si reca alla biblioteca dei prigionieri per comunicarlo ai suoi fratelli.

Prototipi per One Piece[modifica | modifica sorgente]

Il concept art di Anglaise.

In One Piece Magazine Vol. 5 è presente un prototipo del personaggio.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Il suo nome deriva dalla "crème anglaise". Inoltre anglaise in francese significa "inglese".
  • Il suo abbigliamento e la sua indole ribelle ricordano la subcultura giovanile dei Greaser originatasi negli anni cinquanta negli Stati Uniti orientali e meridionali.

Note

  1. SBS del volume 90, alcuni compleanni sono stati rivelati sul sito [1].
  2. 2,0 2,1 SBS del volume 90.
  3. SBS del volume 89.

Navigazione[modifica | modifica sorgente]

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.