Scopri altri articoli pronti alla lettura! Gente! Questo è un articolo fatto come si deve!

"Galdino" è un articolo completo ed esauriente!

Galdino è un membro del Bagy's Delivery. In passato era un Officer Agent della Baroque Works che lavorava con il nome in codice di Mr. Three, in coppia con Miss Golden Week.

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Galdino è un uomo di media statura dalla corporatura esile. La sua particolarità più appariscente è il "3" formato dai suoi capelli neri, che rispecchia la posizione che deteneva nella Baroque Works. La sua capigliatura cambia inoltre forma a seconda della situazione, trasformandosi in un punto esclamativo se è spaventato o in un punto interrogativo se un dubbio lo assilla.

Dopo la guerra di Marineford, indossa una camicia arancione a maniche arrotolate e dei pantaloni beige.

A trentacinque anni, mentre era ad Impel Down indossava l'uniforme da prigioniero e il suo aspetto era molto meno curato. Infatti i capelli erno ammosciati, la lente destra dei suoi occhiali era incrinata e sul viso aveva un po' di barba incolta. In precedenza indossava dei pantaloni chiari, una giacca senza maniche a righe verticali blu e azzurre, un Log Pose al polso sinistro e un papillon rosso.

Carattere[modifica | modifica sorgente]

Galdino ha un'alta considerazione di se stesso, che dimostra quando critica Mr. Five perché non sfrutta a pieno le potenzialità del suo frutto del diavolo. Inoltre si ritiene un maestro di arti plastiche[3]e per questo cerca di trasformare le sue vittime in opere d'arte. Si diverte quando queste ultime soffrono, al punto da affermare che l'espressione sofferta delle loro statue esalta la sua arte. Il suo motto è "commettere grandi crimini con piccoli mezzi”, infatti afferma che si siano sono molti modi di sconfiggere gli avversari senza combattere. Non gli piace essere sottovalutato, tuttavia quando si trova in una situazione che mette seriamente a rischio la sua incolumità, dimostra di essere abbastanza codardo.

Il suo periodo di detenzione ad Impel Down ha in parte modificato il suo carattere. All'inizio si è infatti alleato con Bagy nel tentativo di evadere usando Rufy come diversivo, mentre in seguito ha deciso durante l'evasione di massa di fermarsi ad affrontare Magellan quel tanto che bastava per facilitare la fuga degli altri. Quando Bentham si sacrifica per permettere agli altri di fuggire, Galdino ne rimane inoltre molto scosso e ciò lo ispira ad aiutare Rufy a liberare il fratello, proprio in memoria del suo ex collega.

Relazioni[modifica | modifica sorgente]

Baroque Works[modifica | modifica sorgente]

Tra lui e la sua ex partner, Miss Golden Week, c'era una relazione distaccata, comune a quella tra le altre coppie della Baroque Works. Galdino apprezzava il suo talento artistico, che rendeva realistiche le sue statue di cera, ma si infuriava quando lei si rivelava troppo infantile, come ad esempio quando ha confermato scioccamente il punto debole della cera ai suoi avversari.

Giudica con severità le persone di grado inferiore al suo: ritiene infatti che Mr. Five sia solamente un deficiente che è stato sconfitto perché non sa sfruttare al meglio il suo potere. Inoltre si augurava la caduta di coloro che hanno un grado superiore al suo, in modo da ottenere una promozione. Proprio per questo motivo, all'inizio nutriva una profonda rivalità ed antipatia verso Mr. Two, ritenendolo particolarmente fastidioso. Il nobile gesto di quest'ultimo ad Impel Down però, ha fatto cambiare idea a Galdino sul suo conto, che ha iniziato a definirlo suo amico, tanto da aiutare Rufy a liberare Ace durante la guerra per la supremazia in suo onore.

All'inizio si dimostra leale verso Crocodile, ma da quando egli ha cercato di ucciderlo, Galdino trema anche solo a sentirlo nominare.

Bagy[modifica | modifica sorgente]

Galdino e Bagy si sono conosciuti ad Impel Down e hanno unito le forze per riuscire a fuggire dalla grande prigione sottomarina. Avendo un carattere molto affine, tra i due è nata subito una forte empatia. I loro tentativi però si sono rivelati inutili, finché l'arrivo dei gay del livello quinto e mezzo guidati da Rufy e Ivankov non gli ha permesso di unirsi al gruppo e riuscire a fuggire.

Dopo le vicende di Marineford, Galdino si è unito a lui anche se si rende conto, ed è l'unico, che Bagy non è l'eroe che tutti credono.

Monkey D. Rufy[modifica | modifica sorgente]

All'inizio, Galdino si scontra con Rufy e la sua ciurma per ordine di Crocodile, venendo da questa pesantemente sconfitto.

Quando i due si incontrano di nuovo ad Impel Down, sembra che Galdino non serbi nessun particolare rancore verso l'altro. All'inizio si comporta da codardo, ma vedendo il coraggio di Rufy riesce a trovarne un po' del suo e lo aiuta ad affrontare Magellan, costruendo per lui un'armatura di cera in grado di resistere al veleno del direttore.

Durante la battaglia di Marineford, si traveste da boia sul patibolo. Quando Rufy lo raggiunge, Galdino gli dona una chiave fatta di cera con cui possa aprire le manette di agalmatolite di Ace.

Forza e abilità[modifica | modifica sorgente]

Il suo manifesto da ricercato.

Ha una taglia di 24.000.000 Simbolo Berry.png, indice della sua pericolosità.[1] Prima della disfatta della Baroque Works, Galdino era uno dei membri di spicco dell'organizzazione, al punto di guadagnarsi il nome in codice di Mr. Three, ossia ricoprire la quarta posizione più importante del gruppo e di avere quindi un buon numero di Billions al suo servizio.

Era anche abbastanza forte da essere sicuro di potere tranquillamente eliminare sia Mr. Five che Miss Valentine.[4] È inoltre molto intelligente e strategico, tanto da riuscire con l'inganno a sottomettere Dori e Brogi, due giganti con una taglia da 100.000.000 Simbolo Berry.png l'uno, dei quali conosceva le gesta.[5] In passato è anche riuscito a sconfiggere un pirata con una taglia di 42.000.000 Simbolo Berry.png.[6] La forza di Galdino è inoltre tale che gli uomini di Bentham, quando quest'ultimo faceva ancora parte della Baroque Works sotto il nome in codice di Mr. Two, hanno affermato che nemmeno attaccandolo contemporaneamente tutti insieme sarebbero riusciti ad avere la meglio su di lui.[7] Crocodile ha però affermato che la sua forza fisica è inferiore a quella di Mr. Four.

Galdino non ha una grande forza di volontà, ma al contrario una certa mancanza di spirito combattivo: ciò viene dimostrato quando a Marineford sviene a causa dell'Ambizione del re conquistatore di Rufy, anche se d'altra parte rinviene senza aiuti esterni molto prima delle altre persone.

Possedendo un Log Pose, e avendo con esso raggiunto Little Garden, ha dimostrato di essere un discreto navigatore.

Ad Impel Down ha inoltre dato prova di essere molto scaltro, sfruttando Rufy come diversivo per tentare di evadere. È anche abile nel muoversi di soppiatto senza farsi scoprire, riuscendo insieme a Bagy a spostarsi dal quinto al secondo livello di Impel Down senza grossi problemi. A Marineford riesce anche ad infiltrarsi nell'edificio principale della Marina e a travestirsi da guardia senza essere scoperto.

Frutto del diavolo[modifica | modifica sorgente]

Lente.png Per maggiori informazioni, vedere Dela Dela

Galdino crea una chiave di cera perfettamente funzionante.

Galdino ha mangiato il frutto del diavolo Dela Dela di tipo Paramisha che lo ha reso in grado di produrre un'infinita quantità di cera dal suo corpo. Galdino riesce a modellarla e a darle qualsiasi forma desideri, creando anche complesse armi o chiavi per aprire serrature, e una volta solidificata essa è più dura della roccia, nonostante essendo ancora cera è sensibile al calore.

Galdino riesce anche a produrre una cera più resistente dell'acciaio, in grado di sopportare una grande quantità di acidi e di veleni liquidi. Per questo è stato in grado di fermare temporaneamente il frutto del diavolo di Magellan.

Armi[modifica | modifica sorgente]

Ha impugnato un pugnale[8] e un naginata, ma non è noto se sia abile ad usarli.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Passato[modifica | modifica sorgente]

Nacque nel mare meridionale[1] e, una volta cresciuto, si unì alla Baroque Works, divenendo un Officer Agent.

Saga di Little Garden[modifica | modifica sorgente]

Mentre si rilassa a Kulka, afferma che il tè Earl Grey è squisito. Miss Golden Week gli dice che si sta annoiando, così lui le chiede conferma sul fatto che a lei non piaccia lavorare, cosa a cui lei risponde in modo affermativo. Mr. Three le suggerisce così di divertirsi un po' mentre non ha nessuna missione da compiere, sottolineando come le vacanze in tranquillità siano un diritto di un agente. Le chiede inoltre di non usare il suo nome in codice con troppa nonchalance mentre sono in pubblico. Vedendola mentre guarda un pezzo di carta, le domanda cosa sia, così lei gli risponde che si tratta degli ordini del presidente. Irritato, Mr. Three le chiede come mai non glielo abbia detto prima; scopre così che hanno il compito di fermare la principessa Bibi e la sua scorta, dei quali gli vengono forniti gli identikit, in quanto sono a conoscenza dell'identità segreta del capo[9] e che hanno già sconfitto Mr. Five. Si domanda perché tale sorte non sia toccata a Mr. Two, così avrebbe potuto prendere il suo posto come sottolinea la sua partner. Mr. Three dichiara poi che non importa se Mr. Five sia stato sconfitto, dato che lo considera solo un deficiente che ricopre un ruolo importante, affermando che nonostante abbia avuto la fortuna di entrare in possesso di un frutto del diavolo, se non si è in grado di usarne i poteri in modo ottimale, allora essi non servono a niente. Dichiara poi che un vero criminale esegue gli ordini usando la sua intelligenza, dicendo alla sua partner che dovrebbero fare spargere la voce di quanto sia pericoloso combattere contro un'organizzazione come la loro.

Raggiunge Little Garden con la sua partner dove scopre che lì si trovano Dori e Brogi, non credendo ai suoi occhi una volta visto il manifesto da ricercati dei due, la cui taglia complessiva ammonta a 200.000.000 Simbolo Berry.png. Fa quindi in modo di mettere una bomba nel barile di vino donato dai pirati a Brogi. Realizza poi nella giungla delle copie di cera di Rufy e Nami, dipinte dalla sua partner e una casetta di cera, in cui vi entra con lei.

Qui, mentre beve del tè e legge una rivista, viene raggiunto da Mr. Five e Miss Valentine. Il primo gli sottolinea come sappia il fatto suo per essersi costruito quel rifugio, ma che quella missione è sua e che quindi non deve immischiarsi, mentre Miss Valentine afferma che non ripeteranno gli stessi errori. Lui risponde che si sbagliano perché sono deboli, così la ragazza replica che hanno sottovalutato un po' la faccenda non sapendo che Bibi fosse protetta da una ciurma. Mr. Three ribatte che è una scusa infantile e che loro sono professionisti, per cui essere sconfitti o mostrarsi deboli davanti ai nemici significa rivelare l'esistenza della loro organizzazione segreta, motivo per cui le missioni vanno portate a termine. Aggiunge tuttavia che apprezza il fatto che i due abbiano seguito i pirati fin lì, così farà in modo che a loro venga assegnato il 30% di quello che incasseranno, ma se quella offerta per loro non è soddisfacente, devono dirlo subito cosicché procederà ad ucciderli, togliendosi il pensiero.

Subito dopo dice loro di non fare le facce serie e di bere una tazza di tè, affermando che non devono perdere tempo a litigare perché su quell'isola c'è un tesoro che li attende, per poi domandare se ci abbiano fatto caso pure loro. Mostra così il manifesto da ricercati dei due giganti, ammettendo di non averci creduto inizialmente e ringraziandoli per averlo fatto arrivare lì. Mr. Three racconta poi loro le gesta dei Pirati giganti guerrieri che cento anni prima fecero tremare il mondo, navigando in tutti i mari e mettendo a ferro e fuoco tantissime città, i cui capitani vivono lì. Afferma poi che se li cattureranno, faranno sicuramente carriera. Dopo avere confermato a Mr. Five che è stato lui a mettere l'esplosivo nel vino, conclude dicendo ai due Officer Agents che dovranno seguire solamente le sue istruzioni.

Dopo che Miss Golden Week si è svegliata, lui dice che al momento i loro antagonisti sono angosciati perché sanno di avere dei nemici che non riescono a vedere, rivelando che il suo primo obiettivo è Dori, che ha ferito e che non devono più temere dal momento che il combattimento con l'altro gigante è incominciato. Per quanto riguarda i pirati, afferma che sarà sufficiente attirarli in trappola uno dopo l'altro e che quello sarà un lavoro extra di cui lui si occuperà.

In seguito incontra separatamente Zoro e Nami, ai quali blocca mani e piedi.

Mr. Three blocca Brogi.

Standosene in disparte, raggiunge il luogo dello scontro tra i due giganti, affermando che Dori è petulante, per questo usa la sua cera per farlo scivolare. Ciò permette a Brogi di colpirlo al petto, avendo la meglio, cosa che entusiasma l'Officer Agent. Subito dopo la partner gli riferisce che le è sembrato di avere sentito qualcosa, ma lui non ci dà molto peso. Mentre Brogi ride e piange assieme, Mr. Three lo deride per questo, ma gli fa i complimenti. Il gigante gli domanda dunque chi sia, così lui presenta se stesso e la partner, rivelandogli poi che è già caduto nella sua trappola, infatti nel frattempo gli ha bloccato i piedi con la sua cera. Immobilizza poi a terra Brogi, il quale gli domanda cosa intenda fare, così lui risponde che crea opere d'arte.

Il candelabro di cera creato da Mr. Three per uccidere Zoro, Bibi e Nami.

Quando il gigante prova a liberarsi, Mr. Three ride e gli dice che è inutile che si sforzi perché la sua cera, una volta solidificata, diventa dura come la pietra. Prosegue dicendogli che non può fare più niente, sottolineando che dopo avere vinto la battaglia si è distratto. Vedendo Brogi infuriato, Mr. Three gli dice sarcasticamente di non guardarlo in quel modo perché lo intimorisce e poi ride. Subito dopo gli chiede conferma del fatto che gli faccia piacere avere vinto una lunga battaglia, anche se è stato aiutato, aggiungendo però che il vincitore finale è lui, oltre a domandargli se fosse al corrente che le taglie sulla sua testa e quella di Dori fossero ancora valide. A quel punto Mr. Five richiama la sua attenzione, così vede che lui e Miss Valentine hanno catturato Bibi. Quando quest'ultima grida contro di loro che sono dei disonesti per avere messo una bomba nel vino, lui le dice ha rivelato la loro strategia e subito dopo le blocca i piedi con della cera. Chiede poi a Mr. Five di portargli Zoro e Nami e a seguire crea una grande opera di cera. Blocca i piedi dei tre ostaggi su di essa e fa ruotare velocemente la parte superiore della struttura, la quale fa cadere delle gocce di cera che li trasformeranno in statue.

Quando la navigatrice chiede a Brogi di fare qualcosa, Mr. Three afferma che è fiato sprecato dato che il gigante si è appena accorto di avere ferito il suo amico, non accorgendosi della cosa nonostante i cento anni di battaglie. Ride poi del fatto che abbia anche pianto. Brogi afferma tuttavia che da quando hanno ricominciato a combattere gli era sembrato che Dori volesse nascondergli qualcosa. Mr. Three non gli crede, chiedendogli per quale motivo non abbia interrotto la battaglia e non abbia mostrato un briciolo di pietà. Brogi risponde che non può capire il loro spirito di guerrieri, non potendo immaginare la vergogna che prova uno di loro quando è ferito e vorrebbe continuare a combattere, gridando che non si deve avere pietà di un guerriero che vuole combattere ad ogni costo. Conclude di avere capito subito che era ferito e di averlo voluto sconfiggere con le sue mani, iniziando poi a liberarsi dalla cera che lo tiene bloccato. Ciò sbalordisce e preoccupa Mr. Three, che vede però Mr. Five colpire il gigante con un attacco esplosivo. Si irrita per avere sottovalutato la forza di Brogi, non pensando potesse spezzare la sua cera, per questo crea delle enormi spade con cui gli trafigge mani e piedi, dicendogli che, qualora facesse un piccolo movimento, le perderebbe. Aumenta poi la velocità con cui vengono prodotte le gocce di cera dalla sua opera e ride, dicendo ai suoi ostaggi che moriranno soffrendo e che possono gridare quanto vogliono. Si diverte poi assistendo alla loro disperazione.

Quando Zoro propone di tagliarsi le gambe per liberarsi, Mr. Five si chiede se sia impazzito, così Mr. Three afferma che non lo farà mai e che intende solo dare una dimostrazione della sua forza. Allo spadaccino però si aggrega anche il gigante, così lui capisce che fanno sul serio, per questo grida loro che li ammazzerà. A quel punto però Rufy, Usop e Karl li raggiungono. Vedendo il primo, Mr. Three critica la Marina per avere messo una taglia così alta sulla sua testa e poi si irrita quando il ragazzo gli dice che la sua acconciatura che sta bruciando sia orrenda. Quando Zoro chiede al suo capitano di distruggere il candelabro di cera su cui si trova, l'Officer Agent afferma che non glielo permetterà.

Miss Golden Week gli fa presente che Zoro e Nami non sono per nulla preoccupati e lui gli replica che lo stesso vale per lei vedendola fare un picnic. Aggiunge poi che li stanno sottovalutando e la cosa non gli piace.

Mr. Five gli propone di eliminare Rufy con la sua partner, ma lui lo critica dato che non ci sono riusciti in precedenza. Aggiunge inoltre che non è al suo livello e di occuparsi di quelli che sono con il ragazzo, che intende aggiungere alla sua collezione di statue. Gli blocca così le gambe con la sua cera, non riuscendo però a fare altrettanto con le braccia, per poi vederlo usare una delle spade di cera come perno per roteare velocemente attorno ad essa e poi distruggere il supporto del candelabro usando la cera che gli blocca le gambe come martello, da cui si libera.

Rufy cerca di colpire nuovamente il candelabro, ma Mr. Three intercetta l'attacco con un muro di cera. Il pirata gli dice di non infastidirlo e lui replica che era quello che voleva dire, dato che lo sta disturbando. Prova a bloccargli le mani, ma il ragazzo si lascia intenzionalmente colpire una mano, in modo da usare la cera come martello: Mr. Three crea un altro muro di cera per difendersi dall'attacco, ma esso crolla, venendo colpito e spedito lontano.

Mr. Three si costruisce un'armatura di cera.

Dopo essersi ripreso, si costruisce un'armatura di cera e si incammina verso il luogo del duello, dove dà ragione a Mr. Five sentendolo dire a Rufy che ormai è troppo tardi per i suoi compagni e che manca solo l'ultimo tocco di Miss Golden Week per diventare delle autentiche statue di cera. Chiede così a quest'ultima di colorare la sua armatura, confermandole che potrà riposarsi dopo averlo fatto in quanto ora è invincibile.

Appena la sua partner ha terminato di dipingere l'armatura, Rufy lo attacca, ma Mr. Three respinge il suo colpo e contrattacca con una raffica di pugni, che il pirata evita per poi tentare di colpirlo con un calcio, ma l'Officer Agent si difende. A quel punto Usop dice al suo capitano che sono ancora in tempo per salvare i loro amici sciogliendo la cera con il fuoco, e sentendo la sua partner confermare la cosa, si irrita e le dice di tacere. Dice così all'avversario che comunque non importa anche se ha scoperto il punto debole della care perché ha al massimo trenta secondi prima che i cuori dei suoi amici smettano di battere, che ora stanno ancora soffrendo, coscienti che la vita li sta abbandonando.

Mr. Three realizza delle statue di cera con il suo aspetto, dipinte dalla partner.

Dopo che Mr. Five ha colpito Usop, Rufy lo attacca, ma Mr. Three glielo impedisce, schiacciandolo a terra. Sferra poi una serie di pugni che l'avversario evita e a cui dice che ormai deve rassegnarsi perché i sui amici sono diventati le sue opere d'arte. Il ragazzo però lo afferra dall'acconciatura, dicendogli che non gli lascerà prendere le loro vite. Quando capisce che Rufy intende incendiare la corda che Karl ha avvolto al candelabro di cera, gli grida di fermarsi, ma il pirata lo scaraventa sopra di essa, dandole fuoco. Delle enormi fiamme si propagano, liberando gli ostaggi, oltre a sciogliere la sua armatura di cera. L'Officer Agent si chiede come abbia osato il pirata distruggere la sua opera e fugge nella giungla, inseguito dal ragazzo e da Karl. Poco più avanti realizza molte statue di cera, che Miss Golden Week dipinge, in modo che lui possa nascondersi tra esse.

Quando i nemici sopraggiungono, lui ride ed afferma che assieme alla sua partner forma una delle coppie più furbe della Baroque Works e che uno come Rufy, che usa solo l'istinto, non potrà mai catturarli. Gli rivela di venire avanti, in modo che appena sarà a tiro lo pugnalerà alle spalle. Tuttavia il pirata allunga la gamba, colpendolo in pieno volto con un calcio e sbattendolo contro un albero, cosa che gli fa chiedere come hai fatto, prima di perdere i sensi.

Saga di Alabasta[modifica | modifica sorgente]

Galdino disidratato dai poteri di Crocodile.

Nel regno di Alabasta raggiunge il Rain Dinners tramite la carrozza della Baroque Works e si presenta di fronte a Crocodile chiedendo perdono per il fallimento e lo supplica di avere un'altra possibilità. Crocodile, infastidito, prima lo disidrata quasi fino alla morte, poi lo getta in pasto ad uno dei suoi coccobanana.

Galdino riesce però a rinchiudersi in una sfera di cera prima di venire ingoiato da uno di quegli animali. In seguito viene liberato da Sanji, che colpisce allo stomaco il coccobanana per fargli sputare la chiave della cella in cui sono rinchiusi i suoi compagni. La chiave si rivela falsa, ma Mr. Three viene costretto a crearne una nuova prima di essere messo al tappeto dal cuoco.

Durante il discorso di Bibi alla nazione, Mr. Three si trova tra la folla di Rainbase che ascolta le parole della principessa.[10]

Miss Golden Week e l'operazione: "Meet Baroque"[modifica | modifica sorgente]

Ritorna poi a Kulka, ma proprio lì sbarca l'equipaggio di Hina, alla ricerca dei membri della Baroque Works ancora a piede libero. Galdino cerca allora di salpare, ma viene attaccato da Bentham, che gli tocca il volto per potere prendere il suo posto.

Nonostante questo, Galdino viene successivamente arrestato e condotto ad Impel Down.

Saga di Impel Down[modifica | modifica sorgente]

Galdino e Bagy avviano un'evasione di massa dal secondo livello di Impel Down.

Quando Rufy e Bagy raggiungono il secondo livello di Impel Down, sconfiggono il basilisco; per questo motivo Galdino trova il coraggio di uscire dalla sua cella. Decide così di accompagnarli alle scale che conducono al terzo livello, perché da lì è possibile andare anche al primo. Il gruppo però si imbatte nella sfinge, che cerca di schiacciarli. Per evitare di fare una brutta fine, Galdino crea numerose copie di cera di sé, ma la sfinge inizia a colpirle tutte e con la sua forza fa crollare il pavimento. L'animale, Galdino, Rufy e Bagy precipitano così al terzo livello. Prima che possano fare qualunque cosa, vengono tutti catturati con una rete di agalmatolite: la sfinge, però, rompe la rete e permette la fuga dei tre prigionieri. Mentre Rufy affronta i blugori, Galdino e Bagy lo abbandonano e si dirigono verso l'uscita.

Minotauros insegue i fuggitivi.

Ad un certo punto, mentre percorrono il secondo livello, cade loro addosso Minotauros, scagliato là da Rufy. Il guardiano demoniaco inizia così ad inseguirli e i due tornano al terzo livello sempre con Minotauros alle calcagna, finché non si riuniscono a Cappello di paglia e a Bentham. I quattro decidono allora di affrontarlo ed uniscono le forze per mandarlo al tappeto: Galdino ricopre di cera il braccio di Rufy per potenziare il suo pugno, che risulta essere decisivo. Pochi istanti dopo, il pavimento crolla per via dell'esplosione della Magy ball. Per loro fortuna, i quattro non finiscono nel calderone, ma su alcuni detriti, per cui riescono a mettersi in salvo.

In seguito Rufy comincia a correre in direzione della cucina poiché è affamato e Galdino e gli altri lo seguono, ma rendendosi conto che c'è un insolito dispiegamento di forze a quel livello, Galdino sospetta che sia una trappola e torna subito indietro con Bagy verso il terzo. Scoprono così che le scale che conducono a quest'ultimo sono sorvegliate da Hannyabal e lo attaccano, ritenendolo debole poiché non possiede un frutto del diavolo. Tuttavia il vicedirettore è più forte del previsto e li sconfigge facilmente, catturandoli. Successivamente vengono salvati da Bentham, che attacca Hannyabal, lo sconfigge e si trasforma in lui. Deciso a salvare Rufy, sopravvissuto al veleno di Magellan, Bentham porta con sé Bagy e Galdino al quinto livello, dove Cappello di paglia è stato rinchiuso. Non appena si imbattono nei lupi-soldato però, Galdino e Bagy fuggono terrorizzati, lasciando Bentham da solo ad affrontarli.

Galdino usa il suo potere per fermare il veleno di Magellan.

Galdino riappare molte ore dopo al secondo livello sempre assieme a Bagy; i due aprono le celle di molti altri prigionieri in modo da aumentare il caos e le loro possibilità di fuggire da Impel Down. Per loro sfortuna arriva però Magellan a sedare la rivolta, bloccando con il suo veleno i passaggi dal secondo al primo livello e impedendo a Galdino di proseguire verso l'uscita. In seguito Barbanera, che ha appena assaltato la prigione, elimina il veleno per potersi dirigere verso il sesto livello, favorendo inconsapevolmente la fuga di Bagy e Galdino. Giunti al primo livello, il gruppo da loro guidato viene attaccato dai guardiani demoniaci ma Rufy, Jinbe e Crocodile, a loro volta a capo di un altro gruppo di evasi, li mandano al tappeto con un colpo ciascuno.

Alle loro spalle si trova però un infuriato Magellan e così i due gruppi si uniscono nella fuga. Nei pressi dell'ingresso principale vengono in seguito raggiunti dal direttore, ma con una mossa a sorpresa Galdino riesce a bloccare il veleno di quest'ultimo con un muro di cera. Poiché però Galdino può solamente tenere a bada il veleno, decide di creare per Rufy dei guanti e degli stivali di cera, in modo che con la sua forza sovrumana possa combattere Magellan senza essere infettato.

Tuttavia, quando Magellan utilizza il suo veleno più potente, in grado di sciogliere anche la cera e le pareti stesse di Impel Down, Galdino riassorbe la cera di Rufy prima che il veleno lo infetti e tutti quanti riprendono a fuggire. Una volta messi in salvo su una nave della Marina, tutti quanti scoprono che Bentham è rimasto indietro per permettergli di attraversare i cancelli della giustizia. Dopo averlo saputo, Galdino cambia la sua opinione su Bentham.

Saga di Marineford[modifica | modifica sorgente]

Galdino protegge Ace con la sua cera.

Galdino raggiunge il quartier generale della Marina e trovandosi nel mezzo delle battaglie si fa prendere dal panico.

Successivamente si infiltra nella base prendendo il posto di uno dei boia che hanno il compito di giustiziare Ace. Dopo avere raggiunto il patibolo, perde i sensi a causa dell'Ambizione del re conquistatore sprigionata da Rufy.

Quando si riprende, vede Rufy sul patibolo, il quale gli chiede aiuto per proteggere Ace dall'attacco di Sengoku; Galdino crea così un muro di cera, mentre il ragazzo usa il Gear Third per gonfiarsi, attutendo il colpo del grand'ammiraglio, che distrugge comunque il patibolo. Mentre precipitano, Galdino crea una chiave di cera per aprire le manette di Ace prima che i tre vengano colpiti dalle cannonate. Una volta libero, Ace protegge il fratello e Galdino con le sue fiamme.

In seguito anche Marco si rivolge a Galdino chiedendogli di aprire le sue manette, in modo che possa affrontare Sakazuki.

Saga dopo la guerra[modifica | modifica sorgente]

Galdino segue Bagy e gli altri evasi da Impel Down su un'isola della Rotta Maggiore, su cui ritrovano la ciurma del pirata.

Saga di Zo[modifica | modifica sorgente]

Su Fanfaron, viene a conoscenza che il gruppo di giganti di Hajrudin ha deciso di abbandonare il Bagy's Delivery.

Saga del Paese di Wa[modifica | modifica sorgente]

Come conseguenza di quanto stabilito al Reverie, la Flotta dei sette viene sciolta, rendendo tutti i pirati coinvolti nuovamente ricercati. Diverse navi della Marina approcciano Fanfaron per arrestare la ciurma di Bagy, il quale ordina di attaccare.

Nave[modifica | modifica sorgente]

Lente.png Per maggiori informazioni, vedere Chiryaku Ten'nen Maru

Quando lavorava per la Baroque Works, utilizzava la Chiryaku Ten'nen Maru.[11][1]

Differenze tra manga e anime[modifica | modifica sorgente]

Saga di Impel Down[modifica | modifica sorgente]

Nell'anime si vede l'attacco di Galdino e Bagy ad Hannyabal, inoltre il combattimento è più lungo.

Le vicende di Galdino e Bagy sono allungate in più frangenti. Il primo crea anche dei trampoli di cera per sé e per il clown in modo da difendersi dai lupi-soldato del quinto livello. Durante la loro fuga, Bagy e Galdino si imbattono nella sfinge e un volta tornati al secondo livello ripensano ai pericoli corsi.

Quando il muro di veleno tra il secondo e il primo livello viene rimosso, gli evasi, che non avevano assistito alla cosa, attribuiscono l'accaduto agli insulti rivolti in precedenza da Bagy; Galdino non riesce a credere che siano così sciocchi.

Saga di Marineford[modifica | modifica sorgente]

La nave che trasporta gli evasi di Impel Down viene dapprima spinta indietro e poi trascinata in avanti dal movimento delle acque provocato in precedenza dai poteri di Barbabianca. L'imbarcazione, inoltre, viene raggiunta da una delle onde.

Giunto a Marineford, Galdino sfugge all'attacco di Aokiji mettendo al suo posto una statua di cera che lo raffigura, si infila in una passaggio segreto da cui sono usciti alcuni marine e si intrufola nella base. Nell'anime è visibile la scena in cui vengono chiamati altri due marine addetti all'esecuzione di Ace e si vede chiaramente che uno di essi è Galdino travestito.

In seguito, quando Rufy raggiunge il patibolo, Galdino gli spiega come ha preso il posto di uno dei due boia. Inoltre nel manga crea subito la chiave necessaria ad aprire le manette di Ace, mentre nell'anime, nel tentativo di farlo, crea prima alcuni oggetti inutili.

Successivamente Galdino si difende da alcuni marine utilizzando uno scudo di cera.

Speciale TV 8[modifica | modifica sorgente]

Galdino e i Pirati di Bagy si dirigono a bordo della Big Top a Marineford per rispondere alla convocazione della Flotta dei sette. Poco prima di giungere a destinazione, si imbattono nella Groseade, su cui Rufy ed Hancock stanno combattendo contro i Pirati di World. Inoltre vedono che anche Mihawk e Perona stanno osservando cosa accade da un'imbarcazione.

A quel punto, Bagy ordina ai suoi uomini di avvisare la Marina; Galdino sogghigna assieme al clown poiché capisce che tale mossa serve qualora le cose dovessero mettersi male. Bagy dice poi all'equipaggio di salire a bordo della nave nemica. Qui vedono Byrnndi World avere la meglio su Rufy, ma Bagy ordina di rimetterlo in sesto, così gli mettono delle bende per bloccare l'emorragia. dato che il ragazzo non si riprende, lo schiaffeggia. La ciurma vede Cappello di paglia riprendere conoscenza ed andare in cerca di World.

Galdino crea un muro di cera come difesa.

In seguito, i pirati si imbattono in Gairam, che usa i suoi poteri per scagliare contro di loro dei cubi ottenuti dalle spesse pareti della nave, tra i quali aveva in precedenza incastrato Rufy. Galdino sente i sottoposti di Bagy incoraggiare quest'ultimo, il quale dice a Cappello di paglia di andare in cerca di World e che ci penserà lui ad affrontare Gairam. Il membro dei Pirati di World crea un cubo di aria compressa che scaglia contro di loro, ma Galdino usa la sua cera per difendere la ciurma; tuttavia l'avversario trasforma quest'ultima in piccoli cubi che colpiscono l'ex membro della Baroque Works, che cade al suolo.

Galdino si rialza e raggiunge la stanza dove Gairam e Bagy si stanno affrontando, vedendo che il nemico ha bloccato buona parte del corpo del clown. Quest'ultimo gli confessa che userà la sua arma segreta e Galdino intuisce che si tratta della Magy ball: il colpo va a segno e riprende il suo corpo; il fumo dell'esplosione fa si che il gruppo, ad eccezione di Galdino, Kabaji e Moji, non veda l'arrivo di Boa Hancock che colpisce il nemico, sconfiggendolo. La donna chiede dove sia Rufy, così Galdino e Bagy, impauriti, glielo indicano. Quando il fumo si dirada, il resto del gruppo festeggia la vittoria di Bagy.

La ciurma esce sul ponte della nave e vede la flotta della Marina, così i pirati si sbracciano affinché li recuperino, tuttavia la Groseade diventa l'obiettivo delle cannonate dei pugni lavici di Sakazuki. A quel punto, il gruppo ritorna sulla Big Top a nuoto, tranne Bagy che in volo trasporta Galdino, e si allontana.

Film 14[modifica | modifica sorgente]

Galdino arriva in ritardo all'Expo pirata a causa di Bagy, che rimprovera. Vede quest'ultimo attaccare Law, che utilizza i suoi poteri per salire sulla Thousand Sunny. Raggiunta l'isola emersa da Delta, il Bagy's Delivery approfitta degli scontri per impossessarsi per primo del tesoro di Gol D. Roger, ma precipita assieme ad essa a causa di una nave piena di esplosivi.

Galdino tenta poi di fuggire dal Buster Call ordinato per distruggere Delta, ma Bagy cade della nave. Dopo la sconfitta di Douglas Bullet, salpa dall'isola.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Galdino è anche il nome di un frate apparso ne I promessi sposi.
  • La coppia formata da Mr. Three e Miss Golden Week ha come tema l'arte, essendo costituita da uno "scultore" e una pittrice.
  • Il suo tè preferito è l'Earl Grey[12][13] e ama inzupparci i biscotti.[1]

Mr. Three galleggia sull'acqua.

  • Nonostante possieda i poteri di un frutto del diavolo, ad un certo punto della saga di Alabasta sembra che galleggi in acqua. Oda ha spiegato che sotto di lui c'era un pezzo di un legno molto leggero che gli permetteva di non affondare.
  • Galdino non è l'unico personaggio ad avere un mezzo di trasporto che funzioni grazie ad un frutto del diavolo: anche Ace, Smoker e Caesar Clown ne possiedono uno. Tra di loro, però, Galdino è l'unico a possedere un frutto che non è di tipo Rogia.

Note

  1. 1,0 1,1 1,2 1,3 1,4 1,5 1,6 1,7 1,8 One Piece Vivre Card.
  2. SBS del volume 60.
  3. Vol. 14capitolo 120 ed episodio 73, Mr. Three si presenta a Brogi.
  4. Vol. 14capitolo 118 ed episodio 72.
  5. Vol. 14capitolo 120 ed episodio 73.
  6. Vol. 14capitolo 125 ed episodio 76, Miss Valentine lo rivela.
  7. Vol. 15capitolo 129 ed episodio 78.
  8. Vol. 14capitolo 126 ed episodio 76, Mr. Three intende pugnalare Rufy.
  9. Vol. 14capitolo 119 ed episodio 73, Mr. Three ha la foto di Bibi e gli identikit dei tre pirati.
  10. SBS del volume 24.
  11. Vol. 18capitolo 158 ed episodio 93.
  12. SBS del volume 21.
  13. One Piece Blue: Grand Data File.

Navigazione[modifica | modifica sorgente]

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.