FANDOM


Disambiguazione Per il viceammiraglio delle Marina, vedi Tsuru

Tsuru è la gestrice di una locanda a Okobore e la moglie di Kin'emon.

Aspetto Modifica

È una donna con lunghi capelli scuri pettinati in una shimada e un volto molto simile a quello delle figure femminili dell'arte pittorica tradizionale giapponese. Indossa un kimono scuro con motivi simili a nuvole e aironi con un grande fiocco a pois sul retro del nastro che chiude l'abito. Porta dei sandali ai piedi.

Carattere Modifica

Si preoccupa per Tama e vuole ringraziare propriamente Zoro, che la ha salvata. Non sopporta che si rifiuti una sua offerta o non si segua un suo consiglio, mostrandosi molto irascibile al riguardo.

Forza e abilità Modifica

Oltre a gestire la sua locanda, Tsuru ha una buona conoscenza delle erbe curative, infatti utilizza l'erba jyagan (邪含草, Jagan-sō?) per fare un tè in grado di disintossicare chiunque abbia bevuto l'acqua avvelenata dei fiumi del Paese di Wa.

Storia Modifica

Passato Modifica

Sposò Kin'emon,[1] che diciotto anni prima dell'inizio della narrazione sparì improvvisamente assieme ad altri servitori della famiglia Kozuki.

Salto temporale Modifica

Tsuru si trasferisce ad Okobore, dove inizia a gestire una locanda.

Saga del Paese di Wa Modifica

Un giorno, viene inseguita da alcuni sottoposti di Kaido e salvata da Roronoa Zoro, per poi nascondersi nella coda di un vicino komainu alla vista di Basil Hawkins. Terminato lo scontro tra quest'ultimo, Rufy e Zoro, mentre il komainu continua a correre, Tsuru esce dalla sua coda e chiede di portare Tama presso la sua dimora per curarla dall'avvelenamento del fiume inquinato. Raggiunta la cittadina di Okobore, Tsuru grida a Kiku di preparare il necessario per curare la bambina.

Grazie all'erba jyagan, Tama si sente meglio e Tsuru le intima di non bere nuovamente l'acqua inquinata del fiume. La bambina, non avendo nulla per ripagarla, rifiuta il cibo offertole da Tsuru, che però la obbliga a mangiarlo minacciandola di gettarlo via, mentre Kiku spiega che la proprietaria della locanda non accetta mai un rifiuto.

Zoro salva O-Tsuru

Zoro salva Tsuru.

Poi, Tsuru ammette di avere capito che Zorojuro e Rufytaro sono stranieri e indica loro la montagna su cui circa vent'anni prima sorgeva il castello di Kozuki Oden, il quale governava sull'intera nazione, con ai piedi un'immensa fattoria che sfamava la gente di Kuri, ora sotto il controllo dello shogun Kurozumi Orochi. Mentre parla di come Okobore sia nata e alimentata dagli scarti della città abitata dagli ufficiali governativi, contro la donna viene scagliata una freccia, fermata in tempo dalla spada di Zoro. Essa è stata scoccata da uno dei Gifters, il quale riconosce il ronin dopo che ha bloccato tutte le frecce che ha scoccato a ripetizione; nel frattempo, un altro Gifter rapisce Tama. Tsuru non può far altro che vedere Kiku, Zoro e Rufy inseguirlo salendo in groppa a Komachiyo, rimanendo esterrefatta vedendo la cameriera impugnare davvero una spada e uno dei due avventori allungare il proprio braccio.

Più tardi, un uomo le chiede dell'erba jyagan per curare suo figlio, che ha bevuto l'acqua del fiume inquinato per saziarsi. In seguito, gli abitanti di Okobore ricevono un carro di provviste e un'enorme quantità d'acqua pulita da Rufytaro, che promette di risolvere il problema della fame nel paese.

Quando Kaido raggiunge Okobore in forma di drago, un abitante consiglia a Tsuru di unirsi alla folla e fuggire. Quando l'imperatore si allontana, la donna cura i feriti.

Pochi giorni dopo, il gruppo di Chopper e Momonosuke le porta la smemorata LinLin, a cui dà da mangiare.

Note

Navigazione Modifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.