FANDOM


Whitey Bay è un capitano pirata. In passato era alleata di Barbabianca[2] e in precedenza è stata un membro della sua ciurma.[3]

Aspetto Modifica

Whitey Bay 30 anni fa

Whitey Bay ventotto anni prima dell'inizio della narrazione.

Whitey Bay ha lunghi capelli fluenti blu-indaco e una carnagione pallida. Sfoggia un vestito corto a righe dotato di maniche larghe e una fascia, chiuso da bottoni a forma di fiori. Indossa anche un mantello e una bandana a pallini, sopra la quale vi è un cappello da pirata azzurro e viola raffigurante al centro il suo Jolly Roger, un teschio con il disegno di un fiocco di neve. Dal cappello spunta inoltre sul lato sinistro una collana.

Ventotto anni prima dell'inizio della narrazione, il suo aspetto era identico a quello attuale, ma indossava un top e una gonna a righe verticali chiare e scure e un fedora chiaro con un pennacchio.

Carattere Modifica

Non si conosce molto del suo carattere, ma si presume abbia grande rispetto di Barbabianca, poiché è stato disposto a rischiare la vita per salvare Ace dall'esecuzione. Ha sempre un'espressione fiduciosa e un comportamento rilassato.

Forza e abilità Modifica

Whitey Bay è una famigerata piratessa che ha fatto parte dei Pirati di Barbabianca, di cui rimase un'alleata dopo avere creato la sua ciurma.[4] In qualità di capitano, ha inoltre autorità sull'intero equipaggio.

La sua fama è tale da essere subito riconosciuta da tutti i marine presenti durante la guerra per la supremazia.[5]

Storia Modifica

Passato Modifica

Whitey Bay divenne un membro dei Pirati di Barbabianca.[3]

Ventotto anni prima dell'inizio della narrazione, era presente insieme ai Pirati di Barbabianca quando sbarcarono nel Paese di Wa a seguito di un naufragio. Qui rimproverò Marco quando il ragazzo si offrì di andare a cercare delle provviste, ricordandogli che era solo un apprendista.[6] Il signore feudale Kozuki Oden chiese a Barbabianca di unirsi alla ciurma dopo averlo attaccato, venendo però respinto.

Due settimane dopo, i pirati salparono di nascosto da Oden, che si aggrappò alla nave tramite una lunga catena; Newgate gli promise così che lo avrebbe accolto a bordo se fosse restato in quella posizione per tre giorni. Dieci minuti prima dello scadere del tempo, il signore feudale lasciò la presa per salvare una donna in pericolo e, notando ciò, Barbabianca lo accettò nella ciurma. Fece lo stesso anche con la donna che aveva salvato, Amatsuki Toki, e i servitori che lo avevano seguito, Izo, Cane-tempesta e Gatto-vipera.

Ventiquattro anni prima dell'inizio della narrazione, la ciurma approdò su un'isola su cui i Pirati di Roger avevano appena sconfitto un manipolo di marine. Le due ciurme si diedero battaglia per tre giorni di fila, finendo poi per banchettare insieme il quarto giorno. Subito dopo la famiglia Kozuki si imbarcò sulla Oro Jackson dato che Roger chiese a Newgate di imprestargli Oden per un anno per decifrare i Poignee Griffe e raggiungere il suo obiettivo. Seppur contrario, Barbabianca accolse la richiesta dato che fu lo stesso Oden a chiederglielo, visto che voleva scoprire il legame della sua famiglia con tali iscrizioni. In cambio, i Pirati di Roger lasciarono provviste e tutti i tesori di cui disponevano alla ciurma rivale. Più tardi, i Pirati di Barbabianca si accorsero che Cane-tempesta e Gatto-vipera non erano più a bordo, intuendo che avevano seguito Oden.

In seguito divenne capitano di una ciurma, rimanendo comunque alleata di Barbabianca.

Saga di Marineford Modifica

Quando Portuguese D. Ace sta per essere giustiziato a Marineford, Whitey Bay e i suoi uomini uniscono le forze ai Pirati di Barbabianca per salvarlo.

Whitey Bay nave

La nave di Whitey Bay irrompe nella baia.

Le navi della flotta di Barbabianca vengono bloccate dal mare ghiacciato creato da Aokiji. Questo ostacolo non ferma però Whitey Bay e la sua ciurma, che con la loro nave rompighiaccio riescono ad attraversarlo e a creare un'apertura, che viene sfruttata dagli altri alleati di Newgate.

Successivamente, riceve l'ordine di non attaccare più direttamente Marineford; Barbabianca infatti, avendo notato i movimenti sospetti della Marina, istruisce gli alleati ad attaccare la base dai lati.

Tuttavia in seguito Ace e Barbabianca perdono la vita in battaglia. Con l'arrivo di Shanks e la fine delle ostilità, Whitey Bay e gli altri pirati si ritirano.

Saga dopo la guerra Modifica

Insieme alla flotta di Barbabianca e ai Pirati del Rosso, partecipa ai funerali di Ace e Newgate sull'isola natale di quest'ultimo, nel Nuovo Mondo.

Nave Modifica

La nave di Whitey Bay è una rompighiaccio. Non ha una polena e sulla prua ha raffigurato l'immagine di un fiocco di neve. A bordo vi è una cabina su cui sono dipinti vari fiocchi di neve e dei cannoni posti in cima ad essa. La vela di trinchetto ha impresso il Jolly Roger della ciurma.

La prua della nave è di ferro e quindi ha capacità offensive e difensive elevate. Grazie a questa caratteristica riesce a navigare attraverso le acque ricoperte di ghiaccio. Inoltre la nave è stata in grado di sfondare una sezione delle mura di Marineford senza riportare danni.

Prototipi per One Piece Modifica

Whitey Bay Concept Art

Il prototipo di Whitey Bay.

In One Piece Green è presente un prototipo del personaggio.

Differenze tra manga e anime Modifica

Armi Modifica

Nell'anime brandisce una spada, anche se non è stato reso noto quanto sia abile ad utilizzarla.

Saga di Zo Modifica

Nel manga, quando viene rivelato che Weeble ha sconfitto sedici ciurme della flotta di Barbabianca, non ci sono riferimenti a quali possano essere, ad eccezione dei Pirati di A.O.; nell'anime, invece, vengono inquadrati gli articoli di giornale che Kizaru ha davanti in cui compaiono Elmy, Whitey Bay, Bizarre e Palms.

Curiosità Modifica

  • Il suo nome è molto simile a quello della città inglese "Whitley Bay", famosa per la sua pista da ghiaccio. Esso può essere anche tradotto come "baia bianca", anche se il termine whitey viene usato per indicare persone di razza caucasica.

Note

Navigazione Modifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.