Disambiguazione.svg Per uno dei Numbers, vedi Hatcha

Hacchan è un uomo-pesce di tipo polpo e il proprietario della nave-ristorante Takoyaki Eight. In passato è stato un ufficiale dei Pirati di Arlong e per un periodo ha fatto parte anche dei Pirati del Sole.

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Hacchan è un uomo-pesce con la pelle rosa e i capelli grigio-bianchi raccolti in cinque punte. Ha il Jolly Roger dei Pirati del Sole tatuato sulla fronte e sei braccia dotate di ventose. A differenza degli altri uomini-pesce, quelli di tipo polpo come Hacchan non hanno mani palmate, probabilmente perché i polpi non sono pesci, ma cefalopodi.

Quando era nei Pirati del Sole, indossava un copri-collo giallo, un gilet rosso, un paio di pantaloncini a righe orizzontali celesti e bianche. Ad Arlong Park aveva il copri-collo di colore arancione, un vestito senza maniche che arrivava al ginocchio a righe orizzontali ocra e marroni. All'arcipelago Sabaody indossa una giacca che copre quattro delle sue sei braccia ed utilizza delle bende adesive per nascondere il tatuaggio sulla fronte per mimetizzarsi tra gli umani. Due anni dopo, sull'isola degli uomini-pesce, indossa una maglietta della Criminal.

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Carattere[modifica | modifica sorgente]

Hacchan ha spesso dimostrato di essere distratto e non molto brillante. Dopo la sconfitta di Arlong da parte dei Pirati di Cappello di paglia, sembra essere diventato più intelligente, facendo anche da cicerone ai pirati durante la loro permanenza all'arcipelago Sabaody, ma nonostante ciò non è riuscito a distinguere Sanji da Duval. Si è inoltre mostrato timoroso nei confronti dei nobili mondiali e pentito per le sue azioni come pirata di Arlong.

Sin da quando era bambino desiderava essere accettato nella società degli umani. A differenza dei suoi ex compagni di ciurma, Hacchan non concordava con gli ideali di Arlong e dopo essere diventato amico di Rufy si è opposto ad essi, deludendo così Hody Jones, che odiava gli umani ben più di Arlong.

Relazioni[modifica | modifica sorgente]

Kayme e Pappagu[modifica | modifica sorgente]

Hacchan ha fatto subito amicizia con Kayme e Pappagu, sebbene abbia inizialmente venduto la sirena a Macro in cambio dell'ubicazione della salsa di takoyaki. Da allora Hacchan è sempre stato amichevole e protettivo nei loro confronti, salvandoli per ben trenta volte dai Pirati di Macro e si è preoccupato molto quando Kayme è stata catturata per essere venduta alla casa d'aste di umani. I due lo hanno anche aiutato per un periodo a cucinare e vendere takoyaki.

Pirati di Cappello di paglia[modifica | modifica sorgente]

Quando era uno dei Pirati di Arlong, Hacchan era un nemico della ciurma di Rufy e si offrì volontario per affrontare Zoro, che si era preso gioco di lui. Strinse amicizia con i pirati dopo che lo liberarono dalla gabbia in cui era tenuto prigioniero dai Tobiuo Riders. Nonostante inizialmente non intendesse farlo, Nami perdonò Hacchan dopo avere visto il suo sincero pentimento per tutto il dolore che i Pirati di Arlong le avevano procurato. Rufy si dichiarò suo amico e tentò di proteggerlo dai nobili mondiali alla casa d'aste di umani. Per un anno Hacchan ha contribuito a proteggere la Thousand Sunny all'arcipelago Sabaody.

Forza ed abilità[modifica | modifica sorgente]

Il suo manifesto da ricercato.

In qualità di ufficiale dei Pirati di Arlong, aveva una certa autorità sui membri dell'equipaggio di grado inferiore. Ha una taglia di 8.000.000 Simbolo Berry.png sulla testa, indice della sua pericolosità.[1]

In combattimento, è riuscito per un breve tratto a tenere testa ad un individuo del calibro di Zoro, uno dei più forti combattenti dei Pirati di Cappello di Paglia, sebbene quest'ultimo fosse gravemente ferito. Ha inoltre sconfitto con grande facilità i Pirati di Macro. Sa anche riconoscere l'Ambizione del re conquistatore anche se, per sua stessa ammissione, non sa bene in cosa consista.

Capacità fisiche[modifica | modifica sorgente]

L'inchiostro di Hacchan.

Come tutti gli uomini-pesce, Hacchan possiede le abilità tipiche della sua razza, come la capacità di respirare sott'acqua, il nuotare molto velocemente e la forza dieci volte superiore a quella di un comune umano sulla terraferma e venti volte se in acqua. Essendo stato un ufficiale della ciurma di Arlong ed un membro dei Pirati del Sole, probabilmente la sua forza è perfino superiore a quella standard degli uomini-pesce.

La sua natura di polpo gli consente anche di sputare inchiostro dalla bocca con cui accecare i nemici. È stato capace di rovesciare la nave dei Pirati di Macro, dimostrando di avere una grande forza fisica.

Arte della spada[modifica | modifica sorgente]

Lente.png Per maggiori informazioni, vedere tecnica a sei spade

Sa utilizzare la tecnica a sei spade ed è il secondo migliore spadaccino dell'isola degli uomini-pesce. Il primo è Hyozo, ma tra i due c'è parecchio divario.

Armi[modifica | modifica sorgente]

Brandisce sei sciabole da trecento chili ciascuna con cui ha dimostrato una certa abilità. Con un tridente d'oro ha inoltre sconfitto un mostro marino.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Passato[modifica | modifica sorgente]

Hacchan, Kuroobi e Pciù crebbero nel quartiere degli uomini-pesce con il desiderio di aprire un negozio di takoyaki. Hacchan frequentò poi la stessa palestra di scherma di Hyozo e divenne un abile spadaccino, sebbene non a livello di quest'ultimo.[5]

Una volta cresciuto, mise da parte il suo sogno, proprio come Kuroobi e Pciù, per diventare un membro dei Pirati di Arlong, con cui fece delle scorribande sul fondale, attaccando pirati umani.

Vent'anni prima dell'inizio della narrazione, salvò Silvers Rayleigh da una tempesta e fece amicizia sia con lui che con Shakky.[6]

I Pirati del Sole.

Sette anni dopo, la sua ciurma aderì ai Pirati del Sole, i quali affrontarono e sconfissero i marine e altre ciurme lungo la Rotta Maggiore numerosissime volte. Durante uno scontro, depredarono di denaro, gioielli e provviste la nave di Kadal, prima di affondarla.

Dieci anni prima dell'inizio della narrazione, Hacchan fece visita al bar di Shakky. Nello stesso anno, una bambina ex schiava di nome Koala, fu accolta sulla loro nave affinché potesse essere riportata alla sua isola natale, Full Shout. Dopo averla restituita ai suoi familiari, i Pirati del Sole furono vittime di un'imboscata della Marina a seguito del quale la loro nave attaccata, costringendoli ad abbandonarla, per questo si impadronirono di una della nave da guerra della Marina. Fisher Tiger subì numerose ferite e morì poco dopo. Hacchan fu testimone del tentativo di Arlong di avere vendetta. I Pirati del Sole passarono così sotto il comando di Jinbe.

Dopo l'entrata di quest'ultimo nella Flotta dei sette e il rilascio di Arlong, che decise di rifondare la sua vecchia ciurma, Hacchan lo seguì nel mare orientale.

Hacchan e il resto dell'equipaggio raggiungono l'arcipelago Konomi.

All'arrivo nell'arcipelago Konomi, otto anni prima dell'inizio della narrazione, la ciurma riscosse un tributo da ogni abitante. Mentre l'equipaggio stava lasciando Coco, Pisaro fece notare ad Arlong che poco distante dal villaggio stava salendo del fumo, probabilmente da un comignolo di una casa.

Raggiunto il luogo, mentre Arlong aggredì Bellmer, Hacchan vide che la tavola era apparecchiata per tre persone, rivelandolo al suo capitano. Genzo disse così che era uno dei due ospiti. Mentre Hacchan e gli altri pirati stavano andando via, dopo che Bellmer pagò il tributo, quest'ultima disse loro che quella somma era per le sue figlie e che mancava la sua parte. Dopo che Arlong uccise Bellmer, Hacchan entrò in casa e trovò molte carte nautiche, mostrandole al suo capitano. Nami disse che era stata lei a disegnarle e di restituirgliele, ma Arlong rimase stupito della bravura della bambina, così ordinò ad Hacchan di portarla con loro. Nojiko cercò di trattenerlo, ma senza successo.

Saga di Arlong Park[modifica | modifica sorgente]

Ad Arlong Park, il suo capitano gli chiede di scortare i marine alla loro nave, così Hacchan dice loro di entrare nel suo vaso. L'uomo-pesce commenta anche l'aspetto e il nome di Nezumi, che considera buffi, così Arlong si scusa con il marine.

Più tardi inizia a pescare e cucina un maiale per Momu, chiamandolo. Tuttavia l'animale non arriva, ma uno spadaccino lo raggiunge e Hacchan, non aspettandoselo, si spaventa. L'umano gli chiede se era stato lui a fare quel suono e se è un uomo-pesce, così lui risponde affermativamente e gli chiede se sia un marinaio o un ospite. Lo spadaccino dice di essere un ospite, così gli rivela che sia Arlong che un tizio con il naso lungo si trovano a Coco. Quando gli viene chiesto come raggiungere il villaggio, Hacchan si offre di accompagnarlo a nuoto, facendolo entrare sul suo vaso. Raggiunto Coco, l'uomo-pesce lo saluta dicendogli di tornare a trovarlo.

Hacchan torna ad Arlong Park, dove chiede agli altri come mai siano tutti lì riuniti e dà il bentornato ad Arlong. Nota però molti dei suoi compagni a terra, così il suo capitano rivela che il responsabile è Zoro, chiedendogli poi dov'era, dato che fosse stato lì, ciò non sarebbe successo. Hacchan afferma così che non lo perdonerà per averli uccisi, ma quando Kuroobi gli dice che non sanno dove sia Zoro, lui capisce che si tratta di colui che ha accompagnato a Coco, venendo criticato dai suoi compagni. Hacchan si giustifica quindi dicendo che gli aveva detto di essere un ospite e che pensava che Arlong sarebbe tornato tardi.

Hacchan chiede poi chi sia il ragazzo che i suoi compagni hanno catturato, così Arlong gli risponde che si tratta di un compagno di Zoro. Quando Nami colpisce con il suo bastone Usop, per poi pugnalarlo e gettarlo in acqua, Hacchan esulta.

Quando nei pressi di Arlong Park arriva la nave della 77ª divisione, lui, Kuroobi e Pciù se ne occupano. L'imbarcazione viene fatta entrare in una forte corrente, dove Hacchan spinge una grossa roccia, contro la quale essa va a schiantarsi, affondando.

I tre ufficiali fanno ritorno ad Arlong Park dove il loro capitano afferma che gli spiace di averli scomodati. Quando Hacchan sottolinea l'importanza delle mappe nautiche di Nami, Arlong afferma che lei è indispensabile per il loro impero.

Vede poi arrivare Johnny e Yosaku, ma i due vengono sconfitti facilmente. Poco dopo vede Rufy sfondare il cancello e chiedere di Arlong, colpendolo al volto con un pugno dopo avere sconfitto alcuni suoi subordinati. Hacchan chiama così Momu, che prima desiste, ma poi attacca Rufy per paura di Arlong. Il ragazzo però lo usa per colpire altri uomini-pesce prima di scagliarlo lontano.

Hacchan ricopre d'inchiostro Rufy e gli scaglia contro alcune macerie del porticato, ma Sanji le frantuma con un calcio. L'uomo-pesce solleva altre macerie con cui intende colpire Rufy e Usop, ma Zoro gli dice che sarà il suo avversario. Hacchan si ricorda che lo spadaccino ha ucciso i suoi compagni e lo ha imbrogliato, così cerca di colpirlo. Vede poi Arlong sollevare un blocco di cemento dove Rufy è incastrato con i piedi, per poi gettarlo in acqua. Decide quindi di attaccare Zoro con dell'inchiostro, ma quest'ultimo lo evita e gli trancia dei capelli. Hacchan gli dice che è troppo forte per lui e prova a fermare la spada del nemico con le mani, ma non ci riesce, venendo ferito alla testa. Sale quindi su una colonna alla quale sia aggrappa a testa in giù e chiede al suo avversario come mai brandisca solo una spada dato che è famoso per usarne tre. Quando Zoro gli risponde che gliene basta una per sconfiggerlo, Hacchan ci resta male e si irrita, affermando che non ha ancora fatto sul serio e che contro di lui non potrà vincere perché è solamente un uomo.

Hacchan viene ferito al petto da Zoro.

Vede poi Zoro collassare al suolo, così scende dalla colonna e dice all'avversario che è la sua fine, ma Zoro lo scaraventa contro l'edificio. L'uomo-pesce si rialza e chiede all'avversario se sta male, ma lui gli risponde che non gli deve importare. Hacchan brandisce quindi le sue sei spade, mentre Zoro ottiene le due spade di Johnny e Yosaku, con le quali lo ferisce al petto. L'ufficiale si arrabbia dicendogli che non può vincere perché ha sei spade, mentre lui solo tre. Il suo avversario gli risponde che ogni spada ha un peso diverso, così Hacchan lo attacca e Zoro riesce ad aprirgli le braccia, ma lui lo colpisce con una testata al petto che lo fa volare in alto. L'uomo-pesce fa roteare le sue spade per tritarlo mentre sta cadendo, ma Zoro lo ferisce alla mani, disarmandolo.

Zoro gli spezza le spade.

Hacchan riprende le sue spade e dice all'avversario che non lo perdonerà, ma Zoro le fa a pezzi. L'uomo-pesce prova quindi a colpirlo con una raffica di pugni, ma il nemico lo ferisce con le sue spade, facendolo volare in aria. Si chiede così come abbia fatto a perdere contro tre spade e poi cade al suolo.

In seguito Hacchan si rialza gravemente ferito e vede Usop lanciare un elastico, affermando che credeva fosse lui l'obiettivo anziché Arlong. Si tuffa quindi in mare per uccidere Sanji, ma raggiunto il fondo, Nojiko si frappone. L'uomo-pesce si appresta a colpirla con una raffica di pugni, tuttavia, prima che possa farlo, sviene a causa delle ferite subite, che si sono riaperte.

Successivamente viene catturato dalla Marina.

La passeggiata sotto i mari di Hacchan[modifica | modifica sorgente]

Hacchan viene richiuso e deportato in una nave-prigione, ma evade e decide di tornare all'isola degli uomini-pesce. Lungo il tragitto incontra un pesce-panda con il muso perforato da un amo e lo aiuta estraendo l'oggetto. L'animale gli dona per ringraziarlo il suo cibo, che poi Hacchan offre ad un naufrago, che a sua volta lo ricompensa con un anello. Tornato sul fondale marino, scopre che l'anello appartiene alla principessa del Goldfish Empire e glielo restituisce, ottenendo in cambio un tridente d'oro.

Più tardi si imbatte in un cinghiale di mare braccato da un mostro marino e lo salva con il tridente. Dalla bocca dell'animale che ha protetto escono la sirena Kayme e la stella marina Pappagu, che ringraziano l'uomo-pesce. In quel momento compaiono però i Pirati di Macro, che portano via i due lasciando ad Hacchan una mappa che porta alla ricetta dei takoyaki ultra-deliziosi. Con questa ricetta l'uomo-pesce spera di potere conquistare la sua amata Octopako.

Arrivato nel luogo indicato dalla mappa, Hacchan trova Polpurè, sentendosi truffato, decide di inseguire i tre criminali. Dopo che la loro nave è stata ribaltata ed essere stati sconfitti, essi affermano di non averlo imbrogliato, infatti quando Hacchan torna da Polpurè scopre che al suo interno si cela la "salsa leggendaria".

Hacchan, insieme a Kayme e Pappagu, prima di raggiungere Octopako si imbatte in alcuni pesci gatto dal capo fasciato, il cui villaggio è stato distrutto da una nave affondata. L'uomo-pesce allora utilizza tutti i tesori raccolti per acquistare il materiale necessario ad aprire un chiosco di takoyaki. Hacchan riesce a salvare il villaggio ed utilizza l'ultima scatola di takoyaki per dichiararsi ad Octopako. Prima però che prenda il cibo, questo viene mangiato dal vecchio saggio dei pesci-gatto.

I pesci-gatto dimostrano la propria gratitudine nei confronti di Hacchan costruendo per lui la Takoyaki Eight, un chiosco galleggiante su cui cucinare i takoyaki.

Saga delle Sabaody[modifica | modifica sorgente]

Hacchan legato.

I Pirati di Macro riescono a catturare Kayme per trenta volte, ma poi Hacchan riesce a liberarla sempre. La ciurma si allea così con i Tobiuo Riders, riuscendo a catturare l'uomo-pesce. Mentre quest'ultimo è legato, i tre lo prendono a bastonate.

Sentendo il nome dei Pirati di Cappello di paglia, Hacchan chiede se stanno veramente arrivando e i Tobiuo Riders rispondono di sì. A quel punto si preoccupa perché Nami nutre del risentimento nei suoi confronti e teme per la sua vita. Propone così a Macro di cucinargli tutti i takoyaki che desidera in cambio della libertà, ma il capitano pirata si infuria, affermando che non lo lascerà andare e che per lui ormai è giunta la resa dei conti.

Hacchan, chiuso in una gabbia, si ricopre con il suo inchiostro per non farsi riconoscere e quando la ciurma arriva, dice a Kayme che sta bene e se la caverà. La fisionomia dell'uomo-pesce e la sua voce risultano familiari a Nami, Zoro e Sanji, così il cuoco per verificarlo gli chiede come sta Arlong; Hacchan si fa quindi scoprire rispondendo che è in prigione assieme a Pciù e Kuroobi, mentre lui è riuscito a fuggire e ad aprire il chiosco di takoyaki che desiderava.

Hacchan sconfigge uno dei Tobiuo Riders.

I pirati si rifiutano così di aiutarlo, ma Nami decide di salvarlo poiché è indifeso e disarmato, oltre ad averlo promesso a Kayme. Zoro taglia così le sbarre della gabbia e la corda che legava Hacchan, liberandolo. Quest'ultimo con un pugno a testa scaraventa via i Pirati di Macro. Sul covo dei Tobiuo Riders, l'uomo-pesce si scusa per le ferite che ha provocato a Zoro in passato tramite la sua tecnica, ma ciò irrita il pirata, che sottolinea che non era mai riuscito a colpirlo, stupendo Hacchan. L'uomo-pesce difende Zoro e Brook da un attacco di uno dei Tobiuo Riders, per poi dire ai due di stare attenti, ma un istante dopo proprio loro lo difendono da un altro attacco. Quando gli uomini di Duval tentano di affogare Sanji, Hacchan si offre per soccorrerlo ma al suo posto va Kayme, poiché le sirene sono molto più veloci degli uomini-pesce.

Hacchan, Kayme e Pappagu servono takoyaki.

Subito dopo, Hacchan, Pappagu e Kayme salgono sulla Takoyaki Eight, affiancata alla Thousand Sunny, per offrire ai pirati i takoyaki promessi. Quando l'uomo-pesce chiede a Nami se le piacciono, nonostante non lo abbia perdonato, afferma che sono deliziosi. Questo è sufficiente per renderlo felice. Poco dopo vede Duval e i suoi sottoposti giungere per ringraziare la ciurma, dando loro il numero di lumacofono in caso di necessità prima di andarsene.

Una volta a destinazione, il gruppo si divide. Hacchan spiega di come funziona il rivestimento delle navi agli altri e chiede di non sfidare i nobili mondiali per qualunque motivo. Inoltre dice di considerare lui e Kayme degli umani fintanto che saranno sull'arcipelago. Poco dopo, Hacchan, Pappagu, Rufy, Chopper, Brook e Kayme vedono cosa accade ad uno schiavo fuggito dai nobili mondiali, imbattendosi in due di loro. In seguito discutono di quanto accaduto e in questa occasione la stella marina dice che se si fa qualcosa a un drago celeste arriva un ammiraglio della Marina e spiega che sono essi siano i discendenti dei venti re che crearono il Governo Mondiale.

Il gruppo poi si diverte nell'esplorazione dell'arcipelago fino a raggiungere al Grove 13 il bar Tispenno - Da Shakky, davanti al quale Hacchan rivela di esservi stato l'ultima volta dieci anni prima. Quando entra vede che Shakky ha picchiato alcuni individui che non volevano pagare, la quale lo riconosce e li fa accomodare. L'uomo-pesce rivela alla donna che ha smesso di fare il pirata e lei chiede se Kayme sia la sua fidanzata, mettendola in imbarazzo. Hacchan le risponde che la sirena lavora con lui.

Shakky comunica loro che l'artigiano che avrebbe dovuto aiutarli con il rivestimento della nave, Rayleigh, non si fa vedere da sei mesi, oltre della presenza di nove pirati rinomati per la loro taglia insolitamente alta.

Hacchan e gli altri si divertono al Sabaody Park.

Nell'attesa che Rayleigh si faccia vivo, il gruppo si reca al Sabaody Park per divertirsi, ma inaspettatamente Kayme viene rapita da Peterman, capo di una banda di sequestratori.

Hacchan, Pappagu e Rufy si recano al Grove 22 in cerca della sirena, ma senza trovarla. Con l'aiuto dei Bellavita Riders localizzano Kayme alla casa d'aste di umani al Grove 1 e Hacchan entra nell'edificio dopo che i pirati hanno deciso di comprarla legalmente. Purtroppo la sirena viene acquistata dal nobile mondiale Charloss per una somma di denaro troppo alta per le tasche dei pirati.

Hacchan sanguinante a terra.

A quel punto Hacchan tenta di impedire a Rufy di agire impulsivamente, ma accidentalmente utilizza tutte le sue braccia rivelando di essere un uomo-pesce. Charloss così gli spara per poterlo prendere come schiavo gratuitamente. Rufy si infuria e, nonostante Hacchan tenti di fermarlo, colpisce il nobile mondiale. A quel punto Chopper inizia a medicarlo. Subito dopo vede Rayleigh, il quale fa perdere i sensi a Shalulia, che stava per sparare a Kayme. L'anziano riconosce Hacchan ed è felice di vederlo, ma vedendo le sue condizioni, intuisce cosa sia accaduto, così fa svenire tutte le guardie presenti. L'uomo-pesce riconosce che Rayleigh ha utilizzato l'Ambizione ed è felice quando la sirena viene liberata. Hacchan viene poi riportato al bar di Shakky da Rayleigh e disteso per riprendersi dalle ferite subite. Lì, assieme anche a Kayme, Pappagu e Shakuyaku, restano in attesa dei loro amici pirati. Quando fanno ritorno, Hacchan sente i membri della ciurma parlare con Rayleigh del suo viaggio lungo la Rotta Maggiore e in seguito l'uomo-pesce afferma che il rivestimento di una nave è molto costoso, ma Rayleigh gli risponde che per i suoi amici lo farà gratuitamente. In seguito saluta i pirati ringraziandoli per quanto fatto, dicendo loro che lui, Kayme e Pappagu li guideranno sull'isola degli uomini-pesce quando vi giungeranno e di stare attenti alla Marina.

Saga dopo la guerra[modifica | modifica sorgente]

In seguito alla separazione della ciurma di Cappello di paglia, Hacchan e i Bellavita Riders restano a protezione della Thousand Sunny. Vengono poi raggiunti da Kayme, Pappagu e Shakky. Hacchan discute poi con la sirena e la stella marina circa i luoghi dell'isola degli uomini-pesce da mostrare ai pirati dopo il loro ritorno. All'arrivo di Orso Bartholomew, Shakky dice a tutti di non preoccuparsi, affermando che il membro della Flotta dei sette è dalla loro parte, ma chiede comunque conferma al cyborg.

Salto temporale[modifica | modifica sorgente]

Un anno dopo, i marine localizzano la Sunny e tentano di distruggerla. Hacchan, Orso Bartholomew ed i Bellavita Riders combattono per proteggere la nave dagli assalitori. L'uomo-pesce e Duval vengono gravemente feriti e sono costretti a ritirarsi, lasciando Bartholomew a combattere da solo. In seguito Hacchan fa ritorno a quartiere degli uomini-pesce per essere curato.

Qui intuisce il piano di Hody Jones di attuare un colpo di Stato, ma quest'ultimo non si tradisce quando l'ex ufficiale dei Pirati di Arlong cerca di rubargli qualche informazione.[7]

Saga dell'isola degli uomini-pesce[modifica | modifica sorgente]

Hacchan raggiunge la Noah per dissuadere i Nuovi pirati uomini-pesce dall'effettuare un colpo di Stato. Hody Jones si dimostra sdegnato dal cambiamento di Hacchan, che si è allontanato dagli ideali di Arlong che Jones ancora persegue.

Decken lancia un pugnale con i suoi poteri contro Hacchan.

Van Der Decken IX utilizza Hacchan come cavia per mostrare ai suoi nuovi alleati i propri poteri. Dopo averlo colpito con un pugnale alla schiena, Decken scaglia contro di lui anche molte frecce, nonostante Hacchan tenti di fuggire. Benché sia gravemente ferito, riesce a raggiungere la costa della Collina dei coralli dove incontra per caso Sanji e Chopper e li avverte dell'imminente pericolo.

Hacchan viene curato da Chopper, ma si rifiuta di comunicare ai due pirati chi sia stato a ferirlo. Mentre sta passando lì vicino in groppa a Megalo, Rufy nota i tre e li raggiunge. I cittadini vedono la principessa Shirahoshi uscire dalla bocca di Megalo e pensano che si tratti di un rapimento, quindi decidono di catturare Hacchan ed i suoi amici. Improvvisamente però sopraggiungono Van Der Decken IX e Wadatsumi. Rufy li colpisce e poi il gruppo si dirige verso la foresta del mare sul dorso di Megalo.

Il gruppo raggiunge a Franky, Den e Jinbe. Quest'ultimo è sorpreso nel vedere Hacchan, che pensava fosse stato imprigionato insieme agli altri Pirati di Arlong. Nami e Kayme li raggiungono e comunicano loro le notizie riguardanti l'assalto del palazzo del drago da parte di Hody Jones. Jinbe poi spiega la situazione ed ammette di essere in parte responsabile per le scelleratezze compiute da Arlong. Hacchan afferma che sia lui che Arlong fin da bambini desideravano convivere con gli umani ma che questi li hanno sempre trattati come essere inferiori.

Hacchan poi si rallegra nel sentire le parole di perdono di Nami nei confronti di Jinbe per non avere fermato Arlong. Hacchan inizia a parlare dei Nuovi pirati uomini-pesce ma viene interrotto da una lumacamera che trasmette il discorso di Hody Jones. Quest'ultimo espone il proprio piano di creare un nuovo regno del palazzo del drago e di giustiziare re Nettuno. Shirahoshi vuole tornare al palazzo del drago, ma Hacchan e Jinbe glielo impediscono.

Mentre Rufy e Jinbe discutono su come agire, Sanji chiede ad Hacchan se Hody Jones sia il responsabile delle sue ferite ma l'uomo-pesce esita a rispondere. Jinbe espone un piano che renderà Rufy un eroe agli occhi dei cittadini invece che un criminale. Hacchan e Kayme si mostrano così favorevoli. Jinbe ed i Pirati di Cappello di paglia mettono poi in atto il piano mentre Hacchan, Kayme e Den rimangono nella foresta del mare.

Hacchan, Kayme e Pappagu salutano i Pirati di Cappello di paglia.

In seguito i tre rimangono scioccati nel vedere i Re del mare portare lì la Noah. Più tardi Hacchan e gli altri partecipano al banchetto in onore dei Pirati di Cappello di paglia, per avere salvato l'isola, presso il palazzo del drago. Dopo i festeggiamenti, Hacchan saluta i pirati ed afferma che aiuterà a riparare la fabbrica di dolci.

Prototipi per One Piece[modifica | modifica sorgente]

Un prototipo di Hattchan

In One Piece Green è stato rivelato che all'inizio il personaggio di Hacchan avrebbe dovuto essere una sirena di nome Maple Lead (メイプル・リード, Meipuru Rīdo?).

Differenze tra manga e anime[modifica | modifica sorgente]

Passato[modifica | modifica sorgente]

Hacchan è chiaramente visibile mentre da bambino osservava il Sabaody Park. Viene poi mostrato quando venne marchiato con il Jolly Roger dei Pirati del Sole.

Saga di Arlong Park[modifica | modifica sorgente]

Mentre assieme a Kuroobi e Pciù esamina i resti della Shima Shima Shopping, vede Rufy allontanarsi.[8]

Saga delle Sabaody[modifica | modifica sorgente]

Viene mostrato che Rayleigh lo porta con sé su Motobaro.

Saga dell'isola degli uomini-pesce[modifica | modifica sorgente]

Nell'anime è Den, anziché Hacchan, a parlare del momento peggiore subito dagli abitanti dell'isola all'inizio dell'età d'oro della pirateria.

Film 14[modifica | modifica sorgente]

Hacchan vende takoyaki all'Expo pirata, ma rimane scioccato nel vedere un Buster Call avvicinarsi a Delta. Viene poi soccorso dall'Armata rivoluzionaria, che lo fa imbarcare su una delle loro navi e lo lascia su un'altra isola.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Il suo nome è un riferimento al numero otto in giapponese, in riferimento al numero di tentacoli di un polpo, pesce a cui assomiglia.
  • Usa spesso l'intercalare "nyuuu!".
  • Alla sua prima apparizione, si presenta dicendo che se non si considera un altro individuo, è il miglior spadaccino dell'isola degli uomini-pesce. In quel caso faceva riferimento a Hyozo.[5]
  • Il fatto che inizialmente Hacchan dovesse essere una sirena e che nei Pirati di Arlong dovesse esserci una stella marina è ironico, visto che nella sua miniavventura l'uomo-pesce farà amicizia con Kayme, una sirena, e Pappagu, una stella marina.

Note

Navigazione[modifica | modifica sorgente]

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.