Riku Dold III è il sovrano di Dressrosa.

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Nonostante sia anziano Dold è un uomo ben piazzato e molto muscoloso. Ha barba, baffi e spesse sopracciglia bianche, un anello di capelli intorno alla parte posteriore della testa e un unico grande ciuffo di capelli sopra la fronte. Ha anche una cicatrice che va da sopra il sopracciglio sinistro fino alla parte superiore della testa provocatogli da Kyros quando quest'ultimo era ragazzo.

Quando veste i panni di Ricky indossa un mantello blu con un teschio bianco sul retro e un elmo di metallo grigio che copre tutta la faccia tranne gli occhi e dispone di una guardia prominente.

A cinquant'anni, Dold III aveva una parte dei capelli e della barba nera e parte biondo sbiadito.

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Carattere[modifica | modifica sorgente]

Dold è molto orgoglioso e non accetta che qualcuno gli curi le ferite dopo essere stato sconfitto.

Anche se il pubblico insulta il suo nome, i guerrieri inviati dai regni del Nuovo Mondo per combattere nel colosseo delle corride mostrano tutti quanti una grande ammirazione e rispetto per lui in quanto come re di Dressrosa ha governato in modo pacifico e prospero. Chi lo conosce lo vede come un uomo nobile e forte. Quando era re ha messo il benessere dei cittadini di Dressrosa e dei paesi che avevano bisogno di aiuto in primo piano. Desiderava la pace e per questo ha accettato di pagare il riscatto di Do Flamingo invece che dichiarargli guerra. Dold è un uomo umile, che si è inchinato davanti ai cittadini supplicandoli di prestargli i soldi del riscatto.

Avendo percepito il suo fallimento nel tentativo di salvare il suo regno da Do Flamingo, Dold non si considera più un re e preferisce che anche gli altri non lo vedano come tale, difatti durante un dialogo con Pica ha affermato di non volere più salire sul trono, anche se alla fine si fa convincere dalla popolazione e da Elizabello II a tornare sul trono dopo la sconfitta di Do Flamingo. Riku Dold III sostiene che piuttosto che macchiarsi le mani di sangue attraverso la potenza militare del suo paese preferirebbe morire.

Relazioni[modifica | modifica sorgente]

Famiglia Riku[modifica | modifica sorgente]

Lente.png Per maggiori informazioni, vedere famiglia Riku

Dold III è il padre di Scarlet e Viola, oltre ad essere il nonno di Rebecca.

Anche se Kyros era conosciuto come un assassino spietato, Dold III gli ha mostrato misericordia anche dopo che l'ha attaccato durante il loro primo incontro.

Dold diventò suo suocero quando Kyros sposò sua figlia Scarlet. Il sovrano approvò la loro unione e andava a visitare la loro famiglia di tanto in tanto.

Dressrosa[modifica | modifica sorgente]

Prima della sua detronizzazione, Dold III era un re gentile e benevolo con il suo popolo e per questo era ammirato da loro. Aveva sempre messo le persone prima di lui e per questo gli erano grati dato che per ottocento anni Dressrosa non era mai stata coinvolta in una guerra. Tuttavia dopo che Do Flamingo lo controllò e lo spinse ad attaccare ed uccidere la sua gente, finì per essere odiato insieme alla sua famiglia. I cittadini a quel punto non esitarono a sparlare di sua nipote Rebecca desiderando che tutti i membri della famiglia Riku morissero a causa del loro "sangue sporco". Dold III da parte sua è estremamente dispiaciuto per quello che è successo, e si sente indegno di essere un re esprimendo il suo odio per Do Flamingo.

Tuttavia, durante il gioco organizzato da quest'ultimo, i cittadini realizzano che Dold era innocente proprio come loro e che non poteva ribellarsi e si sentono in colpa per aver dubitato di lui. Ciò però non gli ha impedito di provare a prendere la taglia che Do Flamingo ha messo sulla sua testa, anche se si sono pentiti poco dopo. Dopo la sconfitta del pirata, la popolazione riesce a convincere Riku Dold III a tornare sul trono di Dressrosa ammettendo di volere solamente la pace che lui aveva concesso loro.

Elizabello II[modifica | modifica sorgente]

Si conoscono da molto tempo e vanno molto d'accordo. Dopo la sconfitta di Do Flamingo, Elizabello II convince Riku Dold III a tornare sul trono di Dressrosa.

Donquijote Do Flamingo[modifica | modifica sorgente]

Dold III odia profondamente Do Flamingo in quanto non solo l'ha detronizzato privandolo del trono con un inganno, ma ha fatto anche passare lui e l'intera famiglia Riku per dei traditori dopo avere preso controllo del suo corpo e averlo costretto ad attaccare i suoi sudditi.

Forza e abilità[modifica | modifica sorgente]

Riku da dimostrazione della sua forza sconfiggendo alcuni dei suoi sudditi.

In qualità di sovrano di Dressrosa, Dold ha autorità in tutto il regno e sull'esercito reale.

Capacità fisiche[modifica | modifica sorgente]

Dold è stato addestrato nel combattimento da Kyros stesso ed è anche stato l'unico gladiatore a riuscire a ferirlo nelle sue tremila battaglie, anche se Kyros l'aveva riconosciuto e di conseguenza si era trattenuto. Durante i combattimenti del blocco B della corrida, dimostra di sapersi muovere molto velocemente. Nonostante sostenga di essersi indebolito a causa dell'età, ha dimostrato grande resistenza e recupero, essendo stato in grado di rialzarsi e di camminare poco dopo la sua sconfitta nel blocco.

Armi[modifica | modifica sorgente]

Ha brandito una spada ed ha dimostrato di saperla utilizzare con una certa abilità.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Passato[modifica | modifica sorgente]

Riku Dold III diventò il sovrano di Dressrosa per linea di sangue. Sotto il suo dominio il Paese, anche se non ricco, visse in tranquillità senza avere visto una guerra per anni.

Ventisette anni prima dell'inizio della narrazione, Kyros uccise due persone, colpevoli di avere assassinato il suo migliore amico. Mentre le guardie erano intenzionate ad ucciderlo, il re propose al ragazzo di combattere nel colosseo delle corride di Acacia. Una volta raggiunto un sufficiente numero di vittorie sarebbe stato libero. In seguito Dold venne anche addestrato da Kyros.

Dold viene sconfitto da Kyros.

Nove anni dopo, Dold III combatté Kyros sotto l'identità di Ricky nella sua battaglia numero tremila. Anche se Dold fu l'unico gladiatore a riuscire a ferirlo, perse la battaglia e subito dopo lo incoraggiò a lasciare il colosseo delle corride, facendolo diventare il comandante dell'esercito di Dressrosa. Dopo che Scarlet si innamorò di Kyros, il re riconobbe la loro unione anche se sapeva che il popolo avrebbe avuto un parere diverso. I due andarono a vivere insieme al campo di girasoli e Dold e Viola facevano loro visita di tanto in tanto.

Riku Dold III viene controllato da Do Flamingo.

Una notte, Do Flamingo si presentò nella camera di Dold III; egli lo riconobbe come un discendente della famiglia Donquijote, ricordandosi anche delle sue gesta e di ciò che aveva fatto per diventare un membro della Flotta dei sette. Do Flamingo gli chiese dieci miliardi di Berry entro la prossima notte per convincerlo a lasciare il paese. Dold, nel panico in un primo momento, decise di chiedere ai suoi soldati di raccogliere tutti i soldi dei cittadini senza informarli della situazione, come richiesto dal pirata, sapendo che non c'era altro modo per evitare una guerra.

Appena il denaro venne raccolto, Do Flamingo, da dietro le quinte, usò il suo potere per controllare Riku e l'esercito di Dressrosa, spingendoli ad attaccare civili innocenti e a diffondere il panico nel regno. Non appena Dold III perse credibilità e la fiducia dei cittadini di Dressrosa, Do Flamingo rovesciò la famiglia Riku facendosi passare per un eroe, diventando il sovrano del paese. Kyros si recò a palazzo per salvarlo, ma venne catturato e nel tentativo di liberarsi ed attaccare Do Flamingo venne trasformato in un giocattolo da Sugar. Ciononostante riuscì comunque a scappare con Dold III e quest'ultimo, ormai odiato da tutto il regno, si vide costretto a nascondersi. In cambio della salvezza del padre, Viola diventò un membro della ciurma di Do Flamingo.

Saga di Dressrosa[modifica | modifica sorgente]

Blue Gilly sconfigge Ricky.

La notizia delle dimissioni di Do Flamingo da membro della Flotta dei sette spinge Dold a partecipare al torneo per vincere il Foco Foco per riprendere il controllo di Dressrosa. Per questo si iscrive alla corrida sotto l'identità di Ricky e viene collocato nel blocco B.

Dopo avere sconfitto vari gladiatori ,Dold viene messo fuori combattimento da un calcio di Blue Gilly. Quando Elizabello II scaglia il suo devastante pugno, Dold III cerca di evitarlo, ma non ci riesce e subisce il colpo. Durante il blocco C, Ricky si rifiuta di farsi curare le ferite nonostante le insistenze dei medici e cerca di allontanarsi dal colosseo delle corride.

I gladiatori e i giocattoli rotti si dimostrano fedeli a Dold.

Nonostante abbia cercato di andarsene dall'arena, viene alla fine ripreso e gettato in una buca sotterranea insieme agli altri gladiatori eliminati dal torneo. Qui Tank Lepanto riconosce Ricky come l'ex sovrano di Dressrosa e lui conferma di esserlo davvero. Tutti gli altri combattenti nella buca rimangono sorpresi e Lepanto versa lacrime di gioia per ciò. Elizabello II, anche lui felice di vedere Dold, lo abbraccia con gioia in quanto ha aiutato in passato Prodence; anche gli ex soldati di Dressrosa e alcuni dei giocattoli rotti gli mostrano la loro fedeltà inchinandosi davanti all'ex re.

Mentre gli altri gladiatori sconfitti vengono trasformati in giocattoli, Riku Dold III viene condotto a palazzo da Do Flamingo. Quando la maledizione di Sugar si spezza, tutti i giocattoli tornano alle loro forme originali e i ricordi perduti vengono ripristinati, così Dold riacquista la memoria di Kyros e scoppia in lacrime mentre quest'ultimo decapita Do Flamingo. Dopo essere stato liberato da Kyros, Dold rimane sorpreso di vedere Do Flamingo ancora vivo, scoprendo che quello decapitato non era altro che una copia. Il pirata poi attenta alla vita di Kyros, colpisce Rufy con un pugno ricoperto di Ambizione dell'armatura e informa Dold che ha intenzione di scatenare una tragedia più grande di quella orchestrata dieci anni prima. Dopodiché ordina a Pica di gettare Dold, Rufy, Kyros, Law e Viola fuori da palazzo e crea la sua "gabbia per uccelli" intrappolando tutti nel regno.

Do Flamingo poi avvia un gioco di sopravvivenza e mostra una lista di dodici persone su cui ha messo una taglia e tra cui è presente anche Riku Dold III. In seguito raggiunge l'altopiano dove si trovava il palazzo reale. Successivamente il gruppo viene raggiunto da Kin'emon e Kanjuro che si portano dietro i cittadini che vogliono catturare Usop e Riku Dold III. Dopo che Usop ha escogitato un piano per far svenire Sugar, chiede a tutti coloro che sono lì di tenere impegnati i cittadini, permettendo così ad Usop di colpire Sugar a distanza facendola svenire. Subito dopo i cittadini si pentono di aver tentato di catturare Dold e gli chiedono aiuto, ma lui, con l'appoggio dell'ammiraglio Fujitora, dice loro di fidarsi di Rufy.

Dopo la sconfitta di Diamante, Dold decide di scendere in città per aiutare la popolazione, ma viene fermato da Pica trasformato in una statua di pietra che intende assassinarlo. Pica deride Dold per non avere protetto il suo paese, anche se l'ex sovrano sostiene che piuttosto che fare affrontare al suo popolo una guerra preferirebbe morire. Alla fine Zoro intercetta Pica e riesce a sconfiggerlo prima che possa far del male a Riku Dold III mentre Elizabello II distrugge ciò che rimane della statua di pietra.

Fujitora chiede pubblicamente scusa a Riku Dold III.

A pericolo scampato, Riku Dold III scende in città insieme a Tank Lepanto ed alcuni cittadini di Dressrosa per aiutare la popolazione, così quando sente che molti vorrebbero rassegnarsi e lasciarsi uccidere Riku parla ai cittadini chiedendo loro di fare di tutto per sopravvivere il tempo sufficiente affinché Rufy sconfigga Do Flamingo. Poco dopo, insieme a Tank Lepanto, dà una mano ai cittadini nel tentativo di bloccare la "gabbia per uccelli". A seguito della sconfitta di Do Flamingo ad opera di Rufy la gabbia si dissolve e Riku Dold III festeggia insieme agli altri.

A quel punto la popolazione chiede a Riku Dold III di tornare sul trono di Dressrosa. Anche Elizabello II cerca di convincerlo, rivelandogli di avere già informato tutti i sovrani dei paesi vicini che lui sarebbe ritornato ad essere re, sentendoli tutti felici della notizia. Dold allora accetta. All'improvviso Fujitora lo raggiunge e gli chiede pubblicamente scusa a nome del Governo Mondiale per quanto accaduto negli ultimi dieci anni, inginocchiandosi di fronte a lui con un plotone di marine. Subito dopo il sovrano chiede a Tank Lepanto di condurre coloro che non hanno una dimora nella reggia.

Tre giorni dopo Gats annuncia ufficialmente il ritorno di Riku Dold III sul trono di Dressrosa e il sovrano rivela a Elizabello II di volere designare Rebecca come sua successore. Tuttavia Viola avvisa il padre che Rebecca, "rapita" da Rufy, ha deciso di rinunciare al trono per vivere insieme a Kyros.

Riku Dold III poi rimane sorpreso nel vedere Fujitora sollevare in aria con i suoi poteri le macerie di Dressrosa. Quando però i Pirati di Cappello di paglia ed i suoi alleati riescono a fuggire dall'isola, si tranquillizza e Tank Lepanto gli ricorda che il Reverie è vicino.

La vita della Grande flotta di Cappello di paglia[modifica | modifica sorgente]

Il re affida a Leo, Kab e Bian l'incarico di fare da guardie al Reverie.

Saga di Zo[modifica | modifica sorgente]

Giorni dopo, in vista del Reverie, Riku Dold III si organizza per partire verso Marijoa insieme alla sua famiglia ed Elizabello II gli propone di andarci insieme.

Saga del Reverie[modifica | modifica sorgente]

Durante il viaggio verso Marijoa, mentre sta giocando scacchi con Elizabello II, Rebecca lo rende partecipe delle ultime notizie su Rufy, esultando insieme ai nani.

Una ciurma pirata attacca le navi dei regni di Dressrosa e Prodence, che sono senza scorta, ma viene fermata da Kobi ed Hermeppo. Salito a bordo, Kobi afferma che i marine accompagneranno le navi dei due regni fino a destinazione.

A Marijoa ha un colloquio privato con Nefertari Cobra e Issho. Successivamente, i reali si riuniscono e danno inizio al Reverie, il cui discorso di apertura quest'anno viene tenuto dal re di Ballywood, Ham Burger. Tra i vari argomenti trattati al Reverie, i re di Dressrosa e Alabasta riportano i problemi avuti con la Flotta dei sette, di cui poi viene deciso lo scioglimento.

Differenze tra manga e anime[modifica | modifica sorgente]

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Mentre nel manga, quando veste i panni di Ricky, la sua armatura è dorata e il suo mantello è nero, nell'anime l'armatura è di colore argento e il mantello è blu.

Passato[modifica | modifica sorgente]

Viene mostrato il combattimento tra lui e Kyros, che riuscì a ferire poiché quest'ultimo fu sconvolto nel riconoscere che il suo avversario era il re.

La conversazione tra re Riku e Do Flamingo è allungata e quest'ultimo suggerì al sovrano di chiedere i soldi del riscatto alla popolazione. Viene anche mostrato il momento in cui il pirata prese il controllo del re.

Saga di Dressrosa[modifica | modifica sorgente]

Schiva alcuni attacchi di Blue Gilly prima di essere sconfitto da quest'ultimo.

Mentre si trova sul vecchio altopiano reale, Dold III pensa che Rufy ha dato una speranza che prima era impensabile.

Alcuni pirati attaccano poi i cittadini di Dressrosa che avevano catturato lui e il gruppo di Usop. Riku Dold III si libera e assieme a Tank Lepanto e Hack li respinge.

Nel manga lui, Tank Lepanto e Viola ripensano alla morte di Scarlet dopo la sconfitta di Diamante, mentre nell'anime lo fanno prima.[3] Vede poi gli abitanti di Dressrosa circondarlo spingendo Pica a interrompere il suo primo attacco.[4]

Dold è vicino a Viola quando parla della sconfitta di Law, mentre nel manga è già sceso dall'altopiano.[5]

Tre giorni dopo, Viola lo informa riguardo a ciò che sta succedendo al porto orientale.[6] Dopo che ha letto la notizia dell'imminente Reverie, sua figlia gli comunica che Rebecca e Kyros verranno al palazzo reale per il pranzo.[7]

Saga del Reverie[modifica | modifica sorgente]

Viene esteso il momento in cui Rebecca gli mostra il giornale.

Note

Navigazione[modifica | modifica sorgente]

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.