FANDOM


Articolo scelto Gente! Questo è un articolo fatto come si deve!

"Flotta dei sette" è un articolo completo ed esauriente!

La Flotta dei sette era un un gruppo di sette potenti e temuti pirati che collaboravano con il Governo Mondiale in cambio della sospensione della loro taglia. Era stata costituita per arginare il potere degli imperatori e spaventare i nuovi pirati.

Caratteristiche Modifica

Anche se i sette pirati lavoravano per il Governo Mondiale, generalmente non si preoccupavano di seguire le regole e nemmeno si supportavano a vicenda. Alcuni di loro non si conoscevano personalmente; ad esempio, Jinbe non aveva mai visto Boa Hancock prima del loro incontro ad Impel Down. Altri, invece, come Do Flamingo e Crocodile, sembravano conoscersi da più tempo. Do Flamingo inoltre aveva dimostrato di essere a conoscenza del coinvolgimento di Orso Bartholomew nel progetto sui Pacifista, ma ignorava che prima avesse fatto parte dei rivoluzionari. Le interazioni tra di loro erano talvolta ostili, come nel caso di Jinbe e Crocodile, o amichevoli, come quando Orso si era offerto di aiutare Moria a sconfiggere la ciurma di Cappello di paglia a Thriller Bark.

Capitolo 532

La composizione del gruppo prima della guerra per la supremazia‎.

Molti marine, come Smoker, li consideravano dei pirati come tutti gli altri e non si aspettavano da loro alcuna lealtà. Dall'altra parte i componenti della Flotta dei sette venivano definiti "i cani del Governo" dagli altri pirati per avere scelto di schierarsi dalla parte del nemico, pur continuando ad essere temuti per la loro forza nota a livello mondiale.

Le loro taglie potevano essere molto variabili e ciò era un'ulteriore prova del fatto che la cifra è solo vagamente indicativa della forza del soggetto. Ad esempio, Edward Weeble era entrato nella Flotta dopo essersi guadagnato una taglia di 480.000.000 Simbolo Berry, mentre Barbanera non ne era nemmeno in possesso. La loro forza era dimostrata anche dal fatto che, quando Crocodile venne rinchiuso ad Impel Down, venne posto al sesto livello pur possedendo una taglia di soli 81.000.000 Simbolo Berry.

Molti di coloro che ne facevano parte erano disillusi, perché la loro vasta esperienza li aveva resi cinici. Crocodile e Moria avevano infatti entrambi criticato il carattere sognatore di Rufy, sostenendo che fosse troppo inesperto per potere diventare il re dei pirati. Anche Mihawk si era mostrato molto distaccato durante il suo duello con Zoro, nonostante fosse rimasto affascinato dalla sua forza di volontà. Do Flamingo sosteneva invece che la vera giustizia non esistesse e che fosse da pazzi credere di incarnare un valore così sfuggente. Hancock, per via del suo passato da schiava, riteneva che tutti gli uomini fossero uguali e li disprezzava tutti alla stessa maniera, fatta eccezione per Rufy.

Regolamento Modifica

Ingresso Modifica

Per potere entrare a fare parte della Flotta dei sette quando all'interno di essa si liberava un posto, era necessario dimostrare la propria pericolosità in modo da convincere gli astri di saggezza ad accettare la propria candidatura. È il caso di Teach, che aveva sconfitto Ace e lo aveva consegnato al Governo Mondiale, e quello di Law, che aveva fatto arrivare a Marineford una cassa contenente i cuori di cento pirati da lui sconfitti. In alternativa, ai pirati più forti e famosi, la posizione veniva offerta direttamente, come nel caso di Ace.[1]

Poteva anche capitare che il Governo Mondiale venisse ricattato, come successo nel caso di Do Flamingo, che aveva rubato un'immensa quantità di denaro ai nobili mondiali e l'aveva restituita solo dopo essere entrato a fare parte dell'organizzazione.

Doveri Modifica

Flotta a Marineford

La Flotta dei sette a Marineford.

Il dovere principale dei membri della Flotta dei sette era quello di contribuire a mantenere l'equilibrio mondiale tra gli imperatori e la Marina, schierandosi al fianco di quest'ultima quando convocati. Alcuni di essi, inoltre, svolgevano alcune missioni per conto del Governo, come quando Orso Bartholomew era stato inviato ad uccidere tutti i testimoni degli avvenimenti di Thriller Bark.

Coloro che ne facevano parte non erano costretti a prendere parte alle riunioni per discutere delle sostituzioni tra le loro fila, alle quali erano soliti non partecipare. Infatti, molti marine di alto rango rimasero stupiti nel vederne tre presentarsi a Marijoa in seguito alla revoca del titolo a Crocodile. In effetti, Do Flamingo si era presentato solo perché si stava annoiando, mentre Mihawk solo perché l'argomento coinvolgeva la ciurma di cui faceva parte Roronoa Zoro, uno spadaccino a cui Mihawk era molto interessato.

Benefici Modifica

In cambio per il servizio reso, i membri della Flotta dei sette ricevevano il perdono per i crimini commessi in passato e le loro taglie non venivano considerate più valide. Rimanevano pirati, ma potevano girare liberamente dovunque desiderassero e potevano attaccare qualsiasi ciurma nella quale si imbattessero. Disponevano inoltre della licenza di saccheggio.[2] Boa Hancock aveva ottenuto anche il divieto di avvicinamento di qualsiasi nave governativa ad Amazon Lily. Jinbe aveva invece ottenuto l'annullamento dello status di schiavo per tutti coloro che facevano parte della sua ciurma.

L'annullamento dell'ordine di cattura veniva esteso a tutti i subordinati del pirata che faceva parte del gruppo: per questo, Jinbe aveva potuto fare in modo che Arlong venisse rilasciato da Impel Down, mentre Caesar Clown aveva ottenuto la grazia non appena Do Flamingo aveva rivelato che si trattasse di un suo sottoposto.

Revoca Modifica

Nel caso essi infrangessero la legge, generalmente, il Governo Mondiale e la Marina non intervenivano e facevano finta di nulla. Questo perché l'equilibrio mondiale era molto fragile ed era loro priorità mantenerlo, per cui non potevano permettersi di modificare molto frequentemente la composizione della Flotta dei sette.

Alla stessa maniera, oltre a permettere ai vari membri di infrangere la legge, il Governo Mondiale cercava di mantenere intatta la loro reputazione mettendo a tacere, quando possibile, le notizie negative che li riguardavano. La sconfitta di Moria, avvenuta per mano di Rufy, era stata accolta con orrore dal Governo Mondiale, che aveva appena trovato un rimpiazzo per Crocodile. Temendo ciò che sarebbe potuto accadere se la notizia fosse diventata di dominio pubblico, Orso Bartholomew venne inviato ad eliminare tutti i testimoni di quanto accaduto. Nonostante Orso non avesse portato a termine la missione, Moria riuscì a mantenere il suo status di membro della Flotta dei sette ed aveva risposto alla convocazione per la guerra per la supremazia. Lì, però, dimostrò di essere troppo debole per continuare a fare parte del gruppo, tanto che Do Flamingo ricevette l'ordine di guidare un commando di Pacifista per ucciderlo.

Nonostante questo, se uno di essi esagerava e compiva azioni che superassero il limite tollerabile, il Governo non poteva fare altro che ritirare il perdono ed espellerlo dalla Flotta dei sette, facendolo tornare un pirata qualsiasi e cercando immediatamente un sostituto. Era stato il caso di Crocodile e Do Flamingo, i quali entrambi avevano recato gravi danni e sofferenze ai regni rispettivamente di Alabasta e Dressrosa.

Sebbene i subordinati di un membro ricevessero il perdono, formare alleanze alla pari con altri pirati non era possibile. La conseguenza di ciò era l'immediata espulsione dall'organizzazione, come successo con l'alleanza tra Law e Rufy.

Forza Modifica

Per entrare nella Flotta dei sette era necessario essere un pirata famoso e temuto a livello mondiale, perciò l'assieme di sette di loro costituiva un'organizzazione formidabile in grado di stabilire un equilibrio assieme agli imperatori e alla Marina.

La loro forza era tale da potere cambiare l'esito di qualsiasi battaglia, come ad esempio la guerra per la supremazia, o sconfiggere senza sforzo una ciurma pirata di media forza.[3] Questo fatto incuteva molto timore negli avversari, anche in personaggi del calibro di Eustass Kidd, che, trovandosi di fronte ad un Pacifista, lo aveva scambiato per Orso Bartholomew e si era preoccupato di dovere affrontare un pirata così forte. Alcuni di loro avevano anche combattuto in passato contro alcuni imperatori: Gekko Moria si era scontrato con Kaido, Drakul Mihawk era stato a lungo rivale e amico di Shanks, mentre Crocodile aveva affrontato Barbabianca. La loro forza era talmente elevata che, qualora fossero finiti ad Impel Down, sarebbero stati rinchiusi al sesto livello, dove si trovavano solo i più forti e pericolosi criminali al mondo: sia Crocodile che Jinbe infatti subirono questa sorte.

Membri Modifica

Flotta dei sette (sciolta)

Ex membri

Storia Modifica

Passato Modifica

Circa diciannove anni prima dell'inizio della narrazione, Crocodile entrò a fare parte della Flotta dei sette.[4]

Undici anni prima dell'inizio della narrazione, dopo essere state liberate da Fisher Tiger, le sorelle Boa ritornarono ad Amazon Lily ed Hancock diventò la nuova imperatrice. Alla sua prima impresa da piratessa, il Governo si rese conto della potenza della donna e le offrì di entrare nella Flotta dei sette. Hancock acconsentì ma chiese ed ottenne che nessuna nave governativa potesse avvicinarsi ad Amazon Lily.

Due anni dopo, Jinbe venne invitato ad unirsi alla Flotta dei sette per via della reputazione che si era fatto alla guida dei Pirati del Sole. Jinbe accettò l'offerta per avvicinare gli uomini-pesce agli umani e in questo modo ottenne anche la scarcerazione di Arlong.

L'anno dopo anche Do Flamingo ottenne il titolo di membro della Flotta dei sette rubando una nave che trasportava i tributi per i nobili mondiali. Restituì quanto rubato solo dopo essere entrato nell'organizzazione.

Dopo essere stato accolto nella Flotta dei sette, Orso Bartholomew si offrì come cavia volontaria per un esperimento di Vegapunk mirato a trasformare un umano in un cyborg e alla creazione di un'armata di cyborg dalle sue stesse sembianze: i Pacifista.

Due anni prima dell'inizio della narrazione, Ace diventò famoso alla guida dei Pirati di picche e gli venne offerto un posto nella Flotta, che però il giovane rifiutò.

Saga di Alabasta Modifica

Crocodile, che per anni ha guidato un'organizzazione segreta con lo scopo di impadronirsi del regno di Alabasta, viene sconfitto da Rufy al termine di una dura battaglia. Smoker e Tashigi, autorizzati dai vertici della Marina, lo arrestano per avere abusato dei suoi privilegi e per questo perde il suo status.

Saga di Jaya Modifica

Riunione Marijoa

La riunione organizzata per stabilire il successore di Crocodile.

A seguito dell'arresto di Crocodile i vertici della Marina indicono una riunione a Marijoa per stabilire il suo successore. Solo tre membri della Flotta dei sette si presentano: Orso Bartholomew, Don Quijote Do Flamingo e Drakul Mihawk.

All'improvviso fa la sua comparsa Lafitte, membro dei Pirati di Barbanera, per proporre la candidatura del suo capitano Marshall D. Teach. Sengoku è contrario a fare entrare nella Flotta dei sette un pirata che non ha fama, ma Lafitte gli chiede un po' di pazienza perché è sicuro che in poco tempo Barbanera diventerà molto famoso.

La conclusione della riunione non viene mostrata, ma nessun pirata viene accolto nell'organizzazione perché qualche tempo dopo è proprio Teach ad entrare nella Flotta dei sette dopo avere sconfitto Ace sull'isola Banaro.

Saga di Thriller Bark Modifica

Moria e Orso

Orso offre il suo aiuto a Moria.

Temendo che la ciurma di Rufy, giunta a Thriller Bark, sconfigga un altro membro della Flotta dei sette dopo Crocodile, il Governo Mondiale ordina a Orso Bartholomew di raggiungere la nave-isola e di aiutare Gekko Moria a fronteggiare la minaccia. Moria però si rifiuta di ricevere aiuto e finisce per essere sconfitto.

I nuovi ordini di Orso diventano quelli di uccidere tutti i presenti per fare in modo che la notizia non si diffonda. Orso però non obbedisce: prima usa il suo potere per fare perdere i sensi a tutti i presenti ma poi si limita a sottoporre Zoro ad una prova mortale a cui lo spadaccino sopravvive. Dopodiché Orso se ne va e sostiene con i vertici della Marina di avere compiuto la sua missione.

Saga delle Sabaody Modifica

Approfittando del suo status di membro della Flotta dei sette, e quindi alleato del Governo Mondiale, Orso Bartholomew riesce ad intromettersi nell'attacco di Kizaru e Sentomaru ai danni della ciurma di Rufy. Ad uno ad uno li colpisce con i suoi poteri e li scaglia su varie isole in modo che possano scampare all'arresto e si possano allenare per diventare più forti.

Saga di Amazon Lily Modifica

Flotta Amazon Lily

La Flotta dei sette durante gli eventi di Amazon Lily.

Durante il viaggio di ritorno verso Amazon Lily la nave di Boa Hancock viene avvicinata da una nave della Marina. Il viceammiraglio Momonga informa Hancock della convocazione a Marineford in previsione di una guerra contro i Pirati di Barbabianca. La Kuja però si rifiuta di obbedire e torna ad Amazon Lily.

In seguito però Hancock accetta la convocazione solo a patto di essere prima condotta ad Impel Down per vedere Portuguese D. Ace. In realtà è solo un piano per permettere al suo amato Rufy di salire su una nave della Marina ed infiltrarsi nella grande prigione.

Saga di Impel Down Modifica

Hancock si presenta ad Impel Down e giunge di fronte alla cella di Ace, riuscendo a bisbigliargli che il fratello è giunto fin lì per liberarlo. Dopodiché se ne va, diretta a Marineford.

Allo stesso tempo Jinbe è detenuto temporaneamente proprio nella stessa cella di Ace, perché si rifiuta di affrontare la ciurma di Barbabianca, l'uomo che ha posto sotto la sua protezione l'isola degli uomini-pesce. Quando il gruppo di rivoltosi raggiunge il sesto livello e scopre che Ace è già stato condotto in superficie Inazuma libera Jinbe, consapevole della sua forza e dell'aiuto che l'uomo-pesce può dare durante l'evasione e a Marineford.

Marshall D. Teach lascia Marineford senza dare spiegazioni e si dirige ad Impel Down con la sua ciurma. Giunto alla grande prigione fa irruzione al suo interno e si dirige fino al sesto livello. Lì offre a tutti i detenuti la possibilità di uscire dalle celle, ma solo se sopravviveranno ad uno scontro mortale tra di loro. I sopravvissuti vengono liberati e si uniscono alla ciurma.

Saga di Marineford Modifica

Moria e Jinbe

Jinbe sconfigge Moria.

Quando i Pirati di Barbabianca si presentano a Marineford ci sono cinque membri della Flotta pronti ad affrontare i suoi uomini: gli unici assenti sono Jinbe e Teach. Il primo a sferrare un attacco è Mihawk, che decide di testare la differenza di forza tra sé e l'imperatore. Il suo fendente viene intercettato da Jaws prima che possa colpire la Moby Dick.

Poco dopo Little Odr Junior irrompe sul campo di battaglia e nessuno sembra in grado di fermarlo; gli attacchi consecutivi di Orso, Do Flamingo e Moria però lo lasciano in fin di vita prima che possa liberare Ace. Mentre l'attenzione di tutti è concentrata sul gigante alcuni pirati cercano di attaccare Hancock, ma lei utilizza il suo potere per pietrificare indistintamente i nemici e i marine che la circondano. Do Flamingo, dopo avere contribuito a fermare l'avanzata di Little Odr Junior, prende il controllo di Atomos e lo costringe ad affrontare i suoi stessi uomini.

Quando gli evasi di Impel Down raggiungono il campo di battaglia Jinbe annuncia pubblicamente le sue dimissioni dalla Flotta dei sette. Comincia ad avanzare in direzione del patibolo assieme ad Ivankov proteggendo Rufy e affronta Moria, il quale vuole prendersi di nuovo l'ombra del ragazzo. Lo scontro è di breve durata perché gli zombie vengono purificati dall'acqua marina e Moria viene colpito in pieno da un potentissimo pugno dell'uomo-pesce. Iva, invece, decide di restare indietro per affrontare Orso Bartholomew, suo vecchio compagno nei rivoluzionari. Do Flamingo rivela a Ivankov che Orso ha preso la sua coscienza dopo l'ultimo intervento chirurgico di Vegapunk, che l'ha trasformato in un Pacifista. Rufy rimasto solo continua ad avanzare ma viene attaccato da Smoker. Viene salvato da Hancock, che utilizza l'Ambizione per colpire il marine e spezzare il suo jitte.

Do Flamingo e Crocodile si scontrano

Do Flamingo e Crocodile si scontrano.

Do Flamingo e Crocodile si trovano faccia a faccia e si scherniscono a vicenda; Mihawk invece decide di attaccare Rufy senza trattenersi, pur sapendo che il ragazzo è il pupillo di Shanks. Rufy è totalmente inerme e può solo cercare di sfuggire alla sua lama e ci riesce solo quando Vista interviene in suo soccorso.

Boa Hancock difende nuovamente Rufy dai Pacifista pietrificandone alcuni, ma Mihawk si ripresenta di fronte a Rufy. Questa volta in suo soccorso interviene Mr. One su preciso ordine di Crocodile. Mihawk lo sconfigge con un solo colpo, ma non riesce a colpire Rufy perché Crocodile a sua volta cerca di attaccarlo, costringendolo a deviare il suo uncino.

In seguito alla morte di Ace gli scontri si fanno più duri e si interrompono momentaneamente solo quando i combattenti scoprono che i Pirati di Barbanera li stanno osservando dai resti del patibolo. Teach ammette di essere entrato nella Flotta solo per potersi avvicinare indisturbato ad Impel Down ed aumentare il numero di compagni con alcuni detenuti. Avendo raggiunto il suo scopo lascia la Flotta dei sette.

Al termine delle ostilità, dopo l'arrivo dei Pirati del Rosso, Hancock sequestra una nave della Marina sostenendo di volere inseguire Rufy, portato in salvo dai pirati Heart a bordo del loro sottomarino.

Saga dopo la guerra Modifica

Moria e pacifisti

Do Flamingo guida i Pacifista all'attacco di Moria.

I vertici del Governo Mondiale decidono che Moria è diventato troppo debole per continuare a fare parte della Flotta dei sette. Inoltre la sua sconfitta per mano di Jinbe, trasmessa in tutto il mondo, gli ha fatto perdere la sua fama di pirata pericoloso. Per questo Do Flamingo viene incaricato di mettersi a capo di una squadra di Pacifista ed eliminarlo. Il pirata però non riesce fino in fondo nel suo intento perché all'improvviso Moria, anche se gravemente ferito, scompare nel nulla.

Salto temporale Modifica

Durante i due anni di salto temporale i tre posti disponibili vengono riempiti.

Uno dei tre pirati è Bagy, che riceve l'invito subito dopo la guerra per la supremazia‎. Trafalgar Law invece, per guadagnarsi il posto, sconfigge cento pirati e invia una cassa contenente i loro cuori a Marineford. L'altro posto viene occupato da Edward Weeble, in quanto la Marina intende sfruttare la sua fama di "figlio legittimo di Barbabianca", anche se dubita della veridicità di quelle voci.

Saga di Dressrosa Modifica

Do Flamingo vs Law vs Fujitora

Law affronta Do Flamingo e Fujitora.

Il giorno dopo i fatti di Punk Hazard i giornali riportano le notizie della rinuncia al posto nella Flotta dei sette di Do Flamingo e quella dell'alleanza tra i Pirati di Cappello di paglia e i pirati Heart. Per questi due motivi Sakazuki convoca una riunione straordinaria dei vertici della Marina e li informa di avere inviato l'ammiraglio Fujitora ad occuparsi delle due faccende.

Nel giro di alcune ore la prima notizia viene smentita: Do Flamingo infatti ha usato la sua influenza per ingannare il mondo intero, anche se il suo scopo era semplicemente quello di attirare in una trappola Law e la ciurma di Rufy. A Green Bit, invece, Law ammette che la sua alleanza con Rufy è alla pari e quindi Fujitora gli toglie il titolo di membro della Flotta dei sette.

Lo scontro tra i Pirati di Cappello di paglia e Do Flamingo espone i crimini e traffici dei Pirati di Don Quijote. Una volta sconfitti la Marina arresta Do Flamingo e i suoi uomini; la Flotta dei sette pertanto perde un altro membro.

Saga del Reverie Modifica

Roswald riesce a noleggiare Orso Bartholomew più di una volta e ad usarlo come schiavo. Si fa trasportare da lui fino al cancello che delimita il dominio dei draghi celesti per recuperare il ferito Charloss.[5]

Saga del Paese di Wa Modifica

Mihawk legge sul giornale la notizia riguardante le azioni di Moria e del suo esercito di zombie, per poi informare Perona di quanto accaduto al Reverie, nel quale è stato anche deciso lo scioglimento della Flotta dei sette, pertanto la Marina si mobilita per arrestare chi ne faceva parte.

Curiosità Modifica

  • Quando Yosaku parla della Flotta dei sette alla ciurma di Rufy nessuna delle sagome che vengono mostrate, a parte quella di Mihawk, assomiglia ad uno dei veri membri.[6]
  • La Flotta dei sette è ispirata ai corsari. Si trattava di pirati assoldati dai governi, che venivano quindi considerati eroi dalle loro patrie e saccheggiatori dalle nazioni straniere. I più famosi furono Francis Drake, Henry Morgan e James De Wolf.

Note

Navigazione Modifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.