FANDOM


Epoida è un capitano pirata. In passato era alleato di Barbabianca[2] e in precedenza è stato un membro della sua ciurma.[3]

Aspetto Modifica

Epoida 30 anni fa

Epoida ventotto anni prima dell'inizio della narrazione.

È un uomo paffuto con i capelli castani, lunghi e mossi che arrivano fino alla vita mentre quelli sulla fronte gli coprono gli occhi. Ha anche un naso rotondo. Le braccia sono relativamente lunghe e sottili in confronto alla sua corporatura. Indossa un cappello bianco a falda larga e una camicia a righe orizzontali verdi ed azzurre con il colletto decorato, su cui sembra raffigurato un gioiello.

Ventotto anni prima dell'inizio della narrazione, indossava degli occhiali da sole e una maglia a pois scuri.

Carattere Modifica

È un pirata coraggioso che non si perde d'animo anche nei momenti più difficili e sorride con aria di sfida in battaglia o quando va alla carica. Si presume abbia grande rispetto di Barbabianca, poiché è stato disposto a rischiare la vita per salvare Ace dall'esecuzione. Dopo la morte di Newgate, scoppia in lacrime.

Forza e abilità Modifica

Epoida è un famigerato pirata che ha fatto parte dei Pirati di Barbabianca, di cui rimase un alleato dopo avere creato la sua ciurma.[4] In qualità di capitano, ha inoltre autorità sull'intero equipaggio.

Frutto del diavolo Modifica

Epoida frutto

Epoida nella sua forma ibrida.

Ha ingerito un frutto del diavolo della categoria Zoo Zoo dal nome non rivelato che gli permette di trasformarsi in un bruco. Nella forma ibrida mantiene le mani e la testa umana, mentre il resto del corpo diventa come quello di un bruco.

Armi Modifica

Combatte con una lancia a due punte simile a quella di Speed Jil. La impugna con entrambe le mani e la usa in battaglia in modo insolito: la punta in avanti alzando le braccia sopra di lui. Ha anche brandito due spade quando è salito sulla nave per irrompere nella piazza.

Storia Modifica

Passato Modifica

Epoida divenne un membro dei Pirati di Barbabianca.[3]

Ventotto anni prima dell'inizio della narrazione, era presente insieme ai Pirati di Barbabianca quando sbarcarono nel Paese di Wa a seguito di un naufragio.[5] Il signore feudale Kozuki Oden chiese a Barbabianca di unirsi alla ciurma dopo averlo attaccato, venendo però respinto.

Due settimane dopo, i pirati salparono di nascosto da Oden, che si aggrappò alla nave tramite una lunga catena; Newgate gli promise così che lo avrebbe accolto a bordo se fosse restato in quella posizione per tre giorni. Dieci minuti prima dello scadere del tempo, il signore feudale lasciò la presa per salvare una donna in pericolo e, notando ciò, Barbabianca lo accettò nella ciurma. Fece lo stesso anche con la donna che aveva salvato, Amatsuki Toki, e i servitori che lo avevano seguito, Izo, Cane-tempesta e Gatto-vipera.

Due anni dopo, la ciurma venne divisa in cinque divisioni e, passati altri due anni, approdò su un'isola dove i Pirati di Roger avevano appena sconfitto un manipolo di marine. Le due ciurme si diedero battaglia per tre giorni di fila, finendo poi per banchettare insieme il quarto giorno. Subito dopo la famiglia Kozuki si imbarcò sulla Oro Jackson dato che Roger chiese a Newgate di imprestargli Oden per un anno per decifrare i Poignee Griffe e raggiungere il suo obiettivo. Seppur contrario, Barbabianca accolse la richiesta dato che fu lo stesso Oden a chiederglielo, visto che voleva scoprire il legame della sua famiglia con tali iscrizioni. In cambio, i Pirati di Roger lasciarono provviste e tutti i tesori di cui disponevano alla ciurma rivale. Più tardi, i Pirati di Barbabianca si accorsero che Cane-tempesta e Gatto-vipera non erano più a bordo, intuendo che avevano seguito Oden.

In seguito divenne capitano di una ciurma, rimanendo comunque alleato di Barbabianca.

Saga di Marineford Modifica

Quando Ace sta per essere giustiziato a Marineford, Epoida e i suoi uomini uniscono le forze ai Pirati di Barbabianca per salvarlo. Rimane sorpreso di sentire che il padre di Rufy è il rivoluzionario Monkey D. Dragon. Successivamente, riceve l'ordine di non attaccare più direttamente Marineford; Barbabianca infatti, avendo notato i movimenti sospetti della Marina, istruisce gli alleati ad attaccare la base dai lati.

Quando il grand'ammiraglio Sengoku mette in atto il suo piano, Epoida e la sua ciurma vengono attaccati dai Pacifista.

Epoida sale poi sulla nave rivestita rimasta sott'acqua fino a quel momento ed entra nella piazza con l'aiuto di Little Odr Junior. Dopo che Rufy ha salvato Ace dal patibolo, Epoida e gli altri pirati lo difendono su ordine di Barbabianca. Rimane senza parole quando Akainu uccide Ace ed è tra coloro che difendono Rufy, quando il marine tenta di eliminarlo.

Anche Barbabianca poi perde la vita in battaglia. Con l'arrivo di Shanks e la fine delle ostilità, Epoida e gli altri pirati si ritirano.

Saga dopo la guerra Modifica

Insieme alla flotta di Barbabianca e ai Pirati del Rosso, partecipa ai funerali di Ace e Newgate sull'isola natale di quest'ultimo, nel Nuovo Mondo.

Nave Modifica

Epoida nave

La nave di Epoida.

La nave di Epoida è di notevoli dimensioni e possiede vari cannoni accanto alla polena, la quale ha le fattezze di un bruco. Il Jolly Roger della ciurma compare sulla vela di trinchetto e consiste in un bruco grigio e verde con un cranio al posto della testa e due spade incrociate pendenti verso il basso.

Prototipi per One Piece Modifica

Epoida Concept Art

Il prototipo di Epoida.

In One Piece Green è presente un prototipo del personaggio.

Note

Navigazione Modifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.