Il colosseo delle corride è l'arena della città di Acacia.

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Il colosseo ha una forma circolare ed è composto da gradinate ad altezza decrescente. Al centro si trova il ring, rotondo, circondato da acqua, raggiungibile da quattro ponti semoventi.

Tra le zone dedicate esclusivamente ai gladiatori ci sono anche una sala d'attesa, un'armeria ed un'infermeria. I gladiatori prigionieri, inoltre, sono rinchiusi in numerose celle quando non devono combattere. Inoltre ci sono bancarelle di souvenir e di cibo.

Le arcate del colosseo sono inoltre ostruite da sbarre di agalmatolite per impedire la fuga di gladiatori con poteri derivanti da frutti del diavolo.[1]

Personale[modifica | modifica sorgente]

Il personale del colosseo è vestito come dei gladiatori e non tollera gli imbrogli. Per questo può squalificare i partecipanti indisciplinati.

Gli annunciatori devono essere imparziali per commentare in maniera corretta. Quando però partecipano combattenti popolari o impopolari, gli annunciatori, o almeno Gats, non stanno in disparte e commentano in modo positivo o negativo.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Passato[modifica | modifica sorgente]

Nel colosseo si tenevano scontri non troppo violenti.

Ventisette anni prima dell'inizio della narrazione, un ragazzo di nome Kyros diventò un gladiatore. Combatté nel colosseo per dieci anni vincendo sempre e venendo ferito solo una volta. Alla fine decise di abbandonare quella vita per diventare il comandante dell'Armata di re Riku, su offerta di quest'ultimo.

Quando i Pirati di Donquijote si impossessarono del regno, otto anni prima dell'inizio della narrazione, presero il controllo anche del colosseo. Gli scontri diventarono molto cruenti e alcuni dei dissidenti furono fatti prigionieri e costretti a diventare gladiatori contro la loro volontà.

Saga di Dressrosa[modifica | modifica sorgente]

Do Flamingo organizza una corrida nel colosseo e mette in palio il frutto Foco Foco, per essere sicuro che Rufy vi prenda parte.

Verso la fine del blocco B, alcuni spalti rischiano di essere distrutti dal King Punch di Elizabello II, ma Bartolomeo utilizza le sue barriere per proteggersi e in questo modo protegge anche il colosseo. Durante il blocco C, il ring viene distrutta dalla testata di Chinjao e sostituito con uno nuovo.

Nel bel mezzo della finale, tutti i giocattoli presenti sugli spalti riprendono le loro sembianze originali e poiché tra di essi ci sono molti animali feroci, si scatena il panico. Sabo approfitta del caos per distruggere il ring e fare precipitare tutti i combattenti nel sottosuolo.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Molti aspetti del colosseo ricordano l'omonima arena durante il periodo dell'antica Roma, dove i gladiatori combattevano fino alla morte. Oda ha preso ispirazione proprio da tale città.[2]

Note

  1. Vol. 73capitolo 730 ed episodio 662, Rufy perde le forze toccando le sbarre dell'edificio.
  2. SBS del volume 74.

Navigazione[modifica | modifica sorgente]

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.