Dellinger è un incrocio tra un umano e un uomo-pesce di tipo pesce guerriero. È un ufficiale dei Pirati di Donquijote appartenente all'armata di Diamante.

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Dellinger è un ragazzo che ha i capelli biondi che sono più lunghi nella parte posteriore della testa. È per metà un uomo-pesce di tipo pesce guerriero e questa parte del suo retaggio gli ha donato una pinna dorsale retrattile. Ha inoltre un paio di corna e può scegliere se avere denti umani oppure da pesce guerriero.

Indossa un berretto con visiera bianco con un paio di fori per le lunghe corna e orecchini a cerchio bianchi. Il simbolo al centro del suo cappello raffigura un pesce guerriero blu visto frontalmente. Indossa una maglia verde a maniche lunghe con un motivo simile a quello di una giraffa. Ha un aspetto effeminato, indossa un paio di pantaloncini blu e delle scarpe viola con tacchi alti.

A sei anni indossava una maglietta a maniche corte verde chiara, portava uno zaino marrone sulla schiena e un cappello bianco con due corna ai lati meno lunghe e con il simbolo di un pesce blu disegnato di profilo. A due anni indossava pantaloncini corti e un cappello rosa, con un pesce bordeaux di profilo, una maglietta bianca a maniche lunghe e scarpe rosa di una tonalità più accesa.

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Dellinger 2 anni.png
Dellinger 6 anni.png
Dellinger pinna.png
Dellinger denti.png

Carattere[modifica | modifica sorgente]

Dellinger mostra la sua natura da pesce guerriero.

Dellinger è fiducioso nelle proprie capacità ed è arrogante. A causa della sua fiducia è orgoglioso del proprio patrimonio genetico come uomo-pesce di tipo pesce guerriero. Ritiene inoltre che le persone forti non hanno bisogno di onore e per questo ha deriso Ideo, che aveva tale ideale.

In battaglia è sadico e sanguinario, come mostrato durante la sua lotta contro Suleiman. Egli è incline alla sfrontatezza e come tale non sa valutare bene le situazioni gravi; questo lo ha portato ad essere sconfitto da Cavallo Bianco, la seconda personalità di Cavendish, nonostante Gladius avesse cercato di metterlo in guardia del pericolo. Ha anche dimostrato di infastidirsi facilmente quando qualcun altro gli impedisce di uccidere il suo bersaglio.

Nonostante il suo carattere violento, Dellinger possiede anche un atteggiamento stravagante e appariscente che soddisfa il suo eccentrico senso della moda. Infatti l'uomo-pesce è effeminato perché da piccolo è stato affidato principalmente alle cure di Jora, ed è quindi cresciuto con gli stessi gusti.[5]

Egli è anche un po' distratto in ciò che dice, mostrando che potrebbe avere l'abitudine di blaterare e dire cose che sa agli altri anche se sono informazioni segrete, come ad esempio l'ordine che gli è stato impartito da Do Flamingo di uccidere Bellamy. Inoltre è molto legato alla propria ciurma, infatti la considera come una famiglia.

Forza e abilità[modifica | modifica sorgente]

In qualità di ufficiale dei Pirati di Donquijote, Dellinger possiede una certa autorità all'interno dell'equipaggio e comandava duemila soldati a Dressrosa.[1] Il fatto che sia un membro della ciurma sin da quando era un neonato è inoltre indice della sua forza in quanto, secondo Diamante, solo pochi dei cento bambini arruolati erano riusciti a sopportare i duri allenamenti a cui venivano sottoposti.[6] Sulla sua testa pendeva una taglia di 15.000.000 Simbolo Berry.png.[4]

È anche uno dei partecipanti più noti del colosseo, dove lo standard dei combattenti è piuttosto alto. Si dice inoltre che, quando i quattro ufficiali dell'armata di Diamante combattono nell'arena, essi abbiano l'assoluta probabilità di vittoria, in quanto non sono mai stati sconfitti.[7] A testimonianza della sua forza, Do Flamingo ha talmente tanta fiducia in lui da assegnargli l'incarico di eliminare Bellamy, un pirata con una taglia di 195.000.000 Simbolo Berry.png. Tale fiducia si è poi dimostrata valida in quanto, se non fosse intervenuto Bartolomeo in difesa del pirata, Dellinger lo avrebbe sconfitto con molta facilità.

Dellinger mette fuori combattimento Ideo.

Quando Rufy e i suoi alleati raggiungono il secondo livello del palazzo reale, Dellinger è, tra gli ufficiali della sua ciurma, colui che sconfigge più nemici. Riesce infatti ad avere facilmente la meglio su individui del calibro di Suleiman,[8] Dagama, Blue Gilly[9] ed Ideo.[10] Insieme a Machvise, Senor Pink ed un gruppo di marine, ha inoltre avuto la meglio su Franky, un forte membro dei Pirati di Cappello di paglia.

Capacità fisiche[modifica | modifica sorgente]

Dellinger crea temporanee copie di sé grazie alla sua velocità.

Il fatto che sia per metà un uomo-pesce gli garantisce una forza sovrumana, al punto che, all'età di due anni, riusciva già a sollevare una palla di cannone. Ha un paio di corna che utilizza per infilzare i suoi nemici, una tecnica in cui si è dimostrato molto abile.[8] Ha anche la capacità di farsi crescere nuovi denti ogni volta che vuole e di potere scegliere se avere dei denti umani oppure affilati denti di pesce guerriero.

È estremamente veloce, al punto da evitare tutti gli attacchi che gli vengono lanciati contro, compresi i pugni esplosivi di Ideo, e al punto da sembrare che si duplichi temporaneamente per sorprendere i nemici.[8] Inoltre è molto abile nell'usare attacchi basati sui calci, dato che è stato in grado di sconfiggere facilmente Blue Gilly con uno solo di questi e di spazzare via inavvertitamente Machvise, che in quel momento pesava dieci tonnellate.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Passato[modifica | modifica sorgente]

Da neonato, Dellinger venne trovato dai Pirati di Donquijote e fu cresciuto dalla ciurma, entrando a farvi parte.

Otto anni prima dell'inizio della narrazione, Dellinger partecipò alla sommossa organizzata da Do Flamingo contro Dressrosa. Quando Mone aprì le porte del palazzo, i Pirati di Donquijote assaltarono la struttura.

Saga di Dressrosa[modifica | modifica sorgente]

Bartolomeo impedisce a Dellinger di uccidere Bellamy.

Dellinger riceve da Do Flamingo l'ordine di uccidere Bellamy, poiché quest'ultimo è diventato ormai solo un fastidio. Il ragazzo allora raggiunge il pirata e lo ferisce gravemente, tuttavia non riesce ad ucciderlo per via di Bartolomeo, che protegge Bellamy. Dellinger si ritrova poi costretto a rinunciare all'assassinio anche a causa di una telefonata di Diamante, che gli ordina di recarsi all'ingresso del porto mercantile ad aiutare i suoi compagni.

Più tardi Dellinger raggiunge Senor Pink e Machvise e li assiste nella lotta contro Franky ed alla fine i tre, supportati dalla Marina, lo sconfiggono.

Dellinger trafigge al petto Suleiman.

Rufy, Zoro e Law cadono proprio davanti a Dellinger, Senor Pink e Machvise dopo che Do Flamingo ha intrappolato tutta Dressrosa nella sua "gabbia per uccelli" e a quel punto li attaccano. Rufy e Law finiscono immobilizzati da Machvise e Dellinger si appresta a colpirli, tuttavia Zoro interviene in tempo deviando l'attacco del ragazzo verso Machvise e a quel punto i tre super novellini ne approfittano per scappare.

Dellinger allora raggiunge il secondo livello del nuovo altopiano reale dove si predispone a difesa del palazzo insieme a Machvise, Baby 5, Lao G e Gladius. Quando Rufy e i suoi alleati lo raggiungono, Dellinger attacca Suleiman e grazie alla sua velocità riesce a sconfiggerlo trafiggendolo al petto con le sue corna. Nel momento in cui vari combattenti decidono di allearsi per permettere a Rufy, Cavendish e Kyros di avanzare, Dellinger attacca e sconfigge Dagama.

Cavallo Bianco sconfigge Dellinger.

Continua poi ad affrontare gli avversari e sconfigge con un singolo calcio Blue Gilly. A quel punto ingaggia battaglia con Ideo, il quale riesce a colpirlo con un pugno, ma tuttavia Dellinger lo sconfigge con moderata facilità. Dopodiché raggiunge il terzo livello dove Gladius gli intima di andarsene a causa della presenza di un nemico pericoloso. Dellinger però non se ne cura e così viene colto di sorpresa da Cavallo Bianco, la seconda personalità di Cavendish, che lo sconfigge con un unico fendente al petto.

Leo sconfigge Jora.

Dellinger, ancora svenuto, viene portato dentro al palazzo reale dove Jora cerca di curare lui, Sugar, Lao G e Machvise attraverso i poteri di Manshelly, tuttavia Leo e Kab intervengono in tempo e sconfiggono Jora sfruttando i corpi svenuti dei quattro ufficiali.

A seguito della sconfitta di Do Flamingo, Dellinger viene arrestato dalla Marina insieme al resto della ciurma e deportato fino alla prigione di Impel Down.

Differenze tra manga e anime[modifica | modifica sorgente]

Carattere[modifica | modifica sorgente]

La contrapposizione del suo carattere viene evidenziata nell'anime dove Dellinger parla con una doppia voce, usando un tono acuto ed effeminato quando parla con indifferenza e un tono profondo e maschile quando combatte o minaccia i rivali.

Saga di Alabasta[modifica | modifica sorgente]

Dellinger è presente assieme al resto della ciurma quando Do Flamingo parla dell'incremento di taglia avuto da Rufy.[11]

Saga di Dressrosa[modifica | modifica sorgente]

Quando vengono elencati i concorrenti della corrida, Dellinger appare chiaramente anziché la sua sola silhoutte come nel manga.

Viene mostrato il momento in cui Dellinger inizia ad attaccare Bellamy, il quale prova anche a contrattaccare e fuggire, e quando Bartolomeo interviene a difenderlo. Inoltre viene fatto vedere il suo arrivo alla casa dei giocattoli, dove attacca Franky.

Al secondo livello del nuovo altopiano reale, Dellinger colpisce Blue Gilly prima di essere attaccato da Ideo. Dellinger viene poco dopo preso di mira da Elizabello II, che manda a terra con un calcio, e poi da Hajrudin. Successivamente deride Ideo, riuscendo anche ad evitare il pugno sferrato da quest'ultimo che invece nel manga va a segno. Dellinger poi colpisce Ideo ripetutamente, il quale cerca di contrattaccare e gli strappa un pezzo di cappello.[12] In seguito, Cavallo Bianco colpisce Dellinger più volte, anziché solo una volta come nel manga.[12]

Mentre è senza sensi, viene trasportato nel palazzo reale da due subordinati, che lo fanno cadere.[13]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Il suo nome probabilmente deriva da Derringer, un tipo di pistola tascabile.
  • Dellinger è il pirata più giovane tra quelli mai apparsi, dato che si è unito ad una ciurma pirata quando era ancora un neonato.
  • È il primo uomo-pesce ad essere basato su un pesce originale di One Piece e non esistente realmente. Tuttavia esiste realmente una specie omonima al pesce guerriero e altrettanto aggressiva, ma con diverse caratteristiche fisiche.
  • Ripete spesso l'intercalare "kyaah!".

Note

Navigazione[modifica | modifica sorgente]

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.