Kong è il comandante delle forze militari del Governo Mondiale. Ai tempi di Gol D. Roger ricopriva il ruolo di grand'ammiraglio della Marina.

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Kong è un uomo molto muscoloso con la pelle abbronzata, la barba e i capelli bianchi a forma di spine. In prossimità dell'occhio sinistro ha una lunga e sottile cicatrice. Indossa una maglietta viola a maniche corte su cui sono appuntate numerose medaglie, un foulard giallo attorno al collo, una fascia nera sull'avambraccio sinistro e una giacca della Marina appoggiata sulle spalle.

Carattere[modifica | modifica sorgente]

Essendo stato un marine di alto rango, Kong ha una forte fede nella giustizia. Ha cercato più volte di promuovere Garp al grado di ammiraglio e si è dispiaciuto quando sia lui che Sengoku hanno rassegnato le loro dimissioni dalla Marina, convincendoli ad accettare rispettivamente il grado di istruttore e ispettore generale.

Forza e abilità[modifica | modifica sorgente]

Kong ha il comando sulla Marina, su tutti i Cipher Pol e sulla Flotta dei sette quando quest'ultima era in vigore. La sua autorità è quindi seconda solo a quella dei cinque astri di saggezza.[2] Può inoltre revocare a un pirata il titolo di membro della Flotta dei sette in qualsiasi momento e può invocare un Buster Call su qualsiasi isola che ritiene essere una minaccia per il Governo Mondiale. Il suo compito principale è quello di mantenere l'equilibrio, preparando contromisure contro i pirati che lo minacciano.[3]

Oltre al suo enorme potere politico, per via dei suoi muscoli e del suo precedente incarico nella Marina, è probabilmente molto forte anche in battaglia.

Ambizione[modifica | modifica sorgente]

Kong è in grado di utilizzare l'Ambizione.[4]

Storia[modifica | modifica sorgente]

Passato[modifica | modifica sorgente]

Venticinque anni prima dell'inizio della narrazione, quando ricopriva il ruolo di grand'ammiraglio, Kong ricevette un messaggio riguardo a un imminente scontro tra Shiki e Gol D. Roger mentre stava proponendo nel suo ufficio una promozione al viceammiraglio Monkey D. Garp. Quest'ultimo rifiutò l'offerta e, nonostante Kong lo intimò di non lasciare la stanza in quanto non aveva ancora finito di parlargli, decise di salpare immediatamente.[5]

Tre anni più tardi, quando Gol D. Roger venne giustiziato, ricopriva ancora il ruolo di grand'ammiraglio. Quando fu promosso a comandante delle forze militari del Governo Mondiale, lasciò il ruolo di grand'ammiraglio a Sengoku.

Saga dopo la guerra[modifica | modifica sorgente]

Sengoku a colloquio con Kong dopo la guerra per la supremazia.

Garp si presenta nell'ufficio di Kong per rassegnare le dimissioni, nonostante gli insistenti tentativi di quest'ultimo di fargli cambiare idea. Tre settimane dopo, Sengoku si presenta con la stessa intenzione e Kong, anche se a malincuore, accetta le dimissioni di entrambi a patto che il primo si impegni ad addestrare nuove reclute e il secondo faccia da supervisore all'interno della Marina.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Condivide il suo nome con Kong, detto "King Kong", gigantesca scimmia protagonista di numerosi film e opere.

Note

  1. One Piece Blue Deep: Characters World.
  2. One Piece Yellow: Grand Elements.
  3. One Piece Vivre Card.
  4. Vol. 60capitolo 594 ed episodio 511, Fishbonen afferma che tutti i viceammiragli, così come i marine di rango superiore, sanno usare l'Ambizione.
  5. Vol. 0capitolo 0 ed episodio 0, Kong discute con Garp.

Navigazione[modifica | modifica sorgente]

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.