Aiutaci a migliorare questi articoli! Questo articolo è in continua evoluzione!

"King" riguarda un argomento in corso di sviluppo nella storia per cui può essere soggetto a frequenti cambiamenti e revisioni o contenere informazioni non più aggiornate o incomplete.

King è una Superstar dei Pirati delle cento bestie, sotto il comando di Kaido.

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

King è un uomo molto alto. Indossa una maschera nera che gli copre il volto, un copricapo dello stesso colore con punte metalliche e un paio di occhiali con la montatura grigia e le lenti blu, una giacca nera a doppiopetto borchiata con tre corna ricurve su ciascuna spalla e due teschi disegnati vicino al colletto. Porta pantaloni neri e borchiati e guanti anch'essi con borchie e con punte sugli avambracci. Ha inoltre un paio di grandi ali nere sulla schiena e delle fiamme dietro la testa che sembrano ardere continuamente.

Carattere[modifica | modifica sorgente]

King è molto confidente nelle sue capacità e utilizza la violenza per controllare qualsiasi cosa. Inoltre si diverte nel torturare i prigionieri per ottenere informazioni.[1] Sa prendere l'iniziativa anche senza avere ricevuto ordini, come dimostrato quando ha impedito alla ciurma di Big Mom di entrare nel Paese di Wa.

Relazioni[modifica | modifica sorgente]

Queen[modifica | modifica sorgente]

Ha una relazione quasi fraterna con Queen, nonostante i due siano soliti litigare spesso fra loro offendendosi a vicenda.[2]

Jack[modifica | modifica sorgente]

Così come con Queen, ha una relazione quasi fraterna con Jack, sebbene sia solito criticare spesso il suo operato.[1][2]

Forza e abilità[modifica | modifica sorgente]

Dato che è una Superstar dei Pirati delle cento bestie, King ha autorità su tutti i membri della ciurma di rango inferiore al suo. È sempre circondato da fiamme, ma non è chiaro a che cosa siano dovute.

La sua fama è inoltre tale da venire subito riconosciuto da un individuo del calibro di Charlotte Perospero mentre era trasformato in pteranodonte.[3] Lo stesso Charlotte Daifuku, un altro ufficiale dei Pirati di Big Mom, dopo essere stato fermato insieme al resto della sua ciurma da King, ha affermato come fosse impossibile riuscire ad avvicinarsi nuovamente al Paese di Wa con quest'ultimo a proteggere il cielo.[4] La sua forza è stata anche riconosciuta da Charlotte LinLin, la quale gli ha proposto di unirsi alla sua ciurma.[5]

Capacità fisiche[modifica | modifica sorgente]

King possiede una grande forza fisica, tanto che è riuscito a sollevare una donna corpulenta con una sola mano e a scaraventarla contro un muro. Inoltre ha fermato facilmente un calcio di Vinsmoke Sanji nonostante quest'ultimo indossasse la Raid Suit.[6]

Frutto del diavolo[modifica | modifica sorgente]

Lente.png Per maggiori informazioni, vedere Dino Dino modello pteranodonte

King nella forma animale.

Ha mangiato il frutto Dino Dino modello pteranodonte di tipo Zoo Zoo ancestrale, che gli consente di trasformarsi in un pteranodonte. In questa forma, può volare ed è abbastanza forte e veloce da spingere fisicamente giù da una cascata una nave di enormi dimensioni come la Queen Mama Chanter.[3]

Armi[modifica | modifica sorgente]

Possiede una katana ed è probabilmente abile nell'usarla.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Passato[modifica | modifica sorgente]

King si stabilì nel Paese di Wa in seguito all'alleanza tra Kaido e Kurozumi Orochi. Ventuno anni prima dell'inizio della narrazione, i Pirati delle cento bestie si scontrarono con i Pirati di Gekko a Ringo e uccisero tutti i suoi membri ad eccezione del capitano.

Tre anni dopo, la ciurma di Kaido si scontrò con Kozuki Oden e i suoi servitori ad Udon, dove vennero sconfitti, incarcerati nella Capitale dei fiori e, accusati di tradimento verso lo shogun, bolliti a morte tre giorni dopo.

In seguito alla morte di Oden, King ordinò di bruciare il castello di Kuri.

Saga del Paese di Wa[modifica | modifica sorgente]

A Onigashima, King e Queen rimproverano Jack per l'impoverimento delle tasse di Kuri e gli intimano di trovare un rimpiazzo per gli affari interrotti con Donquijote Do Flamingo.

King ferma i Pirati di Big Mom.

Quando viene informato del fatto che i Pirati di Big Mom stanno risalendo la cascata che porta nel Paese di Wa a bordo della Queen Mama Chanter, King attacca quest'ultima, facendola precipitare.

Ad Onigashima, King è presente insieme ai suoi parigrado e Kaido, mentre Big Mom è ancora ammanettata, stupendosi sia ancora viva dopo avere fatto precipitare la sua nave dalla cascata. L'imperatrice vedendo King nota che egli fa parte di una razza ormai estinta, rivelandosi disposta a perdonarlo a patto che egli accetti di unirsi alla sua ciurma, ma la Superstar rifiuta l'offerta. Dopo che Big Mom viene liberata su ordine di Kaido, assiste attonito allo scontro fra i due imperatori, tale da squarciare il cielo in due.

I duellanti decidono poi di formare un'alleanza pirata e King commenta con Queen l'arrivo dei Numbers per partecipare alla festa del fuoco. Decide poi di sua iniziativa di convocare i sei combattenti volanti per potere usufruire del loro aiuto al fine di riportare al banchetto Yamato, la figlia dell'imperatore.

Dopo averli fatti incontrare con Kaido, rivela di essere stato costretto ad utilizzare il nome dell'imperatore poiché in caso contrario alcuni dei sei combattenti volanti, tra cui Sasaki e Who's Who, non sarebbero venuti. Ascolta poi Kaido offrire a chi riuscirà a riportare la figlia la possibilità di affrontare una delle Superstar in modo da potergli permettere in caso di vittoria di prenderne il posto, e alla domanda dell'imperatore se ciò potesse essere un problema, King e Jack rispondono negativamente.

Assiste poi al grande annuncio di Kaido, il quale afferma che i Pirati delle cento bestie e i Pirati di Big Mom si sono alleati per ottenere le armi ancestrali. Arriva sulla scena anche LinLin, così i due imperatori asseriscono di volere trovare lo One Piece e Kaido prosegue ponendo una scelta agli uomini di Orochi: unirsi ai Pirati delle cento bestie o morire per mano loro. King vede Orochi protestare appena il capitano pirata menziona il piano di aumentare le fabbriche di armi e mettere al lavoro anche gli abitanti della Capitale dei fiori, così Kaido lo decapita, annunciando poi che la propria base si sposterà nella capitale e che il Paese di Wa diventerà la "nuova Onigashima" con Yamato come shogun.

King viene disarmato da Izo.

L'imperatore poi offre a Momonosuke la possibilità di salvarsi: deve solo negare di essere figlio di Oden. Il bambino però grida a gran voce di essere l'erede di Kozuki Oden e il futuro shogun del Paese di Wa. Proprio mentre Kaido sta per ucciderlo, il muro dietro di lui viene distrutto da un'esplosione e, dalla breccia, fuoriescono i servitori della famiglia Kozuki. King riconosce Izo dopo che quest'ultimo lo ha disarmato con un colpo di pistola e vede che gli altri affrontano apertamente Kaido.

King e Sanji si scontrano.

Mentre commenta le azioni di Jack insieme a Queen, King nota che Shinobu sta cercando di liberare Momonosuke e la scaraventa contro un muro. Le catene alle braccia del bambino, però, si rompono. King capisce subito la situazione e attacca il responsabile: Sanji era diventato invisibile grazie alla sua Raid Suit. Mentre lo tiene fermo, il cuoco lancia Momonosuke a Shinobu, così King si trasforma in pteranodonte per colpirlo. Quando Sanji afferma che morirà con un buco nello stomaco, la Superstar controbatte che lo aprirà in due, suggerendogli di sparire, prima di sbatterlo violentemente contro una struttura.

King e diversi Gifters alati fanno da posto di blocco per impedire che qualcuno raggiunga la sommità dell'isola. Vede poi Rufy e Zoro tentare di farlo, ma Queen si trasforma e afferra i due con la bocca, per poi scaraventarli di sotto. King raggiunge poi Queen e i due discutono su come sia possibile che i prigionieri di Udon siano evasi senza che quest'ultimo ne venisse a conoscenza, il quale si irrita quando King sottolinea che è un suo fallimento. Contatta poi i sei combattenti volanti: li aggiorna sulla situazione e ordina loro di smettere di cercare Yamato e di aiutarlo a fermare chiunque cerchi di raggiungere la sommità dell'isola, aggiungendo che la sfida tra loro e le Superstar è annullata.

Differenze tra manga e anime[modifica | modifica sorgente]

Passato[modifica | modifica sorgente]

Nell'anime, King non viene mostrato nei pressi del castello di Kuri in fiamme.[7]

Saga del Paese di Wa[modifica | modifica sorgente]

King lascia Onigashima gettandosi da una scogliera e viene mostrata la sua trasformazione. Quando raggiunge la nave dei Pirati di Big Mom, Charlotte Galette tenta di abbatterlo con una grossa mitragliatrice, ma la Superstar riesce ad evitare i colpi, per poi apparentemente ritirarsi.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Il suo nome è un allusione al "Re" delle carte da gioco francesi.
  • I suoi poteri e l'affinità con il fuoco ricordano Rodan, un gigantesco mostro dalla forma di pteranodonte che vive in un vulcano spesso associato a Godzilla.

Note

Navigazione[modifica | modifica sorgente]

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.