FANDOM


I Pirati Barto club sono una ciurma capitanata da Bartolomeo e costituiscono la seconda divisione della Grande flotta di Cappello di paglia.

Jolly Roger

Il Jolly Roger della ciurma è costituito da un teschio stilizzato con gli stessi capelli di Bartolomeo. Sotto di esso ci sono due linee che si incrociano: si tratta di un'allusione alle classiche ossa incrociate presenti sulle bandiere pirata, ma anche al potere di Bartolomeo, che si attiva incrociando le dita.

Forza

Si tratta di una ciurma molto forte, visto che ha saputo raggiungere il Nuovo Mondo e che il capitano ha sulla sua testa una taglia molto alta. La ciurma vanta cinquantasei membri che in passato sono stati gangster ed il capitano, Bartolomeo, è diventato un super novellino circa un anno dopo la guerra per la supremazia‎.

Nonostante la sua forza, l'equipaggio è molto inesperto sulle tecniche di navigazione dato che non ha un navigatore, inoltre tutti i membri soffrono il mal di mare.

Relazioni

Nonna

Nei momenti di difficoltà, i membri della ciurma chiedono consiglio a un'anziana donna che chiamano "nonna" attraverso chiamate tramite lumacofono. Lei non ha legami di sangue con loro, ma ha un negozio di dolci nel quale i pirati, quand'erano bambini, frequentavano sempre. Ancora oggi lei è il loro sostegno morale, aiutandoli da anni nelle loro avventure, anche se la maggior parte delle volte, però, non è particolarmente d'aiuto.[1]

Membri

Pirati Barto club

Storia

Salto temporale

Bartolomeo decide di diventare un pirata ispirato da Rufy, portando con sé i migliori teppisti della sua gang.[1] Un anno dopo la guerra per la supremazia, riesce ad affermarsi come super novellino e a guadagnarsi una pessima reputazione nel Nuovo Mondo.

Saga di Dressrosa

Bartolomeo e Gambia si iscrivono al torneo indetto da Do Flamingo per conquistare il frutto Foco Foco. Gambia viene sconfitto prima ancora di salire sul ring dal viceammiraglio Maynard, il quale a sua volta viene battuto da Bartolomeo.

Durante il blocco B, Bartolomeo ignora gli altri combattenti e resta in disparte finché non viene attaccato da Hack. Bartolomeo si sbarazza in breve tempo dell'uomo-pesce ricorrendo al proprio frutto del diavolo e successivamente si scontra con Bellamy, riuscendo a metterlo in difficoltà allo stesso modo. Quando Elizabello II sfodera il suo colpo più potente, l'unico a non cadere dal ring è proprio Bartolomeo grazie all'uso del frutto, che poi sconfigge l'avversario, venendo proclamato vincitore.

Bartolomeo sconfigge Gladius

Bartolomeo sconfigge Gladius.

Tornato nei sotterranei, scopre che Lucy è in realtà Monkey D. Rufy e che Cavendish vuole ucciderlo, per cui parla con quest'ultimo e prova a dissuaderlo dal provarci. In seguito si imbatte nello scontro tra Dellinger e Bellamy ed interviene in difesa di quest'ultimo. Più tardi Bartolomeo partecipa alla finale obbedendo agli ordini di Sabo, facendo da guardia del corpo a Rebecca per proteggerla dagli attacchi di Diamante.

Quando Do Flamingo avvia il suo gioco mortale rinchiudendo tutta l'isola in una gabbia, Bartolomeo raggiunge la cima del vecchio altopiano reale. Da lì decide di accompagnare Robin e Rebecca al quarto livello del nuovo altopiano reale per consegnare a Law le chiavi delle sue manette di agalmatolite. Lui e Robin però vengono intercettati da Gladius mentre cercano di raggiungere la meta e così precipitano al terzo livello. Bartolomeo inizia a combattere contro Gladius insieme a Cavendish per coprire la scalata di Robin, finché non assiste alla trasformazione di Cavendish in Cavallo Bianco e alla sconfitta di Dellinger. Subito dopo difende Robin dall'attacco di Gladius lasciandosi trafiggere da centinaia di aghi avvelenati, ma riuscendo poi a sconfiggere l'ufficiale dei Pirati di Don Quijote.

Tre giorni dopo la sconfitta di Do Flamingo, i Pirati Barto club diventano uno dei sette gruppi a fondare la Grande flotta di Cappello di paglia. Prendono un pezzo di Vivre Card per potere accorrere in suo aiuto in caso di bisogno, dopodiché si offrono di accompagnarli a Zo.

Saga di Zo

I Pirati Barto club accompagnano i Pirati di Cappello di paglia, Law e i samurai fino a Zo, per poi lasciarli lì e proseguire il loro viaggio.

La vita della Grande flotta di Cappello di paglia

I Pirati Barto club continuano le loro scorribande per il Nuovo Mondo e sbarcano su un'isola, dove Bartolomeo sconfigge un criminale ed inizia a vendere gadget della ciurma di Cappello di paglia. Scoprono poi che tale isola è protetta da Shanks, ma non si preoccupano, tanto da bruciarne il vessillo.

Saga del Reverie

Bartolomeo, entusiasta, viene intervistato dopo che le ultime notizie sulle recenti imprese di Rufy hanno accostato il nome di quest'ultimo a quelli dei quattro imperatori.

Nave

Lente Per maggiori informazioni, vedere Going grande Rufy

La nave dei Pirati Barto club è la Going grande Rufy. La sua polena ha l'aspetto di Rufy con le braccia tese all'indietro. La poppa è costituita dalla testa di Chopper con addosso il suo cappello e con le corna che spuntano ai lati. Una testa di una pecora che assomiglia a quella della Going Merry si trova alla base dell'albero maestro. Dietro di esso ci sono alcuni alberi di mandarino come quelli di Nami.

Differenze tra manga e anime

Nave

Nave Pirati Barto Club

La nave nell'anime.

Nell'anime viene mostrata una nave in un flashback di Bartolomeo con un aspetto diverso dalla Going grande Rufy. Essa presenta due varianti del Jolly Roger, uno sulla vela principale dove il cranio è bianco ed un altro sulla bandiera in cui è rosso.

Curiosità

  • Tutti i membri della ciurma sono ammiratori sfegatati di Monkey D. Rufy.

Note

  1. 1,0 1,1 SBS del volume 81.

Navigazione

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.