Namyuul è un pirata. In passato era il comandante dell'8ª divisione dei Pirati di Barbabianca.

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Namyuul è un uomo-pesce di tipo squalo di carnagione azzurra con una pinna sulla schiena e delle branchie sul collo. Ha anche una cicatrice a forma di fulmine sulla parte sinistra del viso e zanne che spuntano dalla mascella, in maniera simile a Jinbe.

Ha una corporatura rotonda e i suoi capelli sono pettinati come fossero spine che puntano verso l'alto. Ha inoltre il numero otto tatuato sulla parte sinistra del collo. Indossa una maglietta bianca con maniche lunghe e azzurre con disegnato in rosso il marchio della Criminal sul petto. Porta dei pantaloni grigi sorretti da una cintura.

Carattere[modifica | modifica sorgente]

Namyuul è molto legato ai compagni della sua ciurma ed è disposto a rischiare la sua vita per salvare Ace.

Forza e abilità[modifica | modifica sorgente]

In qualità di comandante della 8ª divisione dei Pirati di Barbabianca, Namyuul aveva autorità su molti subordinati dell'imperatore ed era stato dunque riconosciuto come uno dei più forti pirati a bordo.

A dimostrazione di ciò, la sua forza è stata riconosciuta anche da un individuo del calibro di Jinbe, un ex membro della Flotta dei sette, il quale ha affermato come tutti i comandanti dei Pirati di Barbabianca fossero pirati incredibilmente forti.[2]

Capacità fisiche[modifica | modifica sorgente]

Come tutti gli uomini-pesce, Namyuul possiede le abilità tipiche della sua razza,[3] come la capacità di respirare sott'acqua, il nuotare molto velocemente e la forza dieci volte superiore a quella di un comune umano sulla terraferma e venti volte se in acqua. Tuttavia la sua forza è con tutta probabilità superiore anche alla media degli altri uomini-pesce, data la posizione di comandante che ricopre all'interno della ciurma.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Passato[modifica | modifica sorgente]

Nacque in un luogo della Rotta Maggiore,[3] e una volta cresciuto si unì ai Pirati di Barbabianca, diventando il comandante dell'8ª divisione.

Saga di Marineford[modifica | modifica sorgente]

Namyuul combatte contro alcuni marine a Marineford.

Namyuul e gli altri Pirati di Barbabianca si presentano a Marineford con lo scopo di salvare Ace dall'esecuzione. Assieme ad alcuni altri comandanti, difende Rufy quando viene attaccato dall'ammiraglio Kizaru e in seguito, insieme al resto della sua ciurma, raggiunge la piazza continuando a combattere.

Dopo la morte del suo capitano, si chiede che cosa voglia fare del suo corpo Barbanera. Con l'arrivo di Shanks e la fine delle ostilità, Namyuul e gli altri pirati abbandonano il campo di battaglia.

Saga dopo la guerra[modifica | modifica sorgente]

Assieme al resto della flotta di Barbabianca e ai Pirati del Rosso assiste al funerale di Ace e Newgate sull'isola natale di quest'ultimo, nel Nuovo Mondo.

Salto temporale[modifica | modifica sorgente]

Un anno dopo, Namyuul e i restanti membri dei Pirati di Barbabianca si scontrano con i Pirati di Barbanera, ma vengono sconfitti e così iniziano a vivere nell'ombra.[4]

Differenze tra manga e anime[modifica | modifica sorgente]

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Namyuul nel manga appare molto più grande di quanto non sia nell'anime.

Saga di Marineford[modifica | modifica sorgente]

Namyuul dimostra di avere mandibole poderose.

Le scene di azione che coinvolgono Namyuul sono molto più elaborate nell'anime rispetto al manga. Dimostra di essere molto forte nel combattimento corpo a corpo e di possedere mandibole molto potenti, simili a quelle di Arlong, al punto da riuscire a rompere la lama di un'ascia con un solo morso.

Il dialogo tra Akainu e i comandanti delle divisioni dei Pirati di Barbabianca è allungato, inoltre viene mostrato il loro scontro.

Salto temporale[modifica | modifica sorgente]

Namyuul viene sconfitto da Teach.

Nella guerra per chiudere i conti, Namyuul e i suoi compagni vengono sconfitti quando Teach scatena un terremoto contro di loro e poi li risucchia in un vortice oscuro.[5]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • È l'unico comandante dei Pirati di Barbabianca a non appartenere alla razza umana e l'unico ad avere inciso sul suo corpo il numero della divisione da lui capitanata.

Note

Navigazione[modifica | modifica sorgente]

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.