One Piece Wiki Italia
Advertisement
One Piece Wiki Italia

Gazelleman è un Gifters dei Pirati delle cento bestie, sotto il comando di Holdem.

Aspetto[]

A causa dello Smile che ha mangiato, le sue gambe ricordano le zampe delle gazzelle, così come i corni incurvati all'indietro che ha sulla testa e una piccola coda nera. Ha il volto semicoperto da una maschera nera, da cui sbuca un folto ciuffo biondo. Indossa una maglia arancione avente due righe nere e sottili sulle maniche, oltre a una più spessa dello stesso colore al centro del petto, avente la scritta "GZ" bianca. Porta guanti marroni, dei copri-spalle blu con della pelliccia, un mantello nero, ma grigio nella parte interna e calze a rete nere fissate agli slip dello stesso colore con una giarrettiera.

Carattere[]

Non si è fatto scrupoli a rapire una bambina solo perché in possesso di un'abilità utile.[1]

Forza e abilità[]

Poiché fa parte della ciurma di un imperatore, è probabilmente un individuo piuttosto abile.

Frutto del diavolo[]

Ha mangiato uno Smile che gli permette di trasformarsi parzialmente in una gazzella, potendo così raggiungere una velocità di duecento chilometri orari,[1] cosa che però lo lascia stremato.[2]

Storia[]

Saga del Paese di Wa[]

Holdem manda lui e Batman a Okobore per rapire Tama, colei che ha addomesticato il loro babbuino, ritenendo che la sua abilità possa essere utile.

Mentre il suo compagno intrattiene Zoro, Rufy, Kikunojo e Tsuru, Gazelleman afferra la bambina, corre via e fa rapporto a Holdem. Successivamente, esausto e ansimante, consegna Tama al suo capo, il quale lo allontana rimproverandolo per la sua scarsa resistenza.

Due giorni prima della festa del fuoco, Gazelleman accompagna Holdem a Okobore in cerca dei ladri Atamayama.[3] Il villaggio viene poi raso al suolo.

Successivamente, Tama gli fa mangiare uno dei suoi dango speciali per renderlo proprio alleato. La notte della festa del fuoco, sale a bordo della nave di Speed assieme alla bambina, Komachiyo, Hihimaru e Daifugo per raggiungere Onigashima. Durante la traversata, vede Tama produrre molti dango. Si preparano dunque a sbarcare in attesa del momento giusto per entrare in azione, in cui daranno i dango ai Gifters presenti sull'isola.

Una volta raggiunta, procede a fare mangiare i dango a molti Gifters, facendoli passare dalla parte di Tama. Poco dopo, sente la voce di quest'ultima diffondersi grazie alle Marys.

Gazelleman trova Komachiyo privo di sensi. Poco dopo Tama, Nami e Usop vengono inseguiti dai nemici che hanno capito il ruolo della bambina nel tradimento dei Gifters, ma Daifugo interviene e li protegge, Speed si offre di portarli in groppa, mentre Gazelleman rivela che si prenderanno cura anche di Komachiyo, per questo la bambina lo ringrazia.

Mentre il gruppo in cui si trova si affretta a scendere le scale verso il piano terra per fuggire dalle fiamme, Nami e Usop riconoscono la parte inferiore del corpo di Kin'emon. Gazelleman vede il cecchino afferrargli una gamba e tentare di parlargli, ma il samurai non può sentirlo e afferma di stare cercando i propri alleati. Usop nota che Kin'emon perde sangue e gli chiede se stia bene, ma Nami gli spiega che non può sentirli poiché non ha orecchie e così traccia una luna crescente col dito sulla gamba del samurai, che chiede loro di raggiungere uno dei controsoffitti del palazzo. Il cecchino allora decide di aiutarlo, così Gazelleman lo vede salire in groppa a Hamlet, al quale attacca sulla coscia le gambe di Kin'emon, dicendo agli altri di prendersi cura di Tama.

Differenze tra manga e anime[]

Saga del Paese di Wa[]

Nell'anime, Gazelleman costringe Tama ad entrare nella residenza di Holdem dandole una forte spinta.

Ad Udon, Gazelleman e Batman combattono sul ring contemporaneamente contro Rufy, il quale para i calci del primo, evitando o respingendo le frecce del secondo. Poi, li sconfigge entrambi con un pugno a testa rivestito dall'Ambizione dell'armatura.

Curiosità[]

  • Gazelleman in inglese significa "uomo-gazzella".
  • La sua risata tipica è "ohohohoh!".
  • Si riferisce a se stesso come Idaten (韋駄天?), il nome giapponese di Skanda e il termine usato per i veloci corridori.

Note

Navigazione[]

Advertisement