Nico Robin è l'archeologa dei Pirati di Cappello di paglia. Era la vicepresidente della Baroque Works e in seguito alla disfatta dell'organizzazione si unisce alla ciurma di Rufy.

Indice

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Nico Robin è una donna alta, magra e con un fisico atletico. Ha i capelli lunghi e neri, occhi blu e il naso sottile. Ha le braccia e le gambe lunghe e un fisico a clessidra. Molte persone la considerano attraente, soprattutto Sanji.

Prima del salto temporale[modifica | modifica sorgente]

Come Nami, anche Robin cambia abbigliamento; preferisce vestiti scuri, in pelle e molto succinti, il tutto accompagnato da scarpe con tacchi alti. Le sue misure nella prima parte sono 99-59-89.

Durante la sua breve prigionia a Tequila Wolf, Robin indossa l'uniforme tipica dei prigionieri.

Dopo il salto temporale[modifica | modifica sorgente]

Al suo ritorno all'arcipelago Sabaody, Robin si è lasciata crescere i capelli, che ora raggiungono la schiena. Indossa una specie di pareo di colore rosa attorno alla vita e una giacca di pelle blu scuro. Calza delle scarpe con i tacchi e porta occhiali da sole e uno zainetto fucsia.

Le sue misure sono diventate 100-60-90 ed ha una coppa J.[5]

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Carattere[modifica | modifica sorgente]

Robin afferma di volere vivere.

A differenza degli altri membri della ciurma, Robin appare più seria, posata, dai modi eleganti e raffinati; essa rimane però impressionata dall'allegria e dalla generosità di Monkey D. Rufy e del suo equipaggio, e in breve, nonostante la diffidenza iniziale, si integra perfettamente nel gruppo. Sebbene appaia come una ragazza fredda e distaccata, è in realtà molto gentile e altruista, non esitando a sacrificarsi per proteggere i suoi compagni. A causa del suo passato, non si faceva problemi a usare e tradire le persone, e le veniva difficile esternare i propri sentimenti: tali atteggiamenti cambiano però durante i fatti i Enies Lobby, dove urla in lacrime di volere vivere e chiede ai suoi compagni di salvarla. Nei due anni di salto temporale, il suo carattere si ammorbidisce ulteriormente, assumendo connotazioni leggermente più divertite.

Robin ha un lato un po' macabro e spesso sottolinea fatti grossolani o morbosi, che di solito causano il disgusto di Nami o Usop. Ad esempio è sempre la prima a speculare sul fatto che un membro dell'equipaggio abbia incontrato o incontrerà un destino orribile, spesso aggiungendo dettagli raccapriccianti. In altri casi, esprime entusiasmo per una cosa con un tema horror, come quando si è offerta volontaria per esplorare Thriller Bark.

Ha un forte senso del decoro e dell'orgoglio, tanto da rifiutare di partecipare a una tattica di Franky contro Odr perché la riteneva imbarazzante e ha chiesto prontamente di non proporla mai più.[6]

Come archeologa, ha un grande interesse per la storia e desidera scoprire la verità sui cento anni del grande vuoto. Inoltre è interessata alla D. presente nel cognome di alcuni individui. Si infuria se qualcuno dovesse distruggere dei reperti, tanto che quando Yama ha danneggiato le rovine di Shandora, Robin lo ha sconfitto brutalmente. L'archeologa infatti sa anche essere spietata in battaglia e non si fa scrupoli a usare la forza se necessario. Durante la navigazione, solitamente legge.

Relazioni[modifica | modifica sorgente]

Ciurma[modifica | modifica sorgente]

Robin era inizialmente fredda e distaccata nei confronti dei suoi compagni e li chiamava con dei nomignoli o con il loro ruolo. Tuttavia poi sviluppa un legame molto profondo con tutti loro, tanto da volersi sacrificare per la loro salvezza e da fidarsi ciecamente di loro.

Ha mostrato un interesse per Rufy fin dal loro primo incontro e il capitano è stato il primo a credere in lei. Robin ride per il suo atteggiamento ed è molto tollerante nei suoi confronti. La sua lealtà nei confronti di Rufy è mostrata quando ha deciso di diventare più forte per lui o quando, nel suo scontro con Gladius, dice a Bartolomeo di essere pronta a morire per il suo capitano poiché è la carta vincente.[7]

Ha vinto l'iniziale diffidenza di Zoro, del quale ha una grande fiducia. Quando lo spadaccino è stato ferito da Orso Bartholomew, Robin ha vegliato su di lui e ha deciso di tenere nascosto quanto successo con il membro della Flotta dei sette, rispettando il suo volere.

Sembra tollerare le avance di Sanji, al quale risponde educatamente. Instaura un legame molto profondo con Nami, passando molto del suo tempo a fare compere o a dialogare con lei, e con TonyTony Chopper, col quale ha un comportamento quasi materno. Robin ha un ottimo rapporto anche Usop, dopo che le ha salvato la vita a Enies Lobby.

L'archeologa ha instaurato un profondo legame con Franky a Enies Lobby e spesso i due formano un duo formidabile, come dimostrato a Thriller Bark. Il cyborg l'ha anche motivata a vivere, dicendole che esistere non può considerarsi un crimine. Robin però non rimane affascinata dalle creazioni di Franky.

Nonostante abbia un buon rapporto con Brook e lo rispetti per il suo forte desiderio di riunirsi a Lovoon, si è irritata per le sue continue battute e non ha fermato Franky dal picchiarlo affinché lo scheletro rivelasse il modo per sconfiggere gli zombie. Inoltre si sente al sicuro con Jinbe per la sua maturità.

Famiglia[modifica | modifica sorgente]

Dopo la morte del padre e la partenza della madre, Robin fu affidata agli zii. Roji però la maltrattava, la sfruttava e la minacciava di punizioni se avesse pianto. Oran non prendeva mai le sue difese e persino la cugina non si curava di lei.

Nico Olvia[modifica | modifica sorgente]

Robin e Olvia si ritrovano dopo anni.

Robin era molto legata alla madre, che prese la sofferta decisione di affidarla agli zii all'età di due anni per intraprendere un viaggio.

Le due si riunirono sei anni dopo, durante il Buster Call su Ohara. Olvia abbracciò sua figlia e le disse che era molto orgogliosa di lei. Poi, dopo avere chiesto a Sauro di portare al sicuro sua figlia, raccomandò a Robin di continuare a vivere e di tramandare la storia agli altri.

Amici[modifica | modifica sorgente]

Per via del suo frutto del diavolo, Robin era allontanata dagli altri bambini di Ohara. Poteva però contare sull'amicizia degli archeologi e il loro capo Clover le permetteva di leggere i libri della biblioteca e di studiare la storia.

Hagwor D. Sauro[modifica | modifica sorgente]

Robin con Sauro.

Incontrò Sauro quando quest'ultimo naufragò sull'isola e divenne presto sua amica. Per molti giorni, Robin gli portò del cibo mentre il gigante costruiva una zattera con cui ripartire. Sauro incoraggiò inoltre la bambina a ridere nei momenti di difficoltà[8] e sacrificò la sua vita per proteggerla. Prima di morire, il gigante le disse che un giorno avrebbe incontrato degli amici con cui avrebbe potuto essere felice e che l'avrebbero protetta.

Armata rivoluzionaria[modifica | modifica sorgente]

L'Armata rivoluzionaria ha liberato Robin dalla prigionia a Tequila Wolf. Nonostante venga informata che Dragon la cerchi da dieci anni, l'archeologa inizialmente rifiuta di incontrarlo, acconsentendo solo dopo avere capito il messaggio di Rufy.

Durante il salto temporale, ha conosciuto Sabo ed è diventata amica di Koala e Hack.

Toko[modifica | modifica sorgente]

Robin ha preso in simpatia Toko al banchetto di Sanji, ridendo alle sue battute. Ha poi protetto la bambina dallo shogun e, mentre fuggivano dalla Capitale dei fiori, l'ha tenuta in grembo mentre dormiva. Inoltre l'archeologa ha accompagnato Toko alla tomba del padre.

Nemici[modifica | modifica sorgente]

Kuzan[modifica | modifica sorgente]

Robin incontrò Kuzan per la prima volta durante il Buster Call di Ohara. In quest'occasione, il marine fu costretto a uccidere Sauro, ma permise a Robin di scappare dall'isola per via del suo legame con il gigante, avvertendola però che se si fossero incontrati di nuovo non avrebbe esitato ad arrestarla.

L'archeologa era terrorizzata dall'ammiraglio, ma dopo i fatti di Enies Lobby i due hanno una conversazione privata, nella quale Kuzan l'ha incoraggiata a navigare con la ciurma di Rufy, sottolineando come stavolta sia riuscita a trovare dei veri amici.

Governo Mondiale[modifica | modifica sorgente]

Il Governo Mondiale costituisce la più grande minaccia per Robin, che è stata continuamente braccata dall'età di otto anni. Le varie persone che si sono offerte di ospitarla hanno provato a tradirla per incassare la sua taglia, mentre altre l'hanno costretto ad andarsene per non allertare il Governo Mondiale.

Crocodile[modifica | modifica sorgente]

Il suo rapporto con Crocodile era prettamente d'affari: il membro della Flotta dei sette le offriva protezione, mentre in cambio Robin avrebbe rivelato l'ubicazione di Pluton dopo avere localizzato il Poignee Griffe.[9] Tuttavia l'archeologa lo tradisce, rifiutandosi di fornire informazioni sull'arma.

Yama[modifica | modifica sorgente]

Si è infuriata con Yama per avere distrutto le rovine di Shandora, tanto da sconfiggerlo brutalmente, da ignorare le sue suppliche e spingerlo giù da un dirupo bloccandolo in una posizione in cui all'impatto si sarebbe fatto ancora più male.

Spandam[modifica | modifica sorgente]

Robin odia Spandam per averla insultata e ferita anche quando era ammanettata e impossibilitata a opporsi. Non appena si è liberata, la ragazza ha colpito ripetutamente il direttore del CP9 e più tardi con il suo potere gli ha spezzato la spina dorsale come vendetta per tutto ciò che egli le aveva fatto.

Forza e abilità[modifica | modifica sorgente]

Conoscenze[modifica | modifica sorgente]

Robin è una provetta archeologa con una grandissima conoscenza della storia e delle culture passate. Soprattutto è una delle poche persone ancora in vita, se non addirittura l'unica, in grado di decifrare i Poignee Griffe, che contengono la storia proibita. È questo il motivo per cui fin da quando era piccola il Governo Mondiale le ha dato la caccia.

Queste conoscenze, peraltro, non le sono state insegnate da nessuno degli altri archeologi, i quali sono rimasti senza parole nell'apprendere che sapesse leggere i Poignee Griffe. Questo fatto sottolinea la sua attitudine allo studio e la sua forza di volontà.

Al di là della vasta conoscenza del passato Robin è molto informata anche per quanto riguarda il mondo attuale. È l'unica della sua ciurma a sapere che Dragon è il leader dei rivoluzionari prima che Garp lo riveli a tutti quanti e che uno dei membri della Flotta dei sette si chiama Gekko Moria prima di incontrarlo a Thriller Bark. È anche l'unica a sapere dell'esistenza di alcune delle organizzazioni più segrete alle dipendenze del Governo Mondiale: il CP9 e il CP0.

Capacità fisiche[modifica | modifica sorgente]

Robin ha un corpo abbastanza atletico, ma non possiede capacità sovraumane al di là del possesso di un frutto del diavolo. Nonostante l'uso del frutto del diavolo non lo dimostri chiaramente in alcune occasioni Robin ha dimostrato di possedere capacità leggermente superiori a quelle di un comune essere umano.

A Skypiea è stata colpita alcuni colpi dal potente Yama che l'hanno fatta volare contro un muro di mattoni, distruggendolo; nonostante questo Robin non ha subito gravi danni e si è rialzata, continuando ad allontanarsi dalle rovine a lei care. La sua forza fisica le ha permesso di bloccare per un breve periodo di tempo Jigoro, uno zombie creato con il cadavere di un guerriero molto forte e in cui era stata inserita l'ombra di Zoro.

Dopo il salto temporale Robin è riuscita a sconfiggere Hammond, un uomo-pesce, attaccandolo con una mossa di sottomissione; nonostante ci sia riuscita grazie all'aiuto di un clone, questo fatto dimostra la grande forza fisica necessaria a spezzare la schiena ad una creatura molto più grande e più forte di un comune umano.

Anche la sua resistenza fisica è impressionante. Ha ripreso i sensi pochi minuti dopo che l'ombra le era stata rubata da Gekko Moria, quando in genere sono necessari un paio di giorni. A Skypiea è stata colpita da un fulmine di Ener, ma ha ripreso i sensi ancora prima di Zoro, un combattente eccezionale. In quell'occasione, nonostante le ferite, ha potuto usare i suoi poteri per portare in salvo i suoi compagni ancora svenuti. Dopo essere stata trafitta ad una spalla da uno dei rompighiaccio di Mone ha sostenuto di avere ricevuto solo una ferita superficiale.

Frutto del diavolo[modifica | modifica sorgente]

Lente.png Per maggiori informazioni, vedere Fior Fior

Il potere del frutto Fior Fior.

Robin ha mangiato il frutto del diavolo Fior Fior di tipo Paramisha quando era molto piccola, tanto da esserne già in possesso all'età di otto anni. Ciò le consente di creare parti del proprio corpo su qualsiasi superficie, compreso il proprio corpo o quello degli altri. Tuttavia, se una di quelle parti viene ferita, Robin sente il dolore come se fosse stato colpito il suo vero corpo. Spesso Robin attiva il suo potere incrociando le braccia davanti al petto e chiudendo gli occhi, sebbene questa mossa non sia affatto necessaria. Con questa capacità, Robin ha sviluppato una tecnica di combattimento basata su attacchi a sorpresa che non lasciano il tempo di reagire al nemico.

Può usare il suo potere anche per dare supporto ai suoi compagni, ad esempio formando una rete di braccia per salvare uno di essi da una caduta o creando due ali che le permettano di volare per un massimo di cinque secondi.[10] Inoltre può trasportare molti oggetti per lunghe distanze formando una catena di braccia che se li passino da una mano all'altra. Può anche creare occhi e orecchie con cui spiare conversazioni e monitorare l'ambiente circostante.

Dopo il salto temporale, Robin ha raggiunto un controllo migliore sul suo frutto, al punto che riesce a creare cloni di stessa, anziché di singole parti del corpo.

Armi[modifica | modifica sorgente]

Robin portava un coltello alla vita. L'unica volta in cui ne ha fatto uso è stata quando ha cercato di difendersi da Crocodile.

Ha puntato anche alcune pistole contro Iceburg.

Altro[modifica | modifica sorgente]

Fin da quando era piccola, Robin ha dovuto sopravvivere da sola senza potersi fidare di nessuno. Questa condizione l'ha resa così abile nel riuscire a sfuggire a situazioni di pericolo che l'ammiraglio Aokiji riteneva che sarebbe riuscita facilmente a liberarsi dei membri del CP9 se solo lo avesse voluto. L'unica cosa che l'ha trattenuta dal farlo era la minaccia di un Buster Call che avrebbe potuto colpire i suoi compagni.

Un'altra caratteristica di Robin è la mancanza di scrupoli nell'utilizzare la violenza e se è necessario è disposta a spezzare la schiena o il collo di coloro che la minacciano, anche se essi implorano pietà. Inoltre ha attaccato Franky stringendogli i testicoli per costringerlo ad unirsi alla ciurma, ignorando le richieste di Rufy di smettere immediatamente. Quando Usop le ha chiesto quale fosse la sua specialità Robin ha risposto che era senza dubbio l'assassinio, ma le persone che avrebbe ucciso e le motivazioni per cui lo avrebbe fatto sono sconosciute.

Durante l'avvicinamento a Punk Hazard, Robin ha pilotato la Mini Merry 2 che trasportava lei, Rufy, Zoro e Usop su una strada di nuvole prodotta da Nami, dimostrando di saperci fare. Ad ogni modo la strada era dritta e probabilmente guidare il mezzo non era molto difficile.

Nonostante non sappia utilizzare l'Ambizione, Robin è a conoscenza dell'esistenza di questo potere. Di fronte allo spettacolo di cinquantamila uomini-pesce svenuti per via dell'Ambizione del re di Rufy lo ha trovato perfettamente normale; inoltre ha spiegato a Franky l'effetto dell'uso dell'Ambizione dell'armatura.

È anche una discreta disegnatrice, come ha dimostrato facendo vedere ai suoi compagni i disegni dell'Olandese volante e del kraken fatti da lei.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Passato[modifica | modifica sorgente]

Nacque ad Ohara, nel mare occidentale, ventisei anni prima dell'inizio della narrazione. Sua madre, Nico Olvia, un'archeologa di notevole fama, partì per mare quando Robin aveva appena due anni per continuare le sue ricerche riguardo ai cento anni del grande vuoto lasciandola agli zii. Da allora Robin si interessò all'archeologia come sua madre e le fu concesso di accedere all'albero della conoscenza di Ohara e di leggere qualsiasi libro si trovasse all'interno. Gli unici amici di Robin erano Clover e gli altri archeologi, i bambini della sua età stavano alla larga da lei e la consideravano un mostro a causa dei suoi poteri derivanti dal frutto Fior Fior. Perfino la zia Roji non la sopportava e la escludeva dalle feste familiari.

All'età di otto anni superò l'esame di archeologia con il massimo dei voti, tuttavia quando rivelò agli archeologi che anche lei, come sua madre, voleva scoprire la verità riguardo ai Cento anni di vuoto e che li aveva spiati durante i loro studi sul Poignee Griffe, il professor Clover la rimproverò duramente e minacciò di radiarla dalla libreria. Robin corse via piangendo sulla spiaggia dove trovò il gigante Hagwor D. Sauro appena naufragato sull'isola e fece amicizia con lui. Non appena Sauro scoprì di essere naufragato sull'isola di Ohara, avvertì Robin della terribile minaccia che incombeva su quell'isola: il Governo Mondiale aveva infatti ordinato un Buster Call contro Ohara. Intanto anche Olvia, scappata insieme a Sauro dalla prigione, era giunta sull'isola per avvertire gli archeologi del Buster Call e consigliò loro di lasciare l'isola, cosa che però si rifiutarono di fare. Inoltre Olvia proibì agli archeologi di dire a sua figlia che era tornata perché se il CP9 l'avesse scoperto anche Robin sarebbe stata in pericolo. Intanto sull'isola gli agenti del governo stavano facendo evacuare l'isola e Olvia veniva catturata da Spandine, l'allora capo del CP9. Tutti gli archeologi furono fatti uscire dall'albero della conoscenza e arrestati e poco dopo si unì a loro anche Olvia che riconobbe sua figlia. Prima di essere giustiziato il professor Clover chiese di poter parlare con i cinque astri di saggezza e raccontò loro la versione dei Cento anni di vuoto degli archeologi di Ohara, ma poco prima che potesse rivelare il nome di una fantomatica nazione scomparsa, gli spararono. Dopo aver riconosciuto sua madre, Robin le rivelò di essere in grado di leggere i Poignee Griffe e poco dopo furono raggiunte da Sauro. Olvia gli chiese di portar via Robin e di proteggerla, e Sauro esaudì il suo desiderio. Tuttavia appena giunsero sulla riva, Sauro, dopo una dura lotta, fu ucciso dal viceammiraglio Aokiji, che però lasciò andare Robin. Il Governo Mondiale, venuto a conoscenza della sua sopravvivenza e della sua capacità di leggere le antiche pietre, mise sulla testa di Robin una taglia di 79.000.000 Simbolo Berry.png, dando come motivo ufficiale di questa il fatto che la bambina avesse affondato sei navi della Marina, che invece erano state affondate da Sauro in preda alla rabbia.

Da quel momento Robin visse passando da un gruppo di criminali all'altro e tradendo i suoi "compagni" per sopravvivere. A ventitré anni entrò nella Rotta Maggiore attraverso la Reverse Mountain e l'anno seguente entrò nella Baroque Works.

Saga di Alabasta[modifica | modifica sorgente]

Sapendo leggere i Poignee Griffe è possibile risvegliare le armi ancestrali, capaci di distruggere il mondo intero. Per questo motivo Robin fece parte per alcuni anni dell'organizzazione criminale Baroque Works, gestita dal membro della Flotta dei sette Crocodile, il cui scopo era risvegliare l'antica arma Pluton per dominare il mondo intero. Nella Baroque Works era conosciuta come Miss All Sunday ed era il braccio destro di Crocodile, sebbene in realtà avesse deciso di tradirlo fin dall'inizio. Infatti, dopo essere riuscita con l'aiuto del pirata ad arrivare al Poignee Griffe nel cimitero del palazzo reale di Alubarna, sul quale è scritta esattamente l'ubicazione di Pluton, disse a Crocodile che sulla stele era incisa soltanto la storia della dinastia reale di Alabasta. Quando lui la attaccò, Robin cercò di ucciderlo, ma fu trafitta dall'uncino del membro della Flotta dei Sette. Fortunatamente riuscì a sopravvivere e fu tratta in salvo, contro la sua stessa volontà, da Rufy. Per questo motivo al momento della partenza da Alabasta salì clandestinamente sulla Going Merry ed entrò quindi a far parte della ciurma di Cappello di Paglia come archeologa.

Saga di Skypiea[modifica | modifica sorgente]

In breve conquista la fiducia degli altri, aiutandoli ad arrivare sull'isola del cielo, Skypiea, dove combatte con gli altri contro i sacerdoti di Ener, sconfiggendo Yama, e dove scopre che anche Gol D. Roger sapeva leggere i Poignee Griffe.

Saga del Davy Back Fight[modifica | modifica sorgente]

Tornati nel mare blu, subito dopo il Davy Back Fight contro la ciurma di Foxy la volpe d'argento, la ciurma di Rufy incontra l'ammiraglio Aokiji, che si scopre essere una vecchia conoscenza di Robin. Questi intende uccidere proprio Robin, che ritiene l'elemento più pericoloso della ciurma. Riesce a congelarla con il potere del frutto Gelo Gelo, ma Robin viene salvata e curata da Chopper, il medico di bordo.

Saga di Water Seven e di Enies Lobby[modifica | modifica sorgente]

All'arrivo a Water Seven, la metropoli dell'acqua, Robin scompare improvvisamente. Viene infatti contattata dal CP9, il Cypherpool n°9, che le impone due condizioni: uccidere il sindaco della città, Iceburg, facendo ricadere la colpa sulla ciurma di Rufy, ed in seguito consegnarsi al governo. Scopo del CP9 è costringerla a rivelare l'ubicazione delle antiche armi, per poi usare quest'ultime per porre fine all'era dei pirati. In caso di rifiuto, il CP9 potrà richiedere un Buster Call sui suoi compagni. Robin accetta le condizioni, preferendo la vita dei suoi sei compagni a quelle di tutti gli altri abitanti del mondo. Il CP9 la porta quindi ad Enies Lobby insieme a Franky, il possessore dei progetti di Pluton, sul treno Puffing Tom. L'isola è la sede del tribunale della Marina, nonché via d'accesso al carcere di Impel Down, un luogo da cui nessuno è mai riuscito a fuggire. Una volta saputa la verità, gli altri membri della ciurma, pur di salvarla, partono a bordo di un secondo treno del mare per attaccare Enies Lobby insieme ad alcuni carpentieri e ai membri della Franky Family.

Arrivati sull'isola giudiziaria i membri della ciurma affrontano i membri del CP9 e hanno la meglio. Intanto Spandam cerca a tutti i costi di portare Robin oltre il cancello di giustizia per condurla ad Impel Down, ma viene fermato da Usop e da Franky, il quale riesce ad aprire le manette di agalmatolite marina che impedivano alla ragazza di usare i suoi poteri, dandole la possibilità di combattere con i suoi compagni durante la battaglia sul Ponte dell'Esitazione contro i capitani della Marina. Poco prima di fuggire da Enies Lobby, Robin spezza la spina dorsale di Spandam. In seguito a questi eventi, la sua taglia aumenta ad 80 milioni di Berry.

Saga di Thriller Bark[modifica | modifica sorgente]

Robin partecipa ad un attacco combinato contro Odr.

Inizialmente viene liberata da Brook insieme con Franky dopo essere stata intrappolata da Tararan, quindi insieme a Chopper sfida Hogback e i suoi zombie Inuppe e Jigoro; infine collabora alla grande battaglia contro Odr e Gekko Moria, il qaule viene sconfitto da Rufy.

A quel punto la ciurma si trova davanti Orso Bartholomew, il quale crea potente onda d'urto che danneggia la nave e fa perdere conoscenza a quasi tutti i presenti, tra cui anche Nico Robin.

Sanji, Robin e Zoro esposti al sole cominciano a vaporizzarsi perché sono senza ombra.

Quando tutti riprendono i sensi e si chiedono cosa sia successo a Zoro, gravemente ferito, i fratelli Risky affermano di sapere cos'è accaduto, ma Sanji li porta con sé all'esterno dell'edificio. Robin usa quindi i suoi poteri per fare spuntare un orecchio dietro la spalla di uno dei due, scoprendo che Zoro si è sacrificato per il suo capitano, accettando una prova che lo ha lasciato quasi in fin di vita. Sente poi Sanji dire ai due fratelli di non raccontare nulla a nessuno, cosa a cui i Risky sono contrari, ma poi il cuoco afferma che Rufy non potrebbe accettare quanto successo, così fanno come richiesto.

Dopo un giorno passato a recuperare le energie e altri due trascorsi a festeggiare, la ciurma salpa da Thriller Bark.

Saga delle Sabaody & Tequila Wolf[modifica | modifica sorgente]

Giunta alle Isole Sabaody, Robin riconosce Silvers Rayleigh come uno dei membri della ciurma di Gol D. Roger, e gli pone domande riguardanti il Real Poigne Griffe, ricordando che il re dei pirati poteva leggere tale scrittura, ma Rayleigh le risponde che è un segreto che deve scoprire da sola. Più tardi combatte a fianco dei suoi compagni contro Kizaru e il PX4 e dopo Orso Bartholomew la spedisce su un'isola chiamata Tequila Wolf, situata nel mare orientale, la quale è abitata da una moltitudine di schiavi che stanno costruendo un ponte da 700 anni. Dopo aver conosciuto una ragazza chiamata Soran, anche Robin viene costretta a lavorare per portare a termine il lavoro, ma ben presto l'isola viene attaccata da un gruppo di rivoluzionari e durante quest'attacco Robin viene liberata.In quest'occasione le viene rivelato che il leader dell'armata rivoluzionaria, Dragon, desidera incontrarla da ormai molti anni poiche lei è considerata la fiamma della rivoluzione per via dei suoi trascorsi.Una volta appresa la decisione di Rufy di incontrarsi dopo 2 anni decide di accettare l'invito di Dragon e si reca a Baltigo, sede del quartier generale dell'Armata rivoluzionaria.

Salto temporale[modifica | modifica sorgente]

Robin viene a conoscenza della guerra per chiudere i conti, fa amicizia con Koala e Hack, e fa la conoscenza di Sabo.

Saga del ritorno alle Sabaody[modifica | modifica sorgente]

Ricompare alle Sabaody insieme alla sua ciurma dopo due anni di separazione. Prima di ritrovare i compagni era stata inseguita da alcuni cacciatori di taglie e rimane molto sorpresa dei manifesti di Brook, re del soul e di Rufy che cercava compagni.

Saga dell'Isola degli uomini-pesce[modifica | modifica sorgente]

Con i suoi compagni viaggia per il fondale marino fino ad entrare illegalmente nell'isola degli uomini-pesce. Ricompare ad una fermata dell'autobus marino per andare alla foresta del mare con lo scopo di trovare un poigne griffe. Si unisce alla battaglia finale dell' Isola, sconfiggendo Hammond e dimostrando svariate nuove tecniche, piu' importanti la possibilità di creare arti e mani evidentemente piu' grandi di due anni prima e di potersi addirittura sdoppiare. Con quest'ultima tecnica batterà Hammond. Successivamente leggerà un Poigne Griffe e scoprirà che la principessa Shirahoshi è in realtà l'arma ancestrale Poisedon (lei e Nettuno sono gli unici al momento a saperlo).

Saga di Dressrosa[modifica | modifica sorgente]

Robin trasformata in giocattolo.

Arriva insieme alla ciurma, Law, Kin'emon e Momonosuke a Dressrosa. Si unisce con Law ed Usop per restituire Caesar Clown ma dopo essere stata catturata insieme ad Usop dalla tribù dei Tontatta, partecipa alla missione SOP. Viene trasformata in giocattolo da Sugar che tocca una sua mano intenta a stringerla e farle mangiare il Tatabasco. Dopo la disfatta di Sugar si dirige all'esterno dove incontrando Sabo e Koala ed inizia a muoversi verso l'altopiano reale. Dopo aver fermato Cavallo Bianco intento ad ucciderla, presta supporto a Rebecca e Kyros.

Si reca a Sebio dove è tra coloro che cercano di fermare la gabbia per uccelli sfruttando una barriera di Bartolomeo.

Saga di Whole Cake Island[modifica | modifica sorgente]

Nel Paese di Wa, Kin'emon spiega ai pirati la situazione del Paese e chiede loro di infiltrarsi nella popolazione senza attirare l'attenzione fino a quando non saranno pronti per agire.

Qui Law le rivela il suo vero nome, stupendola del fatto che possegga la D., dicendole che si fida di lei e chiedendole informazioni a riguardo. L'archeologa risponde di non sapere nulla in più di ciò che sa lui, nonostante sia interessata alla cosa. Law quindi le chiede conferma che per scoprire qualcosa debbano trovare i Road Poignee Griffe e Robin gliela fornisce, sottolineando che ciò significa sconfiggere Kaido.[11]

Kin'emon fa poi in modo che Robin diventi una geisha per seguire i movimenti delle truppe di shogun.[12]

Saga del Paese di Wa[modifica | modifica sorgente]

Robin lavora come geisha con lo pseudonimo di "O-Robi" e cerca di diventare abbastanza brava da essere accolta a palazzo, riuscendo a farsi una certa fama.[13]

Mentre lavora in un locale, ascolta una conversazione: il cambiavalute Kyoshiro insulta lo shogun e rammenta la profezia pronunciata dalla moglie di Kozuki Oden vent'anni prima, secondo la quale nove samurai sarebbero giunti vent'anni più tardi per uccidere lo shogun e aprire i confini del Paese di Wa; il suo interlocutore però afferma che i samurai della famiglia Kozuki non possono fare ritorno poiché sono stati tutti bruciati vivi nel castello quella stessa notte.

Poco tempo dopo, viene a sapere che Rufy ha affrontato ed è stato catturato da Kaido e ne rimane esterrefatta.

Robin, Usop e Franky si recano al banchetto di Sanji e discutono della situazione di Rufy. All'improvviso si presentano tre individui che chiedono del denaro al cuoco e, al suo rifiuto, rovesciano i piatti che aveva preparato. Robin vede Sanji e Franky sconfiggere due dei malviventi e viene raggiunta dalla sua insegnante, che le comunica di essere stata scelta come geisha per il banchetto di Orochi. L'archeologa si reca così al castello dello shogun, dove intrattiene gli ospiti e successivamente crea un clone per cercare indizi sulla posizione del Poignee Griffe, venendo però scoperta dagli Orochi Oniwabanshu, i ninja al servizio di Kurozumi Orochi, il cui capitano Fukurokuju le offre un'unica possibilità per spiegare il suo gesto. Robin allora afferma di essere Ushimitsu Kozo, ma i ninja non le credono e provano a catturarla, facendo così svanire il clone. La vera Robin si allontana e comunica la presenza degli undici ninja a Nami, Brook e Shinobu, per poi tornare dallo shogun.

Sente quest'ultimo parlare della profezia di Kozuki Toki, associandola ai recenti disordini avvenuti sull'isola. Quando Toko non si trattiene e scoppia in una fragorosa risata, lo shogun si infuria e si accinge a trafiggerla, ma Komurasaki lo schiaffeggia e Robin tenta di portare in salvo la bambina, venendo però raggiunta nuovamente dagli Orochi Oniwabanshu. Mentre Orochi aggredisce gli uomini presenti e afferra Komurasaki con le fauci, Brook distrae i ninja fingendosi un fantasma e l'archeologa li attacca. Improvvisamente, il sottotetto crolla addosso a Orochi, che dunque lascia andare Komurasaki, ma Kyoshiro la ferisce con un fendente apparentemente mortale, mentre lo shogun decide di sbranare Toko incolpando la sua fastidiosa risata di quanto accaduto. Per salvare Robin, che sta trasportando la bambina, Nami scatena i fulmini di Zeus su Orochi.

Più tardi, Robin, Nami, Brook, Kanjuro e Shinobu raggiungono il Cimitero settentrionale di Ringo e, scambiandosi informazioni, stabiliscono di recarsi ai bagni pubblici per poi verificare le condizioni di Toko, andata nel quartiere a luci rosse. Nonostante abbia scoperto molti particolari su i propri nemici, si dice delusa.

Ai bagni pubblici della capitale, Shinobu parla a Robin e Nami del famoso e famigerato Hyogoro, capo della yakuza che venne giustiziato per la sua fedeltà a Kozuki Oden quando persino Fukurokuju aveva cambiato schieramento per servire Kurozumi Orochi, motivo per cui la kunoichi si diede alla vita da fuggitiva.

Inaspettatamente, Hawkins e Drake raggiungono i bagni termali: il primo entra in cerca degli alleati della famiglia Kozuki mentre il secondo rimane fuori in attesa di imbattersi in Soba Mask. Hawkins scopre la navigatrice nascosta dietro alla kunoichi e le toglie l'asciugamano, facendo perdere sangue dal naso a tutti i presenti, compreso Sanji, che era invisibile. Quando alcune donne riconoscono quest'ultimo come Soba Mask, Drake corre dentro, ma sviene vedendo le donne. Sanji riesce a fuggire portando con sé Robin, Nami e Shinobu e rivela di avere sentito che Bepo, Orca e Pinguino sono stati catturati per costringere Law ad uscire allo scoperto.

I quattro si riuniscono agli altri in una casa di Ebisu, dove Shinobu accusa i sottoposti di Law in prigione di avere svelato i loro piani al nemico e propone di non salvarli per evitare di fallire. Mentre Kanjuro grida contro la kunoichi dichiarando che non possono perdere l'appoggio dei pirati, Tonoyasu entra nella casa in cui essi si trovano e mostra entusiasta il messaggio codificato che ha ricevuto in quanto seguace di Oden. Egli rivela di non essere stato a conoscenza del tatuaggio sulla caviglia degli alleati, ipotizzando che anche altri ne fossero all'oscuro, e, dopo avere confermato la propria partecipazione all'imminente guerra, esce dall'abitazione; nonostante la loro lunga conversazione, però, Kanjuro e Shinobu ammettono di avere idea di egli chi sia.

Quando viene trasmessa in diretta l'esecuzione di Tonoyasu, Kanjuro e Shinobu lo ricnoscono come Shimotsuki Yasuie, che un tempo era il daimyo di Hakumai. Dopo l'esecuzione, Shinobu spiega al gruppo la crudele verità sugli Smile e, quando Toko si avvicina al corpo di suo padre e Orochi le spara, Robin vede Zoro e Sanji salvarla. Robin e il resto della ciurma si uniscono poi al combattimento.

Sfuggita agli scontri, assieme ad Usop, Brook e Toko sale su un'imbarcazione che si allontana dalla Capitale dei fiori.

Qualche giorno dopo, raggiunge Amigasa dove discute con gli alleati il piano per attaccare Onigashima. Tenguyama Hitetsu mostra ai presenti le spade di Oden che ha conservato per vent'anni: Ame no Habakiri, che Momonosuke non vuole impugnare, ed Enma, che viene consegnata a Zoro come promesso da Hiyori. Secondo le informazioni di Robin, i nemici hanno a disposizione trentamila uomini, mentre l'alleanza ne ha appena quattromila. Osserva poi Rufy, Brook e Chopper indossare le armature donate loro da Hitetsu e comunica a Nami e ad alcuni visoni che Onigashima ha un clima invernale.

Il giorno prima della battaglia, assiste alla creazione delle tombe di Pedro e Yasuie.

La notte della festa del fuoco, sale a bordo della Thousand Sunny e raggiunge il porto Tokage appena in tempo per soccorrere i samurai diretti ad Onigashima, riunendosi agli altri alleati.

Vede poi Rufy, Law e Kidd distruggere una nave nemica e Denjiro fare altrettanto con una seconda.

Kanjuro, che si rivela essere la spia di Orochi, crea una gru con cui fugge verso Onigashima portando Momonosuke con sé, dichiarando di volere uccidere Kozuki Hiyori. Sanji le chiede conferma che il samurai sia la spia, e la ragazza gli dà una risposta affermativa. Kanjuro semina poi gli inseguitori con una nuvola che li colpisce con frecce di inchiostro. Momonosuke grida agli alleati di proseguire senza di lui e Rufy afferma che andrà comunque a salvarlo.

A quel punto la nave rimanente dei Pirati delle cento bestie affonda alcune imbarcazioni sparando con dei cannoni a lunga gittata, tuttavia essa viene distrutta. Robin ipotizza sia opera di fantasmi o bambini morti in mare, ma in realtà il responsabile è Jinbe, il quale si presenta come nuovo membro della ciurma di Cappello di paglia. Gli altri lo accolgono e poco dopo Robin è tra coloro i quali sconfiggono i guardiani che proteggono il porto di Onigashima. Avendo trovato dell'alcol, sono intenti a celebrare l'ingresso dell'uomo-pesce nella ciurma, ma poi decidono di rimandare i festeggiamenti a quando la guerra sarà finita. La Victoria Punk li raggiunge e le due ciurme fanno a gara fino all'isola.

Raggiunta l'entrata di Onigashima, Usop rivela al resto della ciurma di avere addormentato le guardie. Gli alleati poi ottengono dei vestiti analoghi a quelli dei nemici grazie al potere di Kin'emon, per confondersi tra loro. Dopo avere scoperto da Jinbe che i Pirati di Kidd, Rufy e Zoro sono andati avanti, Franky le chiede di salire con lui sulla F.R.-U 4 rinoceronte nero e lei accetta, ma Brook le ruba il posto. Sanji allora le offre di salire sul Brachiotank 5, ma Robin declina la proposta perché sono già in troppi nel veicolo e prosegue a piedi con Jinbe.

Robin, Jinbe, Hyogoro e altri samurai riescono a infiltrarsi al banchetto e faticano a non intervenire in soccorso di Momonosuke, crocifisso da Orochi. Quando Robin dice all'uomo-pesce che devono fare qualcosa, quest'ultimo le risponde di pazientare. Poco dopo, inizia il discorso di Kaido, il quale afferma che i Pirati delle cento bestie e i Pirati di Big Mom si sono alleati per ottenere le armi ancestrali. Arriva sulla scena anche LinLin, portando con sé una schiera di homeys e Nami, Carrot e Zeus come prigionieri. I due imperatori asseriscono di volere trovare lo One Piece e Kaido prosegue ponendo una scelta agli uomini di Orochi: unirsi ai Pirati delle cento bestie o morire per mano loro. Orochi protesta appena il capitano pirata menziona il piano di aumentare le fabbriche di armi e mettere al lavoro anche gli abitanti della Capitale dei fiori, così Kaido lo decapita, annunciando poi che la propria base si sposterà nella capitale e che il Paese di Wa diventerà la "nuova Onigashima" con Yamato come shogun.

Durante i combattimenti, Jinbe le dice di avere bisogno del suo aiuto, così Nico Robin gli chiede cosa deve fare: quando Big Mom si accinge a colpire Franky, Jinbe la afferra e la scaraventa al suolo, dove le mani di Robin la fanno rotolare contro una parete. La ragazza chiede all'uomo-pesce se era ciò che voleva e lui le risponde, ridendo, che è stato meglio di quello che aveva pensato, oltre al fatto che LinLin tornerà ancora più furibonda. Poco dopo, tutta la ciurma si ritrova riunita e si prepara a scontrarsi contro i nemici. Uno dei Numbers cerca di colpire i presenti con la sua mazza chiodata, ma Robin vede Zoro tagliarla in due, per poi assistere alla sconfitta del nemico per mano di Rufy. Poi la ragazza rimane scioccata nel vedere coloro che vengono colpiti dai proiettili di Queen trasformarsi in demoni di ghiaccio che attaccano e infettano nemici e alleati indiscriminatamente. Robin sente Chopper affermare che sia irrealistico sviluppare un antidoto e iniettarlo a tutti sul campo di battaglia, facendo notare però che il creatore del virus deve averlo con sé. Infatti Queen, dopo avere confermato che chi viene infettato muore entro un'ora, lancia l'unica dose esistente ad Apoo e gli ordina di non lasciarlo prendere a nessuno altrimenti lo condannerà a morte, dando inizio a un nuovo gioco al massacro per entrambe le fazioni. Brook viene colpito dal virus ma si scopre immune poiché non ha pelle o vasi sanguigni, cosa che fa riflettere Chopper; Robin però fa notare che la renna è stata infettata.

Vede poi LinLin dirigersi verso il tetto, da cui cade il braccio di Kikunojo. Zoro lo nota e si infuria, neutralizzando Apoo in un colpo solo e recuperando l'antidoto per il Kori Oni, che consegna a Chopper, il quale spiega ai presenti che devono usare il fuoco per fermare l'avanzamento del virus mentre lui sviluppa abbastanza antidoto per tutti. Queen si prepara a uccidere Chopper e Apoo, ma Zoro taglia la sua mitragliatrice con un fendente aereo, dichiarando di volere affrontare Kaido, mentre si scatena un improvviso terremoto. Marco approccia Zoro e Robin, chiedendo se può aiutarli a raggiungere il campo di battaglia principale.

Differenze tra manga e anime[modifica | modifica sorgente]

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Nel manga il colore degli occhi di Robin è marrone, mentre nell'anime ha gli occhi azzurri.

Passato[modifica | modifica sorgente]

Nell'anime i bambini di Ohara le lanciarono pomodori, mentre nel manga usarono dei sassi. Viene anche mostrato come studiasse di nascosto.[14]

Saga dopo Alabasta[modifica | modifica sorgente]

La ciurma sbarca su un'isola e Robin fa la guardia alla Going Merry assieme a Chopper mentre gli altri sbarcano. Impaurito dalla ragazza, quest'ultimo si chiude nel suo laboratorio per preparare alcune Rumble Ball. Robin inizia ad osservarlo e la renna, una volta scoperto ciò, distrugge involontariamente un barile d'acqua. Robin lo accompagna sull'isola per riempirne uno nuovo e raggiunto un lago, il dottore le confessa che dopo tre anni di apprendistato a Drum, curò Kureha da una malattia. Alla sera l'equipaggio si ritrova alla nave.

Durante la navigazione, Chopper e il resto della ciurma incontrano Rice Rice dopo che Rufy lo issa a bordo, avendo pescato il guscio di lumaca gigante in cui si trovava. L'archeologa è testimone del tentativo dell'uomo di vendere all'equipaggio molti oggetti, della trattativa che Nami intavola per l'acquisto dei fogli milleanni e della fuga del venditore una volta scoperta l'identità di Rufy. In seguito Robin e il resto della ciurma, ad eccezione di Chopper, vengono svegliati da Nami e fa in modo che la nave non finisca in un ciclone.

Successivamente, la ciurma attraversa a bordo della nave una fitta nebbia, imbattendosi in una flotta della Marina. Da una di quelle navi cade un bambino che Robin salva e porta a bordo. Quest'ultima attende poi sulla Merry il ritorno di Sanji e Rufy che lo avevano riportato indietro.

In seguito la ciurma sbarca a Fireworks dove alla sera si terrà uno spettacolo pirotecnico.

Saga dell'isola delle capre[modifica | modifica sorgente]

La ciurma a bordo della nave viene inseguita da una flotta della Marina. Poco dopo attraversa un tratto di mare pieno di scogli, correnti pericolose e da una fitta nebbia. Grazie a Nami riescono a raggiungere un'isola. Dopo essere sbarcati, vengono attaccati da alcune capre aggressive, finché l'anziano a cui rispondevano cade da un albero e ha un malore. Chopper inizia a curarlo, inoltre le capre gli rivelano che l'uomo è l'unico abitante dell'isola da vent'anni e lo comunica alla ciurma.

In seguito la ciurma viene avvisata da Zoro della presenza di una nave pirata in costruzione sulla cima di una scogliera. Dopo averla raggiunta, tutti credono che Zeny sia un ex pirata che vuole salpare dall'isola.

Successivamente Chopper scopre che all'uomo rimangono solo tre giorni di vita, così la ciurma prepara un'abbondante colazione e poi lo aiuta a terminare l'imbarcazione. Superati i tre giorni pronosticati dalla renna, tutti festeggiano e Zeny racconta che fino a vent'anni prima prestava denaro ai pirati, ma che un giorno alcuni lo attaccarono e naufragò sull'isola, non abbandonando mai però il sogno di diventare un pirata.

In seguito il sergente Minchey sbarca sull'isola con un plotone di marine e rivela ai membri della ciurma di non volerli catturare, ma li esorta ad abbandonare l'isola affinché possa esplorarla. I Pirati di Cappello di paglia scoprono che in realtà alcune navi della Marina li stanno attendendo nella nebbia al largo, così Minchey ordina ai suoi uomini di fare fuoco, ma vengono interrotti da Zeny e le sue capre che scendono la scogliera a bordo della nave e che raggiungono così il mare.

Minchey viene poi sconfitto dai pirati. In seguito vede Rufy scagliare il marine sulla nave del capitano di vascello Moore, presente al largo dell'isola. Quest'ultimo concede ai pirati di scegliere il luogo dello scontro per avere sconfitto Minchey, colpevole di volere impossessarsi del tesoro di Zeny. Rufy sceglie un luogo a caso sulla mappa, così la ciurma sale sulla nave, saluta Zeny e raggiunge tale luogo, che si rivela essere quello pieno di scogli e nebbia attraversato in precedenza. Qui la nave della Marina urta uno scoglio e si incaglia.

Saga della nebbia color arcobaleno[modifica | modifica sorgente]

La Going Merry è inseguita da alcune navi della Marina, ma una di esse affonda e le altre arrestano l'inseguimento per prestare soccorso. In seguito la ciurma giunge a Ruruka. Usop, Rufy e Robin sbarcano ed incontrano Henzo, studioso della nebbia color arcobaleno.

Quando la Tarierishin appare nella baia, Robin, Usop e Rufy tornano sulla Merry e assieme a Zoro seguono l'imbarcazione di Henzo. Dopo avere perlustrato la nave, lo scienziato sale sulla nave della ciurma e si addentrano nella nebbia color arcobaleno, raggiungendo così il concerto delle scimmie. Questo luogo è pieno di relitti di navi e Robin legge un libro in cui si afferma che lì non si invecchia e non si soffre la fame. La ciurma sente una voce misteriosa, vede alcuni fantasmi e una freccia viene scagliata a poca distanza da Zoro. Il gruppo scopre essere opera di un gruppo di bambini che si proclamano i Pirati della zucca.

Dopo avere scoperto di girare in cerchio, Robin fa uscire allo scoperto una bambina che li spiava e le chiede di condurli dal loro capo. La ciurma conosce così la storia dei bambini. Nami raggiunge la Going Merry e rivela che può fare uscire di lì il resto della ciurma. Tuttavia, Ian prende in ostaggio un bambino per appropriarsi della barca di Nami, con la quale fugge portando con sé dei tesori.

La torre arcobaleno viene fatta entrare nella nebbia e in seguito Wetton distrugge parte della torre arcobaleno e ciò fa si che il concerto delle scimmie possa collassare. A quel punto gli occupanti della Merry provano ad uscire da lì, ma non c'è vento e i remi improvvisati si spezzano. Allora Rapanui Pasqua, aiutato dai suoi amici, fa saltare in aria la nave della Marina che usavano come base, così l'onda d'urto spinge la Merry nella dimensione reale.

I marine che in precedenza inseguivano i Pirati di Cappello di paglia raggiungono Ruruka e catturano Wetton. Essi rivelano di essere i Pirati della zucca, i quali sono stati spediti indietro di cinquant'anni dall'esplosione. In seguito la ciurma salpa dall'isola.

Saga di Skypiea[modifica | modifica sorgente]

Nell'anime la ciurma viene accusata dagli White Beret di crimini sempre più gravi. In seguito Robin, Zoro e Nami notano la stranezza della presenza di terra su un'isola del cielo. L'archeologa e lo spadaccino difendono poi la navigatrice dall'attacco di una bestia feroce.

Saga di Navarone[modifica | modifica sorgente]

La Merry torna nel mare blu nella baia interna della base G-8. La ciurma viene divisa a seguito della caduta dal cielo.

Usop e Robin si accorgono che la Merry viene portata altrove. La donna gli dice di stare calmo e di cercare una via di fuga, ma il pirata corre verso la nave. La ragazza invece si avvicina alla Stan Murray e un capitano di fregata le chiede di parlare con il comandante della base, così lo tramortisce e prende il suo posto per indagare liberamente. Robin poi raggiunge Jonathan mentre Usop sta cercando di spacciarsi proprio per l'ispettore di cui la ragazza ha preso l'uniforme, facendo in modo che il pirata venga rinchiuso in una cella. A quel punto si fa consegnare una mappa della base e scopre che esiste un unico punto di accesso per le navi, e a quel punto scopre di essere sorvegliata.

In seguito Robin sale a bordo della Going Merry mentre i suoi compagni stanno navigando la baia interna, e a quel punto la Marina apre il fuoco. Nami scopre che quest'ultima ha sequestrato le palle di cannone, le polvere da sparo e il tesoro ottenuto a Skypiea. La Merry fa così inversione, schiva le navi tra la nebbia e giunge in uno dei moli abbandonati, dove Nami convince gli altri a riprendere l'oro per usare il denaro che ricaveranno dalla vendita per riparare la Merry.

I pirati costruiscono un rivestimento che camuffa la Going Merry come se fosse una nave della Marina. Nami si ricorda di avere lasciato il waver in un prato così Usop divide in due gruppi la ciurma per recuperare l'oro e il mezzo.

Robin, Usop, Rufy e Zoro entrano nella base indisturbati, ma finiscono in un'imboscata. Usop cerca la combinazione della cassaforte mentre gli altri combattono, ma quando la apre i quattro scoprono che è vuota.

Il gruppo viene raggiunto dai marine di Shepherd. In seguito i pirati fuggono e si riuniscono a Nami, la quale intuisce che l'oro si trovi nell'ufficio del comandante della base. Nami si fa accompagnare da Rufy, mentre gli altri vanno alla Merry.

In seguito tutti fanno ritorno alla nave, sulla quale seguono la Pine Peak per localizzare l'uscita. Dopo averla superata, le buttano contro il rivestimento usato per camuffare la Merry. A quel punto la ciurma nota che le navi della Marina ammainano le vele. Nami capisce che Navarone è circondata da scogli che affiorano con la bassa marea. La Merry riporta danni alla chiglia prima di arenarsi. La ciurma rifiuta poi la proposta di Jonathan di arrendersi risparmiando chi non ha una taglia. Il gruppo usa così un Impact Dial sul polpo balloon: il primo colpo fa uscire la nave dalla zona di bassa marea reggendosi in aria grazie all'animale, il secondo le permette di dirigersi in mare aperto e riprendere la navigazione.

Saga del Davy Back Fight[modifica | modifica sorgente]

Nell'anime, la terza sfida è una gara su pattini a rotelle suddivisa in cinque round, dove chiunque può interferire. Rufy insiste di correre due volte, ma troppo tardi scopre di non sapere pattinare, così Robin lo fa rotolare con i suoi poteri, ma Girarin lo scaglia fuori pista, eliminandolo. I Pirati di Foxy così vincono.

Nel secondo round, Polluce addormenta tutti e quando si svegliano scoprono di avere perso di nuovo. Nel terzo round, Robin viene colpita dal raggio Noro Noro di Foxy, ma alla fine la ciurma di Cappello di paglia riesce a vincere. Il quarto round vede sfidarsi Robin e Jubei; la ragazza ha la meglio grazie all'aiuto dei compagni. In seguito vede trionfare Rufy nell'ultimo round, che si riprende Chopper e riconsegna Shelly a Tonjit.

Visto che il Davy Back Fight si è concluso in pareggio, Foxy propone una nuova sfida. Robin vede così Rufy accettare.

La prima sfida è a "palla prigioniera" con due palle chiodate. La ciurma di Rufy colpisce tutti tranne Foxy, poi però i membri si fanno eliminare uno alla volta, così perdono. Robin viene quindi scelta dal capitano avversario ed entra a fare parte della sua ciurma. Assiste così alla sconfitta dei Pirati di Cappello di paglia ad "un, due, tre…stella!" e alla scelta seguente di Foxy che ricade su Chopper.

Nell'anime, dopo che Rufy ha sconfitto Foxy ed essersi così ripreso i suoi compagni, i Pirati di Cappello di paglia fanno ritorno da Tonjit, ma in quel momento una talpa con una persona in groppa esce dal terreno. Si tratta di Rittonto, nipote di Tonjit, che lo trasporta con Shelly alla sua tribù. Nel manga è invece Aokiji a permettere ai due di tornare dal resto dei nomadi congelando il tratto di mare attorno all'arcipelago.

Saga dell'isola del ladro di ricordi[modifica | modifica sorgente]

Tutti dormono tranne Robin. Un ragazzo sale a bordo della Merry e suona un cavalluccio marino come un flauto e poi se ne va. Il mattino dopo nessuno ricorda che sono compagni, ad eccezione di Robin, della quale nessuno si fida anche se cerca di convincerli.

Robin vede Nami e Zoro abbandonare la nave. All'improvviso chi è rimasto sulla Merry ricorda un ragazzo con uno strano flauto. La notte seguente quest'ultimo torna per rubare altri ricordi, ma Robin sveglia tutti per impedirlo. Rufy, infuriato, attacca l'intruso finendo sul cavalluccio marino che emette una nube blu. Il pirata dice di ricordare tutto, mentre il ladro fugge.

Rufy vuole andare da Nami e Zoro, ma Robin gli consiglia di attendere l'alba.

Al mattino, Usop costruisce una barca con cui sbarcano sull'isola e trovano Nami. Nonostante la diffidenza della navigatrice, riescono a convincerla a seguirli, nel tentativo di trovare il ladro di ricordi e farseli restituire.

Robin decifra alcune antiche scritture e guida il gruppo verso un edificio chiamato palazzo del drago. Durante il tragitto, Robin vede Chopper e Usop separarsi dal gruppo, per poi ricongiungersi a loro anche con Zoro, che attacca Rufy. Robin si dirige così verso la cima della montagna con il resto del gruppo.

Durante la salita, la navigatrice prova a convincerli a non seguire Robin, proponendo loro di tornare alla nave per fare ritorno ai loro paesi natali. Sanji li convince però che prima devono comunque recuperare la memoria. Arrivano ad un vasto lago e trovano il ragazzo, che infastidito dalla loro testardaggine, decide di costringerli ad uccidersi tra loro. Prima che riesca ad ipnotizzarli, Robin vede Sanji colpire l'avversario e il cavalluccio, che emette una nube blu. Il ragazzo si rialza e fugge via terrorizzato, perché il vero ladro è l'animale.

Robin vede Sanji riprendere a calci il cavalluccio marino finché uno ad uno tutti recuperano la memoria. Quando si chiedono se Zoro sia stato liberato dall'ipnosi, lo spadaccino li raggiunge e Sanji si prepara ad affrontarlo per difendere i suoi compagni. Dopo qualche schermaglia, vengono interrotti da Rufy e Zoro rivela che in realtà ha recuperato la memoria anche lui.

Quando spiegano loro che il vero ladro di ricordi è il cavalluccio marino, l'intera ciurma è intenzionata a vendicarsi. Tuttavia l'animale emette una nube viola che li investe, all'interno della quale ogni membro vede i propri cari e alcuni nemici sconfitti in passato. I pirati non riescono a muoversi e Tatsu ruba tutti i loro ricordi e di conseguenza si ingigantisce a dismisura, librandosi in aria.

Dopo che Rufy stringe l'animale con forza e lo colpisce violentemente, scagliandolo oltre l'orizzonte, Robin e gli altri membri della ciurma recuperano la memoria.

Sulla via del ritorno, i pirati immaginano di venire ringraziati con doni e gloria dagli abitanti, ma Dorimo invece li accusa di essere i responsabili di quanto accaduto e così sono costretti a fuggire dall'isola.

Saga del ritorno di Foxy[modifica | modifica sorgente]

Durante una tempesta, la ciurma avvista una barca con a bordo Foxy, Polluce ed Hamburg in seria difficoltà. Rufy li salva prima che un'onda li travolga e permette loro di restare a bordo della Merry.

Il giorno dopo, Hamburg avvista la Sexy Foxy e la ciurma la abborda con la nave. Rospo zannuto sostiene di essere il nuovo capitano, così Foxy lo sfida al Davy Back Fight.

Quando Rufy vede Foxy in netto svantaggio, interviene e così fanno lo stesso i suoi compagni e quelli di Rospo zannuto. Lo scontro dura poco e si risolve a favore dei Pirati di Cappello di paglia.

Foxy, invece di ringraziarli, li colpisce con il raggio Noro Noro e li fa cadere in una botola che porta alla stiva della Sexy Foxy, per vendicarsi della sconfitta da loro inflitta in precedenza.

Dopo che Rufy ha sconfitto Foxy, i Pirati di Cappello di paglia riprendono la navigazione. La ciurma sbarca su un'isola ed inizia a raccogliere provviste. Dopo l'ennesimo tentativo fallito dei Pirati di Foxy di avere la loro vendetta, la ciurma di Rufy prosegue l'esplorazione. A differenza del manga, è qui che il gruppo incontra Aokiji.

Saga di Water Seven[modifica | modifica sorgente]

Nell'anime, quando la ciurma incontra Aokiji, trova anche alcuni naufraghi.

Sul Puffing Tom, Robin viene avvicinata da Coogy che crede ci sia qualcosa di sospetto nel comportamento della ragazza e cerca di scoprire cosa sia.

Saga di Enies Lobby[modifica | modifica sorgente]

Nell'anime, mentre i suoi compagni si lanciano nella cascata, Robin ripensa a cosa è successo dal momento in cui è arrivata a Water Seven.

Saga dopo Enies Lobby[modifica | modifica sorgente]

Rufy e Chopper chiedono a Robin di aiutarli a ritrovare uno Yagara Bull, così la ragazza usa il suo potere tra le vie della città, ma senza successo.

Saga del mare di ghiaccio[modifica | modifica sorgente]

A bordo della Thousand Sunny, la ciurma rimane affascinata dalle numerose caratteristiche della nuova nave. Ad un certo punto inizia a nevicare e Zoro avvista una nave alla deriva, senza vele, né bandiera. La ciurma così la raggiunge per soccorrere l'equipaggio.

I membri raccontano di essere stati attaccati alcuni giorni prima da un'altra ciurma che gli ha sottratto vele, bandiera e provviste. Per questo motivo Rufy li invita a cena e Chopper cura i feriti. Uno dei pirati, Stansen, sale sulla Thousand Sunny e offre un barile alla ciurma come ricompensa per la loro generosità, dopodiché chiede alla ciurma di riportarli sulla loro isola natale. Rufy acconsente e la Sunny inizia a muoversi trainando l'altra nave.

Nella notte, mentre i Pirati di Cappello di paglia dormono, l'altro equipaggio decide di attaccarli nonostante la gentilezza ricevuta. Robin, Franky e Sanji però, hanno solo finto di addormentarsi, perché si sono accorti del sonnifero che gli ospiti hanno aggiunto al cibo, così si preparano ad affrontarli. Tuttavia Stansen ferma i suoi compagni vedendo che sono arrivati anche Zoro e Nami, ed ordina la ritirata. Improvvisamente sembra che dal nulla numerose navi della Marina stiano circondando la Thousand Sunny, così la ciurma decide di fuggire tirando dietro di sé l'altra nave, sulla quale salgono Chopper e Rufy.

Il mattino seguente la Sunny naviga in mezzo ad alcuni iceberg che si muovono e la ciurma crede sempre di più che si tratti di una trappola. Ad un tratto il mare si agita e la fune che collega le due navi si rompe ed esse si perdono di vista. La Sunny rimane intrappolata tra i ghiacci e viene raggiunta da quattro cacciatori di taglie, ma si libera utilizzando il Coup de Burst. Una volta in salvo, i membri della ciurma rimasti sulla nave si accorgono che è stato sottratto loro il Jolly Roger e che Zoro non è più tra loro. Per questo tornano indietro, ma finiscono di nuovo per essere intrappolati tra gli iceberg.

Per cercare di capire come evitarli, Nami e Franky si immergono con lo Shark Submerge 3. Poco dopo un iceberg colpisce violentemente la Thousand Sunny, facendo sbalzare via Usop e Sanji, così solo Robin rimane a bordo, la quale si trova faccia a faccia con Lil. La ragazza cerca allora di convincerla a farsi dire dove è stata portata la loro bandiera, iniziando a giocare con lei. In questo modo scopre che il sottomarino con Franky e Nami a bordo è stato congelato e portato a Lovely Land, così Robin cerca di raggiungere i suoi compagni chiedendo a Lil di proseguire il gioco a casa sua.

Una volta raggiunta, Robin vede i suoi amici, con eccezione di Rufy e Chopper, in prigione; non fa nulla però per liberarli, allontanandosi. Giunta nella sala in cui si trova il capofamiglia, nota delle bottiglie di cola e chiede a Lil di portarle ai pirati catturati, con la scusa di essere generosa nei loro confronti, sapendo che in quel modo Franky riuscirà a liberare tutti.

Robin viene intrappolata.

Il seguito, Robin raggiunge i suoi compagni e si offre di recuperare la bandiera. Incontra nuovamente Lil, che si offre di accompagnarla nella stanza in cui sono conservate tutte le bandiere pirata. Entrano così in una serra, dove alcune piante rampicanti immobilizzano Robin.

Successivamente, Robin viene trovata da Sanji e Usop in cerca del loro vessillo, così il cecchino colpisce la pianta che perde la presa su Robin; la piratessa, a sua volta, protegge Lil da alcune macerie di Lovely Land; dopodiché fugge assieme ai suoi compagni.

All'interno dell'edificio, osservano tutte le bandiere pirata senza potere trovare la loro. Un uccello comandato da Lil, però, afferra quella che essi cercano e gliela consegna. Poi raggiungono Franky sulla Thousand Sunny e con un lavoro di squadra scagliano Usop sulla cima dell'albero in modo che riattacchi la bandiera.

Mentre Puzzle tiene occupato Campaccino per permettere alla ciurma di Rufy di proseguire, Robin è testimone della promessa dei due capitani di incontrarsi ancora nel Nuovo Mondo.

Saga di Spa Island[modifica | modifica sorgente]

I Pirati di Cappello di paglia sono approdati a Spa Island, un'isola artificiale dove i clienti possono rilassarsi e divertirsi come se fossero in vacanza. Fanno la conoscenza di due sorelle: Rina e Sayo; quest'ultima stringe tra le mani un quaderno di appunti e sembra volerlo proteggere dagli estranei.

All'improvviso fanno la loro comparsa Foxy, Polluce e Hamburg, intenzionati ad impossessarsi del quaderno di appunti che Sayo ha con sé. Per questo attiva un macchinario con la quale inonda di raggi Noro Noro tutte le persone che si trovano nei dintorni. La ciurma di Rufy e le due sorelle vengono rallentate, così Foxy riesce a sottrargli il quaderno con estrema facilità. Inoltre fa in modo che il pavimento sotto alle sue vittime si ritiri, cosicché allo scadere dei trenta secondi, tutti precipiteranno in mare.

Franky e Brook si presentano casualmente dopo essersi ristorati in diverse zone dell'isola. Quando l'effetto del raggio Noro Noro si esaurisce, Robin sente Rufy urlare a Franky di occuparsi di Foxy. Il cyborg obbedisce ad attacca il nemico, mentre lei e Cappello di paglia salvano tutti utilizzando le loro abilità. Foxy ritorna al suo macchinario per attivarlo una seconda volta, ma Hamburg sbatte la porta troppo forte e gli specchi che lo compongono vanno in frantumi. Robin vede così Rufy colpirli con tutta la sua forza e farli volare oltre l'orizzonte.

Quando tutto sembra risolto, Nami chiede a Sayo spiegazioni riguardo al quaderno di appunti; la ragazza rivela che sono figlie di uno scienziato interessato alla ricerca della formula chimica con cui produrre una gemma. I loro concittadini lo ritenevano un folle e spesso la famiglia era vittima degli scherzi dei ragazzi del villaggio. Un giorno il padre decise di partire per una lunga spedizione di ricerca e portò con sé Nukky, lasciando da sole le figlie. Dopo circa un anno, l'animale ritornò a casa con il quaderno degli appunti dell'uomo, contenente una lettera indirizzata alle figlie nella quale chiedeva loro di terminare le sue ricerche. Rina si arrabbiò perché credeva che il padre le avesse abbandonate, per di più con un diario pieno di scritte senza senso.

Robin sente Rufy accettare la richiesta di Sayo di aiutarla nella ricerca dell'ingrediente segreto per produrre la gemma. L'unica cosa che Nami riesce a capire è che l'ingrediente si trova da qualche parte su Spa Island, dopodiché all'improvviso sotto a Sayo si apre una botola e lei precipita. Il proprietario dell'isola, Doran, ha ascoltato la conversazione mediante i lumacofoni diffusi un po' ovunque. Era stato lui, in precedenza, ad inviare i Pirati di Foxy nella speranza che riuscissero dove invece hanno fallito. Ora che Sayo è nelle sue mani ordina alla ciurma di trovare per lui l'ingrediente mancante.

La ciurma di Rufy inizia a distruggere l'isola e gli uomini della sicurezza non possono fare nulla per fermare i pirati. Così Doran lega Sayo ad un palo e le punta contro un enorme cannone, minacciando di ucciderla se non gli consegneranno il quaderno. A questo punto, Rina decide di consegnare il quaderno con gli appunti del padre, ma Sayo le urla di non farlo. Dopo che quest'ultima viene liberata da Zoro, Cappello di paglia attiva il Gear Third e con un colpo distrugge l'isola a metà. Dopo che tutti sono saliti a bordo della Thousand Sunny, Sayo e Rina scorgono un girobaleno, creato dal vapore fuoriuscito da un vulcano che si trovava proprio sotto a Spa Island. Le due sorelle capiscono che quest'ultimo è l'ingrediente mancante, perché indica in quale ordine mescolare gli altri per produrre la favolosa gemma. Le due scendono così dalla nave.

Alcuni giorni dopo, mentre la ciurma prosegue il suo viaggio, arriva Nukky in volo e consegna una lettera da parte delle sue proprietarie. Sayo e Rina sono riuscite a produrre la gemma ed inoltre il loro padre è tornato a casa sano e salvo. Le due sorelle hanno inserito la gemma nella busta per donargliela in segno di ringraziamento. L'equipaggio si riunisce attorno a Rufy per osservarla da vicino quando all'improvviso una pioggia di caramelle gli fa cadere la gemma di mano. Robin sente così Nami ordinare subito al capitano di mettersi a cercarla tra le migliaia di caramelle finite sul ponte della nave.

Saga delle Sabaody[modifica | modifica sorgente]

Robin ascolta Brook confessare ai suoi compagni di avere letto il diario di bordo della Thousand Sunny e di essere rimasto affascinato dalle numerose avventure che essi hanno vissuto. Più tardi, desolato per i guai combinati sulla nave, lo scheletro chiede a Robin se può aiutarla in qualcosa, ma lei non ne ha bisogno. La donna gli chiede cosa lo tormenta ed egli confessa di non sentirsi adeguato ai suoi nuovi compagni. Robin lo rassicura dicendogli che con il tempo saprà integrarsi perfettamente.

In seguito al rapimento di Kayme sull'arcipelago Sabaody, Robin e gli altri membri della ciurma si riuniscono a Duval, il quale racconta loro che ha cercato di sedurre due ragazze con il suo nuovo aspetto, ma senza successo.

Le varie avventure della ciurma di Cappello di Paglia[modifica | modifica sorgente]

Nell'anime, le avventure di Robin a Tequila Wolf sono estese. Dopo essere atterrata in mezzo alla neve, fa la conoscenza di una bambina e le due diventano amiche. La piccola la porta nella soffitta di un'abitazione dove le mostra alcuni disegni da lei realizzati su alcune tavolette di legno. Quando le guardie scoprono la sua presenza, Robin si consegna per evitare che Soran e le altre donne finiscano nei guai; poi, anziché fuggire e incontrare i rivoluzionari giunti a liberare il regno, rimane in cella finché uno di essi non raggiunge la prigione e la libera.

Saga dopo la guerra[modifica | modifica sorgente]

Robin afferma di volere riunirsi ai suoi amici, ma poi dopo legge il giornale che rivela del ritorno di Rufy a Marineford, capendo il messaggio del suo capitano.

Saga del ritorno alle Sabaody[modifica | modifica sorgente]

Nell'anime, viene mostrato quando sfugge ai suoi inseguitori. Robin poi raggiunge il bar di Shakky subito dopo che Sanji ne è appena uscito.

Saga dell'isola degli uomini-pesce[modifica | modifica sorgente]

Viene mostrato il suo disegno del kraken e quando Robin usa i suoi poteri per impedire che la Thousand Sunny venga distrutta, afferma che ciò funzionerà per breve tempo essendo sott'acqua dopo averli attivati anziché prima. Viene anche mostrato il suo arrivo sull'isola degli uomini-pesce, venendo salvata da Franky.

In seguito si separa da quest'ultimo e Nami, raggiungendo una fermata del pescebus. Si sbarazza poi degli Ammo Knights, mostrando la sua capacità di creare un suo clone prima rispetto al manga e che può anche scambiare la sua posizione con quella di quest'ultimo. Viene poi mostrato il suo arrivo alla foresta del mare dove vede la Thousand Sunny, e poi si allontana per cercare il Poignee Griffe, che riesce a trovare.

Nell'anime viene mostrato che Robin usa una tecnica per difendere Shirahoshi. Inoltre Robin indossa, per un breve momento, dei mocassini anziché dei sandali mentre combatte contro Hammond.

In seguito alla fine della battaglia, Robin ride quando Rufy si riprende dopo essere stato colpito da Nami e si dimostra impaziente di raggiungere il Nuovo Mondo.

Viene poi mostrata la scena in cui si dirige alla nave e in cui i cittadini fanno dei regali alla ciurma.

Mentre si dirigono nel Nuovo Mondo, Robin giace, assieme ai suoi compagni, sulla nave dopo essere usciti dalla corrente. Ripensa poi ai due anni in cui è stata separata dal resto della ciurma. Poco dopo non si accorge immediatamente che quella che ha davanti è una balena. Conta poi assieme al resto della ciurma fino a dieci prima di raggiungere la superficie. Infine, invece di uscire in prossimità di un'isola come nel manga, la ciurma sbuca in un mare in tempesta in un luogo in cui si trovano svariate navi della Marina.

Saga dell'ambizione di Z[modifica | modifica sorgente]

I Pirati di Cappello di paglia affrontano una flotta di navi della Marina, ma scoprono che si tratta solo di un miraggio. Dopodiché accadono alcuni stranissimi fenomeni atmosferici, come una pioggia con gocce gigantesche e il mare che si apre di colpo. Robin sente poi Sanji affermare che tutto il cibo che ha cucinato è stato mangiato, così se la prende con Rufy, Usop e Chopper.

All'improvviso il cibo ricomincia ad essere mangiato molto velocemente e Rufy scopre che la responsabile è una giovane ragazza molto piccola, ma che in realtà è una gigante di nome Lily Enstomach, che ha mangiato il frutto Mini Mini. La ragazza diventa così amica della ciurma.

La Thousand Sunny si imbatte poi in alcune navi della Marina. Esse stanno portando il padre di Lily ad Impel Down, così Rufy decide di affrontarle e la ciurma elabora un piano per liberarlo: un gruppo, tra cui ci sarà Robin, farà da diversivo con la Mini Merry 2 mentre l'altro libererà Panz Fry utilizzando lo Shark Submerge 3. L'impresa riesce, tuttavia i pirati vengono scoperti dalla Marina, ma a quel punto le due fazioni vengono attaccate dalla Neo Marina.

Nel frattempo Nami si accorge che il tempo sta cambiando nuovamente e comincia ad organizzare la fuga. Alcuni membri della ciurma, tra cui Robin, riportano così la Mini Merry 2 e lo Shark Submerge 3 sulla Thousand Sunny, mentre Franky lancia le ancore della nave contro la zattera su cui è trasportato Panz Fry. Non appena la zattera viene sollevata da una Thrust Up Stream, il cyborg attiva il Coup de Burst e tutti quanti volano via.

Giunti nei pressi di una scogliera, Panz Fry decide di cucinare per la ciurma una delle sue favolose pietanze per sdebitarsi.

L'equipaggio viene tuttavia attaccato dalla Neo Marina e Shuzo colpisce Panz Fry e Lily, mandandoli al tappeto. La ciurma riesce però a sconfiggere i nemici e poi si separa dai due giganti.

Saga di Punk Hazard[modifica | modifica sorgente]

Robin usa il suo potere per salvare Rufy e Zoro dalla caduta dopo che hanno ucciso il drago. In seguito Barbabruna rivela a lei, Rufy, Zoro, e Usop il suo nome e la sua taglia. I quattro pirati attaccano poi i centauri.

Successivamente lei e Franky affrontano altri centauri. Dopo che Rufy ha afferrato Caesar, i centauri provano a difendere il loro leader, ma vengono contrastati da Robin, Franky e Smoker. Inoltre le sconfitte di questi ultimi e Tashigi ad opera di Caesar Clown vengono mostrate, ma non spiegate.

In seguito i centauri portano lei, Rufy, Franky, Smoker e Tashigi nel laboratorio.

Nell'anime Rufy chiede un favore a Robin, la quale in seguito vola grazie al suo potere, atterrando su Barbabruna. Viene anche mostrato quando la ragazza chiede ad Usop e Brook di impossessarsi delle manette di agalmatolite, cosa che nel manga viene solo menzionata.

Viene allungata la scena in cui lei e Nami cercano di ostacolare i bambini, inoltre quando Sindh afferma di sentirsi confuso, Robin gli spiega che è un effetto dei sedativi. Anche il ritrovo di tutti nell'edificio R è allungato, inoltre viene mostrato quando Robin sale sul carrello per uscire dal laboratorio.

Anche la partenza da Punk Hazard è stata allungata. In seguito la ciurma si rilassa sulla Thousand Sunny dopo essere salpata dall'isola e Robin chiede aggiornamenti a Franky riguardo alla Mini Merry 2. Inoltre nel manga è Rufy a chiedere a Law informazioni riguardo alla chiamata con il lumacofono, mentre nell'anime è Robin a farlo. Vengono infine estese le scene in cui Momonosuke sfrutta il fatto di essere un bambino per appoggiarsi al seno di Robin e Nami.

Saga del recupero di Caesar[modifica | modifica sorgente]

Durante la notte, mentre sta dormendo a bordo della Thousand Sunny, un numeroso gruppo di creature attacca l'equipaggio, che risponde. Lo scontro prosegue finché gli animali non si gettano in mare al suono di un fischio. La ciurma scopre che tali creature erano un diversivo, perché nel frattempo Breed ne ha approfittato per portare via Caesar Clown.

Robin vede Rufy, Chopper e Law salire sullo Shark Submerge 3 e partire all'inseguimento, mentre alcune onde create dagli animali allontanano la Thousand Sunny.

In seguito assiste al ritorno dei tre con lo scienziato.

Saga di Dressrosa[modifica | modifica sorgente]

Robin e Chopper sono già sbarcati, anziché essere sulla nave come nel manga, mentre Rufy parla con Momonosuke.

Viene mostrato che Robin parla a Kab, mentre nel manga la cosa viene rivelata solo dopo che la donna è stata portata nel regno di Tontatta. Per fare addormentare lei e Usop, i nani lanciano addosso a loro dei proiettili, mentre nel manga gettano loro della polvere in faccia. Una volta risvegliatasi, chiede a Leo se possiede i poteri di un frutto del diavolo e dopo che è stata liberata, i nani le offrono da mangiare.

Viene mostrato l'arrivo di Robin, Usop e i nani alla base segreta sotto al campo di girasoli. In seguito il gruppo sulla Thousand Sunny contatta Robin, Usop e Franky.

Nel manga la trasformazione di Robin in giocattolo è mostrata in un flashback, mentre viene omessa la scena in cui Kin'emon le racconta i guai in cui era finito per essersi travestito da Do Flamingo.

Prima di raggiungere la cima dell'altopiano, Robin salva Rebecca da una persona, inoltre il suo gruppo viene attaccato.

Le scene in cui assieme a Bartolomeo si difende da Cavallo Bianco sono allungate.[15] Robin lo vede avvicinarsi velocemente da lontano.[16] In seguito, quando lei e Cavendish raggiungono il campo di girasoli, la piratessa usa il suo potere per attutire l'atterraggio.[17]

Successivamente Leo, Manshelly e Kab informano Robin che vogliono restare con Law.[18]

Viene mostrata la sua reazione quando sente che Rufy ha promesso di sconfiggere Do Flamingo con un colpo.[19] Mentre è assieme ad Usop e Bartolomeo, vengono raggiunti da Zoro, Franky e i samurai.[20] Quando Sabo entra in casa di Kyros, Robin lo presenta ai suoi compagni.[21] Inoltre Franky fatica ad aggiustarsi la faccia e Robin gli offre il suo aiuto.[22]

Al porto orientale, sente Rufy dichiarare di non volere più fuggire da nessun nemico.[23] Durante i festeggiamenti sulla Yonta Maria, Robin chiede a Law cosa farà, ma lui replica che vuole restare da solo.[24]

Saga di Silver Mine[modifica | modifica sorgente]

Al calare della notte, tutti coloro che si trovano sulla nave si addormentano. Robin viene immobilizzato da uno sostanza appiccicosa scagliata con delle palle di cannone dall'Alleanza dei pirati d'argento; i membri di quest'ultima rapiscono poi Rufy e Bartolomeo.

Il giorno seguente, dopo essere arrivati a Silver Mine, aiuta a difendere la Going grande Rufy dagli attacchi dei nemici.[25] Dopo averli sconfitti e dopo avere recuperato Rufy e Bartolomeo, l'equipaggio riprende il viaggio.[26]

Saga di Zo[modifica | modifica sorgente]

La scalata dell'elefante è allungata, così come il dibattito su Raizo, nel quale tutti i pirati chiedono ai samurai quali siano le sue abilità.[27] Anche la discussione riguardo al seguire o meno le istruzioni di Wanda è allungata, così come il sospetto che i visoni mangino gli umani e l'esplorazione di Zo.[28] Inoltre anche la festa tra i pirati e i visoni è estesa.[29]

In seguito Robin fa domande riguardo ai frutti che emettono luce e Rufy fa oscillare il ponte sospeso su cui lei e gli altri stanno camminando.[30] Mentre ascoltano la storia di Wanda, l'archeologa è tra coloro che esprimono la propria opinione su Cane-tempesta e Jack.[31] Successivamente fa dei commenti su Caesar Clown e Koro.[32]

Lungo la strada che porta alla foresta della balena, Robin non commenta la canzone di Brook come accade nel manga.[33] Inoltre il gruppo di cui fa parte affronta uno sciame di grosse vespe.[34] In seguito Robin propone di fare i turni per attendere l'arrivo di Kin'emon e Kanjuro prima che l'archeologa, Franky e Brook decidano di restare svegli assieme.[35] Quando i tre si risvegliano, fanno commenti sulla tigre disegnata da Kanjuro.[36]

Successivamente, il dialogo tra Momonosuke e i Pirati di Cappello di paglia è allungato.[37] All'interno dell'albero a forma di balena, Cane-tempesta rivela di avere sentito nominare Ohara quando Robin glielo chiede e così la ragazza ripensa alla drammatica fine dell'isola.[14]

Quando Zunisha inizia a muoversi a causa dell'attacco dei Pirati delle cento bestie, Robin aiuta, assieme a Franky, dei visoni a non cadere.[38] In seguito Robin usa i suoi poteri per cucire assieme una grande benda da usare per medicare l'animale. Più tardi ricorre nuovamente alla sua abilità per aiutare alcuni visoni a risalire a Zo dopo che una raffica di vento aveva spezzato alcune funi che reggevano l'imbarcazione su cui erano a bordo.[39]

Saga del re dell'acido carbonico[modifica | modifica sorgente]

La ciurma di Cappello di paglia viene attaccata da un gruppo di cacciatori di taglie a bordo di alcuni dischi in grado di levitare, ma fugge grazie al Coup de Burst della Sunny. Raggiunge poi un'isola su cui la nave dovrà essere riparata dai numerosi attacchi ricevuti. La ciurma respinge alcuni uomini di Cidre, che rivelano di essere gli abitanti dell'isola e di essere stati costretti a lavorare per lui. Dopo la sconfitta del cacciatore di taglie, gli abitanti donano numerosi barili di cola ai pirati, che partono verso Delta, dove si terrà l'Expo pirata.

Saga del Paese di Wa[modifica | modifica sorgente]

Vede il manifesto da ricercato di Zoro. Alcuni giorni dopo, incontra Franky e Usop per informarli sui suoi progressi; poi il cecchino le parla di Shutenmaru.

Franky e Robin leggono di Kamazo mentre mangiano delle tagliatelle di soba fatte da Sanji. L'archeologa poi si dirige al banchetto dello shogun con altre geishe. Lì Orochi le dice che è nuova e Robin conferma. Inoltre il suo incontro con gli Orochi Oniwabanshu viene esteso e i ninja feriscono il suo clone. L'archeologa poi incontra un uomo ubriaco al quale ruba una maschera e lo sorregge prima di tornare al banchetto. Viene estesa anche la conversazione tra Robin e Orochi, e l'archeologa viene invitata dallo shogun a partecipare al banchetto durante la festa del fuoco. Viene poi mostrato quando Robin afferra Toko. Robin, Shinobu, Nami e Toko poi fuggono dal castello grazie all'aquilone della kunoichi.

Alle terme, Shinobu spiega a Robin della porta di melograno. Nell'anime, la kunoichi parla dei polpi sansuke a lei e a Nami prima che racconti di Hyogoro, mentre nel manga è il contrario. Mentre le tre cercano di fuggire, Hawkins dirige contro di loro la sua spada, ma Sanji blocca l'attacco.

I Pirati di Cappello di paglia che si trovano ad Ebisu si chiedono come mai i cittadini ridano davanti a ciò che sta per accadere a Yasuie. Nel manga ciò accade dopo la sua morte. Robin poi fa cadere a terra alcuni subordinati di Orochi poiché cercavano di fermare gli abitanti del villaggio.[40]

Quando Zoro e Sanji intervengono per salvare Toko, viene mostrata la reazione dell'archeologa.[41] Inoltre quando Kyoshiro ferma l'attacco dello spadaccino, gli altri membri dell'equipaggio parlano di lui e, dopo avere discusso su come agire, dicono a Shinobu e Kanjuro di lasciare la capitale. Poi lo scontro di Robin contro gli uomini di Orochi è esteso.[42] L'archeologa e Nami hanno inoltre un breve confronto con i ninja prima che Brook intervenga.[43]

Film[modifica | modifica sorgente]

Film 14[modifica | modifica sorgente]

Robin e Law incontrano Crocodile.

Durante l'Expo pirata, la ciurma si posiziona in testa alla gara grazie alle modifiche apportate da Franky alla Sunny. Law esce però dalla cabina e li informa che Buena Festa sta tramando qualcosa, così Robin decide di accompagnarlo per scoprire i segreti dell'evento. Raggiunto il covo di Festa, utilizza i suoi poteri per origliare, sentendolo parlare di un imminente Buster Call, e prova ad avvisare i suoi compagni, ma si imbatte in Smoker, anche lui lì per indagare. Quest'ultimo cattura Chopper e Brook, mentre Sanji lo affronta alla pari per permettere a Robin e a Law di allontanarsi. Durante la loro fuga, incontrano Crocodile, che progetta un piano per sconfiggere Douglas Bullet.

Mentre si stanno dirigendo alla nave, Sanji dice a Robin di proseguire senza di lui. Dopo la sconfitta di Douglas Bullet, Law utilizza i suoi poteri per trasportare i Pirati di Cappello di paglia sulla Sunny, che salpa da Delta grazie all'aiuto di Sabo, il quale crea un muro di fuoco per bloccare le corazzate della Marina.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Robin in inglese significa "pettirosso".
  • Oltre al Jolly Roger della sua ciurma, Robin ne ha anche uno personale. È composto da un teschio che indossa un cappello da cowboy viola e quattro mani disposte come una girandola. Dopo il salto temporale è composto da un cappello un po' diverso e sopra di esso si trova un paio di occhiali da sole. Inoltre dietro al teschio c'è un fiore e attorno ad esso ci sono germogli.
  • Robin è l'unico membro della ciurma di Rufy a non essere stata invitata ad unirsi agli altri, ma al contrario è stata lei a chiedere di potersi unire.
  • Tra tutti i componenti della ciurma di Rufy, Robin è quella che ha avuto la taglia iniziale più alta; è anche una dei più precoci ricercati della serie, ottenendola a soli 8 anni.
  • Il passato di Robin ricorda quello di Cenerentola: entrambe vengono maltrattate dai genitori adottivi al contrario delle loro vere figlie e sono costrette a fare i lavori domestici.
  • Oltre alla somiglianza fisica, Robin ha lo stesso compleanno della madre e nella versione originale dell'anime hanno anche la stessa doppiatrice. Entrambe hanno occhi marroni nel manga e azzurri nell'anime. Inoltre l'ammontare della prima taglia di Robin coincide a quello della taglia della madre.
  • Il secondo manifesto da ricercata di Robin assomiglia a quello di Olvia: entrambi si concentrano sul lato destro del volto, posto nella metà sinistra del riquadro ed entrambi rappresentano una sorta di implicazione distruttiva (fumo nella foto di Robin, un incendio per Olvia).

Curiosità basate sulle SBS[modifica | modifica sorgente]

  • Il cibo preferito di Robin sono panini, torte non troppo dolci e tutto ciò che sta bene con il caffè.
  • Prima del salto temporale le sue misure erano 99-59-89,[44] mentre dopo sono diventate 100-60-90. Inoltre viene rivelato che ha una coppa J.
  • La sua isola preferita è una primaverile perché è più rilassante.[45]
  • Se la ciurma fosse una famiglia, Robin sarebbe la madre.[46]
  • Dopo i fatti di Enies Lobby, Robin inizia a chiamare i compagni di ciurma per nome anziché usare il ruolo che i singoli hanno nell'equipaggio.[47]
  • L'animale che la rappresenta è la gru.[48]
  • Robin e Nami fanno il loro bucato tutti i giorni, a turno.[49]

Robin maschio.

  • Viene mostrato il suo aspetto se diventasse un maschio grazie ai poteri dell'Horu Horu.[50]
  • Se vivesse nel mondo reale, sarebbe russa.[51]
  • La doppiatrice di Robin ha affermato che il fiore che la rappresenta meglio è il casablanca.
  • Robin si fa il bagno ogni giorno.[52]
  • Se vivesse in Giappone verrebbe dalla prefettura di Osaka.[53]
  • Lei e Usop tagliano i capelli al resto della ciurma.
  • Odia le gomme da masticare perché non si possono mandare giù.[54]
  • Porta sempre con sé qualcosa di dolce di cui Chopper va ghiotto.[54]
  • Va a dormire alle undici di sera e si sveglia alle sei.[55]
  • Se non fosse una piratessa sarebbe un'assistente di volo.[56]
  • La sua specialità in cucina è la paella.[57]
  • Nei primi 80 volumi è all'ottavo posto per numero di rimproveri ai compagni, facendolo per 16 volte.[58]
  • Robin è uno dei membri della ciurma che mangia il ghiaccio.[59]
  • In una gara di corsa su cinquanta metri, svolta tra i membri della ciurma nella saga di Whole Cake Island, arriverebbe ottava.[60]
  • Se dovesse dare un nome a Sanji quando indossa la Raid Suit lo chiamerebbe "Ominous Mask", anziché "Soba Mask".[61]

Note

  1. SBS del volume 25.
  2. SBS del volume 69.
  3. SBS del volume 37.
  4. SBS del volume 66.
  5. SBS del volume 69.
  6. Vol. 49capitolo 472 ed episodio 367.
  7. Vol. 76capitolo 757 ed episodio 695.
  8. Vol. 41capitolo 392 ed episodio 275.
  9. Vol. 22capitolo 203 ed episodio 123.
  10. Vol. 47capitolo 453 ed episodio 347, Robin lo rivela a Franky.
  11. Vol. TBAcapitolo 996.
  12. Vol. 91capitolo 921, Kin'emon spiega il piano per sconfiggere Kaido e Orochi.
  13. Vol. 91capitolo 921, Kin'emon rivela i progressi di Robin.
  14. 14,0 14,1 Episodio 769.
  15. Episodio 698.
  16. Episodio 712.
  17. Episodio 713.
  18. Episodio 725.
  19. Episodio 732.
  20. Episodio 736.
  21. Episodio 737.
  22. Episodio 739.
  23. Episodio 743.
  24. Episodio 746.
  25. Episodio 749.
  26. Episodio 750.
  27. Episodio 753.
  28. Episodio 754.
  29. Episodio 756.
  30. Episodio 757.
  31. Episodio 759.
  32. Episodio 761.
  33. Episodio 764.
  34. Episodio 765.
  35. Episodio 766.
  36. Episodio 767.
  37. Episodio 768.
  38. Episodio 773.
  39. Episodio 775.
  40. Episodio 939.
  41. Episodio 941.
  42. Episodio 942.
  43. Episodio 943.
  44. SBS del volume 37.
  45. SBS del volume 38.
  46. SBS del volume 48.
  47. SBS del volume 49.
  48. SBS del volume 50.
  49. SBS del volume 51.
  50. SBS del volume 56.
  51. SBS del volume 56.
  52. SBS del volume 67.
  53. SBS del volume 72.
  54. 54,0 54,1 SBS del volume 73.
  55. SBS del volume 74.
  56. SBS del volume 76.
  57. SBS del volume 79.
  58. SBS del volume 81.
  59. SBS del volume 84.
  60. SBS del volume 85.
  61. SBS del volume 94.

Navigazione[modifica | modifica sorgente]

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.