One Piece Wiki Italia
Advertisement
One Piece Wiki Italia

Crocodile è un pirata. In passato è stato un membro della Flotta dei sette e il presidente della Baroque Works.

Aspetto[]

Crocodile è un uomo molto alto dalla pelle olivastra ed ha dei capelli neri con delle sfumature violacee pettinati all'indietro. Sul volto presenta un'enorme cicatrice orizzontale ed è privo della mano sinistra, che ha sostituito con un enorme uncino d'oro. Spesso fuma un sigaro e questo, unito al suo modo di fare, al suo vestire elegante e ai numerosi anelli con pietre preziose che porta alle dita, lo fanno assomigliare ad un boss mafioso. Ha anche un orecchino sull'orecchio destro.

Durante la sua permanenza nel regno di Alabasta, indossava una camicia arancione e un gilet arancione con righe verticali ed orizzontali nere, dei pantaloni neri, una sciarpa viola, scarpe nere lucide con le fibbie d'oro e portava una pelliccia di colore grigio scuro appoggiata sulle spalle. Ad Impel Down indossava invece la classica uniforme a righe bianche e nere da carcerato. Dopo essere evaso indossa una pelliccia nera, una camicia dello stesso colore e un gilet, dei pantaloni grigi e una sciarpa verde.

Da bambino aveva la stessa pettinatura che ha da adulto. Indossava abiti semplici e portava una pistola appesa alla cintura.

Galleria[]

Carattere[]

Crocodile sogna di diventare il re dei pirati.

Crocodile ha molta fiducia in se stesso e nelle sue capacità, tuttavia è anche prudente infatti ha tenuto con sé la vera chiave che apriva la gabbia di Rainbase gettando in pasto ai coccobanana una finta, in quanto temeva che i nemici potessero recuperarla, cosa poi effettivamente verificatasi. Ha inoltre dotato la bomba che doveva distruggere Alubarna con un dispositivo a tempo, in modo da essere sicuro che sarebbe esplosa anche qualora qualcuno avesse spento la miccia del cannone che avrebbe dovuto spararla.

Si diverte a giocare con gli avversari più deboli ad assume spesso un'aria di sufficienza durante le battaglie. La sua eccessiva sicurezza lo porta però a sopravvalutarsi ed a sottovalutare i propri avversari, come accaduto nel suo scontro con Rufy. Non sopporta inoltre essere insultato o deriso, tanto da infuriarsi con tutti coloro che lo hanno fatto. Al contrario è però solito insultare lui stesso gli avversari nel corso della battaglia considerandoli, a prescindere da chi abbia di fronte, delle nullità.[6]

In passato, Crocodile era pieno di ambizioni, che però con il passare del tempo decise di lasciare perdere. Critica infatti Bibi per il suo idealismo, affermando che gli ideali appartengono solamente a chi possiede le capacità per metterli in pratica,[7] e quando vede la fiducia che i Pirati di Cappello di paglia nutrono verso il loro capitano, afferma che tale sentimento è la cosa più inutile al mondo.[8] Durante il suo scontro con Rufy, afferma inoltre più volte che le parole sognatrici del suo avversario siano dettate solamente dall'inesperienza e dall'ingenuità, in quanto a sua detta, quando si renderà realmente conto di che livello siano i pirati lungo la Rotta Maggiore, anche lui lascerà perdere i suoi inutili sogni.[9] Un'altra dimostrazione del fatto che in passato fosse pieno di ambizioni, è che il suo sogno risulta proprio essere quello di diventare il re dei pirati.[10]

Dopo i fatti avvenuti a Sandy, ha perso interesse per qualsiasi cosa, ad eccezione del desiderio di uccidere Barbabianca, motivo che lo porta ad evadere quando ne ha avuto occasione.[11]

Durante la guerra per la supremazia, rimane sprezzante del pericolo e mantiene sempre il solito atteggiamento spavaldo anche di fronte ad avversari del calibro di Barbabianca, Drakul Mihawk e Sakazuki. Aiuta inoltre più volte i pirati coinvolti in battaglia sostenendo che la vittoria dei marine l'avrebbe irritato più di ogni altra cosa.

Relazioni[]

Baroque Works[]

Il rapporto che aveva con i suoi subordinati è praticamente inesistente, tanto che la sua identità è rimasta avvolta nel mistero per tutti loro, fatta eccezione per Nico Robin. Anche quello con quest'ultima era un semplice mezzo per realizzare le sue ambizioni.[12]

Non si fa inoltre alcun problema ad aggredire i suoi subordinati in caso di tradimento o fallimento, come avvenuto con Mr. Three[13] o con Nico Robin.[12]

Nonostante l'atteggiamento di Crocodile, i subordinati gli dimostrano fedeltà anche dopo la disfatta dell'organizzazione, come dimostrato da Miss Golden Week, la quale tentò di liberarlo dalla prigione in cui era rinchiuso assieme ad altri componenti della Baroque Works, o da Mr. One, il quale preferì rimanere in cella con lui piuttosto che fuggire. Proprio quest'ultimo sembra essere inoltre l'unica persona a godere del suo rispetto, come dimostra il fatto che lo abbia liberato da Impel Down e successivamente invitato ad unirsi a lui.[14]

Sandy[]

Inizialmente Crocodile veniva visto dalla popolazione del regno come un eroe per avere sconfitto vari pirati che avevano intenzione di razziare l'isola, inconsapevoli che in realtà stesse pianificando di usurparne il trono. Per arrivare a questo non si fa problemi a causare innumerevoli sofferenze agli abitanti della nazione, tanto da guadagnarsi l'odio della principessa Bibi.

Edward Newgate[]

Crocodile tenta di uccidere Barbabianca.

Prova molto rancore verso Edward Newgate per avergli inflitto un'umiliante sconfitta in passato, tanto da decidere di evadere da Impel Down con il solo obiettivo di vendicarsi. Quando Squardo ha trafitto Barbabianca, Crocodile ha espresso tutto il suo disgusto nel vedere quanto l'imperatore fosse diventato debole con il passare del tempo.[15]

Monkey D. Rufy[]

Crocodile considerava Rufy uno dei tanti novellini che non conosceva nulla dei mari e per quello lo ha schernito e sottovalutato. Vista la sua tenacia però, lo ha poi definito il più fastidioso dei suoi nemici. Dopo essere stato sconfitto da lui, sembra però non portargli rancore avendo accettato di aiutarlo pur di evadere da Impel Down. Durante la guerra per la supremazia inoltre, lo salva sia da Mihawk che da Sakazuki.

Emporio Ivankov[]

Ivankov e Crocodile si sono conosciuti tempo fa e il rivoluzionario è a conoscenza della debolezza del'ex membro della Flotta dei sette, collegata a qualcosa che gli diede.[3] Per questo motivo Crocodile non sopporta il rivoluzionario.

Forza e abilità[]

Il suo manifesto da ricercato.

È estremamente intelligente e astuto, dal momento che è stato in grado di manipolare l'intero regno di Alabasta, mostrandosi come un eroe nazionale mentre pianificava di rovesciare il re e di tenere il Governo Mondiale all'oscuro di tutto.[16] Un'ulteriore prova della sua intelligenza sta nel fatto che, nonostante fosse molto potente e avesse temibili cacciatori di taglie al suo servizio, decise di usare le forze interne del regno di Alabasta per scatenare la rivolta, piuttosto che tentare direttamente un colpo di Stato. Quando ha incontrato Bibi e i Pirati di Cappello di paglia, ha notato che tutti avevano una fasciatura al braccio, intuendo fosse un simbolo distintivo per difendersi dai poteri di Mr. Two Von Clay.

Il Governo Mondiale era consapevole della sua grande forza, tanto da avergli concesso il titolo di membro della Flotta dei sette. La sua taglia sospesa di 81.000.000 Simbolo Berry.png non rappresentava infatti le sue vere potenzialità, tanto che una volta incarcerato è stato collocato al sesto livello di Impel Down, dove vengono rinchiusi solo i più forti e pericolosi criminali al mondo, che superano tranquillamente i 300.000.000 Simbolo Berry.png.[17] Infatti se il Governo Mondiale fosse stato a conoscenza del fatto che Crocodile era il presidente della Baroque Works, la sua taglia sarebbe stata almeno di 162.000.000 Simbolo Berry.png.[18]

La sua sconfitta per mano di Rufy è avvenuta solo dopo un durissimo combattimento e dopo che l'ex membro della Flotta dei sette aveva quasi ucciso il ragazzo ben due volte in precedenza. Inoltre, Crocodile è riuscito ad avvelenarlo durante il loro terzo scontro.[19]

Ha anche partecipato attivamente alla massiccia fuga di oltre duecento prigionieri da Impel Down ed è riuscito a fronteggiare senza riportare gravi ferite Drakul Mihawk e Do Flamingo, entrambi membri della Flotta dei sette. Quest'ultimo ha manifestato un grande interesse verso di lui, tanto da proporgli un'alleanza. Ha inoltre provato ad attaccare individui del calibro di Barbabianca e Sakazuki, rispettivamente un imperatore e un ammiraglio della Marina, senza provare la minima esitazione.

È anche a conoscenza di informazioni riguardo i frutti del diavolo che sono all'oscuro dei più, tanto da sapere che i guardiani demoniaci sono stati in grado di risvegliare i propri frutti Zoo Zoo.[20]

Capacità fisiche[]

Crocodile possiede una grande forza fisica, una buona resistenza e una grande sopportazione del dolore. Questo è stato dimostrato sia durante lo scontro con Rufy, dove è riuscito a resistere ai ripetuti attacchi del pirata, così come dopo aver ricevuto un violento colpo da Jaws, dove è riuscito velocemente a rialzarsi riportando solo ferite superficiali, nonostante quest'ultimo fosse trasformato in diamante.[21]

Ha contrastato senza difficoltà un colpo di spada di Drakul Mihawk e un calcio di Do Flamingo, entrambi membri della Flotta dei sette.

È uno dei pochi prigionieri conosciuti ad avere superato il battesimo di Impel Down nell'acqua bollente senza battere ciglio. Sembra anche insofferente alle temperature estreme, come quelle altissime del quarto livello e bassissime del quinto.

Frutto del diavolo[]

Lente.png Per maggiori informazioni, vedere Sand Sand

L'intangibilità donata dal frutto Sand Sand.

Crocodile ha mangiato il frutto del diavolo Sand Sand di tipo Rogia che gli consente di diventare, creare e manipolare sabbia.

Ha perfezionato i suoi poteri al punto da evitare un attacco di un avversario del calibro di Do Flamingo nonostante fosse di spalle.[22] Crocodile li utilizza in combattimento per creare lame e tempeste di sabbia. Oltre a ciò, tramutandosi in sabbia, può evitare facilmente gli attacchi avversari. In un'area desertica le potenzialità del frutto aumentano esponenzialmente tanto da renderlo, a sua detta, invincibile. In questo tipo di aree riesce inoltre a creare delle sabbie mobili, percependo la posizione delle falde d'acqua sotterranee.[23]

Il pirata è inoltre in grado di disidratare gli esseri viventi semplicemente toccandoli e allo stesso modo può disintegrare qualsiasi materiale come le rocce o il legno.[24] È anche in grado di utilizzare la sabbia che produce come un propellente per spostarsi velocemente e volare.

Armi[]

L'uncino velenoso di Crocodile.

Crocodile possiede un uncino metallico al posto della mano sinistra. Egli utilizza questa protesi anche in combattimento, per trafiggere gli avversari o sferrare colpi percussivi. Il suo frutto del diavolo gli consente inoltre di aumentare esponenzialmente la portata di quest'arma, allungando e manovrando il suo braccio a piacimento. L'uncino è talmente resistente da non mostrare intaccature anche dopo avere subito un colpo della spada di Mihawk, una delle spade più potenti al mondo.

In caso di necessità il rivestimento esterno può essere rimosso per esporre un altro uncino sottostante, più piccolo, cosparso di veleno di scorpione.[25] In questo modo, procurando anche solo piccole ferite al nemico, lo si può uccidere in poco tempo grazie alle tossine che entrano rapidamente in circolo.

Se quest'ultimo diventa inutilizzabile, può essere sostituito da una lama nascosta all'interno dello stesso.[25]

Storia[]

Passato[]

Crocodile assiste all'esecuzione di Gol D. Roger.

Crocodile nacque in un luogo della Rotta Maggiore.[3]

Ventidue anni prima dell'inizio della narrazione, Crocodile era presente a Rogue Town per assistere all'esecuzione di Gol D. Roger,[26] al termine della quale decise di diventare un pirata.[3]

Con duri allenamenti, affinò i poteri del suo frutto del diavolo.

In un periodo imprecisato, incontrò Ivankov, che gli diede qualcosa e venne così a conoscenza di un suo segreto.[3]

Crocodile divenne presto famoso per la violenza con cui spazzava via gli ostacoli che si trovava di fronte.[27] Poco dopo i vent'anni, entrò a fare parte della Flotta dei sette e, dopo essere entrato nel Nuovo Mondo, venne sconfitto duramente da Barbabianca.[27] Da allora tornò nel Paradiso e rinunciò al suo sogno, iniziando ad interessarsi all'arma ancestrale Pluton, che gli avrebbe conferito un'ineguagliabile potenza militare.[3][28]

Quattordici anni prima dell'inizio della narrazione, spostò le mire sul regno di Alabasta e decise di conquistarlo come primo passo per ottenere l'arma.[27] Successivamente fondò così la Baroque Works, un'organizzazione segreta composta da alcuni dei migliori cacciatori di taglie del Paradiso.

Quattro anni prima dell'inizio della narrazione, reclutò Nico Robin, la quale in cambio di protezione avrebbe rivelato l'ubicazione dell'arma dopo avere localizzato il Poignee Griffe.[12] Crocodile le promise inoltre che non l'avrebbe più chiamata con il suo vero nome.

Il suo piano per usurpare il trono consisteva nel manipolare la popolazione fino a farla insorgere contro il re. A tale scopo usò la Dance Powder per diffondere la siccità nel regno e fece in modo che la colpa ricadesse sul sovrano, iniziando anche a mandare tempeste di sabbia nelle varie città del regno. Inoltre cercò di essere visto come un eroe dalla popolazione, sconfiggendo numerose ciurme pirata che tentavano di razziare il regno di Alabasta, tanto che spesso i giornali parlavano di lui.[27]

Un giorno, Miss All Sunday gli riferì che che due spie all'interno dell'organizzazione avevano scoperto la sua vera identità, così ordinò a Mr. Five e Miss Valentine di indagare su di loro. La coppia scoprì quindi che Miss Wednesday e Mr. Eight erano in realtà la principessa di Alabasta e il capitano delle guardie del regno. Mr. Zero ordinò così ai due Officer Agents di ucciderli.

Saga di Little Garden[]

Saputo dagli Unluckies della sconfitta di Mr. Five e Miss Valentine, domanda loro chi sia stato. Vedendo il manifesto di Rufy e non sapendo chi sia, chiede loro se siano sicuri che sia stato lui.[25] I due gli rivelano che alcuni pirati hanno preso le difese della principessa e sono al corrente della sua identità segreta, così lui ordina a Mr. Three e Miss Golden Week di occuparsi della faccenda a Little Garden, prossima meta della ciurma, fornendo i loro identikit.

Successivamente ordina agli Unluckies di consegnare ai due Officer Agents un Eternal Pose per il regno di Alabasta.

In seguito contatta Mr. Three a cui dice che sono passati molti giorni da quando ha trasmesso gli ordini e gli chiede aggiornamenti in merito. Non avendo una risposta, lo sollecita chiedendogli se è riuscito ad eliminare la principessa Bibi e gli altri cospiratori, cosa che gli viene confermata. Crocodile si congratula e gli dice che presto gli Unluckies saranno da lui per verificare l'esito della missione e gli consegneranno un Eternal Pose per il regno di Alabasta. Aggiunge inoltre che Miss Golden Week andrà con lui e che d'ora in poi ha inizio la parte più delicata del loro piano, concludendo che riceverà i suoi prossimi ordini una volta raggiunta la destinazione. Sentendo della confusione, chiede spiegazioni, ottenendo poco dopo come risposta che uno dei cospiratori era ancora vivo per miracolo, ma che ora è stato sistemato. Crocodile, irritato, rinsecchisce un fiore e dice al suo interlocutore che prima gli ha mentito, il quale cerca di tranquillizzarlo. Lui gli dice così di sbrigarsi a raggiungere il regno di Alabasta, sottolineando che le pile per il collegamento sono quasi scariche e non vuole correre il rischio di essere intercettato dalla Marina. Gli ordina poi di attenersi scrupolosamente al piano, augurandogli buona fortuna.

Chiusa la comunicazione, ordina a Miss All Sunday di fare in modo che Mr. Two raggiunga Little Garden per sistemare Mr. Three, colpevole di avergli mentito. Lei sottolinea la sua cattiveria e lui replica che se non le sta bene affiderà l'incarico a qualcun altro, ma la donna afferma che se ne occuperà.

Saga di Drum[]

Miss All Sunday gli riferisce della presenza di alcuni pirati, così si chiede se ignorino la sua presenza nel Paese. La ragazza gli sottolinea come sappia meglio di lei che un regno in rivolta sia un bel richiamo per una masnada di pirati. Gli chiede quindi se si debbano muovere anche loro e lui conferma, affermando che vada eseguito minuziosamente anche il cosiddetto lavoro apparente e che la Flotta dei sette sia composta da pirati che uccidono altri pirati, cosa che li rende degli eroi agli occhi della gente.

Saga di Alabasta[]

Raggiunge quindi Nanohana, dove sente gli abitanti, che stanno soffrendo le angherie dei pirati da poco sbarcati, acclamarlo. Afferma che è giunto fin lì per prendere la testa dei pirati che stanno saccheggiando la città, sentendo la gente andare in delirio per lui. Crocodile replica loro che possono chiamarlo come vogliono, per poi dire ai pirati che non permetterà loro di scorrazzare nel Paese. Il capitano nemico ride affermando che lui è da solo mentre loro sono in tanti. Lo accusa poi di essere un vigliacco che ha venduto l'anima al Governo Mondiale, dicendogli di avere un bel coraggio ad atteggiarsi ad eroe del popolo. A quel punto Crocodile salta verso di loro dall'edificio su cui si trova, affermando che chi non vuole morire dovrà buttarsi a terra. I nemici lo trafiggono con le loro armi e il loro capitano ride domandandogli in modo sarcastico se faccia parte della Flotta dei sette. Crocodile non ne ha però risentito e genera un tornado di sabbia con cui sconfigge i nemici, lasciandoli completamente disidratati a terra ed affermando che non potranno mai essere alla sua altezza. Dopo avere preso parte della refurtiva, si allontana a piedi venendo acclamato nuovamente dagli abitanti.

Nel Rain Dinners, dice a Nico Robin che l'esecuzione del piano inizierà tra due giorni alle sette del mattino, chiedendole come procedono i preparativi. La ragazza risponde che non ci sono ritardi e che centocinquanta Billions si trovano in quel momento a Nanohana. Rivela inoltre che ha richiamato anche Mr. Two e pare che Mr. Three non si sia fatto trovare. Infine aggiunge che la riunione degli Officer Agents è fissata per quella sera alle otto allo Spiders Cafè, e dato che sono le cinque passate, qualcuno avrà già raggiunto il locale.

Alla sera, chiede a Nico Robin cosa fare con i Billions a Nanohana. Quest'ultima gli rivela così di avere mandato le gorgiere corriere poiché se avessero aspettato gli Unluckies non avrebbero più fatto in tempo. Crocodile approva la decisione affermando che dovrebbe funzionare.

In seguito, grazie a dei dispacci dei Billions infiltrati tra le fila dei rivoltosi, scopre che Kosa, il loro leader, è un amico di infanzia di Bibi.

Il giorno seguente, dopo l'arrivo degli Officer Agents al Rain Dinners, appare all'improvviso sulla sedia a capotavola, affermando che l'operazione che sta per iniziare si chiamerà Utopia e sarà l'ultima della Baroque Works. Voltatosi, tutti lo riconoscono, cosa che li lascia sbalorditi e per questo iniziano a commentare. Il pirata domanda loro se abbiano qualcosa in contrario, così tutti gli Officer Agents si zittiscono. Tuttavia, subito dopo, Miss Double Finger afferma che non ha nulla in contrario, ma chiede di spiegare loro come mai un pirata al servizio del Governo Mondiale abbia deciso di fondare quell'organizzazione. Crocodile così afferma di non mirare né al denaro, né al prestigio, ma al potere militare. Prosegue dicendo che è meglio andare con ordine, quindi inizia a fumare dei sigari, spiegando loro il suo obiettivo e i particolari dell'operazione uno alla volta. A spiegazione ultimata, Mr. One afferma che dovranno in pratica sovraintendere alla realizzazione di tale progetto. Crocodile conferma, rivelando che tutte le missioni da loro svolte fino a quel momento erano finalizzate a preparare quell'operazione e che il loro incarico è contenuto nelle pergamene poste davanti a loro. Aggiunge inoltre che a breve il regno di Alabasta sparirà per sempre perché nel momento in cui loro porteranno a termine il loro compito, la sorte della nazione sarà definitivamente compromessa perché sia i rivoltosi che i cittadini non avranno più un luogo dove rifugiarsi e cadranno nelle loro mani. Dopo che tutti gli Officer Agents hanno bruciato gli ordini ricevuti, Crocodile afferma che non ammetterà errori e che cominceranno alle sette del giorno successivo, dicendo poi loro buona fortuna.

A quel punto Mr. Three esce allo scoperto, affermando di volere partecipare anche lui all'operazione Utopia. Mr. Two gli dice che abbia un bel coraggio a presentarsi, affermando che lui intende portare a termine il suo compito, ma Crocodile gli intima di tacere. Mr. Three rivela quindi che ha seguito gli altri Officer Agents da quando hanno lasciato lo Spiders Cafè, facendosi trainare da Bunch senza farsi notare. Mr. Three gli confessa poi che è un piacere incontrarlo e rivela che è giunto fin lì per chiedergli un'altra opportunità visto che non è riuscito a portare a termine il suo compito, ma sottolinea come avesse Mr. Two alle costole, pronto ad ucciderlo, per questo ha pensato di aggirare l'ostacolo recandosi allo Spiders Cafè. Crocodile gli chiede meglio cosa intende quando dice di avere fallito, così lui spiega che la principessa Bibi e il ragazzo con il Cappello di paglia gli sono sfuggiti. A quel punto lui si alza in piedi, irritato e sbalordito, ricordandogli di quando via lumacofono gli aveva assicurato che aveva sistemato la ragazza e tutti i suoi compagni di viaggio. Mr. Three allora gli dice che si sbaglia in quanto non ha mai fatto uso del lumacofono mentre era a Little Garden, così Crocodile capisce di essere stato ingannato. A quel punto si siede e si accende un altro sigaro, affermando che ormai è andata in quel modo e che ora si spiega il motivo per cui gli Unluckies non hanno fatto più ritorno. Chiede poi conferma a Mr. Three che almeno abbia sistemato uno o due di quei pirati, ma capito che non è così gli dà dell'idiota. Non capendo di cosa stiano parlando, Mr. Two gli chiede di spiegarlo anche a loro. Riferito a tutti del gruppo di pirati con cui sta viaggiando Bibi, mostra la foto di quest'ultima e l'identikit di tre ragazzi. Mr. Two rivela quindi stupefatto che lui li ha incontrati, assumendo l'aspetto di coloro a cui ha toccato il viso, chiedendo se siano nemici. Crocodile conferma, spiegando che la principessa conosce la sua vera identità e che se li lasciassero fare, potrebbero essere loro di intralcio. Apprende poi da Mr. Three che oltre ai cinque di cui Mr. Two ha mostrato l'aspetto e Bibi, con loro ci sono anche un'altra persona e un animale. Crocodile afferma quindi che quel gruppo ha sicuramente già raggiunto il regno, ordinando a Mr. Two di fissarsi bene in mente quei volti.

Crocodile disidrata Galdino.

Mr. Three gli chiede di lasciare che se ne occupi lui, ma Crocodile lo afferra alla gola dicendogli di tacere e dandogli nuovamente dell'idiota. Inizia quindi a disidratarlo dicendogli che non ha ancora capito perché aveva affidato quella zona a lui, sottolineando come il suo livello di combattimento sia inferiore a quello di Mr. Four. Afferma quindi che è ossessionato dall'idea che per vincere serva ricorrere a sciocchi trucchi e mezzi meschini, cosa che lo ha deluso.

Una volta lasciato, lo sente affermare di avere sete e di avere bisogno di acqua, così apre una botola sotto di lui, facendolo precipitare nella stanza al piano inferiore. Richiama poi l'attenzione di un coccobanana in modo che divori l'Officer Agent.

Crocodile afferma poi che quei ragazzi sono ostici e pare sia più difficile del previsto farli sparire dalla circolazione. Dopo che Mr. Two ha assunto l'aspetto di coloro a cui ha toccato il viso in modo che venissero scattate delle fotografie, lui dice di fissarsi quei volti nelle loro menti, affermando che sono giunti fin lì per sedare la rivolta e che non è più possibile procedere senza tenerne conto. Mr. Two gli chiede dunque se sia convinto che possano bloccare i rivoltosi; lui rivela così del legame d'amicizia tra Kosa e Bibi, dicendosi sicuro che quest'ultima riuscirebbe ad instillare il seme del dubbio. Per questo devono impedire che quei due si incontrino. Rivela poi che parecchi Billions si sono infiltrati tra le fila dei rivoltosi ed aspettano il momento più propizio per entrare in azione. Ordina inoltre a Miss All Sunday, usando anche i lumacofoni se lo ritiene necessario, di contattare i Billions di Nanohana ed informarli che l'eliminazione del gruppo di Bibi ha la precedenza assoluta su tutto. Sbatte quindi il pugno sul tavolo affermando che essi non devono giungere vivi a Katorea, ribadendo che la principessa e Kosa non devono incontrarsi. Dice poi a tutti di andare perché presto l'operazione avrà inizio e vedendo il mantello di Mr. Three fluttuare nell'acqua, afferma di sperare che quello sia il loro ultimo fallimento. Sorridendo, raccomanda infine agli Officer Agents di divertirsi.

All'alba, Robin gli rivela che alcuni Millions l'hanno informata che Bibi e i pirati sono in città. Lui le chiede così di occuparsene.

Crocodile imprigiona Smoker e alcuni membri dei Pirati di Cappello di paglia.

Dopo che i pirati e Smoker sono finiti nella sua trappola e rinchiusi in una cella di agalmatolite, vede il marine e uno dei pirati preparare ad affrontarsi, così lui dà ragione ad altri due che affermano non serva a nulla. Si rivolge poi a Smoker, affermando che sia il tipo brutale di cui tutti parlano e che loro due dovrebbero essere alleati. Aggiunge poi che comunicherà al Governo Mondiale la morte del marine per mano di Cappello di paglia, dato che è convinto si sia spinto fin lì per sua volontà e non per un ordine dall'alto, cosa che comporterà l'invio di altri marine. A quel punto Rufy lo sfida, così Crocodile sottolinea che abbia fatto molta strada per arrivare lì, rivelando che non pensava di incontrarlo, ma che dovrà solo avere pazienza perché anche lui sarebbe sparito. Conclude poi che la sua partner si sta occupando di Bibi.

Sentendo Nami criticare il comportamento dei compagni, afferma che sia una ragazzina autoritaria, la quale gli risponde di trascorrere i suoi ultimi attimi di tranquillità perché quando i suoi amici saranno liberi, lo sistemeranno. Crocodile si complimenta così con Rufy per la fiducia che la sua ciurma ha in lui, affermando sia la cosa più inutile al mondo. A quel punto Miss All Sunday la raggiunge con Bibi, così lui le dà il benvenuto, affermando che nota con piacere sia giunta fin lì viva, nonostante avesse ordinato di ucciderla. La principessa gli risponde che può arrivare ovunque dato che è il desiderio di vederlo morto che la spinge, ma lui replica che si sbaglia perché a morire sarà quel regno. Bibi si infuria e gli corre incontro maledicendolo ed affermando che è colpa sua se non ci sia più la pace nel Paese, ricorrendo alle sue armi per decapitarlo. Non avendo subito danni grazie al suo frutto del diavolo, chiede alla principessa se si sia sfogata, ricomponendosi e bloccandola alle spalle, per poi affermare che chi abita in quel regno dovrebbe conoscere i suoi poteri. Le domanda dunque se debba farla diventare una mummia. Dopo avere lasciato su una sedia la principessa, le dice di non guardarlo in quel modo e che deve lasciarla. Crocodile chiede conferma a Miss All Sunday che la festa sta per cominciare. Quest'ultima replica quindi che non sbaglia.

In seguito lo avvisa che l'insurrezione è dilagata in tutto il regno e che il leader dei rivoltosi è stato ferito, cosa che lo fa ridere. Chiede quindi alla principessa cosa ne pensi del fatto che il suo piano abbia avuto inizio, e che anche lei, per un certo periodo, ha fatto la sua parte per metterlo in pratica. Bibi gli chiede di smetterla, domandandogli come possa essere così crudele. Lui afferma che il fatto di proteggere quel Paese è lacrimevole e li porterà alla rovina. Aggiunge inoltre che pensandoci bene, non è stato facile realizzare quell'operazione, avendo dovuto radunare gli uomini giusti, spendere molti soldi per l'argento necessario per la fabbricazione della Dance Powder, istigare la gente delle città in rovina e istruire i suoi uomini a comportarsi come i soldati del re, in modo che la frustrazione si è diffusa ed è venuta meno la fiducia nel sovrano. Chiede poi a Bibi se voglia sapere perché si sia adoperato tanto per conquistare quel regno, ma lei replica di non potere mai capire cosa passi nella sua mente criminale, così lui le dice che è maleducata. La vede poi gettarsi con la sedia a terra, strisciando ed affermando che lo fermerà, essendo ancora in tempo per farlo qualora arrivasse ad Alubarna prima dei rivoltosi. Crocodile rivela dunque che anche lui e la sua partner hanno intenzione di raggiungere la capitale in quanto deve chiedere qualcosa a Cobra. Bibi gli domanda cosa voglia da suo padre, ma lui replica chiedendole se per lei sia più importante quest'ultimo o il suo popolo. Estrae quindi una chiave, facendo intendere sia quella della cella, che getta nella botola, dicendo alla principessa che se vuole può tuffarcisi. Crocodile ammette che lo scontro potrebbe essere ancora evitato visto che mancano ancora otto ore prima che le due fazioni inizino a massacrarsi e che per raggiungere Alubarna, lui e la sua partner ci impiegheranno più tempo del previsto. Suggerisce quindi alla principessa di partire al più presto per evitare che molti muoiano, ma dovrebbe anche liberare i suoi amici nella gabbia, la cui chiave giace nella tana dei coccobanana, dove subito dopo un esemplare la ingoia.

Crocodile afferma in modo sarcastico che gli dispiaccia sia finita così, rivelando che quegli animali mangiano tutto ciò da lui gettato nella loro tana e che non sarà facile distinguere l'esemplare che ha ingoiato la chiave. A quel punto si congeda assieme alla sua partner, affermando che entro un'ora l'intera stanza sarà sommersa dall'acqua e che non gli importa visto che non ha più bisogno di quel luogo come base segreta. Dice quindi a Bibi che deve scegliere tra i suoi cittadini e i pirati, prendendosi poi gioco dei rivoltosi e di Toto. Rimane sorpreso quando capisce che anche Rufy lo conosce, affermando come sia ridicolo che l'anziano scavi buche tutti i giorni in un'oasi che non esiste più e rivelando che le tempeste che metodicamente hanno colpito le città del regno sono opera sua. Si allontana poi con la sua partner, ridendo. A quel punto sente Rufy urlare a Bibi di fare qualcosa per farli uscire così lui ride perché il ragazzo la sta supplicando, ma che può capirlo visto che a nessuno piace morire. Quando il ragazzo afferma che se non verranno liberati, nessuno potrà dare una lezione al nemico, Crocodile gli dice di abbassare la cresta e Rufy gli risponde.

Lui chiama quindi un coccobanana e dice alla principessa che se ha deciso di abbandonare quella marmaglia, è giunto il momento di farlo. Intuendo che la ragazza intenda salvare i suoi amici, le dice che se uccide tutti gli animali, forse potrà trovare quello che ha ingoiato la chiave.

Mentre lascia la stanza, la sua partner dice che qualcuno li sta chiamando ed estrae il lumacofonino. Lei crede sia uno dei Millions mentre Crocodile sollecita l'interlocutore a dire il motivo per cui li ha chiamati. Poco dopo capisce che si tratta di uno dei Pirati di Cappello di paglia e si domanda come sia possibile. Gli chiede dunque chi sia, il quale si presenta come Mr. Prince. Crocodile prosegue chiedendogli dove si trova, ma l'interlocutore si rifiuta di dirglielo poiché altrimenti lo raggiungerebbe ed afferma di non essere così fesso come lui nel rivelare i suoi progetti. A quel punto i prigionieri invocano il suo aiuto così Mr. Prince afferma che lo raggiungerà, ma a quel punto Crocodile sente del trambusto e un suo subordinato gli riferisce di avere catturato il nemico. Lui gli chiede dove si trova, scoprendo così che è davanti al Rain Dinners. Lui quindi scoppia a ridere e dice alla sua partner che andranno a riceverlo come merita. Miss All Sunday gli chiede se ne sia sicuro visto che i Millions non sanno ancora chi sia il loro presidente, ma lui replica che non ha intenzione di dirglielo e che, in quanto proprietario del casinò, è normale che vada di persona quanto accadono delle grane.

Sentendo Bibi dire ai suoi amici che andrà fuori a cercare aiuto, Crocodile torna indietro e la afferra con il suo uncino al collo, facendola cadere da ciò che è rimasto delle scale divorate dal coccobanana, consigliandole di non prenderlo così alla leggera. Raggiunge dunque la cima delle scale con la sua partner e dice ai nemici che se ci tengono tanto alla loro amicizia, allora andranno insieme all'inferno visto che tra poco l'acqua riempirà l'intera stanza e che lui si occuperà di Mr. Prince, o magari del suo cadavere. Esce infine dalla stanza con Miss All Sunday.

Poco dopo Ultraking gli chiede se abbia saputo di quanto accaduto a Nanohana, informandolo che nel regno non si parli d'altro e pare che i rivoltosi si scontreranno con l'armata reale. Crocodile replica che finché un re si fa opprimere da dei pirati senza reagire, quello è il minimo che possa accadere, affermando di avere messo in conto che sarebbe potuta andare così. Sente poi le persone all'interno del casinò elogiarlo e la sua partner sottolinea la sua popolarità.

Lui e Miss All Sunday trovano i Millions sconfitti.

Davanti al casinò, vede numerosi Millions sconfitti e si chiede cosa sia successo. La sua partner sottolinea che se aggiungono questi ultimi a quelli su cui ha avuto la meglio Pell, non gliene restano molti. Uno di loro rivela che è stata opera di Mr. Prince, così lui pensa che gli avevano riferito che fosse stato catturato. Domanda dunque dove sia andato, scoprendo che è andato verso sud. Guardando in quella direzione, nota qualcuno, ma a quel punto la sua partner gli propone di lasciarlo andare, ma lui le dice di finirla perché vuole eliminarli tutti, partendo all'inseguimento. Tuttavia lo perde di vista e si domanda dove si sia cacciato, affermando che lo avrebbe trovato ed ucciso.

Assieme a Miss All Sunday rientra nel casinò ed afferma che il ponte distrutto davanti all'edificio era solo uno stratagemma per guadagnare tempo. La partner dice che si sono fatti fregare come pivelli, ma probabilmente non servirà nulla ai nemici. Crocodile le rivela così che anche se dovessero ammazzare il coccobanana giusto e recuperare la chiave, non riuscirebbero ad aprire la gabbia in quanto ha lui quella giusta, dato che non voleva correre rischi. Entrati nella stanza, grida che dovranno vedersela direttamente con lui e che li avrebbe sistemati tutti. Tuttavia rimane incredulo e si irrita vedendo che tutti i coccobanana sono stati sconfitti, i prigionieri sono scappati e su Mr. Three, che galleggia sull'acqua, c’è un messaggio di saluto per lui da parte di Mr. Prince. Lascia quindi cadere a terra la chiave della gabbia.

Uscito dall'edificio con la sua partner, vede i pirati e Bibi allontanarsi su un removal crab, così usa il suo uncino per afferrare la principessa. Tuttavia anche Rufy vi si aggrappa, salvando la ragazza e dicendo ai suoi amici di proseguire senza di lui perché si sarebbe occupato del nemico.

Sente Robin dire a Rufy, caduto davanti a loro, che ha fatto in modo che la principessa scappasse. Crocodile non se ne preoccupa in quanto tutti gli agenti si stanno radunando ad Alubarna e le ordina di informarli. Dice poi a Cappello di paglia che gli sembra abbia esagerato, il quale sottolinea come Bibi non abbandonerebbe nessuno ed è convinta che nessuno debba morire per quella rivolta. Crocodile replica che la principessa non conosca cosa sia una battaglia sanguinaria e lo stesso valga anche per lui. Rufy risponde che potrebbe avere ragione, ma visto che Bibi non la smetterà mai di combatterlo finché sarà in circolazione, ci penserà lui a farlo fuori. Crocodile ride, sottolineando che sta correndo troppo e che è da stupidi aiutare una persona ormai perduta, oltre a morire in nome di un'amicizia, per poi dargli del fesso. Il ragazzo replica che il fesso è lui, cosa che lo fa irritare, mentre Robin ride, per questo le chiede se vuole fare la stessa fine del nemico. Lei gli risponde che può fare come gli pare, ricordandogli però, mente si allontana, che le aveva promesso che non l'avrebbe più chiamata con il suo vero nome. Quando lui le chiede dove stia andando, la donna gli risponde che andrà ad Alubarna. Dopo averla maledetta, lancia verso Rufy una clessidra di tre minuti, dicendogli che non può sprecare più tempo con uno come lui e chiedendogli se abbia qualcosa in contrario. L'avversario replica che gli sta bene e i due iniziano a combattere.

Crocodile evita un pugno e attacca il ragazzo con l'uncino, che Rufy schiva per poi colpirlo con un calcio, ma che non gli sortisce effetto. Prova a dire all'avversario che può attaccarlo in tutti i modi che vuole, ricevendo una raffica di pugni e altri attacchi che non lo preoccupano nemmeno. Crocodile sottolinea come sia tutto inutile perché uno come lui non può sconfiggerlo, ma l'avversario lo attacca di nuovo, senza successo, per poi affermare che sia monotono. La cosa lo fa infuriare.

Crocodile trafigge Rufy.

Gli domanda quindi se non si sia stufato di giocare, affermando che non sia nemmeno paragonabile ad uno come lui. Gli lancia quindi un fendente di sabbia, che l'avversario evita, così Crocodile ammette che abbia degli ottimi riflessi, senza i quali si sarebbe fatto molto male. Siccome Rufy rimane sbalordito vedendo una duna tagliata a metà, lui rivela di avere raffinato le potenzialità del suo frutto del diavolo con duri allenamenti e che ora è un'arma letale. Afferma che gli fanno pena coloro che si accontentano di avere dei poteri senza svilupparli in alcun modo. Crocodile dichiara dunque all'avversario che si pentirà di avergli messo i bastoni tra le ruote e crea delle sabbie mobili facendo trascinare la sabbia dalle falde d'acqua sotterranee che è in grado di percepire.[23] Sorride poi dicendo che nessuno può batterlo nel deserto. Cappello di paglia riesce a spingersi in alto e prova ad avvolgerlo in una rete fatta con le sue dita, ma Crocodile lo spinge via con la sua sabbia, ammettendo che sia ostinato. Il ragazzo lo colpisce con un calcio, che non ha effetto, così lui gli chiede se intenda andare avanti per molto, prima di disidratargli completamente un braccio con la sua sabbia. Crocodile rivela al nemico che potrebbe fare lo stesso su tutto il suo corpo, facendolo morire, sottolineando il fascino particolare del deserto. A quel punto vede Rufy bere dell'acqua che aveva con sé per reidratare il braccio, al quale dice che gli fa pena. L'avversario rivela che quell'acqua è il frutto delle fatiche di Toto, secondo cui Yuba non verrà sconfitta dalla sabbia del deserto, e poi lo attacca. Crocodile sottolinea la testardaggine del ragazzo, che gli ingloba metà corpo con la bocca. Liberatosi immediatamente, lui si infuria ed afferma che morirà assieme a Yuba. Rufy gli dà quindi del fanfarone visto che i tre minuti sono passati, ma a quel punto Crocodile crea un tornado di sabbia, ammettendo che gli piace il senso di aridità che essa gli dà. Rivela poi che esso si sposterà verso sud, ingrossandosi sempre di più e aumentando la sua forza distruttiva fino ad abbattersi su Yuba. Rufy gli corre incontro dicendogli che non può farlo perché Toto non c'entra nulla con il loro combattimento, vedendolo poi inseguire il tornado, che però lo spinge via. Crocodile quindi ride, dicendo di smetterla di agitarsi perché non serve a nulla visto che il tornando ha raggiunto dimensioni tali per cui nemmeno lui può farci nulla. Rufy gli va vicino urlandogli contro di fermalo, così lui lo trafigge con il suo uncino, sollevandolo da terra. Crocodile gli dice dunque che è uno sciocco che non si rende nemmeno conto con chi ha a che fare; lo definisce quindi un moscerino che parla a vanvera e uno dei tanti che si sente in diritto di venire a fare il gradasso nella Rotta Maggiore.

Afferma poi che tra poco sarebbe stata la fine di Yuba e ciò avrebbe incrementato la rabbia dei rivoltosi, dicendo a Rufy che non è diverso dal popolo di quel regno, infatti avrebbe vissuto più a lungo se si fosse comportato diversamente. Nota poi che nella piccola botte che il ragazzo ha al collo, distrutta dal suo uncino, sgorga dell'acqua ed afferma sia uno strazio provare gratitudine per essa. Rufy gli afferra quindi il braccio, così lui lo getta nelle sabbie mobili. Nota che quest'ultimo sta soffrendo, ma dichiara che tra poco tutto sarebbe finito. Infine si allontana, affermando di avere perso fin troppo tempo.

Crocodile affida a Mr. Seven e a Miss Father's Day l'incarico di fare la guardia al cannone che si trova in cima alla torre dell'orologio della capitale, il quale è programmato per sparare una bomba nel piazzale in cui l'esercito reale e i rivoltosi combatteranno. Informa poi Mr. Two Von Clay di avere notato che Bibi e i Pirati di Cappello di paglia hanno una fascia legata al braccio, intuendo fosse un simbolo distintivo.

Dopo essersi riunito a Nico Robin e preso Cobra all'ingresso est, raggiunge il palazzo di Alubarna dove con la sua partner sconfigge alcuni soldati. Qui trova Chaka e Bibi, alla quale dice che non gli piace il fatto che lei gli metta i bastoni tra le ruote e che vorrebbe trasformare il palazzo nella sua dimora. Aggiunge che dovrebbe essere bello vivere come un re e che quello sia un bel luogo, degno della sua grandezza. Sente quindi Cobra dire alla figlia che gli dispiace quanto sta accadendo perché lei era quasi riuscita nel suo intento, mentre lui non ha potuto fare nulla per sostenerla, e Chaka gridargli di liberare il re. Crocodile afferma quindi che è d'accordo con le parole di Cobra, in quanto senza i Pirati di Cappello di paglia, Bibi non sarebbe riuscita ad arrivare fin lì. Lei gli grida dunque dove sia Rufy e come abbia fatto ad arrivare lì, e quando lui afferma che sia morto, Bibi urla che non è vero in quanto il ragazzo non si farebbe sconfiggere da uno come lui. Crocodile le replica che è libera di pensarla come vuole, ma non è giunto lì per sentire i piagnistei di padre e figlia, affermando che quando il regno sparirà, anche la famiglia reale subirà la stessa sorte. Subito dopo dice al re che ha una domanda da fargli prima di prendere il suo posto sul trono: gli chiede dunque dov'è Pluton. Il re rimane sbalordito al punto da domandargli come faccia a conoscere quel nome.

Crocodile dice così di avere sentito che quell'arma ancestrale può fare sparire un'intera isola con un colpo solo e sa che si trova nascosta da qualche parte nel Paese. Rivela quindi che Pluton è da sempre stato il suo obiettivo e qualora se ne impadronisse, farebbe di quella nazione la più grande potenza militare del mondo. Aggiunge che una volta diventato re, fare entrare i pirati nella sua cerchia sarà un gioco da ragazzi, facendo in modo che quel regno abbia la forza necessaria per spuntarla contro il Governo Mondiale. Cobra gli replica che quest'ultimo non gli permetterà di fare i suoi comodi e che non sa come sia venuto a conoscenza di Pluton, ma nemmeno lui sa qualcosa, non sapendo neanche se esista davvero. Crocodile gli risponde che immaginava una risposta del genere in quanto sa che ci sono dubbi in tal senso, così gli rivela che tra mezz'ora il suo esercito presente nella piazza antistante al palazzo sarà colpito da un'esplosione avente un raggio di cinque kilometri quadrati, per questo Cobra e Bibi si infuriano. Lui dice quindi a quest'ultima che dovrebbe ringraziarlo visto che così eliminerà tutti i rivoltosi, che secondo i suoi calcoli raggiungeranno la piazza in venti minuti, dove si scontreranno con l'esercito reale. Aggiunge quindi che volevano distruggere il palazzo, ma di lasciare che se ne occupino loro. La principessa gli urla che sono innocenti e che non gli hanno fatto nulla, così le dà della noiosa. Crocodile chiede quindi al re dove si trovi il Poignee Griffe, il quale accetta di indicarglielo, dunque lui afferma che sapeva che non lo avrebbe deluso e che è un uomo ragionevole.

La squadra Tsumegeri lo attacca.

A quel punto alcuni individui aprono le porte del palazzo e lui si domanda chi siano, scoprendo che si tratta della squadra Tsumegeri. Sente Cobra gridare loro di lasciare perdere e di non mettersi contro di lui. Crocodile afferma di avere già sentito parlare di loro, dicendo che vuole essere magnanimo e suggerendo loro di andarsene. I quattro rispondono che non possono più ritirarsi, con Alow che lo accusa di essere colui che ha causato la rivolta, per poi attaccarlo. Nico Robin gli chiede se ci debba pensare lei, ma lui dice di lasciare stare in quanto sono degli insetti. Sentendo da Chaka che i quattro hanno bevuto l'acqua potente, afferma che aveva immaginato avrebbero fatto una cosa del genere, ridendo poiché è assurdo che abbiano gettato la propria vita solo per attaccarlo. Trasformatosi in sabbia, sale sul tetto del palazzo, dal quale dice ai quattro che sono stati poco furbi e che dovevano avere più cura delle loro vite, sottolineando che ormai sia troppo tardi. Aggiunge inoltre che se hanno deciso di morire, non vede il motivo per cui debba sporcarsi le mani. Li vede poi cadere a terra, privi di vita, a causa dell'effetto collaterale dell'acqua potente e, ridendo, afferma che è la fine che meritano dei perfetti idioti.

Vede quindi Chaka ricorrere ad una forma ibrida per attaccarlo. Quest'ultimo gli rivela quale frutto del diavolo possiede e lo colpisce, ma Crocodile non ne risente e gli dà dell'idiota, sottolineando che in quel Paese debba essere un'usanza morire per qualcun altro. Subito dopo ha la meglio sull'avversario, che lascia sanguinante a terra dopo averlo ferito con il suo uncino e a cui dà ancora dell'idiota dicendo che la sua unica colpa è di essere troppo debole.

A quel punto Kosa li raggiunge, chiedendo spiegazioni su ciò che sta accadendo, affermando che il suo intento era quello di persuadere il re. Crocodile ride dicendo che i leader delle diverse fazioni si sono ritrovati nel bel mezzo della battaglia, ma verranno eliminati, così i due schieramenti si scontreranno con maggiore foga. Sente quindi quanto Nico Robin dice a Kosa, il quale chiede a Bibi chi abbia sottratto la pioggia a quel Paese. Crocodile rivela dunque di essere il responsabile di tutto ciò di cui hanno incolpato il re, essendo una trappola della sua organizzazione, che li ha manovrati per due anni, ammettendo che più di una volta la famiglia reale e i loro sudditi hanno cercato di mettergli i bastoni tra le ruote. Poi ride, capendo che per Kosa forse era meglio morire prima restando all'oscuro di tale piano, così sarebbe stato più felice. Crocodile sente quindi Cobra dire al ragazzo di non ascoltarlo e che può ancora rendersi utile per salvare la sua gente. Sente poi Chaka rivelare al ragazzo che lui intende fare scoppiare il piazzale, stupendosi che sia ancora vivo. Vede poi Kosa venire fermato da Bibi in quanto se rivelasse dell'esplosione, provocherebbe solo il panico generale, non riuscendo a fermare i combattimenti, cosa che porta Crocodile a complimentarsi per tale acuto ragionamento. Piomba quindi alle spalle della ragazza, affermando che non starà a guardare, ma Chaka ferma il suo uncino con la spada. Quest'ultimo gli dice di incarnare lo sciacallo, il dio protettore del regno, e che il suo compito consiste nell'eliminare chiunque attenti all'incolumità della famiglia reale, pertanto non si arrenderà mai finché potrà respirare. Crocodile gli risponde che quelle parole non lo toccano minimamente, mentre Chaka dice a Kosa di fare come ha detto la principessa, essendo sicuro di potere bloccare il nemico per qualche minuto. Crocodile vede quindi Bibi e Kosa dirigersi verso il piazzale per fermare la battaglia. Lui scatena così una tempesta di sabbia.

Gli scontri vengono fermati dai due, ma grazie agli infiltrati della Baroque Works nelle due fazioni contrapposte, riprendono poco dopo, mentre Crocodile sconfigge Chaka. Cobra grida quindi a sua figlia di fuggire per non farsi catturare dal nemico, ma lei si rifiuta perché convinta possa ancora fermare la battaglia. Crocodile le dice dunque di essere stufo della sua testardaggine, per poi afferrarla dal collo e alzarla da terra, affermando che i suoi ideali gli abbiano dato il voltastomaco. Le spiega che l'ideale è un concetto che appartiene solo a chi possiede le capacità per metterlo in pratica. Bibi gli grida che non gli importa cosa pensi, ma lei non rinnegherà i suoi ideali e che, in quanto principessa, non cederà mai davanti a lui. Crocodile sottolinea così che sia sgarbata e ostinata; afferma inoltre che mancano quindici minuti all'esplosione e che i rinforzi dei rivoltosi debbano ancora arrivare, ignari della sorte a cui vanno incontro. Raggiunge quindi le mura, tenendo la principessa sul baratro e dicendole che se avessero comunicato dell'esplosione, avrebbero sì scatenato il panico, ma salvato migliaia di vite. Le attribuisce così la colpa poiché voleva salvare tutti, ma così facendo ha invitato i sudditi al loro funerale. Aggiunge che questi ultimi siano divertenti poiché lo hanno fatto ridere fin dall'inizio e la ringrazia per i suoi due anni trascorsi nella Baroque Works, dicendole che non è riuscita a fermarli e che a causa dei suoi ideali ci saranno ancora più vittime. Termina affermando che non può fare nulla per quel Paese, prima di lasciarla cadere nel vuoto. Scoppia quindi a ridere, ma cambia espressione notando Pell giungere in volo trasportando Rufy, il quale salva la principessa.

Crocodile, indispettito, si domanda come abbia fatto a sopravvivere alle sabbie mobili. Vede quindi il ragazzo fiondarsi verso di lui, così gli ripete che i suoi colpi non gli fanno nulla, tuttavia Rufy lo colpisce con un violento pugno al viso e poi lo afferra: Crocodile capisce quindi che ha scoperto il suo segreto, per poi venire atterrato da un secondo attacco.

Mentre lui sogghigna, Rufy usa l'acqua del barile che ha sulla schiena per bagnarsi e gli dice che quando lo ha battuto ha capito che se viene colpito dall'acqua non può più trasformarsi in sabbia, affermando che abbia privato quel Paese della pioggia perché l'acqua è il suo vero nemico, e ora che lo sa, intende dargli una bella lezione. Crocodile quindi ride e domanda all'avversario se crede davvero di poterlo sconfiggere e, dopo avere ricevuto conferma, ammette che sia stato in gamba a scampare dalla morte nel deserto, tuttavia sottolinea il divario che c'è tra loro dato che lui fa parte della Flotta dei sette. Rufy però afferma che non gli interessi. Il ragazzo lo attacca allungando il suo braccio, che lui evita e afferra, spiegandogli che non deve cantare vittoria troppo presto perché, anche se si serve dell'acqua per colpirlo, lui può assorbire tutta quella che ha in corpo con il palmo della sua mano. Rufy gli va incontro e gli sferra un calcio, ma lui lo evita trasformandosi in sabbia, lasciando però la presa. L'avversario si ricopre d'acqua, costringendolo a spostarsi per non venire colpito da un pugno e sferra poi contro il nemico una lama di sabbia che però Rufy riesce ad evitare. Quest'ultimo poi riesce a colpirlo al volto, facendolo cadere a terra, e quando gli dice che fin dall'inizio il suo obiettivo era quello di sommergerlo d'acqua, Crcoodile afferma che non è così facile, scatenando un tornado di sabbia prima che il barile pieno d'acqua che il nemico gli ha scagliato contro lo colpisca. Rialzatosi, ride e dice a Rufy che è un osso duro, sottolineando che senza quel barile probabilmente sarebbe già sotto terra e che l'esito di quello scontro finirà come il primo loro incontro. Rufy a quel punto beve tutta l'acqua del barile, che gli fa aumentare il volume della pancia, così Crocodile gli chiede se faccia sul serio visto anche che del liquido gli esce dall'ombelico. Pensa che il ragazzo non si rende conto della situazione, ma non intende essere preso in giro, tuttavia Rufy gli sputa addosso una certa quantità d'acqua, che gli impedisce di trasformarsi in sabbia, per poi essere colpito violentemente allo stomaco e scaraventato contro una porzione del palazzo.

Crocodile trasforma il terreno in sabbia.

Crocodile dice a Nico Robin di fare ciò che deve, in quanto non vorrebbe che anche lei restasse vittima della sua furia, avendo ormai raggiunto il limite della pazienza. Dopo avere detto all'avversario che gli farà tremare la terra sotto ai piedi, assorbe tutta l'acqua del suolo, essiccandolo completamente fino a creare una voragine sotto a Rufy. Quest'ultimo gli sputa contro tre sfere d'acqua, ma lui le assorbe con la mano, per poi dimostrargli le potenzialità del suo frutto del diavolo, riducendo in sabbia ciò che gli sta attorno, compreso le pietre.

Crocodile sconfigge Rufy per la seconda volta.

Per evitare di essere coinvolto, Rufy si aggrappa al bordo del palazzo, così Crocodile lo raggiunge, dicendogli che lo ha costretto ad usare tutta la sua forza, per poi afferrarlo dal collo e disidratarlo completamente, affermando che è il suo destino e contro di lui non ha alcuna possibilità. Sottolinea che la sua non sarà una morte disonorevole e che tra sei minuti il piazzale verrà spazzato via. Lascia poi Rufy cadere, dicendogli che anche lui potrà festeggiare la nascita del nuovo padrone del Paese. Afferma poi che gli dispiace, ma è di fretta, e ricordandosi che Cobra aveva detto che il Pognee Griffe si trova nel cimitero ad ovest, vi si dirige.

Lungo la strada si imbatte in un plotone di marine che intuisce sia stato sconfitto da Nico Robin, così ride e sottolinea a Tashigi, a terra ferita, che gli piacciono le sfide tra donne. Afferma che non immaginava che la Marina lo avrebbe seguito fin lì, chiedendole dove si trovi Smoker. Le domanda poi come un perdente possa farsi scudo del senso di giustizia, sottolineando che gente come loro non ha speranza in quei mari e dovrebbe tornare a casa, dove magari troveranno qualcuno disposto a credere alle loro chiacchiere.

Arrivato al cimitero reale, nota la scala segreta. Dopo avere raggiunto Robin e Cobra nella sala dov'è situato il Poignee Griffe, afferma che, come immaginava, era impossibile da trovare se non se ne conosceva l'esistenza. La donna sottolinea che ha fatto presto, mentre lui la esorta a dirgli cosa ci sia scritto. Sentendola leggere la storia della dinastia del regno, lui la ferma e, infuriato, le dice che vuole sapere dove si trovi Pluton. Robin gli risponde che non se ne parla, così Crocodile riconosce che è stata in gamba come partner, ma ora dovranno separarsi.

Crocodile ferisce Nico Robin.

Quando la donna gli chiede spiegazioni, lui risponde che il patto suggellato quattro anni prima può considerasi sciolto in quanto lei gli aveva detto che se l'avesse condotta nel luogo in cui si trovava il Poignee Griffe, gli avrebbe riferito le informazioni sull'arma ancestrale. Ammette poi che si sia distinta per abilità e intelligenza, ritenendo sufficiente ciò che ha fatto per lui, motivo per cui considera che gli sia stata utile. La attacca quindi con il suo uncino, dicendole che gli dispiace solo che non abbia mantenuto la sua promessa di svelargli dove si trovi Pluton, bucandole però solo il cappello. Le dice poi che non è arrabbiato per il suo comportamento, ma a quel punto Robin gli dà dello stupido, affermando che dopo il tempo trascorso al suo fianco, si aspettava che un giorno avrebbe reagito così: la donna gli lancia contro una provetta di acqua, che lui evita, ma Robin la afferra facendo spuntare un braccio dalla sua spalla. Vede poi la donna cercare di attaccarlo con un pugnale mentre prova a colpirlo nuovamente con la provetta, che però cade a terra e va in frantumi dato che lui si trasforma in sabbia. Robin prova ad individuarlo, ma a quel punto Crocodile la trafigge con il suo uncino e le dice che capisce il suo comportamento in quanto anche lui è uno che non si fida di nessuno fin dall'inizio. Dichiara poi che ha intuito l'esistenza di Pluton dalla reazione di Cobra e la troverà anche senza le indicazioni del Poignee Griffe, poiché è solo una questione di tempo.

A quel punto dei pezzi di pietra iniziano a cadere dal soffitto, così si domanda cosa stia accadendo dato che la bomba non dovrebbe essere ancora esplosa, per poi chiedere subito dopo a Cobra cos'abbia fatto, avendo intuito che sia opera sua. Il re rivela che quel santuario è stato costruito in modo tale che crolli togliendo una piccola pietra e che moriranno assieme, non volendo consegnare il regno ad un individuo come lui. Crocodile gli risponde che il suo è un gesto nobile e degno di un re, ma lo avverte che non può ucciderlo poiché gli basta convertire il basamento roccioso in sabbia per poi integrarsi ad esso. Grida quindi che mancano solo tre minuti: con la distruzione di quel luogo e l'esplosione del piazzale, tutti coloro che hanno cercato di ostacolarlo moriranno e lui prenderà possesso del Paese. Infine ride, dicendo al re che lui morirà come un cane.

A quel punto però Rufy li raggiunge e Crocodile ne è incredulo, domandandogli come possa essere ancora vivo, pretendendo una spiegazione. Gli chiede poi per quante altre volte intende resuscitare dato che si è stufato. Il ragazzo gli risponde almeno fino a quando non restituirà ciò che ha rubato. Crocodile ammette di avere rubato parecchie cose, ma Rufy spiega che intende il Paese, così lui afferma che esso gli spetta di diritto e che sarà il nuovo re. L'avversario gli ribatte che da quando sono sbarcati, non c'era più traccia del regno poiché se così fosse, a quell'ora Bibi starebbe sorridendo. Il ragazzo gli corre incontro, così Crocodile nota che non ha dell'acqua, ma il nemico lo colpisce con un violento calcio al volto, scaraventandolo a terra. Lui lo maledice e poi nota che Rufy è ricoperto di sangue, il quale gli dice che la sabbia si solidifica anche con esso. Crocodile quindi ride, sostenendo sia interessante. Dice poi al ragazzo che nonostante lo abbia mandato più volte all'inferno, visto che si è rifatto vivo, sarà felice di soddisfare una volta per tutte la sua ossessione. Evita quindi un calcio di Rufy e poi si toglie la protezione sul suo uncino, dicendo all'avversario che è il più fastidioso tra i suoi nemici e che il suo uncino è intriso di veleno. Sottolinea poi al ragazzo che lui parla come un terribile pirata e che una sfida tra pirati è una questione di vita o di morte, dove non c'è posto per la clemenza, per i vigliacchi e i codardi, oltre che c'è il rischio che da un momento all'altro crolli tutto addosso a loro. Conclude affermando che quella sarà la loro resa dei conti.

Lo scontro prosegue con un acceso scambio di colpi, di cui entrambi ne evitano la maggior parte. Crocodile sottolinea poi all'avversario che lo abbia trafitto, sepolto vivo, completamente disidratato, ma lui sia sempre sopravvissuto, tuttavia non avrà scampo quando il suo veleno gli andrà in circolo. Rufy però gli dà dello stupido, dicendogli che non ha capito nulla di lui.

Evita una serie di colpi dell'avversario, al quale dice poi che il veleno ormai gli è entrato in circolo dalle ferite e il suo corpo si sta paralizzando, sottolineandogli che non importa se vincerà o meno, perché verrà sotterrato in quel luogo. Ammette quindi di trovare incredibile che lui gli sia ancora davanti dopo tre scontri. Rufy lo attacca di nuovo, ma lui schiva il colpo, chiedendogli se ancora non intende arrendersi dopo averlo visto cadere a terra.

Secondo lui quel Paese non ha nulla che possa interessare al ragazzo, a cui chiede che senso abbia morire seguendo gli ideali di un'altra persona, affermando che perdere uno o due compagni non è certo una disgrazia, non riuscendo proprio a capire gente come loro. Rufy gli replica che quello è il motivo per il quale prima gli ha detto che non ha capito nulla, spiegandogli che Bibi pretende che nessuno debba rischiare la vita, ma è anche la prima a sacrificarsi per qualcuno in difficoltà, per questo se lui non l'avesse aiutata, sarebbe sicuramente stata uccisa. Crocodile gli risponde che sia assurdo e che dovrebbe lasciare perdere gente come quella, ma Rufy gli urla che non lascia morire i suoi amici e che finché Bibi non rinuncerà al suo Paese, loro non abbandoneranno mai il combattimento. Crocodile gli chiede quindi se a lui non importi morire, sentendo l'avversario rispondere che se dovesse succedere, vorrà dire che è giunta la sua ora.

Vedendo Rufy cadere a terra, ride di lui dicendogli che gli fa pena. Afferma che per farcela contro di lui ed intralciare i suoi piani, dovevano agire in ben altra maniera, sottolineando che se non riuscirà a batterlo, tutti i suoi sforzi e quelli dei suoi amici saranno stati vani. Dichiara quindi che è giunta la fine e rivela che anche se dovessero fermare i cannonieri, la bomba esploderebbe comunque. Cobra gli dà quindi del vile meschino, così lui gli replica che si sarebbe aspettato lo apostrofasse come prudente o scrupoloso, sottolineando che in un piano occorre sempre tenere conto di eventuali inconvenienti. Afferma poi che l'arma è puntata sul piazzale che è gremito di gente e l'effetto sarà devastante, ridendo.

Rufy gli spezza l'uncino.

Rufy si rialza ancora, cosa che lo fa irritare, il quale gli dice che non può perdere contro uno come lui. Crocodile replica che le sue parole sono prive di fondamento e quando il ragazzo afferma che diventerà il re dei pirati, lo attacca e gli dà dell'impudente in quanto nemmeno i più esperti pirati si sognano di dire una cosa simile, ribadendogli che di piratucoli che si credono chissà chi come lui ne ha conosciuti parecchi. Aggiunge poi che prima si renderà conto di cosa sia il mare, prima abbandonerà quel suo sogno. Tuttavia Rufy schiaccia a terra il suo uncino, spezzandoglielo, e gli replica che lo batterà.

Crocodile viene colpito più volte e, mentre è a terra, si domanda perché il veleno non faccia effetto e da dove l'avversario tiri fuori tutta quella forza. Dopo avere ripensato ad alcuni eventi, estrae una lama al posto dell'uncino e dice al nemico che non sa da dove sia sbucato, ma non sa ancora con chi abbia a che fare; Crocodile lo attacca, ma Rufy evita il colpo e replica che è lui a non sapere chi sia e da dove sia venuto, ma lo supererà, per poi sferrargli un calcio che lo scaglia verso l'alto. Crocodile decide quindi di seppellirlo sotto le macerie e genera un tornado si sabbia, ma l'avversario riesce a raggiungerlo inspirando e poi espirando velocemente l'aria; crea dunque delle lame di sabbia, tuttavia Rufy fa partire una raffica di pugni che annullano l'attacco grazie al sangue che ha su di essi, colpendo ripetutamente Crocodile, che viene scagliato in superficie sfondando il terreno sovrastante, per poi precipitare al suolo, privo di sensi.

In seguito alla fine degli scontri nel piazzale, Tashigi gli revoca il titolo di membro della Flotta dei sette e con esso tutti i privilegi derivanti. Viene quindi arrestato.

Miss Golden Week e l'operazione denominata "Meet Baroque"[]

Crocodile e altri Officer Agents vengono imprigionati su un'isola penitenziaria della Marina. Ad un certo punto, Miss Golden Week, Mr. Five e Miss Valentine li raggiungono per farli evadere, ma Crocodile e Mr. One si rifiutano di farlo. In seguito i due, con anche Galdino e Bentham, catturati da poco, vengono deportati ad Impel Down.

Saga di Impel Down[]

Crocodile viene rinchiuso al sesto livello della prigione in una cella accanto a quella di Jinbe ed Ace. Commenta dicendo che la vita di Barbabianca è in pericolo a causa della guerra imminente che ci sarà tra l'imperatore e il Governo Mondiale, affermando inoltre che molti, come lui, vorrebbero vendicarsi con Barbabianca per le sconfitte subite da lui in passato.

Nonostante Crocodile abbia perso ogni interesse per i fatti riguardanti il mondo esterno, quando Rufy, Inazuma e Ivankov giungono al sesto livello della prigione, intravede la possibilità di potersi finalmente vendicare di Barbabianca. Perciò offre il suo aiuto in cambio della sua liberazione e Rufy, nonostante inizialmente non abbia nessuna intenzione di assecondarlo, si lascia convincere da Ivankov e libera il prigioniero.

Crocodile e Jinbe vengono liberati.

Poco distante anche Jinbe chiede di potere essere liberato per tentare di salvare Ace, così Rufy acconsente e i cinque si apprestano alla fuga. Il gruppo comincia così a risalire i vari livelli della prigione, passando anche dal quinto e mezzo dove Crocodile recupera degli abiti.[29]

Crocodile scova poi Mr. One al quarto livello e gli chiede se vuole evadere dalla prigione con lui. Quest'ultimo accetta l'offerta affermando di voler sfuggire dalla noia della prigione. Liberato Mr. One, il gruppo prosegue abbattendo ogni nemico che si para di fronte, compresi i guardiani demoniaci, facilmente sconfitti da Crocodile, Rufy e Jinbe.

Improvvisamente entra in scena Barbanera, il quale viene attaccato da Rufy. Durante quel breve scontro, Crocodile si sorprende del fatto che Rufy sia stato ferito da semplici attacchi fisici pur essendo fatto di gomma. Successivamente interpella brevemente Barbanera sui motivi per i quali stia mettendo a repentaglio la sua posizione, recentemente acquisita, nella Flotta dei sette. Tuttavia Teach afferma che questo faceva parte dei suoi piani e Crocodile perde interesse nel conoscere le reali ambizioni del pirata.

Il gruppo prosegue nella fuga, fino ad incontrare Bagy e Galdino al primo livello. Una volta incontrato il suo vecchio sottoposto, Crocodile si domanda cosa ci faccia un inutile rifiuto come lui da quelle parti, per poi sorprendersi di come sia riuscito a salvarsi dal veleno di Magellan con la sua cera.

Crocodile, Das Bornes, Bagy e Jinbe si dirigono verso una nave della Marina.

Mentre Rufy è deciso ad affrontare Magellan con l'aiuto dei poteri di Galdino, i prigionieri notano alcune navi della Marina non lontane dalla prigione che avrebbero potuto utilizzare per la fuga. Così Crocodile, Das Bornes, Bagy e Jinbe raggiungono una di esse utilizzando il portone della prigione come zattera ed iniziano attaccarla, riuscendo alla fine a prenderne il controllo.

In seguito gli squali balena richiamati da Jinbe permettono al resto dei detenuti di salire a bordo della nave, riuscendo così a completare l'evasione di oltre duecento prigionieri.

Saga di Marineford[]

Crocodile e gli altri evasi raggiungono Marineford.

Il gruppo raggiunge i cancelli di giustizia di Marineford che, inspiegabilmente, si aprono permettendo il passaggio della nave. Tuttavia, ad un certo punto l'imbarcazione su cui viaggiano viene sollevata da un'onda anomala, la quale viene da lì a poco congelata, bloccando quindi sulla cresta dell'onda la nave degli evasi. Il gruppo intercetta poi una comunicazione della Marina nella quale si ordina di anticipare l'esecuzione. Presi dal panico e nel tentativo di fare qualcosa, fanno precipitare la nave nella baia sottostante, unendosi quindi al conflitto in corso.

Non appena avvista Newgate, Crocodile prova subito ad attaccarlo, venendo però bloccato da Rufy, che non intende permettergli di uccidere una persona cara a suo fratello Ace. Più tardi, Crocodile riprova ad attaccare l'imperatore facendosi strada tra i membri del suo equipaggio, salvo poi essere colpito violentemente da Jaws. Non appena il pirata prova a colpirlo nuovamente, Do Flamingo blocca Jaws con i suoi poteri e propone un'alleanza a Crocodile. Quest'ultimo rifiuta seccamente la proposta, affermando che non potrà mai essere un subordinato di nessuno e che caso mai sarebbe lo stesso Do Flamingo a doverlo servire, il quale ride della reazione di Crocodile, affermando quanto il tempo trascorso nella prigione non lo abbia cambiato affatto. Quest'ultimo gli scaglia così una tempesta di sabbia costringendolo ad allontanarsi.

Crocodile e Do Flamingo si scontrano.

Quando le guardie stanno per giustiziare Ace in anticipo, Crocodile le elimina facilmente sfruttando due fendenti di sabbia. Sengoku, sorpreso del gesto, gli chiede il motivo per il quale ha scelto di aiutare il suo nemico Barbabianca e Crocodile risponde affermando semplicemente di non volere vedere i marine vittoriosi, poiché lo avrebbe irritato ancora di più. Improvvisamente la testa di Crocodile viene mozzata da Do Flamingo che lo schernisce per avere rifiutato l'alleanza da lui proposta, aiutando al contrario Barbabianca. Crocodile però sottolinea che non sta collaborando con nessuno dei due e si scontra nuovamente con lui.

Crocodile affronta Mihawk.

Poco dopo, Crocodile ordina a Das Bornes di proteggere Rufy da Mihawk. Tuttavia viene sconfitto rapidamente dallo spadaccino, costringendo lo stesso Crocodile ad intervenire in prima persona in difesa della supernova. Così inizia ad affrontare Mihawk, permettendo a Rufy di continuare la sua corsa verso il patibolo.

Crocodile è poi testimone della liberazione di Ace e della sua morte per mano di Akainu, seguita da quella di Barbabianca per mano dei Pirati di Barbanera.

Quando Rufy e Jinbe raggiungono la baia congelata, Crocodile li protegge dall'ammiraglio Akainu, attaccandolo con i suoi poteri e generando un uragano di sabbia per allontanare i due pirati. Si schiera poi con i comandanti dei Pirati di Barbabianca e altri capitani, pronto a scontrarsi contro l'ammiraglio. Con l'arrivo di Shanks e Sengoku che dichiara la fine delle ostilità, Crocodile abbandona il campo di battaglia insieme a Das Bornes.

Saga dopo la guerra[]

Crocodile propone a Das Bornes di entrare nel Nuovo Mondo.

Tre settimane dopo la guerra per la supremazia, Crocodile si trova su un'isola della Rotta Maggiore. Qui, nel leggere il giornale, viene a conoscenza del ritorno di Rufy al quartier generale della Marina. Propone poi a Das Bornes di seguirlo nel Nuovo Mondo, il quale accetta l'offerta.

Saga di Dressrosa[]

Crocodile legge sul giornale della rinuncia di Do Flamingo al titolo di membro della Flotta dei sette e delle alleanze tra alcuni pirati della peggiore delle generazioni.

Saga del Reverie[]

Legge le ultime notizie che parlano delle recenti imprese di Rufy, il cui nome ora è accostato a quelli dei quattro imperatori.

Nave[]

Lente.png Per maggiori informazioni, vedere Baroque Gustave

La sua nave è la Baroque Gustave.[3]

Prototipi per One Piece[]

Il prototipo di Crocodile.

In One Piece Green viene rivelato il prototipo del personaggio.

Differenze tra manga e anime[]

Aspetto[]

Nell'anime la sua pelle è grigia, mentre nel manga è rosata. Inoltre nel manga l'uncino velenoso sotto quello d'oro è più sottile che nell'anime.

Passato[]

Venticinque anni prima dell'inizio della narrazione, affrontò alla pari Douglas Bullet.[30]

Saga di Alabasta[]

In un flashback del suo arresto, il suo uncino è intatto, ma in realtà a quel punto era già rotto.[31]

Saga di Impel Down[]

Crocodile viene vestito.

Nell'anime due trans-formati vestono Crocodile con dei nuovi abiti nel livello quinto e mezzo, poco dopo essere uscito di cella.

Nell'anime lui sconfigge Minorinoceros e Jinbe fa altrettanto con Minozebra, mentre nel manga è il contrario.

Saga di Marineford[]

La nave che trasporta gli evasi di Impel Down viene dapprima spinta indietro e poi trascinata in avanti dal movimento delle acque provocato in precedenza dai poteri di Barbabianca. L'imbarcazione, inoltre, viene raggiunta da una delle onde.

Film 14[]

Crocodile incontra Robin e Law.

Crocodile incontra Robin e Law nel covo di Buena Festa e mette al corrente il chirurgo del suo piano per sconfiggere Douglas Bullet.

Quando quest'ultimo forma un colosso metallico, Crocodile gli scatena contro una tempesta di sabbia, mentre Law, Boa Hancock, Sabo, Smoker e Bagy scagliano un attacco combinato contro il lato sinistro del colosso, che Rufy distrugge completamente con una nuova tecnica del Gear Fourth.

Crocodile prova poi a interferire nel combattimento tra Cappello di paglia e Bullet assieme a Lucci, ma Zoro e Sanji li fermano. Dopodiché lascia l'isola.

Curiosità[]

  • Inizialmente viene affermato che la sua taglia ammonta a 80.000.000 Simbolo Berry.png,[32] ma poi viene corretta.[33]
  • La sua risata tipica è "ahr ahr ahr!".
  • Crocodile sembra essere ispirato a capitan Uncino, antagonista principale dei romanzi di Peter Pan. Infatti fu proprio un coccodrillo a portare via la mano al personaggio della serie ed entrambi hanno un uncino al posto della mano.
  • Il suo cibo preferito è la carne di coccodrillo con pomodori e quello che gli piace meno è il ketchup.[34]
  • Crocodile è stato mostrato per errore con due mani sia nell'episodio 117 che sulla cover della prima edizione del capitolo 398. La cover è stata successivamente corretta nell'edizione del volume.
  • Viene mostrato il suo aspetto se fosse trasformato in una donna tramite i poteri del frutto Horu Horu.[35]
  • Viene rappresentato l'aspetto che avrebbe se usasse un filtro dello smartphone per sembrare un bambino.[36]

Note

  1. Vol. 17capitolo 155 ed episodio 192.
  2. Vol. 23capitolo 211 ed episodio 127.
  3. 3,0 3,1 3,2 3,3 3,4 3,5 3,6 3,7 One Piece Vivre Card.
  4. SBS del volume 59.
  5. 5,0 5,1 SBS del volume 58.
  6. Vol. 57capitolo 561 ed episodio 470, Crocodile rifiuta di allearsi con Do Flamingo.
  7. Vol. 22capitolo 198 ed episodio 121, Crocodile schernisce Bibi.
  8. Vol. 19capitolo 170 ed episodio 106, Crocodile lo afferma di fronte ai Pirati di Cappello di paglia.
  9. Vol. 23capitolo 208 ed episodio 126, Crocodile critica le parole di Rufy.
  10. Vol. 42capitolo 408, Miss Golden Week rivela col suo potere il sogno di Crocodile.
  11. Vol. 55capitolo 540 ed episodio 442, Crocodile lo afferma.
  12. 12,0 12,1 12,2 Vol. 22capitolo 203 ed episodio 123, Crocodile colpisce Nico Robin.
  13. Vol. 18capitolo 166 ed episodio 104, Crocodile manda Galdino in pasto ai coccobanana.
  14. Vol. 55capitolo 541 ed episodio 442, Crocodile libera Das Bornes.
  15. Vol. 58capitolo 563 ed episodio 472, Crocodile rimprovera Barbabianca.
  16. Vol. 13capitolo 113 ed episodio 67, Bibi rivela il piano della Baroque Works e l'identità del suo presidente a Nami.
  17. Vol. 55capitolo 535 ed episodio 437, Rufy viene imprigionato al quinto livello di Impel Down.
  18. SBS del volume 36.
  19. Vol. 24capitolo 218 ed episodio 130, Nico Robin salva Rufy con un antidoto.
  20. Vol. 56capitolo 544 ed episodio 447, Crocodile spiega a Bentham il risveglio dei frutti Zoo Zoo.
  21. Vol. 57capitolo 560 ed episodio 469, Crocodile viene colpito da Jaws.
  22. Vol. 58capitolo 566 ed episodio 475, Crocodile affronta nuovamente Do Flamingo.
  23. 23,0 23,1 Vol. 20capitolo 178 ed episodio 110, Crocodile lo rivela a Rufy.
  24. Vol. 55capitolo 541 ed episodio 443, vengono riassunti i poteri del Sand Sand.
  25. 25,0 25,1 25,2 Vol. 23capitolo 209 ed episodio 126.
  26. Vol. 0capitolo 0 ed episodio 0.
  27. 27,0 27,1 27,2 27,3 SBS del volume 78.
  28. Vol. 21capitolo 193 ed episodio 118, Crocodile rivela a Cobra che Pluton è il suo unico e vero obiettivo.
  29. SBS del volume 56.
  30. Volume 10089.
  31. Episodio 736, Tashigi ha un flashback.
  32. Vol. 13capitolo 113 ed episodio 67, Igaram lo rivela.
  33. Vol. 17capitolo 155 ed episodio 92.
  34. SBS del volume 89.
  35. SBS del volume 76.
  36. SBS del volume 95.

Navigazione[]

Advertisement