FANDOM


Disambiguazione Per il mentore di Zoro, vedi Koshiro

Kyoshiro è un cambiavalute a capo della famiglia Kyoshiro e il proprietario di un bordello. Lavora inoltre per la famiglia Kurozumi.

Aspetto Modifica

Kyoshiro è un uomo alto con il viso allungato, gli occhi azzurri e stretti e i capelli indaco acconciati in un grosso ciuffo celeste sul davanti e raccolti dietro in un chonmage. Indossa un kimono blu con temi circolari verdi e blu, e un largo mantello con il collo alto blu all'esterno e viola con strisce rosse all'interno.

Carattere Modifica

Ha il vizio di addormentarsi mentre parla e non ha paura della profezia temuta da Kurozumi Orochi, anzi vorrebbe sfidare i nove samurai di cui essa parla poiché, essendo morti, crede non possano recare danno.

È anche privo di scrupoli, dato che la sua organizzazione è dedita all'estorsione, e si preoccupa per i suoi subordinati, facendo uccidere chiunque li attacchi.

Ritiene che l'onore sia qualcosa di molto importante ed è disposto ad uccidere chiunque si opponga allo shogun, anche se solo verbalmente.[1]

Forza e abilità Modifica

In quanto sottoposto dello shogun, ha una grande influenza e può mobilitare i membri dei Pirati delle cento bestie. Come capo della famiglia Kyoshiro, ha autorità sui suoi membri ed è il proprietario di un bordello.

Ha saputo fermare senza difficoltà un potente fendente lanciato da Zoro, intenzionato ad uccidere lo shogun.

Armi Modifica

Porta con sé una katana e con essa è stato in grado di bloccare un potente fendente di Zoro.

Storia Modifica

Passato Modifica

Kyoshiro rese Komurasaki la più famosa oiran del Paese di Wa.[2]

Quando un uomo si presentò al suo bordello per riscattare la donna, Kyoshiro lo fece allontanare dai suoi sottoposti.

Saga del Paese di Wa Modifica

Mentre si ubriaca, Kyoshiro rammenta la profezia pronunciata dalla moglie di Kozuki Oden venti anni prima, secondo la quale nove samurai sarebbero giunti venti anni più tardi per uccidere lo shogun e aprire i confini del Paese di Wa; il suo interlocutore però afferma che i samurai della famiglia Kozuki non possono fare ritorno poiché all'epoca sono stati tutti bruciati vivi nel castello.

Kyoshiro si sta recando al banchetto di Orochi quando Suke lo informa della sconfitta dei suoi compagni ad opera di Sangoro. Il cambiavalute gli ordina di contattare Queen per inviare i suoi assassini ad eliminare il venditore. Partecipa poi al banchetto, dove Komurasaki intona una canzone per intrattenere Orochi e i suoi ospiti.

Kyoshiro colpisce Komurasaki

Kyoshiro colpisce Komurasaki.

Mentre Kyoshiro beve e conversa con i propri subordinati, Orochi li raggiunge e parla della profezia di Kozuki Toki, associandola ai recenti disordini avvenuti sull'isola. Mentre tutti i presenti lo deridono in silenzio, Toko non si trattiene e scoppia in una fragorosa risata, facendo infuriare lo shogun, che si accinge a trafiggerla, ma Komurasaki lo schiaffeggia e rifiuta di scusarsi facendo valere la propria ascendenza di samurai. Dopo che Orochi, ulteriormente infastidito, si trasforma e si prepara a punire la donna e O-Robi viene riconosciuta dagli Orochi Oniwabanshu, Kyoshiro sfodera la propria katana in vista dell'imminente carneficina.

Infuriato con Komurasaki, Orochi aggredisce gli uomini presenti e poi afferra la oiran con le fauci, ma improvvisamente, il sottotetto crolla addosso allo shogun, che dunque lascia andare Komurasaki. Kyoshiro però la colpisce con un fendente apparentemente mortale e le trova addosso il volantino distribuito agli alleati della famiglia Kozuki.

Successivamente fa ritorno al quartiere a luci rosse e osserva la folla piangere la morte di Komurasaki; uno dei suoi uomini gli consiglia di fare attenzione a chi potrebbe cercare vendetta per l'omicidio, ma Kyoshiro è tranquillo e afferma che lo shogun si è molto arrabbiato per il messaggio che ha trovato addosso alla oiran.

Quando Fukurokuju comunica allo shogun che Shimotsuki Yasuie è stato arrestato, Orochi ordina di giustiziarlo. A quel punto, Kyoshiro rivela di avere già predisposto il necessario per evitare il panico e il caos che potrebbero scaturire da un grande assembramento di persone che saranno presenti alla cerimonia funebre di Komurasaki. Orochi aggiunge così di volere assistere in persona.

Kyoshiro salva Orochi

Kyoshiro salva Orochi.

Dopo l'esecuzione, Zoro attacca lo shogun, ma Kyoshiro lo protegge e ingaggia un duello con l'assalitore. Mentre altri si uniscono al combattimento, Orochi viene scortato via e ordina di sedare la rivolta anche uccidendo i presenti. Zoro è deciso a inseguire lo shogun, ma Kyoshiro lo trattiene; il pirata riesce però a liberarsi per salvare la donna sua alleata da Fujin e Raijin.

Il giorno della festa del fuoco viene informato che spetta a lui sorvegliare la Capitale dei fiori.

Curiosità Modifica

  • È ispirato al personaggio di una vecchia storia giapponese intitolata Inemuri Kyoushirou.[3]
  • Inemuri, il suo soprannome in giapponese, indica l'usanza comune di schiacciare pisolini, anche in posti pubblici, al termine della giornata lavorativa.

Note

Navigazione Modifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.