Aiutaci a migliorare questi articoli! Questo articolo è in continua evoluzione!

"Yatappe" riguarda un argomento in corso di sviluppo nella storia per cui può essere soggetto a frequenti cambiamenti e revisioni o contenere informazioni non più aggiornate o incomplete.

Yatappe è stato il boss mafioso di Kibi.

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

È un uomo alto e robusto con la pelle abbronzata, lunghi capelli viola e mossi, due folte basette, un pizzetto curato e una cicatrice che si estende dalla fronte all'orecchio destro. La forma dei suoi occhi ricorda quella di un serpente, motivo da cui deriva il suo soprannome. Indossa un kimono verde acqua con alcune strisce di colore verde scuro e una fascia per chiudere l'abito gialla e somigliante alle squame di un serpente. Porta anche un mantello verde con l'orlo foderato di pelliccia bianca e dei quadrifogli sulle spalle.

Carattere[modifica | modifica sorgente]

Yatappe sa essere brutale, date le proposte fatte per punire Rufy.

Relazioni[modifica | modifica sorgente]

Hyogoro[modifica | modifica sorgente]

Rispetta Hyogoro e non esita a mutilare chi lo offende.

Forza e abilità[modifica | modifica sorgente]

Come boss mafioso, aveva una notevole influenza a Kibi. È abbastanza forte da trattenere Monkey D. Rufy con l'aiuto di altri suoi parigrado.

Armi[modifica | modifica sorgente]

Normalmente impugna una spada, ma ne ha brandite anche due contemporaneamente,[1] essendo probabilmente abile nell'usarle.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Passato[modifica | modifica sorgente]

Dopo la salita al potere di Kurozumi Orochi e dell'invasione da parte dei Pirati delle cento bestie, Yatappe si rifiutò di servirli e fu imprigionato a Udon.

Saga del Paese di Wa[modifica | modifica sorgente]

Dopo la conquista della prigione, Yatappe e gli altri boss mafiosi si riuniscono a Hyogoro e si mostrano infastiditi dal modo colloquiale con cui gli parla Rufy, che rinunciano a mutilare solo per volere dell'anziano. Lasciano poi la prigione per reclutare i propri seguaci.

Qualche giorno dopo, mentre si trova a Kibi, viene contattato da Kin'emon, il quale lo informa della modifica da apportare sul foglietto indicante il punto di ritrovo dell'alleanza.

Due giorni prima della battaglia, i boss della malavita comunicano a Kin'emon di avere radunato altri duecento combattenti. Yatappe comunica ai suoi uomini di stare in guardia, sottolineando che non devono trapelare notizie sul loro piano di attacco. Con loro raggiunge poi il porto Habu dove si riunisce ad altri alleati.

La notte della festa del fuoco, raggiunge il porto Tokage per riunirsi agli altri alleati. Raggiunta Onigashima, ottiene un travestimento per infiltrarsi tra i nemici. A seguito dell'improvviso attacco dei servitori di Oden ai danni di Kaido, lui e altri alleati della famiglia Kozuki escono allo scoperto per impedire che i sottoposti dell'imperatore diano disturbo al gruppo di Kin'emon. Yatappe combatte contro diversi pirati al fianco di Hyogoro, e quando quest'ultimo afferma che sarebbe più utile se tenessero occupati i Sei Compagni Volanti, Yatappe gli dà ragione; vedo poi la ciurma di Cappello di paglia affrontare Big Mom, King, Queen e tre Numbers. Poco dopo Queen contagia alcuni combattenti di entrambi gli schieramenti con un virus che li trasforma lentamente in demoni di ghiaccio.

Improvvisamente, Yatappe vede Marco sopraggiungere e dare fuoco a Chopper, il quale conferma che le fiamme non bruciano e stanno invece sopprimendo il progredire del virus. Miyagi e Tristan raggiungono la renna per assisterlo nella produzione di massa dell'antidoto e Marco infiamma l'intero campo di battaglia per fargli guadagnare tempo, offrendosi poi di portare Zoro, Robin e Brook sul tetto. Quest'ultimo dice che devono proteggere i dottori, ma Yatappe e gli altri boss mafiosi si offrono di farlo. Subito dopo Apoo li attacca nel tentativo di riprendersi l'antidoto, ma X Drake lo ferma.

Dopo che anche Hyogoro è stato contagiato da virus, Yatappe lo vede tornare alla costituzione fisica di vent'anni prima. L'anziano dice di stare bene ed aggiunge di provare solo freddo, rivelando che il virus ha risvegliato la sua forza latente che intende sfruttare per abbattere quanti più nemici possibile, chiedendo agli altri capi mafiosi di ucciderlo se dovesse perdere il controllo. Lui replica che non oserebbero mai farlo, ma Cho sottolinea che nessuno riuscirebbe a fermarlo se ciò accadesse. Vede poi Hyogoro sconfiggere gran parte dei nemici presenti.

Yatappe viene fermato da Chopper.

Ormai prossimo a trasformarsi completamente, l'uomo spinge Yatappe a ucciderlo, che si prepara a farlo in lacrime. Dato che esita, Hyogoro gli dice di tagliargli la testa, così lui gli chiede un attimo di tempo, ma che lo farà. Yatappe afferma che lo raggiungerà nell'aldilà a breve, ma l'anziano replica di non avere fretta perché il suo tempo non è ancora giunto. Fa quindi per decapitarlo, ma a quel punto Chopper si frappone fermando il colpo con il suo elmo, somministrando l'antidoto a Hyogoro. Vedendolo guarire, Yatappe festeggia, affermando che era sicuro che ce l'avrebbe fatta. Su ordine della renna, Miyagi e Tristan spargono poi sul campo di battaglia l'antidoto con un cannone.

Vede poi Marco afferrare il collo di Queen e Chopper trasformarsi, schiaffeggiando la Superstar e gridando di non essere un procione. Yatappe si dispiace dato che anche lui lo aveva definito in quel modo.

Differenze tra manga e anime[modifica | modifica sorgente]

Armi[modifica | modifica sorgente]

Impugna un pugnale quando aggredisce Rufy.[2]

Saga del Paese di Wa[modifica | modifica sorgente]

Yatappe viene mostrato prima rispetto al manga, mentre cerca di non essere coinvolto nell'inseguimento di Rufy ad opera di Big Mom.[3]

Note

Navigazione[modifica | modifica sorgente]

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.