Karasu è il comandante dell'Armata rivoluzionaria del nord.

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Il volto di Karasu.

È un uomo calvo, alto e muscoloso con la carnagione pallida e piccoli occhi azzurri. Indossa un paio di pantaloni e stivali neri, un largo cappotto di piume dello stesso colore, un foulard indaco e un becco metallico viola e giallo che funge da megafono che gli copre parte del volto.

Carattere[modifica | modifica sorgente]

Ha sempre un atteggiamento duro e serio. Ha bisogno di azionare il megafono che porta sulla bocca per fare sentire la propria voce e si arrabbia quando gli altri non comprendono ciò che dice; tuttavia, a volte, dimentica di farlo, mostrando sbadataggine.

Forza e abilità[modifica | modifica sorgente]

In qualità di comandante dell'Armata rivoluzionaria del nord, è un membro di spicco dell'organizzazione ed ha autorità su un gran numero di subordinati.

Frutto del diavolo[modifica | modifica sorgente]

Karasu ricorre al suo potere.

Ha mangiato un frutto del diavolo di categoria non specificata che gli permette di trasformarsi in uno stormo di corvi, che può organizzare in azioni coordinate, come rubare le armi nemiche.[1] Essi possono essere di dimensioni diverse e sono abbastanza forti da trasportare una persona.[2]

Storia[modifica | modifica sorgente]

Saga dopo la guerra[modifica | modifica sorgente]

Uno dei suoi corvi consegna un giornale ai rivoluzionari presenti a Tequila Wolf affinché Robin legga le notizie sul proprio capitano.[3]

Saga di Dressrosa[modifica | modifica sorgente]

Karasu trasporta Sabo.

Quando Sabo, Koala e Hack terminano la loro missione a Dressrosa, Karasu li raggiunge e scorta il capo di stato maggiore fino alla nave con cui poi lasciano l'isola.[4]

Saga del Reverie[modifica | modifica sorgente]

Mentre sono in viaggio verso Momoiro per partecipare a un'importante riunione dell'Armata rivoluzionaria, Karasu e altri tre comandanti raggiungono il regno di Lulusia, che è nel panico a causa della ciurma di Barbarosa. I quattro quindi affrontano gli aggressori e li sconfiggono facilmente; Belo Betty invita i cittadini a reclamare la taglia su Barbarosa e a contattare i rivoluzionari qualora ne avessero bisogno. Infine, i comandanti si allontanano per raggiungere la loro destinazione.

Successivamente, raggiunge la Linea Rossa assieme a Sabo, Morley e Lindbergh e, sotto il suolo di Marijoa, discute con loro su come salvare Orso Bartholomew dalla sua attuale situazione di schiavo.

Saga del Paese di Wa[modifica | modifica sorgente]

Il quarto giorno del Reverie, dunque, i quattro rivoluzionari ingaggiano battaglia contro Issho e Ryokugyu.

Differenze tra manga e anime[modifica | modifica sorgente]

Saga del Reverie[modifica | modifica sorgente]

Nell'anime, viene mostrato il suo arrivo nel regno di Lulusia, che segue quello di Lindbergh, così i due non vengono avvistati insieme su un tetto come nel manga. Inoltre il suo megafono è in funzione quando appare.

A Marijoa, osserva ciò che accade nella piazza della socializzazione grazie ai suoi poteri, che utilizza poi per recuperare Sabo. Quando quest'ultimo, infuriato, si avvicina ad Orso Bartholomew per liberarlo dalla schiavitù, Karasu lo ferma e poi Morley li porta entrambi nel sottosuolo.

Karasu mette poi a punto una strategia assieme agli altri due comandanti e Sabo. I quattro parlano anche delle azioni di Orso Bartholomew che hanno permesso ai Pirati di Cappello di paglia di non venire catturati.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Karasu in giapponese significa "corvo", in riferimento al suo frutto del diavolo. Per questo motivo, quando apparve per la prima volta, nei crediti nell'episodio 738 venne identificato come "Karasu" senza che si sapesse il suo vero nome.
  • È l'unico dei quattro comandanti dell'Armata rivoluzionaria apparsi nel regno di Lulusia a non avere un cappello e degli occhiali scuri.
  • Il suo megafono, simile ad un becco, ricorda vagamente le caratteristiche maschere indossate dai cerusici durante il Rinascimento per evitare le malattie contagiose come la peste.
  • Il fatto che abbia bisogno di un megafono per parlare potrebbe essere un riferimento a Melk, personaggio del manga Toriko, che ha una voce talmente flebile che deve utilizzare una particolare pietra che amplifica la voce affinché gli altri capiscano cosa dice.
  • Come hobby fa il volontariato, il suo cibo preferito sono le salsicce, mentre odia tutti i piatti di pollo.[5]

Note

Navigazione[modifica | modifica sorgente]

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.