Ideo è un pugile della tribù Braccialunghe, il capitano dei Pirati di Ideo e il comandante della quarta divisione della Grande flotta di Cappello di paglia.

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Ideo da bambino.

Ideo è alto e con il fisico scolpito; ha i capelli neri raccolti in una voluminosa coda di cavallo e la barba dello stesso colore. Ha due cerchi neri attorno agli occhi e grandi ciglia sulle palpebre inferiori. In quanto membro della tribù Braccialunghe, possiede braccia molto lunghe dotate di due gomiti; a differenza però di tutti gli altri, tiene l'articolazione in più estesa oltre le spalle sopra la testa.

Sfoggia una giacca verde oliva[4] con una striscia bianca sulle braccia. Indossa anche pantaloni corti dello stesso colore che hanno una striscia bianca che scende lungo ogni gamba, una larga cintura beige e due ginocchiere. Ideo ha numerose bende che avvolgono i polpacci e i piedi e due guanti rossi. Ha un orecchio forato tre volte e quattro croci verdi tatuate sul petto.

Da bambino, Ideo aveva i capelli più corti e indossava una giacca nera, pantaloni neri e bianchi corti, e scarpe nere.

Carattere[modifica | modifica sorgente]

Egli è abbastanza fiducioso nelle proprie capacità avendo deciso di iscriversi al torneo di Dressrosa per potere vincere il frutto Foco Foco e realizzare il suo unico desiderio: diventare più forte. Sa anche essere spietato dato che non ha avuto scrupoli nell'attaccare un avversario già incosciente. Tuttavia, diversamente dalla maggior parte delle persone liberate dalla maledizione di Sugar, Ideo ha dimostrato di non essere avido ed ha scelto di combattere i Pirati di Donquijote.

Durante la sua lotta con Dellinger, Ideo ha dimostrato di avere un grande senso dell'onore avendo promesso a se stesso di tenere l'ufficiale impegnato il tempo sufficiente affinché Rufy potesse battere Do Flamingo. Ha anche affermato che se non avesse ripagato il debito che ha con la ciurma non sarebbe stato in grado di mostrare il suo volto agli altri, esclamazione che dimostra che Ideo ha un grande senso della determinazione e dell'orgoglio.

Quest'ultimo aspetto del suo carattere emerge anche quando decide di prendere il mare, infatti afferma che nei tornei con persone oneste non ha avversari, ma nessuno può essere definito campione finché non affronta i pirati.[5]

Pensa che non sempre la vittoria sia raggiungibile da solo, motivo per cui non esita a rialzarsi per aiutare i suoi alleati.[2]

Forza e abilità[modifica | modifica sorgente]

Come capitano, ha autorità sulla sua ciurma. Inoltre è un pugile di classe XXX, che anche se sconosciuta è probabilmente molto alta.

Capacità fisiche[modifica | modifica sorgente]

Uno dei pugni esplosivi di Ideo.

Ideo utilizza una tecnica di perforazione con cui scatena un colpo che esplode al momento dell'impatto. I suoi pugni sono abbastanza potenti da spedire il corpo massiccio di Hajrudin fino alle tribune con un solo colpo, anche se il gigante in quel momento era incosciente.

In quanto membro della tribù Braccialunghe, Ideo ha due articolazioni nelle braccia che di conseguenza sono più lunghe del normale. Mantiene la parte superiore delle braccia piegata oltre le spalle, e ciò gli consente di nascondere le articolazioni per un attacco a sorpresa, estendendo il braccio quando è necessario. Inoltre mantenere la compressione delle sue spalle gli consente di aggiungere più forza al potere esplosivo dei suoi pugni.

È stato capace di vincere per due volte il torneo dell'associazione di "lotta central" del Nuovo Mondo ed ha combattuto alla pari contro Sai, il 13° comandante del Naviglio degli otto tesori. Ciononostante è stato sconfitto da Chinjao con facilità, anche se era ferito e concentrato sul proprio scontro. Ideo è rimasto cosciente dopo essere stato scaraventato in acqua e ciò fa capire che possiede una notevole resistenza fisica. Lo ha dimostrato anche resistendo ai tremendi colpi di Dellinger, pur non essendo al suo livello.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Passato[modifica | modifica sorgente]

Ideo nacque in un luogo della Rotta Maggiore e si allenò duramente fin da bambino.[2] Una volta cresciuto, divenne un pugile di classe XXX e due volte campione dell'associazione di "lotta central" del Nuovo Mondo.

Saga di Dressrosa[modifica | modifica sorgente]

Ideo decide di iscriversi al torneo organizzato da Do Flamingo per vincere il frutto Foco Foco e viene piazzato nel blocco C.

Chinjao sconfigge Ideo.

Dopo che la battaglia è iniziata, Ideo si avvicina ad Hajrudin messo fuori combattimento da Rufy e usa uno dei suoi pugni per spedire il gigante fuori dal ring. Dopo questa dimostrazione di forza, Ideo annuncia che intende appropriarsi del frutto Foco Foco per diventare più forte ed attacca alcuni combattenti. Subito dopo Ideo e Sai cominciano a combattere senza che però nessuno dei due riesca a prevalere sull'altro. Mentre il pugile attacca con i suoi pugni esplosivi e Sai utilizza il Bachong Quan, i due si ritrovano nel bel mezzo dello scontro tra Rufy e Chinjao. Prima che possa reagire, Ideo viene facilmente scaraventato fuori dal ring da quest'ultimo.

Successivamente si reca in infermeria per essere curato, ma viene gettato in una buca sotterranea insieme agli altri gladiatori che sono stati eliminati dal torneo. Subito dopo viene trasformato in un giocattolo da Sugar e costretto a lavorare nel porto mercantile.

Il gruppo intenzionato a sconfiggere Do Flamingo.

Quando Sugar perde i sensi grazie ad Usop, Ideo riacquista le proprie sembianze originali. Dopo che Do Flamingo intrappola tutta Dressrosa nella sua "gabbia" e avvia al suo gioco mortale, Ideo raggiunge la superficie. Raggiunti Rufy, Zoro e Law, Ideo dichiara di volere ripagare il debito verso Usop sconfiggendo Do Flamingo. A tal fine unisce le sue forze al gruppo di Rufy e ad altri combattenti del colosseo per assaltare il palazzo reale.

Mentre Sabo tiene occupata la Marina, tutti i combattenti ne approfittano per sconfiggere i Pirati di Donquijote che gli si parano davanti e per scalare la parete che li separa dal palazzo reale, arrivando fino al secondo livello del nuovo altopiano reale. Qui si imbattono in cinque ufficiali dei Pirati di Donquijote e per questo Ideo decide di allearsi con gli altri combattenti del colosseo per permettere a Rufy e a Cavendish di proseguire.

Dellinger mette fuori combattimento Ideo.

A quel punto Ideo si ritrova faccia a faccia con Dellinger, il quale è talmente agile da evitare i suoi colpi, tanto da riuscire a sferrargli un solo pugno. Alla fine il pirata riesce a trafiggergli lo stomaco, ma mentre si allontana, Ideo si riprende e lo ferma distendendo il suo braccio. A quel punto Dellinger lo sconfigge azzannandolo al collo con i suoi denti aguzzi, facendolo poi precipitare.

In seguito Pica fa fuoriuscire delle punte di pietra dall'altopiano, ferendo Ideo, Baby 5, Sai, Chinjao e Hajrudin.

Dopo che Ideo e gli altri combattenti sono stati guariti dai poteri di Manshelly, attaccano tutti insieme gli uomini di Do Flamingo che stanno presidiando il nuovo altopiano reale e poi si recano a Sebio nel tentativo di bloccare la gabbia per uccelli spingendo una barriera di Bartolomeo. Poco dopo gli effetti dei poteri di Manshelly svaniscono e così Ideo crolla di nuovo al suolo. Alla fine Rufy riesce a sconfiggere Do Flamingo e a fare sparire la "gabbia per uccelli" e quella sera Ideo e gli altri combattenti del colosseo vengono portati al palazzo reale per riposarsi.

Ideo e altri sei comandanti fondano la Grande flotta di Cappello di paglia.

Tre giorni dopo Ideo, insieme ad Abdullah e Jeet, raggiunge il porto da cui sarebbero dovuti partire i Pirati di Cappello di paglia per abbattere la Marina e permettere la loro fuga. Tuttavia, dopo l'arrivo del gruppo, vengono raggiunti da Fujitora che usa i suoi poteri per sollevare in aria le macerie di Dressrosa costringendo Ideo e gli altri a salire sulla Yonta Maria per scappare. A bordo della nave, Ideo annuncia di volere fondare l'alleanza della palestra di arti marziali XXX insieme a Blue Gilly, Abdullah e Jeet. Il gruppo rappresentato da Ideo, nonostante il rifiuto di Rufy, diventa uno dei sette gruppi a fondare la Grande flotta di Cappello di paglia. Ideo poi festeggia insieme agli altri la vittoria sui Pirati di Donquijote, dopodiché prende un pezzo della Vivre Card di Rufy per aiutarlo qualora ce ne fosse bisogno.

Ideo, non possedendo una nave propria, rimane sulla Yonta Maria assieme agli altri membri dell'alleanza della palestra di arti marziali XXX.[6]

La vita della Grande flotta di Cappello di paglia[modifica | modifica sorgente]

Mentre viaggiano sulla nave data loro da Orlumbus, i membri dell'alleanza della palestra di arti marziali XXX si imbattono in una battaglia navale e si intromettono, sconfiggendo entrambi gli schieramenti. Dopo averli catturati, li osservano litigare.

In seguito raggiungono un'isola e attendono che i Braccialunghe e i Gambelunghe costruiscano per loro una nave con le parti integre di quelle coinvolte nella precedente battaglia. Una volta conclusa, vi salgono a bordo e riprendono il mare.

Differenze tra manga e anime[modifica | modifica sorgente]

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Ideo giocattolo.

Nell'anime i suoi capelli sono blu scuro e la sua giacca è di un marrone tendente al rossastro, con delle linee rosse sulle maniche. Inoltre viene mostrato in versione giocattolo, rappresentato come un panda con gli occhi gialli.

Saga di Dressrosa[modifica | modifica sorgente]

Subito dopo avere spedito Hajrudin contro gli spalti, Ideo ha un breve duello contro Lucy, e in seguito viene anche mostrato l'inizio del suo combattimento contro Sai.

Quando Pica scaglia il suo pugno gigantesco, il gruppo che sta scalando l'altopiano reale sente l'onda d'urto e i componenti ridono quando sentono la voce del pirata. Riprendono poi ancora a litigare su chi sconfiggerà Do Flamingo.

La loro battaglia contro la ciurma nemica mentre scalano il nuovo altopiano reale è allungata. Inoltre Ideo attacca Dellinger dopo che quest'ultimo ha colpito Blue Gilly.

In seguito Ideo e Sai affrontano Lao G e Gladius. Più tardi Dellinger lo deride, riuscendo anche a schivare il pugno che invece nel manga va a segno. Successivamente l'avversario lo colpisce ripetutamente, mentre Ideo cerca di contrattaccare, riuscendo a strappargli solamente un pezzo di cappello.[7]

Viene anche mostrato quando recupera le forze, inoltre la scena in cui lui e gli alleati di Rufy sconfiggono gli ultimi sottoposti di Do Flamingo è allungata.[8]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Il nome di Ideo e le sue "particolari spalle" sono ispirati a quelli del robot icona dell'anime Space Runaway Ideon.[9]
  • Il suo cibo preferito è il kebab, mentre odia la carne di maiale.[10]

Note

Navigazione[modifica | modifica sorgente]

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.