Viola è la principessa di Dressrosa. In passato, sotto il nome di Violet, è stata un ufficiale dei Pirati di Donquijote appartenente all'armata di Trebol.

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Viola è una giovane donna di bell'aspetto con lunghi capelli neri che arrivano a metà schiena e un ciuffo che scende sulla parte sinistra della fronte, e occhi di colore castano chiaro. Porta un fiore rosso tra i capelli, un lungo vestito bianco a pois viola senza maniche, orecchini azzurri tondi e scarpe viola con il tacco alto.

All'età di dieci anni aveva i capelli corti e indossava un vestito rosa senza maniche.

All'età di diciannove anni aveva i capelli più corti; indossava un fermacapelli rosa e un vestito viola e giallo a maniche lunghe.

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Carattere[modifica | modifica sorgente]

Sembra essere una donna emotiva e romantica come la maggior parte delle donne di Acacia. Pare anche essere manipolatrice dato che ha usato il suo fascino per spingere Sanji ad uccidere un uomo per lei, ed è anche molto violenta avendo colpito un inerme Sanji con un calcio.

In realtà il suo comportamento manipolativo è il risultato di un cinismo profondo causato dal fatto che tutti gli uomini che ha incontrato le hanno sempre mentito e grazie ai suoi poteri è sempre stata consapevole di questo. Nasconde una volontà altruista nel cuore, come ha dimostrato quando è stata colpita dall'onestà e dalla gentilezza di Sanji decidendo di aiutarlo nonostante le conseguenze.

Oltre ad essere nobile di titolo lo è anche nell'animo avendo sacrificato la sua libertà per salvare la vita del padre. Difatti, prima che la sua famiglia fosse detronizzata, Viola ha mostrato una personalità molto più amabile e fiduciosa, cercando di convincere la sorella che Kyros nel suo animo era una brava persona.

Relazioni[modifica | modifica sorgente]

Famiglia[modifica | modifica sorgente]

Disambiguazione.svg Per le relazioni di parentela complete, vedi famiglia Riku

Riku Dold III[modifica | modifica sorgente]

Viola è la figlia di Riku Dold III e tiene molto al padre, tanto da avere deciso di diventare un membro dei Pirati di Donquijote pur di salvargli la vita.

Scarlet[modifica | modifica sorgente]

Viola è la sorella minore di Scarlet e si preoccupava per lei. Alla notizia della sua morte, pianse molto.

Rebecca[modifica | modifica sorgente]

Viola è la zia materna di Rebecca e pare tenere a lei in una certa misura dato che non ha esitato a sparare allo schermo che trasmetteva il torneo dopo aver visto i cittadini fischiare contro Rebecca. Inoltre durante lo scontro con Do Flamingo, Viola ha detto a Rebecca che non le avrebbe serbato rancore se l'avesse uccisa mentre era controllata dal pirata. Dopo aver rinunciato al trono, Rebecca chiede a Viola di poterla sostituire come erede di Riku Dold III.

Kyros[modifica | modifica sorgente]

Viola aveva fatto subito amicizia con lui nonostante il suo passato cruento. Quando Kyros torna umano, la ragazza scoppia a piangere per essersi dimenticata di lui per tutto quel tempo.

Amici[modifica | modifica sorgente]

Sanji[modifica | modifica sorgente]

Inizialmente Sanji per lei non era altro che un'altra preda da braccare e da sedurre, tuttavia dopo avere usato le abilità del suo frutto del diavolo si rende conto che nonostante il tradimento le sue intenzioni sono del tutto onorevoli anche se un po' pervertite e, dato che ha vissuto la sua vita vedendo attraverso la menzogna di molti maschi, rimane stupita da ciò. Per questo decide di allearsi con lui per aiutarlo a trovare la fabbrica.

Nemici[modifica | modifica sorgente]

Donquijote Do Flamingo[modifica | modifica sorgente]

Viola era un membro dei Pirati di Donquijote e Do Flamingo si fidava di lei fino a quando non ha scoperto il suo tradimento. Viola lo odia perché ha invaso il Paese in cui viveva ed ha tentato di uccidere suo padre. Tuttavia, i due erano abbastanza intimi da chiamarsi con nomignoli o con il nome di battesimo poiché hanno avuto una relazione.[6][5]

Forza e abilità[modifica | modifica sorgente]

Viola è una brava ballerina ed è altrettanto brava a sedurre gli uomini e a spingerli a fare quello che vuole. Inoltre è una combattente abile al punto di riuscire a ferire Sanji, anche se quest'ultimo non ha reagito per la sua galanteria verso le donne proprio come aveva fatto in passato con Califa.

Quando era un ufficiale dei Pirati di Donquijote possedeva una certa autorità all'interno dell'equipaggio e comandava duemila soldati a Dressrosa,[1] ma dopo avere tradito la ciurma ha perso tali privilegi.

Frutto del diavolo[modifica | modifica sorgente]

Lente.png Per maggiori informazioni, vedere Fix Fix

Viola mostra i suoi poteri.

Viola ha mangiato il frutto del diavolo Fix Fix di tipo Paramisha che le ha dato la capacità di vedere attraverso ogni cosa e fino a una distanza di quattromila chilometri, oltre a leggere la mente delle persone. Può capire chi le mente, rendendo impossibile ingannarla. Questa capacità è ciò che ha reso Viola un bene prezioso per i Pirati di Donquijote, al punto che che Do Flamingo ha accettato di risparmiare la vita a Riku Dold III in cambio dei suoi servigi.

Viola è anche in grado trasformare le proprie lacrime in grandi balene con cui attaccare i suoi nemici.

Armi[modifica | modifica sorgente]

Viola possiede una pistola che ha usato per sparare contro uno degli schermi che stavano proiettando i combattimenti al colosseo delle corride. Quando ha tentato di contrastare Do Flamingo, Viola ha usato un coltello.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Passato[modifica | modifica sorgente]

Viola era la seconda principessa di Dressrosa dopo sua sorella maggiore. Quando Kyros venne promosso a capitano dell'Armata di re Riku, Viola accettò la decisione al contrario di sua sorella che rimase scettica. Dopo che Scarlet si innamorò di Kyros e decise di andare a vivere con lui, dopo avere simulato la sua morte, Viola e suo padre andavano a visitarli di tanto in tanto per vedere anche la neonata Rebecca.

La notte in cui Do Flamingo prese il regno, Mone, che lavorava a palazzo sotto copertura come cameriera, catturò Viola ed aprì le porte del palazzo permettendo ai suoi compagni di invadere la struttura. Essendo Do Flamingo interessato ai poteri di Viola, quest'ultima accettò di servirlo in cambio della salvezza del padre: da quel momento diventò un ufficiale dei Pirati di Donquijote sotto il nome di "Violet".

Successivamente, ha avuto anche una relazione con Do Flamingo.[6]

Saga di Dressrosa[modifica | modifica sorgente]

A Viola viene affidato l'incarico di sedurre Sanji e di scoprire da lui i piani dell'alleanza tra Rufy e Law.

Mentre Zoro e Sanji stanno inseguendo il folletto che ha rubato la Shusui, il cuoco si distrae per la bellezza di Viola e per la sua danza, perdendo così di vista lo spadaccino. Quando alcune guardie arrivano in cerca della donna, lei corre verso Sanji e lo abbraccia in modo che chi la sta cercando passi vicino a loro senza sospettare nulla. A quel punto il cuoco si offre di aiutarla e la donna gli chiede di uccidere un uomo.

Viola colpisce Sanji.

Alla fine Viola attira Sanji in una trappola ed il cuoco viene così catturato e picchiato. Viene poi ammanettato e Viola lo insulta per la sua debolezza verso le donne. Subito dopo usa il proprio potere per leggere la sua mente ma non vede altro che pensieri perversi. A quel punto Viola urla in stato di shock definendo Sanji un depravato per i pensieri che fa in un momento come quello. Il cuoco le rivela che sta pensando a lei e che ha notato che quando gli ha chiesto di uccidere un uomo le sue lacrime erano sincere. Toccata da quelle parole, Viola decide di aiutarlo mettendo fuori combattimento gli uomini che stavano per ucciderlo, liberandolo e ringraziandolo. Subito dopo gli dice che il suo equipaggio è caduto vittima di una trappola di Do Flamingo che non ha mai lasciato la Flotta dei sette.

Sanji chiama immediatamente Franky, avvisandolo della trappola tramite lumacofono, e Viola, appena sente che i suoi subordinati si stanno avvicinando, dona a Sanji una mappa per la fabbrica di Smile. Dopodiché si allontana.

Successivamente Viola ritorna da Sanji, che si è riunito a Zoro e Kin'emon, e lo avvisa che la Thousand Sunny è stata dirottata da Jora e si sta dirigendo verso Green Bit. Mentre Zoro e Kin'emon tentano di entrare nel colosseo delle corride, lei indica la direzione da seguire per raggiungere Green Bit a Sanji. Poi, rimasta sola, decide di tornare al palazzo reale. Una volta arrivata nei pressi dell'ascensore che conduce all'ingresso, Viola incontra Rufy, Zoro e Kin'emon e si offre di guidarli fino a palazzo. Poi rivela a Wicca di aver monitorato la rivolta sotterranea guidata dal rabbioso soldatino tonante usando la sua abilità e li ringrazia per avere creduto in suo padre.

Pica sbarra la strada a Viola, Rufy e Zoro.

Giunti a palazzo, Viola propone di attraversare un passaggio segreto per intrufolarsi senza essere visti, ma Rufy va avanti e apre loro la strada distruggendo il cancello e così il gruppo decide di entrare dalla porta principale. Appena Viola, Rufy e Zoro raggiungono la torre B-1 vengono intercettati da Pica che tenta di schiacciarli con le pareti del palazzo. Viola e Rufy alla fine riescono a sfuggire mentre Zoro rimane indietro ad affrontare Pica. I due proseguono per i corridoi e raggiungono il soldato in tempo per salvarlo da Gladius. Quando quest'ultimo nota Viola le sbraita contro per il suo tradimento, ma lei gli rivela che non è mai stata realmente dalla loro parte e a quel punto Gladius fa esplodere il suo casco ferendola leggermente. Rufy prende in braccio Viola e insieme a lei e al soldato fugge sfondando la finestra e raggiunge l'esterno della sala dei troni.

Attraverso un vetro, Viola nota suo padre prigioniero di Do Flamingo e blocca Rufy prima che faccia irruzione per permettere ai nani di proseguire con il piano e mettere fuori gioco Sugar. Più tardi, quando Sugar viene sconfitta e la sua maledizione viene spezzata, il soldato torna ad essere umano e Viola scoppia in lacrime per essersi dimenticata di lui per tutto quel tempo. Dopo che Kyros ha decapitato Do Flamingo, Rufy prende Viola e salta dentro la stanza. I due tentano di liberare Law usando le chiavi che ha la ragazza, tuttavia il salvataggio viene interrotto dall'improvviso arrivo di Pica e da Do Flamingo, ancora vivo. Dopo aver rivelato che quello decapitato era solo una copia, il membro della Flotta dei sette ordina a Pica di gettare Viola, Dold, Rufy, Law e Kyros fuori dal palazzo, dopodiché intrappola tutti sull'isola grazie alla sua "gabbia per uccelli". Do Flamingo allora avvia un gioco di sopravvivenza mostrando la lista di dodici persone su cui ha messo una taglia e in cui è presente anche Viola.

Dopo che Tank Lepanto, Usop, Robin, Rebecca, Bartolomeo, Hack e i nani di Tontatta raggiungono la cima dove prima si trovava il palazzo reale, Viola trova la chiave per le manette di Law. Allora Rebecca, Bartolomeo e Robin si offrono di portarla a Rufy grazie agli Yellow Kab dei nani. Poco dopo Viola informa Leo e Kab di avere rintracciato la principessa Manshelly nella stanza dove lei e i nani venivano messi in punizione quando erano bambini. Grazie ai suoi poteri vede anche che Sugar ha ripreso i sensi e, mentre gli altri tengono impegnati i cittadini, Viola aiuta Usop a prendere la mira per colpire Sugar prima che trasformi Rufy e Law in giocattoli.

Viola affronta Do Flamingo.

Successivamente spiega a tutti i presenti l'andamento dei combattimenti contro i Pirati di Donquijote. In seguito Pica, controllando un golem gigantesco, decide di uccidere tutti coloro che si trovano sull'altopiano e Viola rimane senza parole, ma per sua fortuna Zoro ed Elizabello II evitano il peggio. Quando poi la "gabbia per uccelli" inizia a restringersi per uccidere tutti, Viola abbandona il vecchio altopiano reale insieme ad Usop ed Hack e mentre gli altri tentano di fermare la gabbia lei raggiunge Do Flamingo per sfidarlo apertamente. Tuttavia quest'ultimo la ferisce e dopo averla immobilizzata, manipola Rebecca, sopraggiunta durante la battaglia, spingendola ad uccidere sua zia. All'ultimo istante però Law scambia Viola con Rufy mettendo la ragazza al sicuro e permettendo al pirata di raggiungere Do Flamingo.

A seguito della sconfitta di quest'ultimo la gabbia si dissolve e Viola festeggia insieme agli altri.

Tre giorni dopo, Viola informa Rebecca che Rufy e la sua ciurma stanno ormai per partire dall'isola. Poco dopo le due vengono raggiunte nella loro stanza proprio dal pirata, che porta Rebecca da Kyros non prima che la ragazza abbia chiesto a Viola di sostituirla come principessa del regno. Quest'ultima poi rimane sorpresa nel vedere Fujitora che con i suoi poteri solleva in aria le macerie di Dressrosa. Quando però i Pirati di Cappello di paglia ed i suoi alleati riescono a fuggire dall'isola, si tranquillizza e festeggia la liberazione con il popolo.

La vita della Grande flotta di Cappello di paglia[modifica | modifica sorgente]

Viola osserva divertita i nani vestiti da pirati.

Saga di Zo[modifica | modifica sorgente]

Giorni dopo, in vista del Reverie, Viola propone a Rebecca di accompagnarla a Marijoa come damigella e lei accetta.

Saga del Reverie[modifica | modifica sorgente]

Mentre Riku Dold III gioca a scacchi con Elizabello II, Rebecca lo rende partecipe delle ultime notizie su Rufy, esultando insieme ai nani.

Una ciurma pirata attacca le navi dei regni di Dressrosa e Prodence, che sono senza scorta, ma viene fermata da Kobi ed Hermeppo. Salito a bordo, il primo afferma che i marine accompagneranno le navi dei due regni fino a destinazione.

Giunta a Marijoa, chiacchiera con Igaram e Fukaboshi mostrando approvazione per come Rebecca, Bibi e Shirahoshi stiano conversando amichevolmente.

Osserva poi Manshelly curare le ferite della principessa sirena a seguito del fallito tentativo di Charloss di renderla una schiava.

Differenze tra manga e anime[modifica | modifica sorgente]

Passato[modifica | modifica sorgente]

Le scene in cui Viola era assieme ai nani sono allungate.

In seguito Scarlet le chiese di prendere il suo posto come principessa.[7]

Viola pianse prima che Mone aprisse le porte del palazzo. Quando Kyros vi arrivò, Viola parlò con lui.

Saga di Dressrosa[modifica | modifica sorgente]

Dopo avere danzato, lancia una rosa a Sanji, che la afferra e se la mette nel taschino. I due prima entrano in un ristorante dove il ragazzo cucina per la donna, e poi camminano per le vie di Dressrosa.

In seguito Viola piange e dice a Sanji di lasciarla, ma il cuoco insiste dicendole che farà ciò che lei gli ha chiesto. Viene mostrato poi quando la donna gli ammanetta le mani e le gambe e quando usa i suoi poteri per leggergli la mente.

Viola e Sanji fuggono poi da alcuni uomini di Do Flamingo mentre parlano con Law. Mentre si dirigono verso la Thousand Sunny, la ragazza si accorge che non sa più dove essa si trovi nonostante il proprio potere. Non appena Jora viene sconfitta, Viola riesce nuovamente a localizzare la nave.

Al palazzo reale, Pica cerca di schiacciare più volte gli intrusi: usa un pugno e un prova a calpestarli, ma Rufy attiva il Gear Second e manda in frantumi il suo corpo, che riassembla prima di tornare all'attacco. Viene anche mostrato il modo in cui lei, Rufy e Zoro si sono salvati dall'attacco di Pica. Inoltre vede Rufy e Zoro attaccarlo molte volte prima che lo spadaccino decida di combattere da solo. Infine osserva Rufy gonfiarsi per salvare se stesso e gli altri, mentre Zoro procura loro una via di fuga.

Viola usa il suo potere e scopre che i nani sono stati sconfitti da Trebol, ma Rufy le assicura che Usop porterà a termine la missione.

Nell'anime Rufy rinuncia ad aprire le manette di Law perché non vuole toccare l'agalmatolite e chiede a Viola di farlo.

Viola rivela a Law che ha visto cadere la chiave delle sue manette, ma prima che la possa cercare, Rufy lo porta via. La ragazza usa poi il suo potere per localizzare la chiave.

Quando Viola cerca Manshelly con il suo potere, l'anime mostra più stanze del palazzo. L'ordine con cui poi elenca i membri della ciurma nemica è leggermente diverso.

Viola informa Tank Lepanto che Kyros è esausto[8] e poi commenta la violenza della battaglia tra quest'ultimo e Diamante.[9] Nel manga lei, suo padre e Tank Lepanto ripensano alla morte di Scarlet dopo la sconfitta di Diamante, mentre nell'anime lo fanno prima.[10]

Viola usa poi il suo potere per osservare la sconfitta di Trebol[11] e vede poi la trasformazione di Rufy quando usa il Gear Fourth.[12]

Viene mostrato il suo combattimento contro Do Flamingo, nel quale usa anche i poteri del suo frutto del diavolo. Quando la gabbia per uccelli si ferma, Viola se ne accorge.[13]

Tre giorni dopo, Viola informa suo padre riguardo a ciò che sta succedendo al porto orientale.[14]

Dopo che suo padre ha letto la notizia dell'imminente Reverie, Viola lo informa che Rebecca e Kyros verranno al palazzo reale per il pranzo.[15]

Saga del Reverie[modifica | modifica sorgente]

Rebecca mostra il giornale a Viola, che le dice di avere già letto. Arrivata a Marijoa, parla con Igaram del fatto che Sai è divenuto il comandante del Naviglio degli otto tesori.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Il suo nome fasullo, la sua professione e l'opposizione a Do Flamingo possono essere un riferimento a Violet Gibson, che attentò alla vita di Benito Mussolini.
  • Il suo nome e la sua abilità possono essere un riferimento ai raggi ultravioletti che possono vedere ciò che è invisibile all'occhio umano.

Note

  1. 1,0 1,1 Vol. 74capitolo 732 ed episodio 664.
  2. SBS del volume 81.
  3. SBS del volume 83.
  4. SBS del volume 75.
  5. 5,0 5,1 5,2 One Piece Vivre Card.
  6. 6,0 6,1 SBS del volume 83, Oda spiega che c'è una ragione precisa per cui i due si chiamino per nome, ma che non può rivelarlo perché non è adatta ad un pubblico adolescente.
  7. Episodio 742.
  8. Episodio 716.
  9. Episodio 717.
  10. Episodio 717.
  11. Episodio 724.
  12. Episodio 726.
  13. Episodio 731.
  14. Episodio 744.
  15. Episodio 746.

Navigazione[modifica | modifica sorgente]

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.