Nettuno è un tritone di tipo celacanto e il re dell'isola degli uomini-pesce.

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Nettuno a quarantaquattro anni.

Nettuno è un tritone di enormi dimensioni. Ha il naso rossastro, capelli lunghi e ricci di colore arancione e la barba dello stesso colore. Sia il petto che le braccia sono coperte di peli e ha due tatuaggi identici sulle spalle, costituiti da una spirale circondate da segni ondulati. Ha la coda blu con una serie di pinne azzurre.

Appare sempre a torso nudo. Indossa una corona d'oro simile ad un tulipano con incastonati alcuni gioielli bianchi, due bracciali a ciascun polso e un tridente d'oro.

A quarantaquattro anni, indossava un elmo e un'armatura con tre punte aguzze su ogni spalla.

Carattere[modifica | modifica sorgente]

È una persona alla mano, distratta e spensierata, tanto da venire rimproverato dai ministri per avere abbandonato il palazzo per futili motivi. Inoltre tende a dare confidenza alle persone, usando anche alcuni nomignoli. Tuttavia, quando la situazione lo richiede, sa prendere il comando ed usare le maniere forti, come quando tenta di catturare per precauzione la ciurma di Cappello di paglia sulla base della previsione di Shirley e sull'ipotesi che avessero rapito alcune sirene, anche se non pensava fosse propriamente corretto agire in quel modo.

È molto gentile come dimostrato quando organizza un banchetto per la ciurma di Rufy per avere salvato Megalo o dopo la sconfitta di Hody Jones. In tale occasione consegna addirittura tutti i tesori del palazzo ai pirati in segno di ringraziamento per quanto fatto.

Nettuno è onesto nell'ammettere che in gioventù uccise numerosi umani per vendicare i suoi compagni, per questo non poteva esporsi in prima persona per portare avanti la causa di sua moglie.[3] Tuttavia si è dimostrato misericordioso condannando ai lavori forzati i subordinati dei Nuovi pirati uomini-pesce invece di condannarli a morte. Quando sua moglie fu assassinata, affermò che avrebbe desiderato uccidere il colpevole, ma aveva capito che Otohime non avrebbe approvato un gesto di vendetta.

È abbastanza perspicace da intuire il modo in cui la figlia sia fuggita dalla torre nascondendosi dentro a Megalo nonostante tutti sostenessero che fosse un'idea bizzarra.

Ha a cuore i suoi sudditi, anche se ha affermato di essere disposto a sacrificare la vita dei suoi soldati per salvare la figlia, ed è disposto a mettersi in pericolo in prima persona per salvare i soldati del suo esercito. Il suo affetto è ricambiato dagli abitanti.

Relazioni[modifica | modifica sorgente]

Famiglia[modifica | modifica sorgente]

È il padre di Fukaboshi, Ryuboshi, Manboshi e Shirahoshi. È molto protettivo, in particolare modo nei confronti della propria figlia e fa tutto il possibile per proteggerla da Van Der Decken IX.

Non ha avuto un ruolo attivo nella campagna promossa dalla moglie, ma l'ha sempre sostenuta.

Amici[modifica | modifica sorgente]

Edward Newgate[modifica | modifica sorgente]

Nettuno aiutò Barbabianca quando era giovane. I due bevvero insieme, divenendo amici, tanto che fu proprio la loro amicizia a spingere l'imperatore a dichiarare l'isola degli uomini-pesce sotto la sua protezione.

Gol D. Roger[modifica | modifica sorgente]

Nettuno conobbe Gol D. Roger quando doveva ancora diventare il re dell'isola degli uomini-pesce. Durante il loro secondo incontro a distanza di anni, Nettuno gli fece vedere i due Poignee Griffe presenti nella foresta del mare e gli rivelò tutto ciò che sapeva riguardo l'arma ancestrale Poseidon.[4]

Pirati di Cappello di paglia[modifica | modifica sorgente]

Nettuno invita la ciurma di Rufy alla sua reggia.

Per avere salvato Megalo, li invita ad un banchetto nel palazzo del drago in segno di gratitudine. A causa della previsione di Shirley e dell'accusa di avere rapito alcune sirene però, si scontra con loro, venendo sconfitto.

Tuttavia, dopo che la ciurma salva l'isola dal colpo di Stato, stringe una forte amicizia con loro al punto di donargli i tesori del palazzo del drago e a richiedere di potere usare la loro bandiera qualora l'isola perdesse la protezione di Big Mom.

Jinbe[modifica | modifica sorgente]

Nettuno è un caro amico di Jinbe da quando quest'ultimo faceva parte del suo esercito. Gli è grato per essere entrato nelle Flotta dei sette nel tentativo di sostenere la causa di Otohime che mirava ad instaurare un rapporto di amicizia con gli umani.

Forza e abilità[modifica | modifica sorgente]

In qualità di re ha autorità sui propri sudditi e sull'intero esercito dell'isola degli uomini-pesce. In passato è stato inoltre un guerriero formidabile, sebbene a causa dell'età ha perso gran parte della sua forza.[5][6] A dimostrazione di ciò, durante la sua vita ha ucciso enormi quantità di esseri umani ed è riuscito a vendicare numerosissimi compagni.[3]

Nonostante ciò, in combattimento ha dimostrato di essere ancora un individuo piuttosto forte, come notato dallo stesso Brook.[7]

Nettuno sa inoltre comunicare con le balene ed è l'unico tritone che ha dimostrato di saperlo fare.

Capacità fisiche[modifica | modifica sorgente]

Come tritone possiede una forza sovrumana, dieci volte superiore a quella dei comuni esseri umani sulla terraferma, venti volte se in acqua. Oltre a questo poteva respirare sott'acqua e nuotare molto velocemente.

Ha dimostrato inoltre di avere una grande resistenza, tanto da sopravvivere a molti proiettili d'acqua scagliati da Hody Jones dopo che quest'ultimo aveva assunto svariati Energy Steroid.

Jujutsu dei tritoni[modifica | modifica sorgente]

Lente.png Per maggiori informazioni, vedere jujutsu dei tritoni

Nettuno sa usare il jujutsu dei tritoni. Grazie a quest'arte marziale è stato in grado di scagliare lontano molti membri dei Nuovi pirati uomini-pesce con un singolo colpo.

Armi[modifica | modifica sorgente]

Brandisce un grande ed elaborato tridente d'oro ed ha dimostrato una certa abilità nel maneggiarlo.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Passato[modifica | modifica sorgente]

Nettuno era un soldato che in passato vendicò la vita di numerosi suoi compagni caduti in battaglia uccidendo molti esseri umani.[3] Un giorno aiutò Barbabianca quando era giovane e i due diventarono amici. Conobbe in seguito anche Gol D. Roger.

Venne a conoscenza di due profezie di Shirley, la prima che riguardava la distruzione dell'isola degli uomini-pesce e l'altra affermava che una carpa sarebbe entrata nella famiglia reale attraverso un matrimonio.

Circa ventiquattro anni prima dell'inizio della narrazione, Nettuno divenne il re dell'isola degli uomini-pesce.[4] In seguito, Nettuno incrociò i Pirati di Roger mentre si stavano dirigendo verso l'isola degli uomini-pesce e rivide Roger a distanza di molti anni, riconoscendolo a fatica. Dopo essere sbarcati, raccontò ai pirati la profezia secondo la quale l'isola sarebbe stata distrutta, temendo che quel giorno fosse arrivato, conoscendo le capacità dello stesso Roger. Le sue paure crebbero nel momento in cui gli fu riferito che la porta di accesso al porto era stata danneggiata da un Re del mare, così come la bolla di confine. Tuttavia a quel punto Shirley affermò che l'evento si sarebbe verificato solo dopo la nascita della principessa sirena. Accompagnò poi i pirati nella foresta del mare e mostrò loro due Poignee Griffe, stupendosi del fatto che Kozuki Oden fosse in grado di leggerli. Qui Scopper Gabin gli ribadì che loro non avevano nulla a che fare con la profezia. Il re rivelò poi tutto ciò che sapeva riguardo l'arma ancestrale Poseidon. Su richiesta di Roger, Shirley rivelò che la principessa in cui si sarebbe reincarnata tale arma sarebbe nata tra dieci anni, così Nettuno si indispettì per l'interesse del pirata nei suoi affari famigliari, ma l'uomo e Rayleigh affermarono che non doveva preoccuparsi.[4]

Si sposò poi con Otohime e ventidue anni prima dell'inizio della narrazione ebbero il loro primo figlio, Fukaboshi. L'anno seguente nacque il loro secondogenito, Ryuboshi.

Circa vent'anni prima dell'inizio della narrazione, Barbabianca dichiarò che l'isola degli uomini-pesce sarebbe stata sotto la sua protezione.

Due anni dopo, i reali ebbero il loro terzogenito, Manboshi, mentre quattordici anni prima dell'inizio della narrazione nacque Shirahoshi.

Fisher Tiger rende conto del suo viaggio ai sovrani.

L'anno dopo, Fisher Tiger, di ritorno dal suo viaggio, incontrò i regnanti dell'isola e raccontò di avere conosciuto la razza umana; Nettuno capì l'odio che l'uomo-pesce provava vedendo la moglie scoppiare in lacrime. Fu scioccato quando venne a sapere del suo successivo assalto a Marijoa, che comportò il suo allontanamento dai futuri Reverie.

Dopo la morte di Fisher Tiger, avvenuta tre anni dopo, ricevette una lettera da Jinbe che spiegava come erano andate veramente le cose, ovvero del rifiuto dell'uomo-pesce di vivere grazie ad una trasfusione di sangue umano, a causa del suo passato da schiavo. In seguito Jinbe disse a Nettuno che avrebbe accettato di entrare a fare parte della Flotta dei sette in quanto ciò avrebbe contribuito a rafforzare il legame tra le specie e a sostenere la causa di Otohime, oltre a permettere a coloro che non volevano fare i pirati di vivere sull'isola. Nettuno fu d'accordo.

Otto anni prima dell'inizio della narrazione, quando la regina decise di accompagnare Myosgard sulla superficie, si oppose e si offrì di prendere il suo posto, ma la moglie gli rispose che era compito suo. Dopo essere tornata sana e salva la settimana seguente, Nettuno fu sollevato e i cittadini iniziarono a firmare la petizione della moglie.

Quando Otohime venne assassinata, fu profondamente addolorato e si chiuse nella torre dal guscio granitico nel palazzo del drago.

Poco dopo, i principi gli riferirono delle continue lettere indirizzate a Shirahoshi da parte di Van Der Decken IX. Nettuno allora ordinò ai figli di restare nel palazzo e di non partecipare al funerale della madre per la loro sicurezza. Il re partecipò alla cerimonia funebre nella foresta del mare e guardò il discorso di Fukaboshi attraverso una trasmissione televisiva, in cui il principe affermò che lui e i suoi fratelli avrebbero portato avanti la causa della madre.

Nettuno, quando Decken si fece più insistente nei confronti della principessa sirena, ordinò alla sua armata di dargli la caccia.

Salto temporale[modifica | modifica sorgente]

Jinbe informa i ministri e Nettuno dell'aria di rivolta che proviene dal quartiere degli uomini-pesce.[8]

Saga dell'isola degli uomini-pesce[modifica | modifica sorgente]

Nettuno invita ad un banchetto la ciurma di Cappello di paglia per ringraziarli di avere liberato Megalo dalle grinfie del kraken.

Nettuno viene fermato da Zoro.

Giunti a destinazione, i ministri lo rimproverano per essersi allontanato da solo e lui si scusa. Il ministro della sinistra comunica che Fukaboshi ha riferito della sparizione di alcune sirene dalla baia e della previsione di Shirley sulla futura distruzione dell'isola da parte di Rufy. Come precauzione viene dato l'ordine di catturare tutti i membri della ciurma, ma Nami, Brook e Usop hanno la meglio sulle guardie e i ministri. A questo punto Nettuno interviene, ma viene fermato da Zoro, il quale era stato portato precedentemente al palazzo e si era ubriacato al punto di addormentarsi. Nettuno viene incatenato assieme ai ministri e alle guardie.

Nettuno incatenato assieme ai ministri e alle guardie.

Poco dopo il re ascolta le richieste di Zoro a Fukaboshi tramite un lumacofono. Più tardi sente rumori sospetti provenire dalla stanza di Shirahoshi e chiede ai pirati di andare a verificare che stia bene. Quando si sente rispondere per quale motivo dovrebbero acconsentire alle richieste, il sovrano va su tutte le furie ed afferma che se dovesse accadere qualcosa a sua figlia li inseguirebbe per tutti i mari. A quel punto Brook, con il ministro della destra sulle spalle, raggiunge la torre dal guscio granitico per verificare le condizioni della sirena, ma non possono fare altro che constatare la sua assenza e vedere Rufy allontanarsi sul dorso di Megalo. All'arrivo di Hody Jones e Van Der Decken IX al palazzo, Nettuno accusa quest'ultimo di avere rapito Shirahoshi. Supplica quindi i Pirati di Cappello di paglia di fermare l'uomo-pesce, il quale dopo avere saputo che la sirena non si trovava più lì inizia ad inseguirla.

Nettuno fa scudo con il suo corpo quando Hody Jones attacca le guardie del palazzo; a quel punto i Pirati di Cappello di paglia liberano gli ostaggi così il re usa il jujutsu dei tritoni per fare uscire dalla reggia i ministri e le guardie. Nettuno in seguito viene fermato da Hody e viene incatenato nuovamente. I Nuovi pirati uomini-pesce fanno salire Nettuno su un mostro marino e si dirigono verso piazza Gyoncorde per giustiziarlo. Il re in seguito si rattrista nel vedere che il suo esercito è stato sconfitto. Quando i suoi figli giungono in piazza, li esorta a stare attenti poiché i pirati e le bestie marine hanno assunto alcune droghe per aumentare la loro forza. Tuttavia i principi, nonostante riescano ad uccidere i mostri marini, non riescono a prevalere sugli ufficiali della ciurma di Hody e vengono incatenati di fianco al padre.

Nettuno e i figli incatenati e pronti ad essere giustiziati.

Poco dopo Nettuno va su tutte le furie quando Hody rivela di essere l'assassino di Otohime. Quando Shirahoshi afferma di conoscere la verità sull'uccisione della madre, ma di non averlo rivelato per non causare ulteriore odio come desiderio di Otohime in punto di morte, tutti i presenti in piazza sono scioccati. Il capitano dei Nuovi uomini-pesce brandisce una spada e si appresta a decapitare Nettuno, ma Rufy, rimasto nascosto dentro a Megalo, esce allo scoperto e salva il re. Whally arriva nella piazza trainando la Thousand Sunny e salva poi Nettuno e i principi. In seguito il sovrano si accorge che l'arca Noah si sta avvicinando all'isola e afferma che essa non dovrebbe muoversi e né essere danneggiata. Quando i ministri lo invitano ad abbandonare l'isola, lui risponde che vuole aspettare il ritorno dei suoi figli.

Quando la minaccia rappresentata da Hody Jones viene sventata, e l'arca viene fermata dai Re del mare, Nettuno capisce che Shirahoshi è riuscita a comunicare con loro. Si dirige poi a bordo di Whally verso piazza Gyoncorde e durante il tragitto il ministro della sinistra gli rivela che le sirene rapite sono state ritrovate nella reggia, ma che il tesoro è sparito. Il re non si preoccupa del furto e dà ordine di comunicare alla popolazione che le sirene sono sane e salve. Raggiunta la piazza, ordina di lasciare liberi i pirati umani che sono stati schiavizzati dai Nuovi pirati uomini-pesce; condanna invece chi ha preso parte al colpo di Stato ai lavori forzati, mentre gli ufficiali della ciurma, Hody Jones e Decken dovranno passare il resto della loro vita in prigione. Decide inoltre che il distretto degli uomini-pesce verrà immediatamente chiuso. A quel punto il ministro della destra mette in dubbio la decisione del re di lasciare liberi i pirati umani resi schiavi dalla ciurma di Hody Jones, poiché potrebbero riversare l'odio che provano verso i membri di quest'ultima sull'isola; tuttavia Nettuno risponde che essa in origine era un luogo di vacanza e divertimento per loro.

Quando gli abitanti si stupiscono del gesto di Jinbe di donare del sangue a Rufy, il re dice ai suoi subordinati di lasciarlo fare.

Nettuno e Robin parlano delle armi ancestrali.

Poco dopo Nettuno chiede a Fukaboshi dove siano Rufy e i suoi amici, il quale lo informa che se ne sono andati; per questo il re ordina di portare loro un lumacofono, tramite il quale li invita personalmente al banchetto in loro onore al palazzo del drago. In questa occasione Nico Robin chiede al sovrano informazioni riguardo a Joy Boy. Il re le racconta chi esso sia ed afferma che la capacità di richiamare i Re del mare di sua figlia non è una buona cosa. Nico Robin racconta che il Poignee Griffe di Skypiea indica che l'arma ancestrale Poseidon si trova sull'isola degli uomini-pesce e che era il nome della principessa sirena dell'epoca. Nettuno risponde che è cosciente del fatto che sua figlia sia una delle armi ancestrali, ma ciò deve restare un segreto altrimenti lei sarebbe in pericolo.

In seguito Nettuno ha un colloquio privato con Jinbe riguardo ai Pirati del Sole. L'uomo-pesce afferma che hanno una buona libertà e che la protezione di un imperatore è molto conveniente per l'isola. Continua dicendo che vorrebbe accettare la proposta di Rufy di unirsi alla sua ciurma, ma teme che Big Mom riversi la sua rabbia sull'isola. Nettuno risponde che si sta prendendo troppe responsabilità. Inoltre, se dovessero perdere la protezione dell'imperatrice, il sovrano afferma che userebbe la bandiera dei Pirati di Cappello di paglia.

Il re in seguito afferma che i Pirati di Cappello di paglia possono tenere il tesoro reale come ricompensa per quanto fatto. Il ministro della destra rende conto al sovrano di avere piazzato dieci anni prima un ordigno che sarebbe esploso qualora lo scrigno fatato che conteneva gli Energy Steroid venisse nuovamente aperto. I due rimangono sconvolti quando vengono a sapere che Rufy, dopo avere ritrovato il tesoro, lo ha donato assieme allo scrigno agli uomini di Big Mom e che, qualora l'imperatrice lo aprisse, l'esplosione suonerebbe come una dichiarazione di guerra.

In seguito Nettuno assieme a tutti gli abitanti dell'isola degli uomini-pesce saluta la ciurma di Rufy e gli augura buon viaggio.

Saga di Zo[modifica | modifica sorgente]

Qualche settimana dopo, in vista del Reverie, Nettuno, la sua famiglia ed i ministri convincono Shirahoshi ad accompagnarli in superficie per presentare alla riunione la petizione di Otohime che ha raggiunto le firme necessarie.

Saga del Reverie[modifica | modifica sorgente]

La famiglia reale discute delle notizie relative agli eventi di Tottoland e sulla decisione di dichiarare il regno sotto la protezione della ciurma di Cappello di paglia; quando Shirahoshi raggiunge la Reggia del palazzo del drago, il convoglio, scortato dalla nave di Monkey D. Garp, si prepara a lasciare l'isola degli uomini-pesce in direzione di Marijoa.

Nettuno in groppa a Whally, e la sua famiglia, raggiungono il Red Port. Qui, il re si stupisce che sua figlia sia così popolare, così chiede spiegazioni al viceammiraglio Garp, il quale gli riferisce che tutti sono estasiati del fatto che la leggenda secondo cui esistesse una principessa sirena bellissima sia vera. Vede poi il marine insultare Stelly, al quale Nettuno chiede se stia bene. A quel punto il re di Goa sviene dalla paura. I reali salgono poi su una bondola e il sovrano vede Shirahoshi rimanere estasiata dalle meraviglie della natura, aumentando il suo desiderio di permettere a uomini-pesce, tritoni e sirene di vivere sotto la luce del sole.

I reali arrivano all'entrata di Marijoa, scendono dalla bondola e si incamminano per una lunga scalinata e poi per un marciapiede mobile. Fukaboshi, però, propone di usare un'altra strada, quindi la sua famiglia procede lungo la foresta.

Appena entrato con gli altri al palazzo di Marijoa, dove sono già presenti tutti i reali, Nettuno inizia subito a divertirsi.

Poco dopo, il nobile mondiale Charloss tenta di catturare Shirahoshi per farne una sua schiava; i sovrani presenti non vogliono essere coinvolti per non causare incidenti diplomatici. Leo e Sai non si trattengono e partono all'attacco, venendo però fermati da Rob Lucci, sopraggiunto insieme ad altri agenti del CP0. Pur consapevole di rinunciare al compimento della volontà di Otohime di portare il regno del palazzo del drago in superficie, Nettuno si accinge ad aggredire Charloss, il quale ordina a Lucci di uccidere il tritone. Il nobile mondiale viene però colpito con una mazza chiodata da un parigrado, colui che dieci anni prima era stato salvato dalla regina Otohime: Don Quijote Myosgard.

Subito dopo Nettuno lo ringrazia poiché grazie al suo intervento non ci sono stati spargimenti di sangue, osservando che tra gli uomini ci sono buoni e cattivi, proprio come nella popolazione marina. Sente poi Myosgard affermare che resterà accanto alla sirena per tutta la durata del Reverie e che si prenderà la responsabilità per ogni eventuale azione rivolta a proteggere le principesse.

Successivamente, i reali si riuniscono e danno inizio al Reverie, il cui discorso di apertura quest'anno viene tenuto dal re di Ballywood, Ham Burger. Tra i vari argomenti trattati al Reverie, i re di Dressrosa e Alabasta riportano i problemi avuti con la Flotta dei sette, di cui poi viene deciso lo scioglimento.

Saga del Paese di Wa[modifica | modifica sorgente]

Tornati al palazzo del drago, ascolta Garp parlare del Reverie e rivelare quanto successo dopo la loro partenza.

Differenze tra manga e anime[modifica | modifica sorgente]

Passato[modifica | modifica sorgente]

Anche il ministro della destra gli parlò di Otohime assieme a quello della sinistra. Non era inoltre assieme ai figli quando sua moglie fece ritorno da Marijoa.

A seguito dell'assassinio della moglie, mentre si trovava nella torre dal guscio granitico, Nettuno colpì molte volte il portone al punto di ferirsi, per calmare la sua rabbia. Quando lasciò la torre, qualche giorno dopo, consolò i suoi figli.

Saga dell'isola degli uomini-pesce[modifica | modifica sorgente]

La scena in cui Nettuno invita i pirati a palazzo è estesa. Inoltre nel manga la scena in cui Nettuno definisce Hody Jones un egoista avviene durante la trasmissione all'isola, mentre nell'anime accade dopo la sua fine.

Inoltre l'attacco con cui Hody Jones lo colpisce quando si infuria per avere saputo la verità sulla morte di sua moglie è diverso. Dopo che l'uomo-pesce lo ferisce nuovamente, assieme ai suoi tre figli maschi, i quattro non sono coperti di sangue come nel manga.

Dopo la fine della battaglia, nel manga Nettuno e il ministro della sinistra ricevono il messaggio che le sirene rapite sono state ritrovate nel palazzo del drago e che il tesoro reale è scomparso mentre si stanno dirigendo a piazza Gyoncorde. Nell'anime invece sono ancora nel luogo in cui si erano rifugiati.

In seguito, al palazzo del drago, Nettuno sta per dare un toast a Rufy, ma quest'ultimo lo ferma.

Saga del Reverie[modifica | modifica sorgente]

Nettuno raggiunge il Red Port in groppa a Whally. Dopo essere giunto a Marijoa, afferma che gli sarebbe piaciuto portarci Otohime e la scena in cui si arrabbia per ciò che sta subendo la figlia viene estesa.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Egli condivide il suo nome con Nettuno, il dio romano del mare.
  • Usa spesso l'intercalare "barbon" e la sua risata tipica è "hoh hoh hoh!".

Note

  1. One Piece Blue Deep: Characters World.
  2. 2,0 2,1 2,2 One Piece Vivre Card.
  3. 3,0 3,1 3,2 Vol. 64capitolo 627 ed episodio 547, Nettuno lo rivela al ministro della sinistra dopo l'assassinio di Otohime.
  4. 4,0 4,1 4,2 Vol. 96capitolo 967.
  5. Vol. 62capitolo 614 ed episodio 533, Nettuno lo afferma.
  6. Vol. 64capitolo 628 ed episodio 548, Hody Jones lo afferma.
  7. Vol. 62capitolo 613 ed episodio 532.
  8. il ministro lo rivela quando Hody Jones fa irruzione nella reggia.

Navigazione[modifica | modifica sorgente]

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.