Scopri altri articoli pronti alla lettura! Gente! Questo è un articolo fatto come si deve!

"Franky Family" è un articolo completo ed esauriente!

La Franky Family era formata da un gruppo di smantellatori di navi che operavano a Water Seven. Poiché erano incapaci di trattenere il denaro a lungo, si dedicavano anche al mestiere di cacciatori di taglie.

Forza[modifica | modifica sorgente]

Si trattava di reietti, alcuni dei quali volevano lavorare per la Galley-La company, ma che hanno fallito l'esame di ammissione.[1] Non erano esperti nel costruire le cose, nemmeno il loro covo, ma erano abbastanza bravi a smantellarle. Essendo il gruppo composto da cinquanta membri,[2] basavano la loro forza principalmente sul numero. Le uniche eccezioni erano i Destroyers, molto più grandi e forti delle persone normali, e il loro leader Franky, un cyborg. Il gruppo poteva contare anche su due King Bull.

Membri[modifica | modifica sorgente]

Storia[modifica | modifica sorgente]

Passato[modifica | modifica sorgente]

Quattro anni prima dell'inizio della narrazione, Franky radunò attorno a sé i falliti di Water Seven e fondò la Franky Family.

L'anno seguente, il gruppo, per guadagnarsi da vivere, iniziò a sconfiggere alcuni pirati che raggiungevano l'isola e, dopo essersi impossessati delle loro navi, le smantellarono per rivenderne il legno.[3]

Saga di Water Seven[modifica | modifica sorgente]

Quando i Pirati di Cappello di paglia raggiungono Water Seven, alcuni di loro cercano di catturare Zoro per potere incassare la taglia sulla sua testa, ma vengono sconfitti velocemente. Successivamente rubano ad Usop le valigette contenenti 200.000.000 Simbolo Berry.png. Il cecchino raggiunge il loro covo, intenzionato a riprendersi ciò che gli appartiene, ma non riesce nel suo intento e al contrario viene picchiato duramente. Quando Rufy scopre l'accaduto, assieme a Zoro, Sanji e Chopper assalta la Franky House, dove sconfiggono tutti i presenti e distruggono l'edificio.

Infuriato, al suo ritorno Franky cerca vendetta, ma il suo scontro con Rufy e i carpentieri della Galley-La company si conclude con un nulla di fatto.

Alla sera, il gruppo diffonde la notizia che Franky ha preso in ostaggio Usop, nella speranza che Rufy lo raggiunga per vendicarsi. Tuttavia i membri vengono sentiti dagli agenti del CP9 e vengono costretti con la forza a rivelare dove si trova il loro capo.

A seguito del rapimento di quest'ultimo, la Franky Family viene a sapere dai carpentieri della Galley-La company che i Pirati di Cappello di paglia sta andando ad Enies Lobby nel tentativo di salvare Robin. Raggiungono quindi il deposito dove si trova il Rocket Man e Zanbai chiede alla ciurma di portarli con loro. Rivelano che Franky è stato portato via e che vorrebbero inseguire il Puffing Tom, ma con l'Acqua Laguna non andrebbero lontano. Kokoro fa loro presente che il nemico è il Governo Mondiale, ma essi rispondono che sono pronti a dare anche loro vite per salvare il capo. Nami domanda loro se si sono dimenticati ciò che hanno fatto, così essi dicono di esserne consapevoli e si prostrano. Rufy quindi accetta e Zanbai dice a nome di tutti che sono in debito, rivelando che non dovranno salire sul treno marino, ma li seguiranno in mare con i loro King Bull, agganciandosi alla coda del veicolo. Corrono tutti via felici perché salveranno Franky.

Ricorrendo a Sodoma e Gomorra per trainare il loro mezzo di trasporto, raggiungono il mare e si agganciano al Rocket Man tramite due arpioni, per poi lasciarsi trainare a loro volta.

In seguito uno dei membri e Tilestone provano ad aprire un varco nell'onda che sta per travolgerli, ma senza successo. Zanbai ordina di ricorrere al loro cannone speciale, ma anche questo non ha effetto. Quando Zoro e Rufy riescono a creare un passaggio per il treno marino, tutti i membri rimangono sbalorditi e poi gioiscono.

Saga di Enies Lobby[modifica | modifica sorgente]

Ad Enies Lobby, i loro due King Bull, Sodoma e Gomorra, rendono possibile attraversare i vari cortili senza affrontare ogni singolo avversario. In seguito la Franky Family partecipa allo scontro con gli innumerevoli agenti della Marina e del Governo Mondiale che si trovano nell'edificio principale, permettendo al ponte levatoio di abbassarsi quanto basta per permettere al Rocket Man di saltare nel vuoto della cascata.

Durante il Buster Call, la Franky Family, i carpentieri, Oimo e Karsee raggiungono l'ingresso principale ma si imbattono in tre navi della Marina, che aprono il fuoco. Nonostante vengano ritenuti tutti morti, in realtà sopravvivono tutti e si allontanano per mezzo del treno marino.

Saga dopo Enies Lobby[modifica | modifica sorgente]

Due giorni dopo, la Franky Family comincia a ricostruire il proprio covo, mentre Sodoma e Gomorra si riposano per guarire dalle ferite. In seguito scoprono che i giornali non parlano del loro contributo, ma che il loro leader, Franky, non è stato altrettanto fortunato ed ha ottenuto una taglia di 44.000.000 Simbolo Berry.png. Corrono immediatamente ad avvertire la ciurma di Rufy delle scoperte e gli chiedono con insistenza di accettare Franky come uno di loro: per lui sarebbe troppo pericoloso restare a Water Seven.

Con grande sollievo scoprono che Rufy era già intenzionato a chiedergli di unirsi a loro. Per forzare la situazione, Tamagon ruba a Franky le sue mutande e fugge inseguito dal cyborg. Grazie al gioco di squadra, la Franky Family riesce a passarsi l'indumento fino ad arrivare all'isola dei rottamatori senza che Franky metta le mani su di esso.

Arrivati sul posto, i membri della Franky Family gli consegnano una valigia, necessaria al viaggio che sta per intraprendere. Franky si infuria perché essi vogliono prendere le decisioni al posto suo, ma loro gli rispondono che sono preoccupati per la sua felicità e Franky si commuove.

Dopo la partenza della Thousand Sunny, la Franky Family non sa più cosa fare ed inizia a ricostruire la Franky House. Iceburg li raggiunge e offre a tutti di iniziare a lavorare per la Galley-La company, ottenendo una risposta affermativa.

Dalle tolde del mondo[modifica | modifica sorgente]

Mozu e Kiwi sono diventate bariste nel bar gestito da Blueno. Zanbai e gli altri sono entrati a fare parte della Galley-La company.

Nave[modifica | modifica sorgente]

L'imbarcazione della Franky Family.

Il gruppo disponeva di una grande nave rotonda, su cui sorgeva una specie di edificio verde acqua, anch'esso rotondo, dal cui tetto sbucavano una serie di cannoni, tra cui uno enorme che funzionava a carbone. Era dotata di due arpioni collegati tra loro da un tronco e veniva trainata da Sodoma e Gomorra. Sulla polena era presente la parte anteriore di un'automobile. L'imbarcazione è stata abbandonata dal gruppo ad Enies Lobby.

Basi[modifica | modifica sorgente]

Franky House[modifica | modifica sorgente]

La Franky House.

La Franky Family aveva come base la Franky House, un edificio posto sulla costa nordorientale della città. Era molto variopinta, con una scritta molto appariscente che recitava "FRANKY HOUSE" e due braccia meccaniche sui lati.

Viene distrutta dai Pirati di Cappello di paglia per vendicare il furto del denaro subito e il brutale pestaggio di Usop. La Franky Family inizia a ricostruirla dopo gli eventi di Enies Lobby, mentre Franky lavora alla costruzione della Thousand Sunny, ma dopo la proposta fatta a loro da Iceburg, i lavori si interrompono.

Magazzino sotto il ponte[modifica | modifica sorgente]

La Franky Family aveva anche un secondo luogo di ritrovo, che era segreto. Si trattava della vecchia sede della Tom's Workers, nel magazzino sotto il ponte che collega Water Seven con l'isola dei rottamatori.

Note

  1. SBS del volume 38.
  2. Vol. 38capitolo 366 ed episodio 256, Zanbai lo afferma.
  3. Vol. 34capitolo 327 ed episodio 232, Califa spiega chi sia la Franky Family.

Navigazione[modifica | modifica sorgente]

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.