Suleiman è un criminale di guerra di prima classe ed un membro dei Pirati splendidi.

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Suleiman è un uomo molto alto e piuttosto robusto con i capelli biondi sotto un grande cappello nero, decorato con un teschio bianco e ali dorate, che copre uno dei suoi chiari occhi, ha anche tre uccelli piumati sulla cima seguito da un pennacchio. Indossa una lunga giacca viola con un colletto a punta e un paio di medaglie militari. Porta un paio di pantaloni neri e un paio di stivali col tacco nero. Ha anche una cicatrice che attraversa il centro del suo volto.

Carattere[modifica | modifica sorgente]

Suleiman è un uomo molto patriottico. Pur essendo un criminale di guerra in esilio ha affermato che ama ancora il proprio paese continuando ad indossare la sua uniforme militare. Inoltre, a differenza della maggior parte di coloro che sono stati liberati dalla maledizione di Sugar, ha dimostrato di non essere avido non lasciandosi influenzare e diventando nemico dei Pirati di Donquijote.

Forza e abilità[modifica | modifica sorgente]

Suleiman è abbastanza sicuro di sé, al punto di partecipare al torneo del colosseo delle corride per tentare di vincere il frutto Foco Foco. Inoltre è un assassino. Ha una taglia di 67.000.000 Simbolo Berry.png sulla testa, indice della sua pericolosità.[3]

È talmente veloce che anche gli utilizzatori dell'Ambizione della percezione faticano a seguire i suoi movimenti.[3]

Armi[modifica | modifica sorgente]

Per combattere utilizza una spada; non si sa quanto sia abile nell'utilizzarla, anche se si può presumere che lo sia essendo riuscito a conquistare il suo soprannome decapitando le persone.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Passato[modifica | modifica sorgente]

Nacque nel mare meridionale[3] e, una volta cresciuto, è stato coinvolto nella battaglia navale di Diaz, dopo la quale è diventato un criminale di guerra di prima classe. Dopo essere stato esiliato dal suo paese è entrato in contatto con la malavita.[1]

Saga di Dressrosa[modifica | modifica sorgente]

Suleiman si iscrive al torneo del colosseo delle corride di Dressrosa nel tentativo di vincere il frutto Foco Foco e viene piazzato nel blocco D.

Suleiman e il resto dei combattenti del blocco D vengono sconfitti da Cavallo Bianco.

Durante il combattimento, Suleiman inizia ad affrontare Rebecca la quale riesce ad eludere i suoi attacchi. La loro lotta viene interrotta da Cavendish, il quale si addormenta e cede il posto alla sua seconda personalità, Cavallo Bianco, che inizia a colpire i combattenti del blocco D, compreso Suleiman, che cade a terra sconfitto. Subito dopo viene condotto in infermeria, dove viene gettato nella fossa sotto al porto mercantile, da dove viene ripescato per essere trasformato in un giocattolo da Sugar.

Quando quest'ultima sviene grazie ad Usop, Suleiman riprende le sue sembianze originali ed insieme agli altri ex schiavi acclama il salvatore. Dopo che Do Flamingo intrappola tutta Dressrosa nella sua gabbia per uccelli, Suleiman risale in superficie. Raggiunti Rufy, Zoro e Law, Suleiman dichiara di volere ripagare il debito verso Usop sconfiggendo Do Flamingo. A tal fine unisce le sue forze ad altri combattenti per assaltare il palazzo reale.

Dellinger trafigge al petto Suleiman.

Mentre Sabo tiene occupata la Marina, tutti i combattenti ne approfittano per sconfiggere i Pirati di Donquijote che si parano loro davanti e per scalare la parete che li separa dal palazzo reale. Arrivato al secondo livello, Suleiman si trova di fronte Dellinger e tenta di attaccarlo, ma grazie alla sua velocità, quest'ultimo riesce a sconfiggerlo trapassandolo al petto con le sue corna.

Dopo che Suleiman e gli altri gladiatori sono stati guariti dai poteri di Manshelly, attaccano tutti insieme gli uomini di Do Flamingo che stanno presidiando il nuovo altopiano reale. Suleiman poi cerca di dare una mano a bloccare la "gabbia per uccelli" sfruttando una delle barriere di Bartolomeo, ma alla fine Rufy riesce a sconfiggere Do Flamingo e a dissipare la gabbia.

Dopo tre giorni di riposo al palazzo reale, Suleiman lo abbandona per evitare di essere catturato e si predispone insieme agli altri gladiatori per combattere la Marina e permettere la fuga di Rufy ed i suoi alleati dall'isola. Tuttavia vengono raggiunti da Fujitora e, dopo avere impedito a Rufy ed a Zoro di scontrarsi con l'ammiraglio, Suleiman e gli altri raggiungono la Yonta Maria. Qui, Suleiman annuncia di volersi unire ai Pirati splendidi e la ciurma, nonostante il rifiuto di Rufy, diventa uno dei sette gruppi a fondare la Grande flotta di Cappello di paglia. Dopo di ciò, Suleiman festeggia insieme agli altri la vittoria sui Pirati di Donquijote per poi partire con la sua ciurma.

La vita della Grande flotta di Cappello di paglia[modifica | modifica sorgente]

Suleiman naviga con la sua ciurma nelle acque del Nuovo Mondo mentre sono inseguiti da due navi piene di ammiratrici di Cavendish.

Differenze tra manga e anime[modifica | modifica sorgente]

Saga di Dressrosa[modifica | modifica sorgente]

Quando vengono elencati i concorrenti della corrida, Suleiman appare chiaramente anziché la sua sola silhoutte come nel manga.

Viene introdotto ufficialmente e quando Suleiman affronta Rebecca, quest'ultima usa la sua tecnica, ma senza successo. Il loro duello è allungato: il criminale disarma la ragazza, ma quando sta per colpirla, Acilia intercetta il colpo. Inoltre sconfigge quest'ultima, mentre nell'anime è Cavallo Bianco a farlo.

Quando Pica scaglia il suo pugno gigantesco, il gruppo che sta scalando l'altopiano reale sente l'onda d'urto e i componenti ridono quando sentono la voce del pirata. Riprendono poi ancora a litigare su chi sconfiggerà Do Flamingo.

Suleiman osserva poi i movimenti di Dellinger e capisce che è specializzato nel sferrare calci.

Viene anche mostrato quando recupera le forze, inoltre la scena in cui lui e gli alleati di Rufy sconfiggono gli ultimi sottoposti di Do Flamingo è allungata.[4]

Al porto orientale è tra coloro che attaccano i marine.[5]

Film 14[modifica | modifica sorgente]

Suleiman partecipa all'Expo pirata con la sua ciurma, rimanendo stupito nel vedere la Thousand Sunny volare e posizionarsi in testa alla gara. Aiuta poi Zoro a fronteggiare la Marina, giunta sull'isola per effettuare un Buster Call.

Dopo la sconfitta di Douglas Bullet, i Pirati splendidi salpano da Delta grazie all'aiuto di Sabo, che crea un muro di fuoco per bloccare le corazzate della Marina.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Il suo nome potrebbe provenire da uno di questi tre personaggi storici:
    • Salomone che è stato, secondo la Bibbia, il terzo re d'Israele. Il suo nome significa "pace".
    • Solimano il Magnifico che è stato il decimo sultano dell'impero ottomano nonché il regnante più lungo.
    • Sulayman Reis che è stato un barbaro pirata che ha lavorato per l'impero ottomano durante il diciottesimo secolo.

Note

  1. 1,0 1,1 1,2 Vol. 74capitolo 733 ed episodio 665.
  2. SBS del volume 90, alcuni compleanni sono stati rivelati sul sito [1].
  3. 3,0 3,1 3,2 3,3 3,4 3,5 3,6 One Piece Vivre Card.
  4. Episodio 730.
  5. Episodio 741.

Navigazione[modifica | modifica sorgente]

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.