Pandaman è un personaggio-scherzo ed il più famoso di loro.

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Pandaman è alto e muscoloso con la testa di un panda, sulla cui fronte c'è la scritta "panda". Non è noto se si tratti del suo vero viso o di una maschera. Le sue braccia sono nere, con tatuaggi raffiguranti bambù e dai gomiti gli spuntano delle foglie di bambù. Sul petto ha altri due tatuaggi raffiguranti due cuori rossi. Ha una fascia chiara alla vita, pantaloni corti bianchi con motivi neri che gli arrivano alle ginocchia e lunghi scarponi.

Nel manga il suo aspetto varia leggermente tra una scena e l'altra. Questo accade poiché, per favorire la sua mimetizzazione, a volte il suo corpo deve essere disegnato con meno dettagli. L'unica cosa a non cambiare mai è il suo viso.

Relazioni[modifica | modifica sorgente]

Tomato Gang[modifica | modifica sorgente]

Pandaman è in fuga da Tomato Gang, un esattore con cui è in debito.[4] Ecco perché, certe volte, sembra scappare da qualcuno.

Unforgivable Mask[modifica | modifica sorgente]

Unforgivable Mask è il suo più grande rivale ed è stato assoldato da Tomato Gang per inseguirlo.[5]

Pandawoman[modifica | modifica sorgente]

Pandaman è innamorato di Pandawoman, ma non è dato sapere se questo amore sia ricambiato.[6]

Storia[modifica | modifica sorgente]

Pandaman è stato creato da Oda per una gara di disegno di personaggi chiamata "New Super Human Contest". Questo concorso permetteva agli artisti di presentare personaggi da essere inclusi nel manga e anime "Kinnikuman". Il 16 dicembre 1998 il fumetto in cui questi disegni furono presentati, "Kinnikuman 77 no Nazo", arrivò nelle edicole e Pandaman fu classificato come dodicesimo personaggio.

Quando Oda cominciò One Piece decise di inserirvi anche Pandaman come personaggio nascosto assieme a qualche informazione su di lui. Secondo Oda, Pandaman è un uomo di età sconosciuta proveniente dal Tibet a conoscenza di alcune tecniche mortali: S.P.D., "Colpo delle foglie di bambù", e "Colpo mortale del panda gigante".

Pandaman fu abbandonato in una foresta di bambù da piccolo e cresciuto da un panda femmina. Un giorno disse di avere visto la principessa Kaguya, ma non fu creduto e maltrattato. Da quel momento, Pandaman decise di diventare un supereroe diabolico.[2] A quanto pare ad un certo punto, Pandaman diventò molto ricco e visse su un'isola finché non si mise nei pasticci, dovendo dare molti soldi a qualcuno. Per questo un esattore, Tomato Gang, è stato mandato alla ricerca di Pandaman per riscuotere il suo debito.

Episodio speciale[modifica | modifica sorgente]

Pandaman è apparso il più delle volte come un personaggio nascosto che sembra non notare nessuno, e le cui azioni sembrano non influenzare apparentemente la storia. In realtà in un episodio dell'anime non solo i protagonisti si accorgono di lui ma addirittura finisce al centro dell'attenzione. Nella speciale ambientazione in un universo alternativo simile al Giappone feudale, Pandaman doveva una grande somma di denaro a Bagy e alla sua gang. Per questo loro lo stavano cercando dappertutto. Questo girovagare li portò alla casa di Rika, dove Pandaman stava con lei e la madre. A causa del soprannome con cui tutti in città lo chiamavano, "tot-san", che in giapponese significa padre, Bagy e i suoi uomini pensarono che Rika fosse sua figlia. Dopo che gli uomini di Bagy vengono sconfitti dal detective Rufy, Bagy trama di vendere Rika per saldare i debiti di Pandaman e per vendicarsi di Rufy con l'aiuto del corrotto Mr. Three. Solo con l'intervento di Bibi e di Pandaman stesso il piano di Bagy e di Mr. Three fallisce. Più tardi, Pandaman interagisce con il resto dei personaggi principali nel ristorante di Nami, festeggiando il Natale.

Esempi di Pandaman[modifica | modifica sorgente]

Influenze di manga e anime[modifica | modifica sorgente]

Tenendo a mente che Oda ha creato Pandaman per un concorso riguardante nuovi personaggi per wrestler, l'aspetto di Pandaman è basato su un tema di wrestling. Questo concetto consiste di un costume colorato a tema e a volte di una maschera. In questo caso il tema è quello di un panda. Questo tema è apparentemente condiviso con un altro personaggio di One Piece, Jesus Burgess. Le due idee assieme, di un wrestler e del tema di un panda, sono condivise con un altro personaggio, Spandam, la cui maschera, che copre il viso che ricorda un panda, ricorda a sua volta quella di un wrestler.

La persona che Pandaman continua a dire di avere visto anche se nessuno gli crede, Kaguyahime, è un personaggio di una famosa fiaba giapponese. Secondo la storia Kaguyahime sarebbe una principessa venuta dalla luna trovata in una canna di bambù da un tagliatore di canne, dopo che egli aveva reciso la canna, e che successivamente era stata adottata e cresciuta dal tagliatore e da sua moglie. Alcune parti dell'aspetto e del carattere di Pandaman possono apparire simili a parti della storia in un modo o nell'altro.

Differenze tra manga e anime[modifica | modifica sorgente]

Nel manga Pandaman appare per la prima volta nel capitolo in cui Gin si presenta al Baratie, mentre nell'anime fa la sua prima apparizione in un episodio all'inizio della saga di Shirop.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • La sua natura è simile a quella del protagonista dei libri per bambini "Dov'è Wally?".
  • Nella narrazione appare in mezzo alla folla o sullo sfondo, sempre e ovunque. Può sembrare un cittadino, un pirata, un agente del Governo Mondiale e molto altro. Le sue apparizioni non riguardano solamente lui, ma anche il suo nome. Sul Poignee Griffe del regno di Alabasta è infatti impresso il suo nome scritto in giapponese.
  • Pandaman appare anche nella prima sigla, "We Are", come una delle persone che attacca Zoro e nella quarta sigla, "Bon Voyage", mentre viene pescato da Usop.
  • Dalla sua prima apparizione è poi apparso in ogni saga, con l'eccezione della saga di Amazon Lily, dove Pandawoman ha preso il suo posto a causa delle leggi che vigono su quell'isola.

Note

Navigazione[modifica | modifica sorgente]

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.