Jack è un uomo-pesce di tipo cernia gigante e una Superstar dei Pirati delle cento bestie, sotto il comando di Kaido.[3][1]

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Il volto di Jack senza maschera.

Jack è un uomo-pesce muscoloso di grande statura e con denti aguzzi. Indossa un copri mandibola di metallo grigio simile a quello di Jean Ango ed un paio di corna bianche ai lati della testa. I suoi capelli biondi sono raccolti in una coda di cavallo e due lunghe trecce che gli arrivano alla vita. Indossa inoltre un cappotto marrone scuro senza maniche fatto di penne, con delle spalliere appuntite grigie ed un cinturone nero con disegnato il Jolly Roger della ciurma. Al collo porta anche un paio di zanne bianche che sono in realtà guaine che contengono le sue lame a falce di luna.

Carattere[modifica | modifica sorgente]

Jack è molto testardo e temerario, al punto da decidere di attaccare quattro navi della Marina con a bordo Fujitora, Tsuru e Sengoku pur di recuperare Do Flamingo. Ha anche dimostrato di essere molto impaziente, infuriandosi con chiunque non obbedisca immediatamente ad un suo ordine. Non sembra inoltre gradire che vengano citati i suoi trascorsi agli altri e non sopporta il fatto di essere stato dichiarato morto quando in realtà la notizia era falsa.

Ha dimostrato di essere molto sadico, dato che è disposto a torturare i propri nemici al fine di ottenere ciò che vuole. Anche quando attacca Zunisha, elenca parecchi modi terribilmente crudeli per ucciderlo. Jack ha dimostrato inoltre di essere molto violento, temibile ed irascibile, dato che uno dei suoi subordinati si è enormemente preoccupato di come Jack avrebbe potuto reagire nell'apprendere del rapimento di Caesar Clown. Ha anche minacciato di distruggere un'intera città se non avesse prima ottenuto ciò che voleva, mantenendo tale parola. La sua crudeltà si estende anche nell'attaccare anziani e bambini. Egli ha propriamente ammesso di amare la distruzione ed alcune persone che lo hanno incontrato lo descrivono con dei tratti di follia.

Jack ha anche dimostrato di essere irragionevole, al punto da arrabbiarsi quando qualcuno tenta di dialogare con lui per raggiungere un'intesa. Quando i visoni hanno provato a dirgli che Raizo non era a Zo infatti, lui si è rifiutato di ascoltare le loro parole e ha attaccato senza ulteriori chiarimenti Cane-tempesta, rispondendo negativamente alla proposta di quest'ultimo di cercare liberamente sull'isola la presenza del samurai senza però danneggiare nessuno. Inoltre non esita a combattere in maniera sleale, dato che si è servito di un'arma a gas per annientare i visoni dopo che quest'ultimi sono riusciti a resistere alle sue forze. Tuttavia, nonostante Jack possa sembrare sempre calmo ed impassibile, egli è in grado di provare paura nel caso venga sopraffatto. Infatti, quando Zunisha ha colpito lui e la sua flotta, Jack ha provato paura pur rimanendo apparentemente immobile.

Relazioni[modifica | modifica sorgente]

Ciurma[modifica | modifica sorgente]

Gli uomini sotto al suo comando lo rispettano molto per la sua autorità. Nonostante ciò, lo temono profondamente, in quanto sono consapevoli che in caso di fallimento verrebbero severamente puniti.

Kaido[modifica | modifica sorgente]

Kaido si fida molto di Jack, visto che è uno dei suoi tre uomini di punta. La Superstar gli è molto fedele e non vuole permettere ai nemici di affrontarlo. Quando è stato sconfitto, si è scusato con il suo capitano, il quale era appena intervenuto in sua difesa.

Queen[modifica | modifica sorgente]

Ha una relazione quasi fraterna con Queen, nonostante venga spesso offeso e trattato male da lui.[4][5]

King[modifica | modifica sorgente]

Così come con Queen, ha una relazione quasi fraterna con King, sebbene quest'ultimo sia solito criticare spesso il suo operato.[4][6]

Visoni[modifica | modifica sorgente]

Poiché ha torturato i visoni e ha distrutto il ducato di Mokomo, Jack è odiato e temuto da tutta la tribù, che non intende perdonarlo per le sue azioni. Dall'altra parte Jack non ha alcuna pietà verso di loro, dato che aveva progettato di eliminarli tutti uccidendo Zunisha.

Forza e abilità[modifica | modifica sorgente]

Il suo manifesto da ricercato.

Dato che è una Superstar, Jack ha autorità su tutti i membri della ciurma di rango inferiore al suo. Si occupa di distruggere città e terrorizzarne gli abitanti quando la ciurma lo richiede.[1] Il suo soprannome deriva dal fatto che quando si scatena su un'isola, essa cade completamente in rovina.[3] Ha una taglia di un 1.000.000.000 Simbolo Berry.png sulla testa, indice della sua estrema potenza e pericolosità.[2]

Ha attaccato quattro corazzate della Marina con a bordo individui del calibro di Tsuru, Sengoku e Fujitora, riuscendo ad affondarne due prima di venire sconfitto.[7] Inoltre, a seguito dello scontro, è riuscito a sopravvivere senza riportare ferite gravi.

Jack è anche stato in grado di combattere alla pari per cinque giorni di fila contro Cane-tempesta e Gatto-vipera, i due visoni più forti di Zo, nonostante questi ultimi si alternassero rispettivamente di giorno e di notte per ricaricare le proprie forze. Inoltre, dopo i cinque giorni di lotta, i due visoni non sono comunque riusciti ad avere la meglio sul pirata, che decise di utilizzare un'arma chimica per vincere lo scontro dopo avere perso la pazienza per via della loro tenacia. La stessa Wanda, una visone che ha combattuto con Jack, ha affermato che definirlo un "mostro" sarebbe soltanto un gentile eufemismo.[8] È anche a conoscenza che i visoni si trasformano il sulong quando la luna piena è visibile, ma che non possono restare a lungo in quello stato.[9] Ha anche affrontato contemporaneamente Cane-tempesta e Gatto-vipera in questa forma, venendo però sconfitto.

Ha inoltre il dominio di Kuri.[10]

Capacità fisiche[modifica | modifica sorgente]

Jack ha dimostrato di possedere una resistenza eccezionale, dato che a Zo ha combattuto i visoni, inclusi Cane-tempesta e Gatto-vipera, per cinque giorni consecutivi senza mai cadere sotto i colpi nemici. È riuscito anche a resistere al colpo provocato dall'imponente Zunisha, nonostante fosse abbastanza potente da abbattere un'intera flotta di navi.

In quanto uomo-pesce,[1] possiede una forza dieci volte superiore a quella di un comune umano sulla terraferma, anche se si può presumere che la sua potenza vada ben oltre questi parametri. Avendo mangiato un frutto del diavolo, ha perso la capacità di nuotare, ma può ancora respirare sott'acqua.

Frutto del diavolo[modifica | modifica sorgente]

Lente.png Per maggiori informazioni, vedere Ele Ele modello mammut

Jack trasformato in mammut.

Jack ha mangiato il frutto del diavolo Ele Ele modello mammut di tipo Zoo Zoo ancestrale che gli consente la trasformazione in un mammut, garantendogli forza e resistenza immense.

Armi[modifica | modifica sorgente]

Gli shotel di Jack.

Jack brandisce due shotel. Quando non li adopera, li porta attorno al collo inseriti in guaine, come se fossero zanne. Con essi ha affrontato alla pari un abilissimo samurai del calibro di Shutenmaru.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Passato[modifica | modifica sorgente]

Nacque in un luogo della Rotta Maggiore e, dopo essersi unito ai Pirati delle cento bestie, divenne uno dei tre sottoposti più fidati di Kaido.[1]

Diciotto anni prima dell'inizio della narrazione, la ciurma diede alle fiamme il castello di Kuri.[11] Dopodiché Jack ottenne il dominio di Kuri.

Salto temporale[modifica | modifica sorgente]

Jack attacca i visoni a Zo.

Diciassette giorni prima dell'approdo dei Pirati di Cappello di paglia, Jack raggiunge Zo assieme ai suoi uomini in cerca di Raizo e chiede ai visoni che vi abitano di consegnarglielo. Quando i visoni tentano di convincerlo che il ninja non si trova sull'isola, Jack non crede alle loro parole e ordina di iniziare l'attacco contro la popolazione.

I Pirati delle cento bestie affrontano così i visoni per cinque giorni consecutivi e Jack combatte direttamente contro i due regnanti, fino a quando non decide di utilizzare un'arma a gas di Caesar Clown per mettere fuori combattimento l'intera popolazione dell'isola. Jack allora inizia a torturare gli abitanti, esigendo che gli consegnino immediatamente Raizo.

Saga di Dressrosa[modifica | modifica sorgente]

Il giorno seguente, Jack viene a sapere della sconfitta di Do Flamingo e decide quindi di lasciare Zo per liberarlo.

Pochi giorni dopo, raggiunge le quattro navi della Marina che stanno scortando il membro della Flotta dei sette ad Impel Down e, nonostante gli avvertimenti dei suoi uomini sui potentissimi ufficiali presenti a bordo di esse, decide di attaccare il convoglio.

Saga di Zo[modifica | modifica sorgente]

Jack, nonostante riesca ad affondare due corazzate, alla fine viene sconfitto dai marine. Le sue ferite vengono fasciate e a bordo della sua nave legge quanto riportato dai giornali sull'accaduto.[12]

Quando riceve il rapporto di Sheepshead secondo il quale Raizo non si trova a Zo, Jack punisce il suo sottoposto e lo incatena a testa in giù. Arriva quindi nei pressi dell'isola, intenzionato ad annientare i visoni uccidendo il gigantesco elefante che trasporta Zo.

Jack colpito dalla proboscide di Zunisha.

I pirati iniziano così a bombardare una gamba dell'animale per costringerlo ad inginocchiarsi e mirare alla testa. Tuttavia, l'enorme elefante reagisce agli attacchi con un colpo di proboscide che spazza via la flotta di Jack, distruggendone le navi e scaraventando i pirati in acqua.

Nonostante ciò, Jack sopravvive all'attacco di Zunisha e, pur essendo in fondo all'oceano, riesce a rimanere cosciente in attesa che qualcuno lo recuperi.

Saga del Paese di Wa[modifica | modifica sorgente]

Jack circa dieci giorni dopo fa ritorno nel Paese di Wa.

Jack viene ferito da Shutenmaru.

Dopo avere saputo della sconfitta di Holdem per mano di Cappello di paglia, raggiunge Okobore per cercarlo, ma si imbatte in Shutenmaru. Afferma che Kaido vuole che il ladro diventi un suo subordinato e questo è l'unico motivo per cui è ancora vivo, ma il samurai lo colpisce con un potente fendente. I due iniziano così un breve duello che viene interrotto dall'arrivo dell'imperatore, che ordina a Jack di portargli Rufy e Law e propone a Shutenmaru di unirsi alla sua ciurma in cambio del perdono per un affronto del passato.

Jack teme che il suo capitano, essendo ubriaco, possa distruggere Okobore, i cui abitanti rappresentano la manodopera delle loro fabbriche, ma Basil Hawkins interviene comunicando all'imperatore che i suoi obiettivi si trovano presso le rovine del castello di Kuri, rivelando però a Jack di avere mentito affinché Kaido si sfogasse unicamente sul luogo che ultimamente ha dato origine a voci che stanno infastidendo lo shogun.

Kaido dunque vola verso le rovine e le distrugge.

Successivamente, a Onigashima, King e Queen rimproverano Jack per la riduzione delle tasse riscosse a Kuri e gli intimano inoltre di trovare un rimpiazzo per gli affari interrotti con Do Flamingo.

Ad Onigashima, Jack è presente insieme ai suoi parigrado e Kaido, mentre Big Mom è ancora ammanettata, chiedendo a Queen il motivo per cui l'ha portata lì. Dopo che l'imperatrice viene liberata, assiste attonito allo scontro fra lei e Kaido, tale da squarciare il cielo in due.

Durante il banchetto, Jack incontra insieme a King e Kaido i Sei Compagni Volanti. Ascolta poi il suo capitano offrire a chi dei loro sarà riuscito a riportare sua figlia, la possibilità di affrontare una delle Superstar in modo da potergli permettere in caso di vittoria di prenderne il posto e alla domanda dell'imperatore se ciò potesse essere un problema, Jack e King rispondono negativamente.

Assiste poi al grande annuncio di Kaido, il quale afferma che i Pirati delle cento bestie e i Pirati di Big Mom si sono alleati per ottenere le armi ancestrali. Arriva sulla scena anche LinLin, così i due imperatori asseriscono di volere trovare lo One Piece e Kaido prosegue ponendo una scelta agli uomini di Orochi: unirsi ai Pirati delle cento bestie o morire per mano loro. Jack vede Orochi protestare appena il capitano pirata menziona il piano di aumentare le fabbriche di armi e mettere al lavoro anche gli abitanti della Capitale dei fiori, così Kaido lo decapita, annunciando poi che la propria base si sposterà nella capitale e che il Paese di Wa diventerà la "nuova Onigashima" con Yamato come shogun. L'imperatore poi offre a Momonosuke la possibilità di salvarsi: deve solo negare di essere figlio di Oden. Il bambino però grida a gran voce di essere l'erede di Kozuki Oden e il futuro shogun del Paese di Wa. Proprio mentre Kaido sta per ucciderlo, il muro dietro di lui viene distrutto da un'esplosione e, dalla breccia, fuoriescono i servitori della famiglia Kozuki. Jack rimane sbalordito vedendo che i leader dei visoni sono ancora vivi e che tutti affrontano apertamente Kaido.

Jack sconfigge molti sulong.

Quando Kaido e i samurai nemici si recano sul tetto del palazzo, Jack li raggiunge assieme ad altri sottoposti, affermando che se si trovano lì è dovuto alla loro inadeguatezza, ma che non permetterà che tocchino il suo capitano. Cane-tempesta, Gatto-vipera e Raizo si apprestano così a vendicarsi per quanto accaduto a Zo, ma i guardiani e i moschettieri si offrono di farlo per permettere loro di affrontare Kaido, e si trasformano in sulong, dando inizio alla battaglia. Jack si trasforma quindi in forma animale e, nonostante venga ferito, riesce ad avere la meglio contro molti avversari usando la sua proboscide.

Jack viene sconfitto.

A quel punto, Cane-tempesta e Gatto-vipera si trasformano in sulong e si uniscono alla battaglia. Jack e tutti i suoi sottoposti vengono sconfitti, così come la maggior parte dei visoni. Dopo che Kaido lo ha rassicurato che la colpa non è della sua debolezza quanto della forza di Cane-tempesta e Gatto-vipera, perde i sensi.

Nave[modifica | modifica sorgente]

Lente.png Per maggiori informazioni, vedere Mammut

La nave personale di Jack era la Mammut. Tuttavia essa venne distrutta da Zunisha.

Prototipi per One Piece[modifica | modifica sorgente]

Il concept art di Jack.

In One Piece Vivre Card è presente un prototipo del personaggio.[1]

Differenze tra manga e anime[modifica | modifica sorgente]

Passato[modifica | modifica sorgente]

Nell'anime, Jack non è presente nei pressi del castello di Kuri in fiamme.[13]

Saga di Zo[modifica | modifica sorgente]

Sicilian cerca di attaccarlo e poco dopo Jack sferra un potente fendente d'aria agitando la sua proboscide.[14] Il suo confronto con Cane-tempesta è allungato e dopo che il pirata ha attaccato il visone, i due vengono coperti dal fumo.[15] Vengono anche mostrati gli attacchi dei due sovrani di Zo contro di lui.[16]

Jack ordina ai suoi uomini di aumentare la velocità della Mammut[17] e poi ripensa allo scontro che ha affrontato per cercare di liberare Do Flamingo. Poco dopo, Sheepshead e Ginrummy, di ritorno da Zo, si presentano di fronte a lui.[18]

In seguito Sheepshead gli chiede scusa per avere fallito la sua missione.[19]

Saga del Paese di Wa[modifica | modifica sorgente]

Il suo scontro con Shutenmaru è esteso, infatti nel manga i due si feriscono a vicenda una sola volta, mentre nell'anime Jack lo colpisce numerose volte e viene trafitto una seconda. Successivamente Kaido alita addosso a Jack e ai suoi subordinati, così capiscono che è ubriaco.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Secondo Sheepshead, il suo soprannome deriva dal fatto che la terra su cui passa deperisce come se fosse stata colpita dalla siccità.[3] Ciò potrebbe essere un riferimento ad Attila, dato che si diceva che dove passasse il guerriero non crescesse più un filo d'erba.
  • Il suo nome è un allusione al gioco di carte blackjack e al "Jack" di una carta da gioco.
  • Calico Jack fu un pirata britannico durante il diciottesimo secolo.
  • Il suo cibo preferito è la bistecca di elefante.[1]

Note

Navigazione[modifica | modifica sorgente]

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.