Satori è un nativo di Bilca, che in passato era uno dei quattro sacerdoti di Ener.

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Satori è un uomo molto grasso di media statura. Ha dei lunghi capelli rossi, grandi occhiali con le lenti gialle e la montatura bianca che coprono completamente i suoi occhi e una bombetta gialla. Come tutti gli abitanti di Bilca, è dotato di un paio d'ali che puntano verso il basso. Il suo corpo ha la forma di una sfera e il suo vestito bianco ha sul davanti una specie di catena dorata.

Relazioni[modifica | modifica sorgente]

Famiglia[modifica | modifica sorgente]

Satori ha due gemelli,[2] di nome Hotori e Kotori, con cui è in buoni rapporti.

Sacerdoti di Ener[modifica | modifica sorgente]

Non è in buoni rapporti con Shura, Ohm e Gedatsu, perché tra i quattro c'è una sorta di competizione che consiste nel riuscire ad uccidere per primi i criminali. I sacerdoti combattono spesso tra loro per stabilire chi sia il più forte.

Forza e abilità[modifica | modifica sorgente]

A detta di Pagaya, la forza di Satori va al di là dell'immaginazione.[3] Lo stesso Rufy ha elogiato le capacità del sacerdote, considerandolo un forte avversario.[4] L'area della sua prova della sfera ha una probabilità di sopravvivenza del 10%, risultando essere così la terza per ordine di difficoltà.

In combattimento, è riuscito a confrontarsi alla pari contro Rufy, Sanji ed Usop contemporaneamente, avendo infine la peggio.

Capacità fisiche[modifica | modifica sorgente]

Satori ha dimostrato di riuscire ad utilizzare un Impact Dial senza sforzo e senza subire alcun danno.

Mantra[modifica | modifica sorgente]

Satori sa utilizzare l'Ambizione della percezione, nota a Skypiea come Mantra.

Armi[modifica | modifica sorgente]

Una "sfera a sorpresa" da cui escono delle lance e una da cui esce un granchio gigante.

Come parte integrante della prova della sfera, Satori usa quelle che lui chiama "sfere a sorpresa", ovvero enormi nuvole a forma di sfera che scaglia contro i suoi avversari. Queste sfere si attivano quando vengono toccate e hanno vari effetti, tra cui esplosioni, fuoriuscite di lame o conseguenze innocue come lo spuntare di un fiore.

Uno dei suoi attacchi più potenti consiste nell'uso di un drago fatto di sfere esplosive, che lui controlla con un filo come se fosse un aquilone. Al contatto con l'avversario, tutte le sfere si attivano provocando una reazione a catena e un'esplosione enorme.

Satori usa anche un Impact Dial nascosto sotto il guanto destro, in grado di assorbire la potenza di un attacco e di rilasciarlo successivamente.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Passato[modifica | modifica sorgente]

Ener e i suoi seguaci conquistano Skypiea.

Sei anni prima dell'inizio della narrazione, Ener, dopo avere distrutto Bilca, raggiunse Skypiea portando con sé Satori e gli altri suoi subordinati. Giunti lì, Ener divenne il nuovo dio usurpando il trono a Gan Forr e instaurò un regime di terrore in tutta l'isola. Satori, assieme agli altri sacerdoti, iniziò a presiedere una delle prove che dovevano essere affrontate da qualunque intruso dell'Upper Yard, divenuta terra esclusiva di Ener.

Saga di Skypiea[modifica | modifica sorgente]

Satori e gli altri sacerdoti inseguono un intruso nell'Upper Yard. I quattro si preparano a finire il malcapitato, ma vengono anticipati dal giudizio divino di Ener e di conseguenza ritornano nell'entroterra.

Satori usa un Impact Dial contro Sanji.

Quando Usop, Rufy e Sanji scelgono di affrontare la prova della sfera, Satori li accoglie e con il suo atteggiamento amichevole viene inizialmente sottovalutato da Rufy e Sanji. I loro attacchi vanno a vuoto grazie all'abilità nel mantra di Satori, il quale a sua volta li fa cadere dalla loro nave utilizzando un Impact Dial. A quel punto rivela in cosa consiste la sua prova: i tre dovranno riuscire a risalire sulla barca prima che esca dalla foresta, altrimenti vi resteranno intrappolati per sempre.

Il drago fatto con le sfere a sorpresa.

Mentre Sanji e Usop cercano di localizzare la barca, Rufy viene sopraffatto da Satori, e tutti e tre vengono colpiti più volte dall'Impact Dial. Il sacerdote poi sfodera un drago realizzato con sfere esplosive ed attacca Cappello di paglia; quando il pirata si accorge del filo con cui il sacerdote muove l'arma, lo rompe e scaglia le sfere esplosive contro il nemico, facendogli perdere temporaneamente l'uso del mantra e approfittandone per arrivargli alle spalle. Rufy immobilizza Satori con il suo corpo e permette a Sanji di sconfiggerlo, perché pur potendo di nuovo prevedere le mosse del cuoco non può più evitarle.

Dopo la caduta di Ener, gli Shandia condannano i sacerdoti sconfitti alla pena della nuvola vagante.[5]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Satori (悟り) è un termine buddhista che letteralmente significa "comprensione". È anche il nome di un personaggio del folklore giapponese che riesce a leggere i pensieri delle persone.
  • Satori non possiede le corna e le lunghe orecchie che i suoi fratelli hanno, anche se è possibile che i suoi capelli lunghi semplicemente li coprano.

Note

  1. One Piece Blue Deep: Characters World, pag. 67.
  2. 2,0 2,1 2,2 2,3 One Piece Vivre Card.
  3. Vol. 26capitolo 243 ed episodio 157, Pagaya commenta la potenza dei quattro sacerdoti.
  4. Vol. 26capitolo 246 ed episodio 160, Rufy lo afferma.
  5. Vol. 32capitolo 300 ed episodio 193, la popolazione menziona il destino dei sacerdoti.

Navigazione[modifica | modifica sorgente]

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.