Scopri altri articoli pronti alla lettura! Gente! Questo è un articolo fatto come si deve!

"Creek" è un articolo completo ed esauriente!

Creek è il capitano dei Pirati di Creek, la più imponente ciurma del mare orientale.

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Il pugno di diamante di Creek sotto al guanto.

Creek è un uomo alto, muscoloso con i capelli lilla e le basette lunghe. Indossa un paio di pantaloni lilla e un paio di scarpe nere. Attorno al suo collo c'è una grossa collana d'oro.

L'aspetto più caratteristico di Creek, comunque, è la sua armatura dorata con ornamenti bianchi di pelliccia. Essa è formata da una corazza per il petto con protezioni per i gomiti; sotto all'armatura indossa una maglietta marrone e indossa alle mani un paio di guanti in pelle. All'interno dell'armatura sono nascoste diverse armi che sfodera a seconda dell'azione da compiere; inoltre tra i vestiti ha una maschera antigas per evitare di rimanere ucciso quando diffonde il gas MH5. Sui coprispalle ha impresso il proprio suo Jolly Roger. In alcune occasioni la sua armatura è nascosta sotto una giacca foderata di pelliccia, che sembra diventare un mantello quando se la toglie, e sull'armatura indossa una maglietta arancione con alcuni motivi neri a forma di ferro di cavallo.

Carattere[modifica | modifica sorgente]

Creek è un pirata molto crudele che pone molta fiducia nella sua superiorità e crede seriamente che la sua armata e il suo potente arsenale di armi possano sconfiggere qualunque nemico. Dopo essere stato sconfitto per ben due volte da una singola persona, prima Mihawk e poi Rufy, comincia a pensare che esistano strategie molto più subdole con cui sconfiggere gli avversari. Il pirata è abituato ad utilizzare qualsiasi metodo, anche issare bandiere bianche o utilizzare navi della Marina per abbordare navi o depredare villaggi cogliendone di sorpresa gli abitanti.

Non gli interessa affatto la vita dei suoi uomini, perché impone regole severissime su di loro e punisce con la morte chi non le rispetta.

Forza e abilità[modifica | modifica sorgente]

Il manifesto con la sua taglia.

Creek era considerato militarmente il più potente pirata del mare orientale, con una terribile reputazione alle spalle. Aveva infatti una flotta di cinquanta navi e cinquemila pirati[4] e visti i continui saccheggi ai villaggi e alle navi, la Marina lo considerava una grande minaccia. Ha una taglia da 17.000.000 Simbolo Berry.png, indice della sua pericolosità.

Creek afferma di essere l'uomo più forte del mondo; certamente questo è un atto di sovrastima in quanto tale titolo era detenuto da Barbabianca, ma il pirata è certamente abile nei combattimenti fisici. Creek riesce infatti a sollevare e scagliare via la Sabagashira numero uno.

È un grande stratega, perché sa dare la priorità a restituire le forze del suo equipaggio ma nel frattempo intuisce che il Baratie gli possa servire nella Rotta Maggiore per via del suo aspetto non minaccioso con cui ingannare altre navi. Il pirata è inoltre a conoscenza dell'esistenza dei frutti del diavolo, infatti quando vede Rufy allungarsi spiega che nella Rotta Maggiore sono molte le persone ad avere ingerito uno di quei cibi.

Armi[modifica | modifica sorgente]

Lente.png Per maggiori informazioni, vedere Grande lancia e MH5

Le mitragliatrici e le pistole di Creek.

Creek basa la sua forza principalmente sull'utilizzo di armi. Esse sono nascoste nella sua armatura, che è costituita da un acciaio molto resistente. Anche il mantello all'occorrenza può essere utilizzato come arma, dato che può ricoprirsi di punte acuminate.

Tra le armi a sua disposizione Creek ha varie mitragliatrici e pistole, che usate all'unisono possono sparare raffiche di proiettili. Inoltre una delle sue spalliere può scagliare paletti in legno che possono perforare la carne. Una sua ulteriore arma a lungo raggio è un lanciafiamme posto sul braccio sinistro.

Creek possiede anche esplosivi di vario tipo, tra cui comuni ordigni, una bomba che rilascia shuriken e una che rilascia un gas molto tossico, l'MH5. Per evitare di inalare questo gas utilizza una maschera antigas.

L'arma più potente di Creek è però la Grande lancia che provoca forti esplosioni all'impatto, tuttavia viene distrutta da Rufy. Oltre a ciò Creek possiede anche una mazza ferrata con una catena, tirapugni rinforzati con diamanti e un piccolo cannone che spara una rete di ferro.

Molte delle sue armi e la sua stessa armatura vengono distrutte da Rufy durante il combattimento al Baratie.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Passato[modifica | modifica sorgente]

Gin allontana Fullbody da Creek e dal resto della ciurma.

Creek fuggì di prigione facendo finta di essere un marinaio, uccise un comandante della Marina e rubò la sua nave, iniziando così la sua carriera da pirata. Con la bandiera della Marina entrava indisturbato nei porti e saccheggiava le città, mentre con la bandiera bianca assaltava le navi nemiche. Era disposto ad usare ogni mezzo per ottenere i suoi scopi.[5]

In seguito formò una grande flotta, arruolando Gin perché si comportava come un orco spietato.[6] Decise poi di entrare nella Rotta Maggiore con l'intenzione di trovare lo One Piece. Dopo una settimana di viaggio in quelle acque, le sue navi furono completamente distrutte da Drakul Mihawk. Soltanto l'ammiraglia riuscì a sfuggirgli grazie ad un'improvvisa tempesta e, anche se in pessime condizioni, con essa Creek fece ritorno nel mare orientale.

In quella situazione disperata la nave venne avvistata dalla Marina ed attaccata. Gin, il braccio destro di Creek, riuscì a ingannare il tenente Fullbody fingendosi il suo capitano ed allontanandolo dai suoi compagni facendosi inseguire, così Creek si salvò assieme all'intero equipaggio, nonostante fossero stremati.

Saga del Baratie[modifica | modifica sorgente]

Gin sorregge Creek entrando nel Baratie.

Dopo giorni di navigazione senza approvvigionamenti, Creek viene raggiunto da Gin, che lo informa dell'esistenza del Baratie, un ristorante galleggiante in cui potranno rifocillarsi. Dopo due giorni, la ciurma vi giunge con la Dreadnought Sabre e il capitano, debilitato dalla fame, entra nel locale con l'aiuto di Gin chiedendo del cibo e acqua. Implora poi in ginocchio affermando che non farà nulla di male a loro, che se ne andrà una volta rifocillato e che accetterà anche gli avanzi. Gin in lacrime gli dice che non è da lui umiliarsi così. I cuochi si rifiutano di sfamare un pirata tanto crudele, ma Sanji, che ha provato sulla propria pelle i morsi della fame, prepara da mangiare per lui. Una volta recuperate le forze, Creek colpisce Sanji e dichiara di volersi appropriare del Baratie, poiché costituirebbe un'ottima nave per cogliere di sorpresa le ignare vittime della ciurma. Dopodiché ordina che venga preparato cibo per i rimanenti cento uomini del suo equipaggio.

I cuochi non intendono accontentarlo e Paty colpisce il pirata con un colpo di bazooka. Creek però non ne risente grazie alla sua armatura e sfodera le sue armi, con le quali inizia a ferire i cuochi. Terminata la scarica di colpi, Zef si avvicina al capitano e gli consegna cibo sufficiente a sfamare il suo equipaggio. Creek riconosce quindi l'uomo che ha di fronte, ovvero un ex capitano pirata che ha navigato nella Rotta Maggiore, e decide di impossessarsi del suo diario di bordo per percorrere il viaggio verso lo One Piece. Ritorna quindi sulla sua nave per sfamare i suoi subordinati e con loro si prepara ad assaltare il Baratie. Tuttavia Drakul Mihawk, dopo avere seguito Creek e i suoi uomini, raggiunge la nave ammiraglia della ciurma e la trancia in due con un singolo fendente. I Pirati di Creek non sanno come reagire contro il membro della Flotta dei sette, ma all'improvviso Zoro sfida Mihawk a duello. Creek assiste allo scontro tra i due spadaccini e, dopo che Mihawk sconfigge Zoro, lo attacca. Tuttavia si allontana non essendo interessato a lui. Creek si appresta così ad assaltare il Baratie assieme ai suoi subordinati.

Quando vede le pinne che fungono da piattaforme uscire dal ristorante, afferma di volere ancora di più l'imbarcazione per sé.[7]

I Pirati di Creek iniziano ad affrontare i cuochi del ristorante e Paty e Carne utilizzano la Sabagashira numero uno per bombardarli. Quando i due cuochi dirigono la nave verso Creek, quest'ultimo la solleva senza sforzo e la scaglia verso il ristorante, ma Sanji la calcia via, così Creek capisce che il ragazzo usa la stessa tecnica di Zef. A quel punto il pirata decide di occuparsi personalmente di Rufy, l'avversario più pericoloso poiché possiede i poteri di un frutto del diavolo, mentre lascia il resto dei nemici a Pearl e Gin.

Respinge quindi Rufy, scagliandolo contro Pearl, che si ferisce al naso. Ciò fa irritare quest'ultimo, che appicca un incendio alla piattaforma del ristorante. Creek si domanda quindi se il suo sottoposto è un idiota dato che intende bruciare la nave su cui si trova e che lui intende requisire.[8]

Lancia contro a Rufy una palla chiodata, che il ragazzo respinge contro l'albero della nave, che crolla su Pearl. Vede poi Gin prendere in ostaggio Zef e poi sente Pearl affermare che tutto dipende dal risultato, cercando l'approvazione di Creek, che conferma. Subito dopo vede Rufy distruggere la piattaforma in cui si trovano i cuochi, così Creek si chiede come abbia fatto, ordinando per due volte a Gin di uccidere Zef.

Gin tuttavia sconfigge Pearl con un colpo che manda in frantumi il suo scudo mentre stava dando il colpo di grazia a Sanji. A quel punto Creek gli chiede se intende tradire la sua ciurma e Gin gli risponde che è grato al cuoco per avere salvato loro la vita e che per questo intende occuparsene lui.[9]

A quel punto sente Rufy rivolgersi ai suoi sottoposti affermando che sono considerati i più forti del mare orientale solamente perché sono più numerosi. Creek ferma quindi questi ultimi che stavano andando all'attacco, in quanto così facendo avrebbero dimostrato solamente di essere dei vigliacchi. Prosegue affermando che non devono preoccuparsi perché lui è lì con loro. Si rivolge quindi a Rufy, chiedendogli secondo lui chi è il più adatto a diventare il re dei pirati. Il ragazzo dà la preferenza a sé stesso, così Creek decide di ricorrere all'MH5. Gin capisce il suo intento e cerca di dissuaderlo, affermando di volere essere lui ad uccidere i cuochi. Tuttavia Creek spara un proiettile che però contiene molti shuriken che feriscono Rufy. Sorridendo afferma che l'MH5 è costosissimo e che annienterebbe anche una città, quindi non intende sprecarlo su di loro. Creek chiede quindi a Rufy chi ha più possibilità di diventare il re dei pirati, ottenendo la medesima risposta di prima. Ordina quindi a Gin di sbarazzarsi di Sanji mentre lui intende mostrare al giovane pirata la potenza che ha sbaragliato il mare orientale per dimostragli l'inutilità del suo frutto del diavolo.[10]

Quando Gin riceve un calcio in faccia dal cuoco, Creek dice ai suoi uomini di non preoccuparsi poiché presto darà il meglio di sé, rivelando loro il motivo per cui lo ha arruolato. A quel punto Rufy gli va incontro correndo sull'albero caduto, così Creek spara un proiettile in acqua, i cui schizzi gli tolgono la visuale, per poi sparargli contro una raffica di dardi appuntiti, uno dei quali lo ferisce ad una gamba. Nonostante ciò il ragazzo si rialza ed è determinato a sconfiggerlo.

Nel frattempo Gin ha sconfitto Sanji, così Creek gli dice di dargli il colpo di grazia. Tuttavia Gin si rifiuta poiché è stato trattato con gentilezza per la prima volta nella vita. Creek afferma di essere deluso, in quanto gli aveva dato quel ruolo nella ciurma perché pensava fosse il migliore per la sua crudeltà e forza. Gin gli chiede se può rinunciare al Baratie, cosa che fa infuriare Creek, il quale afferma che non solo l'uomo più obbediente e rispettoso della sua ciurma non esegue un ordine, ma gli chiede anche una cosa assurda. Gin gli risponde che loro sono salvi grazie a quel ristorante, così Creek decide di punirlo utilizzando l'MH5, ordinandogli di non indossare la maschera antigas in dotazione a tutti membri della ciurma.[6]

Quando il gas si dirada, Creek vede che Gin ha messo la maschera Sanji, mentre lui ha inalato il gas. Tuttavia anche Rufy ha ottenuto una maschera ed è infuriato per il folle ordine di Creek, il quale afferma che chi fallisce e non esegue un suo ordine non può essergli utile. Quando i cuochi provano a curare Gin, afferma che al massimo potrà sopravvivere un'ora. Rufy quindi si infuria e gli corre incontro, così Creek afferma che chi perde il controllo parte in svantaggio e che quel luogo sarà la sua tomba. Lancia quindi delle bombe in acqua che provocano un getto, attraverso il quale Creek spara i suoi dardi appuntiti, notando che il ragazzo non prova nemmeno a schivarli, venendo colpiti da alcuni di essi. Rufy prova a colpirlo con un calcio, che lui evita, per poi proteggersi con il suo mantello ricoperto di punte aguzze, attraverso il quale viene però colpito violentemente al volto. Il ragazzo quindi lo provoca chiedendogli di chi sarà la tomba quel luogo, ma che lui non morirà lì. Creek conferma invece al ragazzo che avrà la peggio e lo colpisce con il suo scudo, ma Rufy gli sferra un calcio al volto che lo fa cadere all'indietro.

A quel punto decide di utilizzare la sua arma migliore, la Grande lancia. Dopo che il ragazzo è riuscito ad evitare vari colpi, Creek ne mette a segno due, ma si accorge che l'avversario ha rotto la lama della sua arma.

Creek dice a Rufy di essere uno sbruffone, oltre ad essere ferito, e che sono sufficienti altri due colpi per ucciderlo. Prova quindi a colpirlo con la lancia, ma l'avversario la evita e gli lancia contro un pezzo di legno di una delle vele della sua nave, che Creek brucia con il suo lanciafiamme. Rufy quindi lo colpisce con una raffica di pugni, che però non gli provocano il minimo effetto, così come un successivo attacco.

Rufy distrugge l'armatura di Creek.

Creek lancia contro il nemico delle bombe per farlo avanzare, in modo da colpirlo, ma poi subisce anch'esso un attacco, facendo i complimenti a Rufy per essere riuscito a scheggiare la sua armatura. Tuttavia il ragazzo sferra un altro colpo, con cui la manda in frantumi. Creek cattura quindi Rufy in una rete di ferro e cerca di trascinarlo in mare, chiedendo al suo equipaggio di aiutarlo ad ucciderlo quando il nemico riesce a liberare gambe e braccia, ma essi vengono messi fuori combattimento da Sanji. Rufy afferra così la testa di Creek con i piedi e lo scaraventa sulla piattaforma del Baratie.

Creek si rialza ed afferma di avere vinto tutte le battaglie e che nessuno può competere con lui, ma Gin lo colpisce allo stomaco, che perde definitivamente i sensi. Dopodiché il pirata viene trasportato su una barca donata ai pirati da Sanji dove vi salgono tutti i suoi compagni per lasciare per sempre il ristorante.

Prototipi per One Piece[modifica | modifica sorgente]

Artwork di Creek in One Piece Green.

In One Piece Green c'è un progetto iniziale di come sarebbe potuto essere Creek: un cyborg chiamato "Creek-9000".

Differenze tra manga e anime[modifica | modifica sorgente]

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Nel manga i suoi capelli sono blu intenso mentre nell'anime sono lilla.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Il suo nome originale è Krieg, che in tedesco significa "guerra".
  • Il suo cibo preferito è il pesce alla griglia.[3]

Note

Navigazione[modifica | modifica sorgente]

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.