Kuroobi è un uomo-pesce di tipo razza ed un ufficiale dei Pirati di Arlong. In passato ha fatto parte dei Pirati del Sole.

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Kuroobi indossa un gi blu scuro e una cintura nera. Porta i capelli legati in due ciuffi rivolti verso l'alto e ha il marchio dei Pirati del Sole sulla parte destra del petto.[4]

A ventotto anni indossava invece una specie di felpa di colore grigio scuro senza maniche dotata di cappuccio, con impresso il Jolly Roger dei Pirati di Arlong.

A ventisei anni aveva invece sempre i capelli crespi con però i due ciuffi rivolti verso l'alto ed indossava un gi di colore verde.[5]

Prima di entrare nei Pirati del Sole, Kuroobi indossava una canottiera di colore azzurro ed aveva dei capelli crespi senza i due ciuffi rivolti verso l'alto.

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Carattere[modifica | modifica sorgente]

Kuroobi è uno dei membri più severi del suo equipaggio ed ha dimostrato di essere piuttosto diffidente, avendo sempre sospettato della lealtà di Nami verso Arlong. Il suo carattere è per certi versi simile a quello di quest'ultimo, in quanto anch'egli detesta e disprezza gli umani.

È inoltre molto crudele e spietato, non avendo esitato a sferzare Genzo con la sua spada quando quest'ultimo tentò di proteggere Bellmer, Nami e Nojiko. Durante il suo scontro con Sanji, ha invece deriso più volte la forza del cuoco, dimostrando dunque di essere anche arrogante ed eccessivamente sicuro di sé.

Non è poi molto sensibile, dato che quando Macro, Gallo e Tansui piansero per l'addio di Koala, lui intimò loro di smetterla.

Forza e abilità[modifica | modifica sorgente]

Il suo manifesto da ricercato.

Essendo un ufficiale dei Pirati di Arlong, ha una certa autorità sui membri dell'equipaggio di grado inferiore. La sua taglia di 9.000.000 Simbolo Berry.png è inoltre indice della sua pericolosità.[3]

In combattimento è riuscito per un breve tratto a tenere testa ad un individuo del calibro di Sanji, uno dei più forti combattenti dei Pirati di Cappello di Paglia.

Capacità fisiche[modifica | modifica sorgente]

Come tutti gli uomini-pesce, Kuroobi possiede le abilità tipiche della sua razza, come la capacità di respirare sott'acqua, di nuotare molto velocemente e la forza dieci volte superiore a quella di un comune umano sulla terraferma e venti volte se in acqua. Le pinne che ha sulle braccia sono molto resistenti, al punto che ne ha usata una come scudo per difendersi da dei proiettili. La coda in cui sono raccolti i suoi capelli, ricorda quella del pesce al quale assomiglia e può usarla per afferrare i nemici, come ha fatto nel combattimento contro Sanji.

Essendo un ufficiale dei Pirati di Arlong ed in passato un membro dei Pirati del Sole, la sua forza è perfino superiore a quella standard degli uomini-pesce.

Karate degli uomini-pesce[modifica | modifica sorgente]

Lente.png Per maggiori informazioni, vedere karate degli uomini-pesce

Kuroobi utilizza il karate degli uomini-pesce contro Sanji.

Kuroobi è un combattente di quarantesimo livello del karate degli uomini-pesce. Con tale arte marziale è infatti riuscito a colpire violentemente Sanji numerose volte, sebbene gran parte del loro scontro si sia svolto sott'acqua, luogo dove Kuroobi è assai avvantaggiato.

Armi[modifica | modifica sorgente]

È inoltre un abile spadaccino, tanto da riuscire a deviare i proiettili sparati da una pistola con la sua spada e a ferire gravemente Genzo, lasciandogli delle cicatrici permanenti su tutto il corpo.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Passato[modifica | modifica sorgente]

Kuroobi, Pciù e Hacchan crebbero nel quartiere degli uomini-pesce con il desiderio di aprire un negozio di takoyaki. Una volta cresciuti però, misero da parte il loro sogno per diventare membri dei Pirati di Arlong, con cui fecero delle scorribande sul fondale, attaccando pirati umani.

I Pirati del Sole.

Tredici anni prima dell'inizio della narrazione, la sua ciurma aderì ai Pirati del Sole, i quali affrontarono e sconfissero numerose volte i marine e le altre ciurme lungo la Rotta Maggiore. Durante uno scontro, depredarono di denaro, gioielli e provviste la nave di Kadal, prima di affondarla.

Tre anni dopo, Koala, una bambina ex schiava, fu accolta sulla loro nave affinché potesse essere riportata alla sua isola natale. Dopo averla restituita ai suoi familiari, i Pirati del Sole furono vittime di un'imboscata della Marina a seguito del quale la loro nave fu attaccata, costringendoli ad abbandonarla. Riuscirono però ad impadronirsi di una delle navi da guerra della Marina e a fuggire. Fisher Tiger subì tuttavia numerose ferite e morì poco dopo, mentre il suo vecchio capitano Arlong venne arrestato dalla Marina. I Pirati del Sole passarono così sotto il comando di Jinbe.

Dopo l'entrata di quest'ultimo nella Flotta dei sette, Arlong venne rilasciato e a seguito di un litigio fra i due, quest'ultimo decise di rifondare la sua vecchia ciurma abbandonando definitivamente i Pirati del Sole. Kuroobi lo seguì così nel mare orientale.

Kuroobi e il resto dell'equipaggio raggiungono l'arcipelago Konomi.

Due anni dopo, l'equipaggio sbarcò nell'arcipelago Konomi, dove la ciurma riscosse un tributo da ogni abitante. Rispose a una domanda di Arlong dicendo che avevano guadagnato più di 25.000.000 Simbolo Berry.png. Mentre l'equipaggio stava lasciando Coco, Pisaro fece notare ad Arlong che poco distante dal villaggio stava salendo del fumo, probabilmente da un comignolo di una casa.

Raggiunto il luogo, fu testimone dell'aggressione di Arlong a Bellmer e quando Genzo disse che la donna abitava da sola, Kuroobi confermò che dalla lista degli abitanti non risultava sposata ed era senza figli. Quest'ultima pagò il tributo, ma mentre Kuroobi e gli altri pirati stavano andando via, disse loro che quella somma era per le sue figlie e che mancava la sua parte. Gli uomini-pesce assistettero al momento in cui le due abbracciarono la donna e quando Genzo sparò vari colpi di pistola contro di loro, Kuroobi usò una delle sue due pinne come scudo e lo ferì con la sua spada.

Kuroobi colpisce Genzo più volte.

Quando i cittadini arrivarono per combatterli, Kuroobi eseguì l'ordine di Arlong di malmenarli, ma senza ucciderli. Dopo la morte di Bellmer per mano di Arlong, i pirati si allontanarono portando con loro Nami. Genzo si oppose, così Arlong ordinò a Kuroobi di pensarci: quest'ultimo colpì il poliziotto con vari fendenti di spada.

In seguito assieme agli altri uomini-pesce costruì Arlong Park.

Saga di Arlong Park[modifica | modifica sorgente]

Kuroobi incontra Zoro.

Kuroobi è al fianco di Arlong quando un ragazzo viene condotto davanti a lui, assistendo al dialogo tra i due e all'arrivo di Nami, la quale si tuffa in acqua per salvare lo spadaccino dopo che quest'ultimo vi si era gettato legato. La ragazza lo colpisce poi con un pugno e dei calci, dicendo infine di chiuderlo in una cella.

Kuroobi si reca poi con Arlong e altri uomini-pesce a Coco, dove il suo capitano inizia a punire Genzo per essere stato visto in possesso di una spada tre giorni prima. Tuttavia, prima che possa dargli il colpo di grazia, un cecchino lo colpisce con un proiettile esplosivo, così Kuroobi assiste alla furia di Arlong, che solleva un'abitazione, scagliandola poi contro un'altra. Quando alcuni suoi compagni fermano il loro capitano, Kuroobi si ritira con loro, dicendo agli abitanti di Coco che si vedranno un altro giorno e che gli era andata bene.

Torna poi ad Arlong Park, scoprendo che i membri dell'equipaggio lì rimasti sono stati uccisi. È rimasto però un superstite, il quale rivela che è stata opera di Zoro, il cacciatore di pirati, colui che era stato in precedenza imprigionato. A quel punto Pciù fa ritorno con altri uomini-pesce dopo avere catturato Usop. Kuroobi si chiede quindi come lo spadaccino abbia fatto a scappare, ipotizzando che Nami lo abbia fatto entrare per prendere la testa di Arlong, dato che è famosa per i suoi tradimenti. La ragazza così si presenta, dicendo di smettere di fare insinuazioni.

Quando Arlong si appresta ad uccidere Usop, Kuroobi fa notare a Nami di essere pallida, così la ragazza gli risponde che sembra lui abbia ancora dei dubbi su lei. Kuroobi ribatte infatti che non si fida di lei, che la conosce bene e che è troppo furba.

Kuroobi vede poi Hacchan fare ritorno ad Arlong Park, il quale chiede agli altri come mai siano tutti lì riuniti. Notando molti compagni a terra chiede cosa fosse successo, venendo aggiornato. Hacchan afferma così che non perdonerà Zoro, ma quando Kuroobi gli dice che non sanno dove sia, lui capisce che si tratta di colui che ha accompagnato a Coco, per questo Kuroobi e Pciù lo criticano.

A quel punto Kuroobi vede Nami colpire due volte Usop con il suo bastone, pugnalarlo e gettarlo in acqua. Per questo motivo l'uomo-pesce si scusa per avere dubitato di lei, che è una loro compagna. Nami gli risponde però che lei non ha compagni ed è entrata nella ciurma solamente per guadagnare 100.000.000 Simbolo Berry.png con cui comprare da loro il villaggio di Coco. Kuroobi allora le dice che lei ha tradito i suoi concittadini e si fida solamente dei soldi, per questo non capiva come mai fosse così legata a Coco, finché non ha trovato una mappa del tesoro nella sua stanza, facendogliela vedere. La ragazza ribatte che è sua e gliela prende di mano quando Arlong dice a Kuroobi di restituirgliela. Mentre Nami si allontana, Kuroobi dice che è strana.

Quando nei pressi di Arlong Park arriva la nave della 77ª divisione, Arlong ordina ai suoi sottoposti di ammazzare chi è al comando qualora 2.000.000 Simbolo Berry.png non bastino per fare andare via i marine. Tuttavia dopo avere visto il suo capitano disintegrare con le fauci una palla di cannone, Kuroobi gli chiede cosa ne è della trattativa. Arlong risponde che non ci sarà. Dopo avere sottolineato la stupidità dei marine per averli provocati in quel mare, assieme ad Hacchan e Pciù attacca la loro nave, spezzandone il timone. L'imbarcazione finisce in una corrente e sbatte contro una grossa roccia, affondando. I tre ufficiali fanno ritorno ad Arlong Park dove il loro capitano afferma che gli spiace di averli scomodati.

Qui, vede poi arrivare Johnny e Yosaku, ma i due vengono sconfitti facilmente. Arlong chiede a Kuroobi se secondo lui potessero essere seguaci di Zoro, ma lui risponde negativamente data la loro debolezza, aggiungendo che non valeva la pena ucciderli. Poco dopo vede Rufy sfondare il cancello, chiedere di Arlong e colpire quest'ultimo con un pugno.

Subito dopo il ragazzo usa Momu per sconfiggere molti uomini-pesce. Kuroobi dice al suo capitano di non fare niente e poi vede Sanji frantumare le macerie con cui Hacchan ha provato a colpire Rufy. Quando il cuoco afferma che è meglio stare con un capitano stupido piuttosto che con gente che maltratta una ragazza, Kuroobi gli dice che è bravino per essere umano, ma non dovrebbe avere vincoli morali essendo un pirata, ipotizzando che non abbia mani incontrato degli uomini-pesce prima. Subito dopo vede Arlong alzare Rufy con ai piedi il blocco di cemento in cui è bloccato e quando il ragazzo prova a mordere il braccio del suo capitano, Kuroobi afferma che è stupido, per poi vederlo venire gettato in acqua.

A quel punto dice a Sanji di non agitarsi dato che moriranno tutti, per poi iniziare a combatterlo. Quando il cuoco si distrae, Kuroobi gli dice che se lo fa, sarebbe morto. Infatti poco dopo Sanji viene distratto da Zoro, che collassa al suolo, così Kuroobi lo colpisce con il suo karate degli uomini-pesce, spedendolo fuori da Arlong Park, sfondando anche il muro di cinta. Chiede quindi ad Arlong cosa fare di Zoro, ricevendo l'ordine di buttarlo in mare perché considerato una nullità. Kuroobi si chiede così se lo spadaccino sia ancora vivo vedendo le sue condizioni. A quel punto però Hacchan, che stava duellando con Zoro, si rialza, ma Kuroobi rimane stupito quando il cacciatore di pirati ferisce con le sue spade il petto dell'uomo-pesce.

Rimane poi allibito quando Zoro sconfigge Hacchan, dicendo che è impossibile. Infuriato, gli domanda come si sia permesso di farlo e si prepara a colpirlo, ma Sanji gli sferra un calcio. Kuroobi sottolinea così come esista un uomo del mare orientale in grado di resistere al suo colpo. Dato che Sanji gli risponde che ce ne sono molti soprattutto in un certo ristorante, Kuroobi afferma che il ragazzo lo stia sottovalutando.

Kuroobi e Sanji combattono sott'acqua.

Il cuoco si tuffa poi in mare per aiutare il suo capitano, così Kuroobi ride perché lui è avvantaggiato a combattere lì. L'uomo-pesce quindi lo segue e vede Genzo sta aiutando Rufy, così gli dice che sta facendo uno sforzo inutile e poi colpisce violentemente la parte posteriore del collo di Sanji con la pinna del suo braccio. Il cuoco lo trattiene quindi da una gamba, così Kuroobi gli domanda se davvero voglia combattere in mare dato che può trattenere il respiro solo per un attimo. Usa quindi la sua coda di capelli per afferrare l'avversario alla vita dopo essersi liberato. Sanji cerca di colpirlo al volto con un calcio, ma Kuroobi lo evita, affermando che la potenza del nemico si è dimezzata, per poi colpirlo alla pancia. A quel punto, l'uomo-pesce rotea velocemente su se stesso e sferra alcuni colpi al cuoco, per poi colpirlo con un pugno che lo spedisce sul fondale, che va in pezzi. Sanji riemerge velocemente, ma Kuroobi gli si para davanti, dicendogli che è così insistente che non sembra nemmeno un umano e che morirà, ma prima lui ucciderà il poliziotto così anche Rufy farà la stessa fine, seguito da Usop, Zoro e gli abitanti di Coco. Prosegue poi dicendogli che non potrà proteggere nessuno perché gli umani non hanno sufficiente forza e non sono in grado di adattarsi velocemente alla pressione dell'acqua. Kuroobi porta così Sanji sul fondale, vedendolo sputare sangue, ma vedendo che è ancora vivo, lo riporta verso la superficie. Tuttavia, il cuoco gli soffia nelle branchie, costringendolo a tornare in superficie per respirare.

Kuroobi viene colpito violentemente da Sanji.

Una volta uscito dall'acqua, Kuroobi dice a Sanji di non avere ancora capito la differenza tra le loro razze e che lo ha fatto infuriare. Si appresta così a colpirlo con un pugno, ma il cuoco gli sferra una raffica di calci. L'uomo-pesce prova a colpirlo, ma l'avversario lo anticipa, sferrandogli un calcio che lo spedisce dall'altra parte dell'edificio principale.

In seguito Kuroobi viene arrestato dalla Marina e condotto in prigione.

Differenze tra manga e anime[modifica | modifica sorgente]

Passato[modifica | modifica sorgente]

Kuroobi è chiaramente visibile quando da bambino osservò il Sabaody Park.

Saga di Arlong Park[modifica | modifica sorgente]

Mentre assieme ad Hacchan e Pciù esamina i resti della Shima Shima Shopping, vede Rufy allontanarsi.[6]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Kuroobi (黒帯?) in giapponese significa "cintura nera".
  • Inizialmente doveva essere considerato il braccio destro di Arlong, ma tale dettaglio non è mai stato espressamente rivelato nel manga. Tuttavia in seguito, quando è stata rivelata la sua taglia, si è scoperto come quest'ultima fosse la più alta dell'equipaggio dopo quella dello stesso Arlong, avvalorando così tale tesi.[3]
  • Il suo cibo preferito è l'unagi.[3]
  • La sua risata tipica è "kuhahahahaha!".

Note

Navigazione[modifica | modifica sorgente]

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.