Gli Orochi Oniwabanshu sono un gruppo di ninja capitanato da Fukurokuju, accorpato successivamente con i Pirati delle cento bestie. In passato servivano Kurozumi Orochi, mentre precedentemente erano semplicemente noti come Oniwabanshu ed erano i ninja al servizio della famiglia Kozuki.

Forza[modifica | modifica sorgente]

Sono cinquemila ninja piuttosto abili,[1] tanto che costituivano i servizi segreti che rispondevano direttamente allo shogun, perciò possedevano la forza necessaria a proteggerlo dalle minacce. Tutti i suoi membri sono incredibilmente furtivi.

Membri[modifica | modifica sorgente]

Storia[modifica | modifica sorgente]

Passato[modifica | modifica sorgente]

Il gruppo era fedele a Kozuki Sukiyaki e alla sua dinastia. Raizo ne faceva parte, ma ne uscì dopo essere stato rifiutato da una kunoichi. Ventitré anni prima dell'inizio della narrazione, quando Oden cominciò a umiliarsi pubblicamente, il gruppo giurò fedeltà a Orochi, ad eccezione di Shinobu che lasciò il palazzo dello shogun.[2]

Cinque anni dopo, il gruppo assistette all'esecuzione di Oden per mano di Orochi e Kaido, dopo che Shinobu rivelò la verità sulle bizzarre azioni del signore feudale, fatte per proteggere gli abitanti della nazione. In quell'occasione videro anche i Nove foderi rossi fuggire.

Saga del Paese di Wa[modifica | modifica sorgente]

Gli Orochi Oniwabanshu scoprono Nico Robin mentre sta curiosando in una stanza segreta del palazzo dello shogun e Fukurokuju le offre la possibilità di spiegare il suo gesto.

La donna afferma di essere Ushimitsu Kozo, ma dato che il vero ladro è stato avvistato nella Capitale dei fiori, Fukurokuju non le crede e dà l'ordine di catturarla. Tuttavia quando il gruppo di ninja la attacca, scopre che si tratta di un clone e si mette alla ricerca di quella vera, trovandola mentre tenta di portare in salvo Toko.

Infuriato con Komurasaki, Orochi aggredisce gli uomini presenti e poi afferra la oiran con le fauci; gli Orochi Oniwabanshu rivelano la presenza dell'intrusa, ma Brook li distrae fingendosi un fantasma e l'archeologa li attacca. Nami e Shinobu osservano la scena dal sottotetto, ma un ninja riconosce la kunoichi, che lo neutralizza con un colpo basso e fa marcire il legno sotto di loro, facendo crollare il sottotetto addosso a Orochi, che dunque lascia andare Komurasaki; Kyoshiro però la ferisce con un fendente apparentemente mortale. Ulteriormente imbestialito, lo shogun decide di sbranare Toko incolpando la sua fastidiosa risata di quanto accaduto. Per salvare O-Robi, che sta trasportando la bambina, O-Nami scatena i fulmini di Zeus su Orochi.

In seguito, Fukurokuju fa imprigionare a Ratetsu un certo numero di persone trovate in possesso del messaggio in codice degli alleati della famiglia Kozuki o del tatuaggio a falce di luna sulla caviglia.

Successivamente, Fukurokuju rivela ad Orochi che Shimotsuki Yasuie è stato arrestato. Alcuni membri del gruppo assistono poi all'esecuzione di quest'ultimo. Quando a Rasetsu ha inizio una rivolta, tutti gli Orochi Oniwabanshu vi giungono, e Fukurokuju constata la presenza dei Pirati di Cappello di paglia. Ordina così ai suoi sottoposti di catturarne uno per torturarlo, in modo da scoprire il loro obiettivo. Il gruppo entra così subito in azione. Alcuni ninja seguono Roronoa Zoro e Hiyori ad Hakumai, venendo sconfitti dallo spadaccino.

In seguito Fukurokuju comunica ad Orochi che non sono riusciti a catturarli tutti, facendolo infuriare, ma si tranquillizza sapendo che hanno imprigionato Law, che intendono torturare e che la situazione in città è sotto controllo. I ninja rimangono così in allerta nella Capitale dei fiori per rintracciare gli invasori.

Il giorno della festa del fuoco, la flotta dello shogun parte dal porto Habu per raggiungere Onigashima e partecipare all'annuale banchetto.

In seguito Fukurokuju raggiunge Orochi e Kaido e fa rapporto sulla situazione: nessuna imbarcazione nemica è stata avvistata, ma tre delle loro navi sono scomparse e quattro supernove si sono imbucate al banchetto, sospettando vi siano le loro ciurme al completo.

Alcuni di loro assistono poi al grande annuncio di Kaido, il quale afferma che i Pirati delle cento bestie e i Pirati di Big Mom si sono alleati per ottenere le armi ancestrali. Arriva sulla scena anche LinLin e i due imperatori asseriscono di volere trovare lo One Piece. Kaido prosegue ponendo una scelta agli uomini di Orochi: unirsi ai Pirati delle cento bestie o morire per mano loro. Orochi protesta appena il capitano pirata menziona il piano di aumentare le fabbriche di armi e mettere al lavoro anche gli abitanti della Capitale dei fiori, così Kaido lo decapita, annunciando poi che la propria base si sposterà alla capitale e che il Paese di Wa diventerà la "nuova Onigashima" con Yamato come shogun. Fukurokuju accetta l'offerta a nome dell'intero gruppo.

Differenze tra manga e anime[modifica | modifica sorgente]

Saga del Paese di Wa[modifica | modifica sorgente]

Nell'anime, Brook impaurisce più membri degli Orochi Oniwabanshu.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Gli Oniwaban erano i servizi segreti giapponesi durante l'era feudale.

Note

  1. Vol. TBAcapitolo 986, Fukurokuju rivela il loro numero.
  2. Vol. 96capitolo 970.

Navigazione[modifica | modifica sorgente]

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.