FANDOM


Disambiguazione Tama punta qui. Per la sfinge, vedi Tama (sfinge)

Tama è una bambina apprendista kunoichi che vive ad Amigasa.

Aspetto Modifica

È una bambina con i capelli viola pettinati in una shimada. Indossa un kimono logoro verde con motivi simili a nuvolette gialle, pieno di toppe a strisce e a pois, e chiuso da una corda rosa e da un grande fiocco giallo nella parte bassa della schiena. Porta dei sandali ai piedi.

Carattere Modifica

Si è subito arresa a Rufy quando lo ha incontrato vedendo la sua forza, ma poi si è fidata subito di lui quando le ha assicurato di non volerle fare del male. È tanto generosa da avere dato al pirata tutto il riso che gli è concesso mangiare solo due volte l'anno. Ha un grande senso dell'onore come i ninja e i samurai di Kuri, infatti quando beve dal fiume per placare la sua fame, cerca di far sì che il suo stomaco non brontoli.

Non si sposta dalla sua casa per aspettare che Ace ritorni come promesso. Quando Rufy ha parlato della morte di Ace, Tama ha reagito fisicamente dandogli del bugiardo.

Forza e abilità Modifica

Frutto del diavolo Modifica

Tama (Paese di Wa) frutto

L'abilità di Tama.

Ha mangiato un frutto del diavolo della categoria Paramisha che le permette di creare delle polpette di mochi dalle guance, in grado di ammansire gli animali che le mangiano, ma non di placare la fame delle persone.[2] Ha effetto sia sugli animali che sui possessori di Smile.[3]

Armi Modifica

Ha utilizzato un bastone per tramortire un membro dei Pirati delle cento bestie.

Storia Modifica

Passato Modifica

Due anni prima dell'inizio della narrazione, conobbe Ace, il quale le promise che sarebbe tornato a prenderla per farla viaggiare in mare e che la prossima volta che lui e la sua ciurma sarebbero tornati, avrebbero risolto il problema della fame che affligge gli abitanti del paese. Tama cominciò a farsi allenare dal suo maestro per diventare una kunoichi ed iniziò ad intrecciare capelli di bambù per potere rivenderli in modo da guadagnare denaro per comprarsi del miglio da mangiare.

Salto temporale Modifica

Un anno dopo la guerra per la supremazia, il villaggio in cui risiede viene devastato da X Drake, che riesce a sconfiggere i cinque samurai guardiani. Lei e il suo maestro rimangono gli unici ad abitarvi in attesa di coloro che stanno aspettando.

Saga del Paese di Wa Modifica

Mentre è al mercato per comprare il riso in occasione del suo ottavo compleanno, viene rapita e derubata da due sottoposti di Kaido. Komachiyo tenta di liberarla, ma il babbuino da guardia dei due lo attacca. Gli animali si scontrano fino a raggiungere la spiaggia, dove si trovano anche Rufy e la Thousand Sunny. I padroni del babbuino li raggiungono, decidono di catturare anche il pirata ma, quando tentano di sparargli un tranquillante, egli li percepisce e li attacca. Uno dei due è ancora cosciente e ordina al babbuino di uccidere l'estraneo, che però ammansisce l'animale mentre Tama fa svenire il nemico colpendolo alla testa con un bastone.

Tama si arrende a Rufy vista la sua forza, ma quando il pirata le fa capire che non intende farle del male, crea una polpetta con cui addomestica il babbuino. Conferma poi a Rufy che si trova nel Paese di Wa, in particolare a Kuri, per poi indicargli un luogo in cui nascondere la sua nave e condurlo alla propria casa per offrirgli del cibo come ringraziamento. Qui il pirata mangia il riso offertogli, ma mentre Tama beve al fiume, sopraggiunge il suo maestro, il quale aggredisce Rufy per avere mangiato tutto il riso che sarebbe dovuto essere un pasto speciale per il compleanno della bambina. Quest'ultima fa ritorno e spiega la situazione, ma all'improvviso comincia a tossire e poi sviene. L'uomo si precipita a soccorrerla e rivela al pirata che le fabbriche di Kaido hanno inquinato tutti i fiumi dell'isola, compreso quello da cui Tama ha bevuto, e che ella non può lasciare quel luogo perché aspetta il ritorno di un pirata di nome Ace.

Rufy informa Tama della morte di Ace, facendole perdere i sensi per lo shock. La bambina viene presa in custodia dal pirata che decide di portata in ospedale e si allontana così dal villaggio, usando Komachiyo come cavalcatura. Tama si sveglia e urla contro Rufy dandogli del bugiardo poiché Ace le aveva promesso che la avrebbe portata con sé una volta che si fossero incontrati nuovamente. I tre raggiungono una landa desolata, oltre la quale scorgono le fabbriche di Kaido. Mentre rivela la presenza di fattorie non inquinate e riservate allo shogun e ai Pirati delle cento bestie, Tama sviene per la febbre.

Più tardi, il gruppo si imbatte in Zoro e viene coinvolto in uno scontro con Basil Hawkins, durante il quale Komachiyo afferra Rufy e Zoro e si affretta a fuggire poiché la febbre di Tama si sta alzando. Hawkins li fa inseguire dal suo gigantesco clone di paglia, che però viene abbattuto dallo spadaccino. Mentre Komachiyo continua a correre, Tsuru, precedentemente salvata da Zoro, esce dalla sua coda e chiede di portare Tama presso la sua dimora per curarla dall'avvelenamento del fiume inquinato. Il gruppo raggiunge così Okobore.

Grazie all'erba jyagan, Tama si sente meglio e Tsuru le intima di non bere nuovamente l'acqua inquinata del fiume. La bambina, non avendo nulla per ripagarla, rifiuta il cibo offertole dalla donna, che però la obbliga a mangiarlo minacciandola di gettarlo via. Mentre mangia di gusto, Tama risponde a una domanda di Rufy rivelando che il cibo da lei creato in realtà non può placare la fame; la bambina si appisola poi in grembo a Kiku. Poco dopo, viene rapita da un sottoposto di Kaido e invoca l'aiuto di Rufy.

Viene portata così nel distretto di Bakura presso la residenza di Holdem. Quest'ultimo allontana il rapitore e poi litiga con il leone che gli spunta dallo stomaco, terrorizzando la bambina. Quando le viene chiesto come abbia addomesticato il loro babbuino, Tama ricorda le parole del maestro, che la mise in guardia sul fatto che i suoi poteri avrebbero attratto l'interesse di altri se glieli avrebbero visti usare, e si rifiuta di aiutarli; dunque Holdem si accinge a tirarle la guancia con delle pinze per attivare il suo frutto del diavolo, mentre lei piange pregando per l'aiuto di Rufy. Dopo essere stato informato di quanto appena accaduto al torneo di sumo, Holdem le dice che la famiglia Kozuki è stata eliminata per avere tradito il Paese, continuando senza risultati a strattonarle la guancia con delle pinze. Improvvisamente, Urashima viene scaraventato contro il palazzo, distruggendolo, quindi Holdem esce allo scoperto e minaccia di uccidere la bambina, che tiene tra le fauci del leone, se Rufy, Zoro e Kiku non si arrenderanno.

La Star accusa il gruppo di Rufy di fare parte dei ladri guidati da Shutenmaru. Tama vede Speed raggiungere la piazza con il carico di cibo e sente Holdem ordinare ai propri uomini di prendere Kiku per poterla uccidere, ma Rufy rompe i denti al leone del suo stomaco e recupera Tama, mentre Zoro sconfigge i sottoposti di Speed e libera la samurai così da rubare il carro del cibo. Sentendo poi delle torture subite da Tama, Rufy colpisce con un potente pugno il volto di Holdem.

Speed addomesticata

Speed esegue gli ordini di Tama.

Rufy recupera Tama e sale in groppa a un cavallo per allontanarsi: questo in realtà è Speed, quindi il pirata chiede alla bambina di addomesticarla e lei, con sua grande sorpresa, ci riesce grazie alla natura dello Smile mangiato dalla donna. Tama poi ripensa al gesto di Rufytaro, che le ricorda Ace. I tre raggiungono Okobore insieme al carro delle provviste, che vengono consegnate ai cittadini insieme a un'enorme quantità d'acqua pulita da Rufytaro, che promette di risolvere il problema della fame nel paese, affermazione che la bambina associa nuovamente a quanto Ace le aveva detto prima di salpare dall'isola. Poi Rufytaro affida Tama a Speed, promettendo che le riporterà Komachiyo e chiedendole di riferire a Tenguyama Hitetsu che terrà ancora un po' la sua katana. Le due poi si dirigono verso Amigasa, venendo però intercettate da Kaido, che malmena Speed, mentre Tama perde i sensi. Viene poi trovata dai moschettieri di Cane-tempesta, che dunque si occupano delle sue ferite. Viene dunque portata ad Amigasa, dove si riprende e Chopper le rivela che Raizo si è offerto di liberare Rufy dalla prigionia.

Momonosuke racconta a Tama di sua sorella Hiyori, che ritiene essere ancora viva e che spera di potere rivedere una volta terminata la guerra contro Kaido, perché farlo prima potrebbe attirare l'attenzione di Kurozumi Orochi.

Tama, Chopper, Momonosuke e Kiku raggiungono la spiaggia di Kuri, dove si imbattono in Big Mom priva di conoscenza. Chopper va nel panico e consiglia al gruppo di fuggire; proprio in quel momento l'imperatrice si sveglia, ma senza memoria.

Il gruppo la porta a Okobore, dove Tsuru le dà da mangiare e Chopper la convince a recarsi a Udon per sfamarsi. LinLin addomestica uno wanizame con due pugni, su cui tutti poi salgono, dopodiché Tama comunica l'attuale situazione a Hitetsu e Kiku spiega alla nuova compagna di viaggio la geografia del Paese di Wa. Lungo il tragitto da Kuri a Udon, Tama e LinLin parlano di quanto sia buono lo shiruko.

Raggiunta la loro meta, LinLin, sentendo odore di shiruko, attacca le guardie e sfonda i cancelli. Il resto del gruppo si divide in due: mentre Tama e Momonosuke vanno a nascondersi, Kiku e Chopper entrano nella prigione. Tuttavia i due bambini vi si introducono quando il portone comincia a chiudersi.

Differenze tra manga e anime Modifica

Saga del Paese di Wa Modifica

Nel manga, Tama fa svenire uno dei suoi rapitori colpendolo con un bastone alla testa, mentre nell'anime la cosa lo fa solo arrabbiare, così insegue la bambina, che viene salvata però da Rufy, che con un pugno fa volare nella foresta il nemico.

Curiosità Modifica

  • Parla in dialetto della Regione di Tōhoku.
  • Nel capitolo 911, viene rivelato che è il suo ottavo compleanno. Nel capitolo 912, però, si afferma che avesse 5 anni in un flashback di quattro anni fa.
  • Il suo potere ricorda il modo in cui Momotarō fece amicizia con un cane, una scimmia e un fagiano; due di questi tre sono correlabili con Komachiyo e Hihimaru.

Note

Navigazione Modifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.