Hermeppo è un capitano di corvetta del quartier generale della Marina. In passato ha fatto parte della 153ª divisione.

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Hermeppo è magro e longilineo, con i capelli lunghi e legati in una coda di cavallo. Indossa un cappello bianco, guanti neri e un cappotto della Marina bianco con due strisce blu sulle maniche, sopra ad un completo viola ed una giacca verde acqua. Ha anche degli occhiali da sole neri a fascia.

Prima del salto temporale indossava una camicia bianca e un golf verde chiaro, pantaloni viola ed era più muscoloso del passato.

Appena entrato in Marina, indossava invece l'uniforme tipica dei ragazzi di servizio. Prima di entrare nell'organizzazione, Hermeppo era un ragazzo pallido con capelli biondi pettinati a forma di ovale. Indossava un completo viola e una camicia rosa, oltre a un paio di scarpe bianche.

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Carattere[modifica | modifica sorgente]

Hermeppo era un codardo che viveva all'ombra del potere e della forza del padre. Nessuno a Sheltz Town osava contraddirlo per paura di incappare nell'ira del genitore e di venire ucciso. In realtà Hermeppo non è mai stato cattivo come Morgan, al punto da restare contraddetto quando quest'ultimo gli ha ordinato di uccidere Rica.

Dopo l'espulsione di suo padre dalla Marina, Hermeppo ha perso tutti i privilegi che aveva. È stato costretto a diventare un ragazzo di servizio assieme a Kobi e nonostante il tempo trascorso assieme si è rifiutato di stringere amicizia con lui. Dopo essere diventato più maturo e responsabile, fa amicizia con Kobi.

A Water Seven, Hermeppo afferma di avere capito il suo errore nell'avere voluto vivere all'ombra del padre. Nonostante il suo cambiamento sia stato sia caratteriale che fisico, si è infuriato quando sia Rufy che Zoro hanno affermato di non sapere chi fosse. Allo stesso modo se l'è presa quando i due non lo hanno salutato nel momento di andarsene.

Relazioni[modifica | modifica sorgente]

Morgan[modifica | modifica sorgente]

Hermeppo è il figlio di Morgan. Nonostante il carattere duro del padre, Hermeppo gli voleva bene e pensava che l'affetto fosse ricambiato, finché Morgan non ha dimostrato di considerare il figlio un buono a nulla. Dopo essere stato rapito dal padre e usato come ostaggio, Hermeppo lo ha rinnegato.

Forza e abilità[modifica | modifica sorgente]

In qualità di capitano di corvetta della Marina, ha autorità su un buon numero di subordinati.

Ambizione[modifica | modifica sorgente]

È in grado di utilizzare l'Ambizione della percezione, anche se in maniera molto meno efficace rispetto a Kobi.[4]

Armi[modifica | modifica sorgente]

Hermeppo con i suoi kukri.

Hermeppo usa due kukri che porta in un fodero attaccato alla cintura. Con essi ha attaccato Zoro a Water Seven, ma non ha dimostrato di essere al suo livello.

Si è allenato usando due shinai.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Saga del Romance Dawn[modifica | modifica sorgente]

Hermeppo lascia libero il suo lupo a Sheltz Town, ma Zoro, che si trova lì, lo uccide per proteggere Rica. Hermeppo fa arrestare il cacciatore di pirati e gli promette che lo libererà se saprà resistere per un mese senza nulla da mangiare né da bere.

Hermeppo minaccia di uccidere Kobi.

Venti giorni dopo, Hermeppo sorprende Rica mentre cerca di portare da mangiare al prigioniero. La caccia in malo modo, ma Rufy riesce ad afferrarla e a trarla in salvo prima che le venga fatto del male. Poi il pirata sente una conversazione in cui Hermeppo rivela di non avere intenzione di rispettare l'accordo, così Rufy lo colpisce.

Hermeppo corre ad avvisare il padre in modo che uccida il pirata, ma Morgan lo colpisce per avere osato dargli ordini. Quando Cappello di paglia fa irruzione nella base alla ricerca delle spade di Zoro, usa Hermeppo come scudo per proteggersi dai soldati, finché il ragazzo perde i sensi. Più tardi, all'esterno della base, Hermeppo punta una pistola verso Kobi, minacciando di ucciderlo a meno che Rufy non si arrenda subito. Tuttavia la minaccia non funziona e il pirata lo stende con un pugno.

Diario di Kobi ed Hermeppo[modifica | modifica sorgente]

Hermeppo comincia a fare lavori umili all'interno della base assieme a Kobi. All'inizio si rifiuta di stringere amicizia con quest'ultimo. Hermeppo è anche infuriato per la perdita dei privilegi di cui godeva ed incolpa Rufy della cosa, al punto da impiantare un chiodo su un feticcio avente le sembianze del pirata durante un picnic in compagnia di Rica e Kobi. Superato l'astio iniziale, lui e quest'ultimo stringono amicizia.

Morgan prende suo figlio in ostaggio.

In seguito, quando Morgan viene condotto in manette sulla nave su cui i due stanno facendo servizio, Hermeppo rimane sbalordito e poi pensa al fatto che suo padre verrà giustiziato. Quando quest'ultimo viene consegnato a Garp, Hermeppo piange e cerca di raggiungerlo, ma viene trattenuto da Kobi. Quando suo padre approfitta del fatto che il viceammiraglio si è appisolato davanti a lui per ferirlo, Hermeppo rimane sbalordito. Subito dopo Morgan spezza le catene e lo prende come ostaggio, fuggendo su una scialuppa. Rimane senza parole quando Kobi si pone davanti al cannone puntato contro l'imbarcazione temendo che anche Hermeppo venga coinvolto. Ciò gli dà la forza di ribellarsi e nonostante le gambe gli tremino dalla paura, punta il dito contro suo padre, che lo getta in mare.

Risalito a bordo della nave del viceammiraglio, Hermeppo si inginocchia in lacrime assieme a Kobi, scusandosi per quanto accaduto. Garp decide di portare i due ragazzi con sé al quartier generale. Qui i due lavano inizialmente i pavimenti, poi vengono promossi al grado di reclute e sottoposti ad allenamenti notturni: Hermeppo fa gli addominali su una sbarra e poi combatte contro Kobi usando due shinai, venendo ricoperto di lividi e bernoccoli. In seguito i due affrontano Bogart, avendo la peggio.

In seguito Hermeppo smette di essere arrogante.

Il paradiso danzante di Jango[modifica | modifica sorgente]

Hermeppo assiste insieme a Kobi all'arruolamento di Jango e Fullbody sotto il comando di Hina.

Saga dopo Enies Lobby[modifica | modifica sorgente]

Hermeppo, diventato sergente, si unisce a Kobi per chiedere a Garp di raggiungere Water Seven, dove sono convinti si trovino Rufy e la sua ciurma, per rivederlo.

Due giorni dopo l'incidente Enies Lobby, raggiungono l'isola e una volta davanti al quartier generale della Galley-La company, Garp ordina a lui e Kobi di aspettare fuori. Vedono così il viceammiraglio abbattere la parete e svegliare Rufy con un violento pugno, per poi parlarci e malmenarlo.

Hermeppo vede arrivare Zoro.

Quando Zoro sopraggiunge, Garp dice a lui e Kobi di provare a fermarlo. Lo attacca così con i suoi kukri e l'avversario riconosce che si tratta di armi rare, il quale ha poi velocemente il sopravvento. Dopo che Kobi ha rivelato ai due pirati la sua identità, Hermeppo lo raggiunge e non è pienamente d'accordo con l'amico quando quest'ultimo afferma che se loro sono diventati ciò che sono, è solamente per merito dei due pirati. Lo sente poi rivelare che stanno venendo addestrati da Garp. Quando Kobi fa per entrare nell'edificio con Rufy e Zoro, in lacrime dice loro di fermarsi dato che non lo hanno riconosciuto. I due gli chiedono chi sia, così lui alza gli occhiali e si presenta, ricordandogli anche di chi è figlio. Sbalordito che nemmeno lo spadaccino si ricordi di lui nonostante lo abbia fatto crocifiggere e ridotto in fin di vita, afferma che era colui che viveva alle spalle di suo padre, cosa che gli permetteva di fare il gradasso. Ciò fa sì che i due lo riconoscano e si rimette a piangere credendo che non lo abbiano ancora perdonato. Kobi gli dice così che non può cambiare il passato.

Vede poi Garp ed altri marine sistemare la parete abbattuta dal viceammiraglio, restando di stucco quando quest'ultimo rivela che il padre di Rufy è Monkey D. Dragon. Quando Garp chiede di fare finta che non abbia detto nulla, non riesce a credere all'assurda richiesta. Lo sente poi dire a Rufy che essendo suo nipote non lo catturerà su quell'isola e userà quella scusa con la Marina. Bogart gli suggerisce che è meglio se dice che gli sono sfuggiti, ma lui non gli dà peso affermando di essere lì solo per il desiderio di Kobi ed Hermeppo, spingendo Rufy a scambiare quattro chiacchiere con loro.

Dopo che il viceammiraglio si è congedato dal nipote, che ha malmenato per avergli mancato di rispetto, lui e Kobi dialogano con Rufy, il quale chiede conferma che anche loro abbiano scalato la Reverse Mountain, ma il sergente maggiore gli rivela che loro hanno attraversato la fascia di bonaccia grazie all'agalmatolite che riveste lo scafo delle navi della Marina, che le rende invisibili ai mostri che lì vivono. Gli spiega poi che dietro a quelle invenzioni c'è il dottor Vegapunk, così Hermeppo rivela che egli ha scoperto come i frutti del diavolo diano i loro poteri ed ha inventato un metodo per trasmetterli agli oggetti. Sente poi Kobi e Rufy ricordare il passato, cosa che lo spazientisce dato che non ne è al corrente.

Poco dopo i due marine si preparano ad andarsene ed ascolta Kobi rivelare il suo sogno a Rufy, il quale lo incoraggia. Subito dopo che sono stati raggiunti anche da Zoro, Hermeppo e l'amico gridano che diventeranno fortissimi e che li lasceranno a bocca aperta. Infine si allontanano per fare ritorno alla nave, con cui salpano.

Più tardi anche Aokiji sale a bordo. Tre giorni dopo fanno ritorno a Water Seven su ordine del grand'ammiraglio per catturare la ciurma di Rufy, attraccando sulla costa a nord-ovest. Quando i marine scoprono che i pirati stanno salpando dall'isola dei rottami, Garp ordina a tutti di salire a bordo. Kobi, parlando anche a nome di Hermeppo, gli confessa che sono imbarazzati dato che si erano congedati in modo amichevole con Rufy, così Garp gli risponde che se vuole lamentarsi può farlo con Sengoku. Sente poi Aokiji addossare la colpa della cosa al viceammiraglio in quanto ha riferito al grand'ammiraglio di avere lasciato andare suo nipote.

Nei pressi dell'isola dei rottami sente il dialogo tra Garp e Rufy, e quando il primo si prepara a lanciare una raffica di palle di cannone a mani nude, Hermeppo si preoccupa ed afferma che nessuna nave può evitare quell'attacco. Poco dopo Rufy grida che gli ha fatto piacere rivedere Garp e Kobi, così Hermeppo ci rimane male per il fatto che non lo ha citato. Vede così il viceammiraglio lanciare un'altra palla di cannone, sentendolo dire che ne ha molte altre da sferrare, vedendo poi il ragazzo respingerla. Quando il pirata gli dice che ora se ne andranno e che si rivedranno da qualche parte, Garp si irrita dandogli dell'insolente, così Hermeppo cerca di calmarlo. Vede subito dopo il viceammiraglio scagliare una gigantesca palla di cannone contro la nave, la quale riesce però a sfuggirgli volando via, cosa che lo lascia di stucco. Kobi esulta, così lui cerca di calmarlo.

Saga di Marineford[modifica | modifica sorgente]

Hermeppo e Kobi ascoltano Sengoku.

Tre ore prima dell'esecuzione di Portuguese D. Ace, Hermeppo e Kobi ascoltano il discorso di Sengoku, scoprendo così che Ace è figlio di Gol D. Roger.

I due rimangono sbalorditi dagli tsunami in arrivo provocati da Barbabianca, e poi da Aokiji che li congela.

Durante le prime fasi della battaglia, i due, impauriti, cercano di fuggire all'orrore della guerra verso la parte posteriore dell'isola, dove assistono senza essere visti alla furia dell'ammiraglio Akainu che uccide un marine, anch'egli impaurito e che aveva tentato di fuggire.

Poco dopo, mentre discutono del piano della Marina di uccidere Ace in anticipo, vedono qualcuno precipitare ed assistono così all'arrivo sul campo di battaglia di Rufy e degli evasi di Impel Down. Quando Sengoku rivela che Rufy è il figlio del rivoluzionario Monkey D. Dragon, Hermeppo rimane senza fiato.

Successivamente cerca di fermare Kobi, il quale decide di affrontare Cappello di paglia, che lo colpisce con un violento pugno, lasciandolo a terra tramortito. Hermeppo lo raggiunge e cerca di farlo riprendere. In seguito alle morti di Ace e Barbabianca, vede Kobi avere una crisi per la quale afferma di sentire delle voci nella sua testa che si spengono, così Hermeppo cerca di aiutarlo a rialzarsi. Va poi nel panico quando vede l'amico cercare di impedire ad Akainu di proseguire con la violenza quando non è più necessaria, temendo per la sua vita. Assiste quindi all'arrivo di Shanks, il cui intervento salva Kobi.

Saga dopo la guerra[modifica | modifica sorgente]

Hermeppo ascolta il dottor Fishbonen parlare a Kobi dell'Ambizione.

Kobi viene ricoverato in infermeria ed Hermeppo rimane al suo fianco. Fishbonen gli spiega che ciò che sentiva durante la battaglia era l'effetto dell'Ambizione della percezione. Il dottore rivela ai due che tutti i marine dal grado di viceammiraglio in su sanno usare l'Ambizione e di rivolgersi a Garp per ulteriori informazioni. Hermeppo si ingelosisce perché Kobi è diventato più forte.

Salto temporale[modifica | modifica sorgente]

Hermeppo diventa un capitano di corvetta.

Saga del Reverie[modifica | modifica sorgente]

Sale su una nave della Marina ed intercetta quelle dei regni di Dressrosa e Prodence, che sono senza scorta. Ad un tratto vede Kobi tuffarsi in acqua per deviare un siluro, mentre Hermeppo cattura i pirati che lo avevano lanciato da un sottomarino, salvando la principessa del regno di Lulusia, da loro rapita. Contattato l'amico per informarlo, sottolinea, irritato, quanto sia sbalorditivo il suo uso dell'Ambizione della percezione, dato che lui non aveva notato nulla.

Differenze tra manga e anime[modifica | modifica sorgente]

Saga del Romance Dawn[modifica | modifica sorgente]

Nell'anime lo scontro con Rufy avviene all'interno di un locale, mentre nel manga all'aperto.

Saga di Marineford[modifica | modifica sorgente]

Hermeppo e Kobi si chiedono come potranno essere utili in battaglia.

Speciale TV 6[modifica | modifica sorgente]

Hermeppo e Kobi sbarcano ad Hand; ufficialmente i due sono giunti solo per una consegna, ma in realtà devono verificare il comportamento del comandante della base, il commodoro Bilić. Poi Kobi lo informa che grazie all'Ambizione della percezione ha intuito che il commodoro nasconde qualcosa.

In seguito Hermeppo e Kobi notano che nella base non c'è cibo a sufficienza per tutti e poi scoprono che Bilić ha rinchiuso Regis in cella dove viene torturato per avere affrontato lo stesso commodoro. I due decidono si proseguire le indagini facendo visita anche alla popolazione.

Più tardi Hermeppo è presente assieme a Kobi quando, dopo la sconfitta di Bilić per mano di Rufy, comunica ai marine ancora coscienti che il commodoro verrà mandato di fronte alla corte marziale.

Film 12[modifica | modifica sorgente]

Hermeppo e Kobi, nei pressi di ciò che un tempo era l'isola Firs, ascoltano Garp mentre fornisce loro alcune informazioni su Z. In seguito racconta loro il passato di quest'ultimo.

Saga del Reverie[modifica | modifica sorgente]

Il suo attacco al sottomarino dei pirati viene mostrato.

Film 14[modifica | modifica sorgente]

Dopo avere raggiunto Delta per effettuare un Buster Call, sconfigge numerosi pirati. Si riunisce poi a Smoker, Tashigi, Hina e Kobi, con i quali incontra per caso Bagy, che costretto rivela l'esistenza di un Eternal Pose per Laugh Tale. Smoker decide perciò di recuperarlo e, sentito di un secondo Buster Call in arrivo, poiché il primo era stato impedito da Douglas Bullet, ordina agli altri di allontanarsi.

Hermeppo rifiuta di abbandonare il suo superiore, quindi Hina lo trascina a forza. Dopo la sconfitta di Bullet, i marine catturano numerosi pirati.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Il suoi cibi preferiti sono la bistecca e il caviale.[3]

Note

  1. SBS del volume 68.
  2. SBS del volume 47.
  3. 3,0 3,1 3,2 3,3 One Piece Vivre Card.
  4. Vol. 90capitolo 903 ed episodio 879, Hermeppo afferma di non avere percepito il siluro lanciato dal sottomarino dei pirati.

Navigazione[modifica | modifica sorgente]

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.