I Destroyers sono stati tre membri della Franky Family.

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Sono tre grossi umani, al punto che possono sembrare dei giganti, ma in realtà non lo sono, infatti in confronto a quest'ultimi sono abbastanza piccoli. Indossano dei vestiti simili a quelli indossati anche dal resto della Franky Family.

Carattere[modifica | modifica sorgente]

I Destroyers sono tenuti in grande considerazione dal resto della Franky Family per via della loro forza. Essi stessi erano molto orgogliosi e si ritenevano imbattibili.

Relazioni[modifica | modifica sorgente]

Franky[modifica | modifica sorgente]

Essendo stati accolti da Franky, i Destroyers lo considerano come un padre adottivo.[1]

Forza e abilità[modifica | modifica sorgente]

Grazie alle loro dimensioni notevoli sono in possesso di una forza molto elevata, superiore a quella di un comune umano. Inoltre gli anni di esperienza come smantellatori di navi hanno contribuito ad aumentare la loro potenza. Tuttavia il loro vantaggio esiste solo nei confronti delle persone normali: contro personaggi del calibro di Rufy o contro dei veri giganti non hanno nessuna possibilità di vittoria.

Armi[modifica | modifica sorgente]

Combattono mediante l'utilizzo di armi: uno di essi possiede una lunga lancia, un altro una grossa ascia e il terzo una pistola dalle dimensioni di un bazooka.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Saga di Water Seven[modifica | modifica sorgente]

La Franky Family, dopo avere rubato ad Usop le valigie contenenti 200.000.000 Simbolo Berry.png, organizza una grande festa per celebrare l'evento. Anche i Destroyers prendono parte alle celebrazioni, finché all'improvviso si presentano alla loro base Rufy, Zoro, Chopper e Sanji, che per vendicare il loro compagno radono al suolo l'edificio sconfiggendo senza pietà tutti coloro che si trovano all'interno.

Dopo che il CP9 cattura Franky e lo porta ad Enies Lobby, i Destroyers e il resto della Franky Family vengono a sapere dai carpentieri della Galley-La company che i Pirati di Cappello di paglia si dirigeranno sull'isola giudiziaria per salvare Robin. Decidono quindi di chiedere se possono unirsi a loro per liberare il loro capo. Mentre un gruppo ristretto della Franky Family raggiunge i pirati per fare loro tale richiesta, i Destroyers li aspettano, pronti a partire.

Avuta l'approvazione, ricorrendo a Sodoma e Gomorra per trainare il loro mezzo di trasporto, raggiungono il mare e si agganciano al Rocket Man tramite due arpioni, per poi lasciarsi trainare a loro volta.

In seguito vedono Tilestone e alcuni loro compagni provare ad aprire un varco nell'onda che sta per travolgerli, ma senza successo. Quando Zoro e Rufy riescono a creare un passaggio per il treno marino, i tre rimangono sbalorditi e poi gioiscono.

Saga di Enies Lobby[modifica | modifica sorgente]

Una volta giunti a Enies Lobby, affrontano gli uomini del Governo Mondiale nella loro avanzata verso la torre della giustizia. Al secondo cancello si trovano di fronte due esseri ancora più grandi di loro: i giganti Oimo e Karsee, che li sconfiggono facilmente.

Riescono a sfuggire al Buster Call dell'isola a bordo del Puffing Tom, che riporta loro e tutti i membri della Franky Family a Water Seven.

Saga dopo Enies Lobby[modifica | modifica sorgente]

Al ritorno da Enies Lobby, i Destroyers partecipano alla grande festa indetta dai Pirati di Cappello di paglia. Alla partenza di Franky con la ciurma, i tre augurano loro buona fortuna. In seguito Iceburg chiede a lui e ai restanti membri della Franky Family di entrare a fare parte della Galley-La company.

Differenze tra manga e anime[modifica | modifica sorgente]

Saga di Water Seven[modifica | modifica sorgente]

Nell'anime Rufy, Chimney e Gonbe rischiano di cadere dal Rocket Man, ma finiscono addosso ad uno di loro.

Note

Navigazione[modifica | modifica sorgente]

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.