One Piece Wiki Italia
Advertisement
One Piece Wiki Italia

Shimotsuki Ryuma[3] era un leggendario samurai del Paese di Wa. Dopo la sua morte, venne trasformato in general zombie da Hogback e Gekko Moria inserì nel suo corpo l'ombra di Brook.

Aspetto[]

Ryuma in vita.

Quando era in vita aveva la pelle leggermente abbronzata e i capelli neri raccolti nel classico codino da samurai, una caratteristica che mantiene anche da morto, benché i suoi capelli siano diventati bianchi; aveva due vistose cicatrici, una sull'occhio sinistro, dal quale era cieco,[4] e una sulla guancia destra. Era inoltre un uomo molto alto, poco più basso di Brook.

Mentre era un general zombie, aveva numerose bende sul viso e non aveva né gli occhi né il naso. Indossava un kimono con decorazioni molto elaborate, una fascia blu attorno alla vita e una sciarpa blu attorno al collo che gli copriva la bocca.

Carattere[]

Essendo uno zombie animato dal frutto Shadow Shadow, Ryuma possedeva molte delle caratteristiche comportamentali dell'ombra inserita dentro di lui, ovvero quella di Brook. Ad esempio rideva nello stesso modo, beveva il tè e aveva una natura perversa nei confronti delle donne.[5]

Nonostante questo, esistevano anche delle differenze tra i due: Ryuma adorava infatti il combattimento e da questo derivava anche il suo interesse per i guerrieri più forti, come Zoro.[6] Ha inoltre dimostrato di provare vergogna per l'umiliazione ricevuta in seguito alla sua sconfitta per mano di quest'ultimo.[7]

Relazioni[]

Famiglia Shimotsuki[]

Lente.png Per maggiori informazioni, vedere famiglia Shimotsuki

Era un membro della famiglia Shimotsuki.

Forza e abilità[]

Ryuma era uno spadaccino leggendario, capace di concludere la maggior parte dei suoi scontri con un singolo attacco della sua spada.[8] Ha inoltre avuto la forza sufficiente per sconfiggere ogni pirata e nobile che intendesse conquistare i tesori del Paese di Wa. Dopo la sua morte, venne definito come un dio della spada e furono tramandate alle generazioni future una serie di leggende sul suo conto, tra cui quella secondo la quale avrebbe tagliato in due un drago apparso dal cielo.[8]

Scherma[]

Poiché era animato dall'ombra di Brook, Ryuma era in grado di eseguire tutte le sue stesse mosse. Tuttavia, visto che possedeva un corpo molto più forte fisicamente, gli effetti delle tecniche sono molto amplificati. Il divario tra i due era così elevato che Ryuma poteva sconfiggere lo scheletro usando solo una frazione della sua forza.[9] La sua grande potenza gli permetteva di effettuare stoccate volanti, di tagliare a metà un intero edificio e di distruggere una spada colpendo una lama nello stesso punto in pochi tentativi.

Armi[]

Lente.png Per maggiori informazioni, vedere Shusui

Ryuma era in possesso della Shusui, una spada dalla lama nera considerata di pregevole fattura. Al momento della sua morte venne sepolta con lui; allo stesso modo, quando Moria profanò la sua tomba, prese anche la spada.

Dopo essere stato sconfitto, Ryuma lascia la Shusui a Zoro.[7]

Storia[]

Passato[]

Ryuma uccide il drago.

Ryuma nacque a Ringo circa quattrocento anni fa[10] e, una volta cresciuto, divenne un samurai.[1] All'epoca, in cui l'isola era conosciuta come il Paese d'oro, dimostrò la sua grande abilità sconfiggendo tutti i pirati e i nobili che volevano appropriarsi delle ricchezze della sua terra.[8]

Si racconta che abbia ucciso un drago e tale leggenda venne tramandata di generazione in generazione nel Paese di Wa, tanto che Ryuma fu considerato un eroe nazionale. Morì poi a causa di una malattia.[11]

Ventuno anni prima dell'inizio della narrazione, Gekko Moria profanò la sua tomba durante l'attacco ai Pirati delle cento bestie e rubò il suo cadavere e la sua spada per farne uno zombie.

Cinque anni prima dell'inizio della narrazione, Brook si imbatté in Thriller Bark. Venne così catturato e la sua ombra, rubata da Gekko Moria, fu usata per trasformare il cadavere di Ryuma in uno zombie.

Qualche giorno dopo, Ryuma incontrò Brook nel cimitero dell'isola e i due si affrontarono. Il samurai gli ruppe parte del cranio e gli disse di arrendersi perché non sarebbe comunque riuscito a batterlo. Affermò inoltre che magari tagliandogli la sua pettinatura afro avrebbe potuto muoversi più velocemente, ma lo scheletro lo supplicò di non farlo, aggiungendo che dovrebbe capire l'importanza che hanno per lui i suoi capelli dato che è animato dalla sua ombra. Ryuma però rispose che i suoi unici padroni erano Gekko Moria e Absalom. Il samurai lo attaccò poi di nuovo dicendogli che era solo uno sciocco e Brook cercò di difendersi, finché Ryuma non gli trafisse un'orbita. L'avversario lo supplicò così di lasciarlo andare, promettendo che avrebbe lasciato l'isola. Il samurai quindi gli rispose di sparire dalla sua vista, aggiungendo che ad ogni modo, se lo scheletro morisse, sarebbe stato nei guai anche lui.[9]

Saga di Thriller Bark[]

Mentre è di ronda, gli zombie nei quadri di un corridoio della magione lo informano che alcuni individui stanno vagando nell'edificio. Lui risponde che non è un problema e che li catturerà personalmente.

Raggiunge così Usop, Nami e Chopper mentre sono intenti a spiare nel laboratorio di Hogback. Li saluta e dice che se sono interessati a vedere l'interno dovrebbero entrarci. Li spinge dunque dentro abbattendo il portone.

Quando il chirurgo dà il compito a lui e Victoria Cindry di sbarazzarsi dei pirati, entra nella stanza e sottolinea di avere notato solo ora la bellezza di Nami, chiedendole di potere vedere le sue mutandine. Sfodera poi la spada e li attacca. Chiede poi a Cindry di aprire la porta del corridoio, dicendole che gradirebbe il suo spuntino di mezzanotte. Quando i suoi avversari si accorgono di essere stati colpiti, ripone la spada nel fodero.

Più tardi, mentre si sta rilassando bevendo del tè seduto nel laboratorio, sente arrivare Brook così ride e gli dice che come immaginava non riesce a darsi per vinto. Lo scheletro conferma, così Ryuma gli rivela il suo nome dato che esso fa tremare chiunque lo senta. Brook però gli ordina di fare silenzio dicendogli che è solo la sua ombra. Lo zombie afferma però che la forza dei loro corpi è differente. Lo scheletro gli risponde che è giunto il momento che la sua ombra torni da lui. Ryuma sfodera la spada e rivela all'avversario che l'esito sarà uguale all'ultima volta, ma lui risponde che non sarà così.

Ryuma affronta Brook.

Lo scontro ha poi inizio e lo scheletro afferma di essere diventato più forte in quei cinque anni. Ryuma risponde che lo stesso vale anche per lui, in fondo il loro modo di pensare è identico, e con un affondo lo trafigge all'addome. Il samurai gli dice poi che ha capito che tiene ancora molto alla sua capigliatura, ma che non sarà in grado di proteggere tanto a lungo un punto così debole. Brook gli urla di tacere e il duello ricomincia, ma poco dopo Ryuma lo surclassa, facendolo prima cadere a terra e poi trafiggergli nuovamente l'addome.

Intenzionato ad umiliare e a ferire anche nell'orgoglio l'avversario, Ryuma afferra l'afro di Brook per tagliarglielo, ma in quel momento l'intera isola trema per colpa delle scorribande di Odr, così il samurai perde la presa. Prima che possa riprendere da dove è stato interrotto, Franky fa irruzione nella stanza e si precipita a soccorrere lo scheletro. Pochi istanti dopo arriva anche Zoro, che blocca l'attacco di Ryuma e lo sfida.

I due contendenti mostrano subito la loro potenza, ad un livello molto superiore di quella di Brook. Entrambi effettuano delle stoccate volanti che distruggono i muri e per questo il tetto del laboratorio ben presto si abbassa di parecchio, pur restando in piedi. Ognuno dei due raggiunge le macerie del tetto e il loro scontro prosegue.

Ryuma viene sconfitto da Zoro.

Ryuma, nel tentativo di colpire Zoro, fa a pezzi anche quello. Quest'ultimo però evita il colpo e usa la parte del tetto inclinata per saltare in alto ed attaccare lo zombie. Ryuma salta verso il pirata per intercettare il suo attacco, ma viene tagliato all'altezza dell'addome. Dalla ferita cominciano ad uscire fiamme; Ryuma atterra in piedi sulle macerie del tetto, ma capisce di essere stato sconfitto.

Ryuma accetta la sconfitta e cede la spada a Zoro, convinto che l'anima che è contenuta in essa accetterà di servire colui che ha sconfitto il suo precedente proprietario. Dopodiché brucia completamente e si riduce in cenere.[7]

Prototipi per One Piece[]

Ryuma appare per la prima volta in Monsters, una storia contenuta nella raccolta Wanted!. Oda ha confermato che si tratta dello stesso personaggio.[11]

Curiosità[]

  • Il suo kimono ha il kanji "drago" (, Ryū?) sulle maniche, molto probabilmente in riferimento al drago che ha ucciso quando era in vita.
  • Lo zombie di Ryuma è l'unico che viene sconfitto senza essere purificato con il sale o senza essere liberato da Moria stesso. Al contrario, prende fuoco dopo un attacco di Zoro.[7]

Note

  1. 1,0 1,1 1,2 1,3 1,4 One Piece Vivre Card.
  2. One Piece Blue Deep: Characters World.
  3. SBS del volume 96.
  4. Vol. TBAcapitolo 1023, Kawamatsu lo rivela.
  5. Vol. 47capitolo 450 ed episodio 344, Nami nota la somiglianza fra Ryuma e Brook.
  6. Vol. 48capitolo 466 ed episodio 362, Ryuma prima di affrontarlo afferma che il suo corpo è come se volesse danzare.
  7. 7,0 7,1 7,2 7,3 Vol. 48capitolo 467 ed episodio 362, Ryuma viene sconfitto da Zoro.
  8. 8,0 8,1 8,2 Vol. 93capitolo 937 ed episodio 933, Gyukimaru lo afferma.
  9. 9,0 9,1 Vol. 47capitolo 458 ed episodio 352, Brook ricorda il suo primo incontro con Ryuma.
  10. One Piece Magazine Vol. 6.
  11. 11,0 11,1 SBS del volume 47.

Navigazione[]

Advertisement