One Piece Wiki Italia
Advertisement
One Piece Wiki Italia

Gaimon è un ex pirata che vive sull'isola degli animali strani.

Aspetto[]

Gaimon ha i capelli verdi acconciati in uno stile afro, la barba nera, le guance paffute e la bocca larga. È rimasto incastrato in un baule per ventidue anni, e il suo corpo si è adattato alla forma dello spazio disponibile, rendendo impossibile ormai farlo uscire di lì.

Carattere[]

È ostile con coloro che cercano di fare del male agli animali o rubare il tesoro che Gaimon protegge da ventidue anni. Se scopre che chi è sbarcato sull'isola non è interessato né agli animali né al tesoro diventa subito amichevole.

Relazioni[]

Sarfunkel[]

Vive con Sarfunkel e sembra che i due vadano d'accordo.

Forza e abilità[]

La sua condizione all'interno del forziere gli impedisce i movimenti e per questo non ha grandi capacità fisiche.

Sa dell'esistenza dei frutti del diavolo, della Linea Rossa, della Rotta Maggiore e dello One Piece, ma non sa leggere le carte nautiche.

Armi[]

Gaimon utilizza una pistola ed è dotato di una buona mira avendo centrato Rufy.

Storia[]

Passato[]

Divenne un pirata. Vent'anni prima dell'inizio della narrazione, giunse assieme alla sua ciurma sull'isola degli animali strani, in cui doveva trovarsi un tesoro.

Gaimon cade da una parete rocciosa.

Dopo tre settimane, avendo trovato solo una cassa vuota, il capitano ordinò di risalire sulla nave. Vedendolo immobile, un suo compagno gli disse che stavano per andare e lui affermò di avere capito. Vedendo una grande roccia, ipotizzò che sopra di essa ci potesse essere qualcosa perché magari nessuno aveva controllato. Arrampicatosi a fatica fino alla cima, non credette ai suoi occhi vedendo cinque casse e cercò di richiamare l'attenzione dei suoi compagni. Tuttavia perse la presa e cadde nella cassa vuota trovata in precedenza dalla sua ciurma, perdendo i sensi.

Quando si svegliò, vide che la nave era già salpata e capì che quel tesoro poteva essere solo suo, tuttavia non riuscì a salire nuovamente sulla roccia, né ad uscire dalla cassa. Iniziò quindi a gridare alla sua ciurma di tornare da lui.

Negli anni molti altri giunsero lì in cerca del tesoro o per catturare gli animali strani, ma riuscì sempre a cacciarli spacciandosi per il guardiano del luogo. Maledisse anche il tesoro poiché era così vicino a lui, ma non poteva impossessarsene.

Saga di Shirop[]

Vede tre ragazzi giungere su due imbarcazioni e ai due che sbarcano dice di non andare oltre. Quando gli viene chiesto chi sia, risponde di essere il guardiano del bosco, dicendo loro di andarsene se non vogliono morire. Domanda quindi se siano pirati e, avuta conferma, afferma che se faranno un altro passo nel bosco, saranno giudicati da quest'ultimo e uccisi. Vedendo il ragazzo avanzare, gli ripete di fermarsi e poi gli spara alle spalle, tuttavia il giovane gli rispedisce il proiettile indietro. Gaimon gli domanda chi sia, ma il ragazzo gli chiede lo stesso.

Lui lascia quindi la pistola a terra e si accovaccia nella cassa visto che i due giovani si avvicinano. Subito dopo fugge, ma inciampa e cade. Chiede quindi aiuto ai ragazzi, con i quali fa amicizia e scopre che Rufy ha mangiato il Gom Gom, così Gaimon capisce che è un frutto del diavolo, ammettendo di avere già sentito parlare della loro esistenza, ma che è la prima volta che incontra qualcuno che ne ha mangiato uno. Il ragazzo gli chiede se sia un pupazzo a molla, ma lui gli ribatte cosa stia dicendo. Racconta di esserci finito dentro per sbaglio e che vive lì in solitudine da vent'anni, domandando se capiscano la sua sofferenza. Nami resta sbalordita e Rufy gli dà del fesso, così Gaimon gli urla che lo ucciderà. Rivela poi che è un periodo molto lungo, in cui gli sono cresciuti barba e capelli e non è più abituato a parlare con altri umani.

Rufy prova ad estrarlo dalla cassa, ma lui gli chiede cosa stia facendo e che gli sloga il collo così facendo. Aggiunge poi che è pazzo perché lui non si è mosso per vent'anni quindi quella cassa ora fa parte di sé poiché si fratturerebbe tutte le ossa. Quando Nami gli chiede perché sia venuto lì, rivela che anche lui era un pirata, ma cercare tesori può anche portare alla morte. Vedendo che Rufy possiede una mappa, gli domanda se sia quella del tesoro, ma il ragazzo spiega che è quella della Rotta Maggiore e che il suo obiettivo è lo One Piece. Rimane sbalordito della cosa, ma subito dopo gli chiede che rotta sia, tuttavia anche Rufy ne è ignaro, così entrambi ridono. Nami quindi spiega loro della Linea Rossa e Gaimon afferma che divide il mare in due, scoprendo poi che la Rotta Maggiore è perpendicolare ad essa e solamente Roger l'ha percorsa. Quando Rufy sostiene che su di essa si trovi lo One Piece, Gaimon gli replica che non è facile, sostenendo che tale rotta sia la tomba dei pirati e affermando di averne visti alcuni scampati per miracolo alle sue insidie. Racconta così che sembravano morti, che avevano perso tutto e tenevano la testa chinata verso il basso, capendo che gli era successo qualcosa di terribile e forse avevano incontrato terribili mostri. Nessuno di loro voleva parlare e solo vedendoli si capiva che terribile esperienza doveva essere stata. Aggiunge inoltre di dargli retta, perché trovare lo One Piece è impossibile, dicendo che circolano molte voci a riguardo, ma nulla di concreto. Spiega infine che la grande era della pirateria è iniziata da più di vent'anni, ma ormai quel tesoro è diventato un mito.

Dopo avere sentito Rufy affermare che si inventerà qualcosa e lo troverà perché fortunato, Gaimon rivela che non lascia quell'isola per il rimpianto, spiegando come la raggiunse e il motivo della sua condizione. Rufy gli domanda così se i suoi compagni non sono più tornati a riprenderlo e lui conferma, rivelando poi di avere cacciato molti altri che arrivavano lì per trovare il tesoro.

Avendo protetto quel tesoro per vent'anni, afferma che è suo e Rufy gli dà ragione. Nami si propone di recuperarlo per lui, così Gaimon le dice che è gentile e che ha fatto bene a raccontare loro tutto. Conduce quindi i due ragazzi sotto alla roccia e Rufy gli domanda come mai non abbia chiesto a nessuno di aiutarlo. Gaimon gli risponde che nessuno ha mai voluto parlare con lui ed è felice perché finalmente è giunto il momento che tanto aspettava. Osserva meravigliato il ragazzo raggiungere la cima grazie ai suoi poteri, sentendolo dire che ha trovato cinque casse. Gaimon gli grida che ha fatto un ottimo lavoro, chiedendogli di buttarle giù senza colpirlo, per poi ridere. Quando Rufy si rifiuta, Nami lo rimprovera, ma Gaimon le replica di lasciare perdere e in lacrime dice a Cappello di paglia che è veramente buono. Ammette che aveva immaginato, anche se cercava di non pensarci, che le casse erano vuote, chiedendo conferma. Quando Rufy gliela dà, Gaimon ammette che capita spesso con i tesori segnati su una mappa e che quello era evidentemente già stato rubato.

Rufy ride dicendogli che almeno sono arrivati dopo vent'anni e che ha tutto il tempo per rifarsi, incitandolo a tornare un pirata per trovare lo One Piece. Gaimon ammette che gli fa piacere avere ricevuto la proposta di unirsi alla sua ciurma, ma preferisce continuare a fare la guardia del bosco perché li si trovano molti animali strani, rivelando che sono molti di più coloro che vengono lì per catturarli di quelli che cercano il tesoro. Aggiunge inoltre di essersi affezionato e di non poterli abbandonare. Rufy gli dice che anche lui è un animale strano, così Gaimon si infuria, domandandogli se vuole che lo ammazzi. Ammette infine che, sapendo che non c'è più il tesoro, vivrà tranquillo e dice al ragazzo che si uniranno a lui dei buoni compagni, troverà lo One Piece e il mondo sarà suo.

Fornisce quindi molta frutta ai due ragazzi[3] e li saluta, osservando le due imbarcazioni prendere il largo.

Le mini avventure di Bagy[]

Bagy raggiunge l'isola degli animali strani e Gaimon inizialmente gli spara credendo voglia rapire gli animali, ma quando il clown rivela di essere un pirata, i due diventano amici. In seguito lo saluta quando salpa a bordo di una zattera.

Dalle tolde del mondo[]

Gaimon vive ancora sull'isola degli animali strani e a lui si è aggiunta Sarfunkel.

Prototipi per One Piece[]

Alcuni suoi prototipi.

In One Piece: Color Walk 1, appaiono i prototipi del personaggio.

Differenze tra manga e anime[]

Saga di Shirop[]

L'incontro tra i Pirati di Cappello di paglia e Gaimon è diverso tra manga e anime.

Nel manga avviene tra la saga di Orange e la saga di Shirop, mentre nell'anime appare tra la quest'ultima e la saga del Baratie. Per questo motivo nel manga Usop non è presente; inoltre solo Rufy e Nami fanno la sua conoscenza, mentre Zoro dorme sulla barca per tutto il tempo. Nell'anime Usop è presente e tutti e quattro incontrano Gaimon.

Curiosità[]

  • Nella versione giapponese c'è una gag nella quale Rufy chiede a Gaimon se sia un "figlio inscatolato" e lui risponde che suo padre lo ha sempre protetto quando era un ragazzo, dopodiché si accorge dell'insensatezza delle sue parole. Questa gag deriva da un gioco di parole con l'espressione giapponese "figlia inscatolata", che si riferisce a una ragazza che viene tenuta sotto una protezione eccessiva per tutta la vita.
  • L'abbinamento con Sarfunkel è uno spoonerismo sul gruppo musicale di Simon & Garfunkel.

Note

Navigazione[]

Advertisement