T-Bone è un capitano di vascello del quartier generale della Marina.

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

T-Bone da giovane.

T-Bone è un uomo alto ed ha dei capelli lunghi, ricci e neri, un lungo collo e un viso scavato simile a quello di un teschio. Ha un fisico robusto, con braccia muscolose ma gambe esili. Indossa un'armatura di maglie di ferro dorata senza maniche con il colletto decorato e il simbolo della Marina sul petto. Indossa un elmetto con in cima una lunga piuma e un mantello con il colletto alto con il kanji "giustizia" (正義, Seigi?) scritto su di esso. Porta la sua arma, una spada molto decorata simile a quelle usate dai templari, sia sul fianco destro che dietro la schiena. Durante il viaggio sul Puffing Tom lo fa a pezzi più volte per fasciare i compagni feriti. Ha una cintura fatta di corda legata attorno alla vita, simile a quella portata da alcuni antichi samurai. La sua uniforme è completata da classici pantaloni e scarpe. Molti dei suoi capi di vestiario portano delle croci su di loro, come ad esempio l'elmo, la cintura e l'elsa della spada.

Carattere[modifica | modifica sorgente]

T-Bone è un uomo che tiene in gran conto l'onore e la giustizia, mentre disprezza la violenza inutile. Non dà prezzo alla vita umana, specialmente quella dei soldati sotto il suo comando con i quali è solito comportarsi in maniera melodrammatica anche per faccende di nessuna importanza, mettendoli più volte a disagio. È disposto a sacrificarsi per qualsiasi cosa a cui tenga, anche se le circostanze non richiedono niente di così drastico. Il suo hobby è quello di aiutare le persone e il suo motto è "compiere cento buone azioni al giorno". Afferma inoltre di disprezzare le spade dalla lama incurvata, come ad esempio quelle di Zoro.[3]

È anche vegano perché si sente in colpa nell'uccidere animali per mangiarli.[1]

Relazioni[modifica | modifica sorgente]

Marina[modifica | modifica sorgente]

Essendo un capitano di vascello, T-Bone ha numerosi subordinati. Tiene molto al loro benessere al punto da preoccuparsi inutilmente per cose futili. A parte questo, i suoi uomini lo ammirano molto al punto da considerare il loro capitano in grado di sconfiggere qualunque nemico. T-Bone mette al primo piano la sicurezza dei suoi subordinati, infatti ha salvato i suoi uomini da un Re del mare.

Nemici[modifica | modifica sorgente]

Roronoa Zoro[modifica | modifica sorgente]

T-Bone affronta Zoro in un breve scontro, nel quale il pirata riesce ad avere la meglio. Quest'ultimo riconosce poi l'abilità con la spada del marine e nel corso della battaglia i due hanno dimostrato di essersi guadagnato il rispetto reciproco.[3]

Forza e abilità[modifica | modifica sorgente]

In qualità di capitano di vascello, T-Bone ha autorità su tutti i marine di grado inferiore al suo. In combattimento, il suo valore è stato riconosciuto dallo stesso Zoro per ben due volte. Il fatto che lo scontro sia durato pochi secondi è infatti conseguenza solo del fatto che il Rocket Man stava viaggiando a grande velocità, per cui in ogni caso, chiunque fosse stato il vincitore, si sarebbe scoperto in pochi istanti.[3]

Capacità fisiche[modifica | modifica sorgente]

Fisicamente è molto forte e resistente. Le sue gambe, seppur apparentemente gracili e deboli, gli hanno infatti permesso di percorrere un bel pezzo del tracciato dei binari del treno del mare durante una tempesta. È stato anche colpito da un fendente capace di rompere la sua spada senza subire gravi danni.

Arte della spada[modifica | modifica sorgente]

T-Bone è famoso per la sua grande abilità di spadaccino. Infatti è talmente esperto da riuscire a creare dei fendenti d'aria con la sua spada, cosa che solo spadaccini del calibro di Zoro o Drakul Mihawk sono stati in grado di fare. I suoi fendenti sono così micidiali da essere in grado di tagliare treni, navi e di uccidere un Re del mare. T-Bone viene soprannominato "trancia navi" (船斬り, Funekiri?) per la sua eccezionale maestria e potenza.[4]

Armi[modifica | modifica sorgente]

Lente.png Per maggiori informazioni, vedere Bamboo

La sua spada è chiamata Bamboo.[1]

Storia[modifica | modifica sorgente]

Passato[modifica | modifica sorgente]

T-Bone nacque in un luogo della Rotta Maggiore[1] e, una volta cresciuto, divenne un cavaliere.[5] In seguito si arruolò in Marina e fece carriera fino a raggiungere il grado di capitano di vascello.

Saga di Water Seven[modifica | modifica sorgente]

T-Bone fa parte della scorta del CP9 diretta a Enies Lobby e si posiziona nella quinta carrozza del Puffing Tom. Durante il viaggio sente delle voci provenire dal sesto vagone.

Nota poi del sangue sul braccio di un suo sottoposto e gli chiede cosa sia. Quando quest'ultimo dichiara che è una puntura d'insetto e che grattandola ha iniziato a sanguinare, T-Bone strappa un pezzo del suo mantello e gli fascia il braccio, affermando che quando un suo subordinato è ferito, il suo cuore sanguina con lui. Dice poi che il mondo deve restare un luogo pacifico. A quel punto lo avvertono che c'è un grosso problema e lui chiede di cosa si tratti. Gli rivelano quindi che tutti i presenti nella sesta e settimana carrozza sono stati sconfitti e i due criminali sono fuggiti, ma non sanno se si sono liberati o se c'è un intruso. T-Bone ordina quindi di soccorrere i feriti e dare l'allarme a tutti i vagoni.

Con il suo gruppo si sposta poi verso la coda del treno e usa dei lembi di mantello per bendare le ferite dei marine e degli agenti governativi sconfitti. Poco dopo scopre che fa tutto parte del piano per liberarsi di loro senza dovere combattere. Sanji, Franky e Usop passano infatti dal tetto e sganciano le ultime due carrozze dal treno, lasciandoli indietro.[6]

T-Bone viene sconfitto da Zoro.

Dopo aver ucciso con un solo colpo un Re del mare, T-Bone comincia a correre sui binari, nella vana speranza di raggiungere il treno marino. Viene raggiunto poco dopo dal Rocket Man e, dopo un breve scambio di battute con Zoro, decide di attaccarlo, venendo però sconfitto dallo spadaccino dei Pirati di Cappello di paglia. La mossa di Zoro fa a pezzi la spada di T-Bone e scaraventa lontano il marine, permettendo al Rocket Man di passare.[3]

Saga di Amazon Lily[modifica | modifica sorgente]

T-Bone si presenta a Marineford in previsione dell'imminente esecuzione di Portuguese D. Ace e dello scontro con la flotta di Barbabianca.[7]

Saga di Marineford[modifica | modifica sorgente]

Durante la battaglia, appare stupito quando Little Odr Junior, dato per morto, si rialza.[8] In seguito, quando Sengoku annuncia la fine delle ostilità, T-Bone smette di combattere.[9]

Saga del Reverie[modifica | modifica sorgente]

T-Bone raggiunge New Marineford e comunica a Sakazuki che Fujitora è a Marijoa. Il grand'ammiraglio allora si infuria poiché aveva ordinato all'ammiraglio di non fare ritorno in alcuna base della Marina finché non avesse eliminato Rufy e Law, tuttavia il capitano di vascello gli riferisce che Fujitora ha fatto notare loro che Marijoa non è una di esse.[10]

Prototipi per One Piece[modifica | modifica sorgente]

Alcuni disegni preliminari di T-Bone.

In One Piece Green sono presenti alcuni schizzi preliminari di T-Bone, che avrebbe dovuto avere un carattere completamente opposto a quello poi avuto.

Differenze tra manga e anime[modifica | modifica sorgente]

Saga di Water Seven[modifica | modifica sorgente]

In seguito alla sconfitta contro Zoro, galleggia sull'acqua aiutato dai suoi subordinati e si vergogna per essere stato battuto.[11]

Film 14[modifica | modifica sorgente]

Sakazuki si sfoga su T-Bone dopo avere saputo della fuga di famigerati pirati da Delta.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Note

Navigazione[modifica | modifica sorgente]

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.